Agorà della Presidente

null Nel bilancio regionale le persone e "la Puglia di tutti" prima dei numeri

18/12/2020
Economia,Finanze e Bilancio

Quando sono stata eletta presidente del Consiglio ho pensato, al di là dell’ansia iniziale (perché anche chi fa politica da molto tempo è in ansia quando deve cominciare qualcosa di totalmente nuovo!), che questa fosse la sfida perfetta per una donna. 
Insomma mettere d’accordo, mediare, trovare soluzioni in grado di soddisfare tutti, non è forse un’indole innata in noi donne? Non fosse altro per la pazienza!
Oggi, a distanza di poche settimane da quel giorno, dico che ne sono ancora più convinta. 
La cosa buona è che questa legislatura sembra essere iniziata sotto i migliori auspici. 
Insomma ditemi che volete ma io un tale spirito di collaborazione in tanti anni in Consiglio non l’avevo mai visto. 
Forse questa pandemia ha invertito l’ordine delle priorità e, finalmente, al primo posto, senza distinzione tra destra e sinistra, sopra e sotto, dentro e fuori, sono tornate le persone. 
Perché sapete che c’è? Che se l’obiettivo è lo stesso, se dietro ogni azione, discutibile o meno ma questa è una questione di storia politica, c’è il bene della propria comunità, alla fine una sintesi la trovi. 
Com’è stato ieri, con l’emendamento firmato all’unanimità per destinare 4 milioni di euro agli ambulanti. Potevamo spacchettarle quelle risorse, utilizzarle per dare “un poco a tutti”, magari cedendo a una personale tentazione campanilistica, anche perché insomma sappiamo bene quante cose non vanno nei nostri territori. Ma a cosa sarebbe servito? Non ai nostri cittadini. Perché se devi dare una risposta concreta a qualcuno la devi dare davvero e non mettere una pezza a colore. 
È vero, 4 milioni non sono tantissimi ma sono una bella cifra per la Puglia se consideriamo che per sostenere la stessa categoria la Lombardia, che è giusto un po’ più popolosa di noi, ne ha investiti la metà, e se guardiamo a questo intervento considerandolo all’interno del più ampio Piano che Puglia ha messo in atto per contrastare le gravi conseguenze della pandemia.
Allora andiamo avanti. 
Adesso ci aspetta l’ultima sessione di bilancio (lunedì!) e stiamo lavorando per essere uniti anche su questo. 
D’altra parte è “la Puglia di tutti” la nostra più grande scommessa e se la vinciamo insieme, senza litigare, volete mettere che gioia per i pugliesi che hanno perso fiducia nella politica?! Soprattutto se poi alla tv vedi scene come quella di ieri in Parlamento.
Responsabilità e resilienza, di questo i pugliesi e gli italiani hanno bisogno adesso.