Corteo storico Modugno

Corteo storico - Pro Loco Modugno

Img

La Vigilia di S. Giovanni è, nella cultura popolare, un momento particolarmente ricco di significato esoterico, il momento nel quale il Sole e la Luna si incontrano in un mistico connubio che rende la durata del giorno pari a quella della notte e conferisce a determinate erbe virtù magiche, atte a scacciare il demonio e tutti i suoi malefizi. 
Ricordo di questo legame astronomico e astrologico con i due solstizi, d’Inverno e d’Estate, è la chiesa di San Giovanni nel borgo antico di Modugno che forse non a caso conserva la doppia dedicazione ai due San Giovanni: il Battista e l’Evangelista sotto un imponente affresco absidale del Trecento.
Img

Per il terzo anno consecutivo la Pro Loco di Modugno ha celebrato la solennità con un corteo storico ed una rappresentazione in costume medioevale.
Il corteo ispirato dalla storia della nostra città ha percorso le vie cittadine per ritornare nella Piazza Sedile dove si è svolta l’azione scenica: “Il ritorno del Crociato”.
Partendo dai nomi riportati su pergamene coeve, dove Modugno è citata come sede vescovile suffraganea di Bari, con un Giovanni episcopo di Modugno, Gualterio Buzzardo dominator, cioè signore della terra, e Boso conte del castello, in collaborazione con i membri dell’associazione culturale Trani Tradizioni, è stato ricostruito un momento della storia del paese: tornato dalla Crociata dove ha combattuto seguendo il suo signore, il Principe Boemondo d’Altavilla, il Conte Boso trova il paese oppresso da un’epidemia di peste, il suo castello usurpato dal fratello Wilfrido e la moglie prigioniera di costui e della strega sua amante. Img
La reliquia di San Giovanni che Boemondo ha portato con sé da Gerusalemme risanerà il paese mentre il castello sarà preso d’assalto. Il combattimento dei buoni contro i cattivi e il lieto fine con la punizione dei malvagi, il tutto nella cornice di Piazza Sedile, centro della vita sociale cittadina, ristabilirà l’ordine nel paese.
Img

Per l’occasione, i giovani volontari impegnati nel Servizio Civile presso la Pro Loco di Modugno sotto la guida del Presidente e tutor Michele Ventrella hanno predisposto un opuscolo di divulgazione turistica nel quale sono stati illustrati alcuni dei monumenti più significativi, nonché detti e ricette della tradizione modugnese.