Agenzia di Notizie

null GDM crisi, Bellomo (Lega Puglia): "Si faccia presto ad assegnare la proprietà alla testata"

stemma crp puglia notizie

Nr.: 2958 del 02/08/2021 08:53
Cronaca

GDM crisi, Bellomo (Lega Puglia): "Si faccia presto ad assegnare la proprietà alla testata"

Una nota dela capogruppo de La Lega Puglia, Davide Bellomo

“La Gazzetta del Mezzogiorno nei prossimi giorni vivrà la prima pausa della sua lunga e gloriosa storia. Sono certo che presto tornerà in edicola e che l’”Arrivederci” con cui la testata ha salutato i lettori in prima pagina non sia solo un auspicio ma una certezza. Resterà l’amarezza per qualcosa che si poteva e si doveva evitare. Questa pausa è un doloroso momento, triste per tutti i pugliesi, drammatico per chi nel giornale ci lavora. Tante sono le dichiarazioni di solidarietà, a cui mi associo con grande sentimento etico e non per circostanza, ma oltre la retorica di queste ore occorre puntare sulla concretezza. Alla curatela fallimentare si sono palesate le forze imprenditoriali che possono far continuare a vivere questa irrinunciabile voce democratica del nostro territorio. Ci sono due proposte di concordato fallimentare sulle quali sono chiamati ad esprimersi i creditori coinvolti nel fallimento dell’azienda editoriale. Si deve far prestissimo: il rispetto delle procedure e l’esercizio della giustizia super partes possono andare in parallelo alla rapidità. La lentezza della giustizia non può azzerare realtà economiche importanti, travolgendo in questo caso la vita dei dipendenti e delle loro famiglie oltre che l’interesse generale alla buona informazione. La Gdm non diventi l’ennesimo esempio di quanto sia necessaria la riforma della giustizia a cui come Lega stiamo dando il nostro decisivo contributo. Mi appello alla professionalità di chi ha il governo della procedura con cui le decisioni del comitato dei creditori saranno sancite affinchè si giunga all’assegnazione definitiva della testata con la massima urgenza, in modo che la Gazzetta del Mezzogiorno torni quanto prima ad informare la nostra regione proseguendo la tradizione che da oltre un secolo la contraddistingue". /com