Agenzia di Notizie

null Concorso “Vito Maurogiovanni”: le scuole vincitrici

stemma crp puglia notizie

Nr.: 3314 del 23/09/2021 18:34
Comunicazione

Concorso “Vito Maurogiovanni”: le scuole vincitrici

Si è svolta giovedì 23 settembre 2021, alle ore 10,30, presso l’Aula del Consiglio regionale della Puglia a Bari, la cerimonia di premiazione della V edizione del Concorso “Vito Maurogiovanni”, indetto dal Circolo delle Comunicazioni Sociali "Vito Maurogiovanni" d’intesa con il Consiglio Regionale della Puglia, il Comune di Bari, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia.
Il Concorso “Vito Maurogiovanni” è finalizzato a valorizzare le identità culturali, la storia, la memoria, la lingua, le tradizioni pugliesi, ispirandosi alle opere dello scrittore e giornalista cui è intitolato.
La manifestazione è stata coordinata da Antonio Stornaiolo, attore e conduttore televisivo, alla presenza di Antonio Decaro, Sindaco del Comune di Bari; Giuseppe Silipo, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia; Enzo Quarto, Presidente del Circolo delle Comunicazioni Sociali Vito Maurogiovanni e Anna Vita Perrone, Dirigente della Sezione Biblioteca e Comunicazione istituzionale del Consiglio regionale della Puglia
Loredana Capone, Presidente del Consiglio regionale della Puglia, ha confermato la volontà di proseguire le attività in corso: “Le opere di Vito Maurogiovanni rappresentano un patrimonio importantissimo per la Puglia. Il suo passare dalla cultura popolare al teatro, alle tradizioni, al dialetto, cui ha dato dignità letteraria e teatrale, raccontano la sensibilità di un uomo straordinario prima ancora che di un giornalista, un poeta e uno scrittore straordinario. L’Arcivescovo di Bari, Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari, in occasione del suo 80° genetliaco disse di lui “che la città gli deve l’aspetto migliore per la sua profondità culturale, mai ostentata, la sua fede, la sua umiltà”. Il Consiglio regionale della Puglia non poteva che assicurare, anche quest’anno, il proprio supporto. Con il rinnovo del Protocollo d’intesa per le iniziative da realizzare nel prossimo triennio, a partire dal Premio, che porta il suo nome, e fino alla distribuzione dei suoi libri all’interno delle scuole, un’occasione imperdibile per avvicinare le nostre ragazze e i nostri ragazzi alla propria storia e farne cittadini attenti e consapevoli. Ma la valorizzazione delle tradizioni popolari e i messaggi positivi di cui Maurogiovanni si è fatto portatore nelle sue opere sono anche un grande strumento di promozione della nostra regione. Perché “La Puglia che non ti aspetti”, e ricordo ancora con il sorriso quanto ci abbiamo tenuto con PugliaPromozione a raccontarla tanto che questo fu proprio questo il claim della nostra campagna di comunicazione, è in ogni angolo. È la Puglia del mare e della terra rossa, delle case di calce e della luce che i più grandi registi del mondo ci invidiano, delle tradizioni popolari che appassionano i bambini e hanno fatto grandi tanti artisti, dei dialetti che fanno sorridere e fotografano alla perfezione le nostre meravigliose e accoglienti comunità.  È la Puglia dei “Pummidori te ‘mpisa” o “te penda”, delle mani che impastano la pasta fresca la domenica, delle storie che raccontano le nostre bellissime nonne, accanto al camino, con un bicchiere di mirto fatto sul finire della primavera. La Puglia che amiamo. La Puglia che siamo. Nel nostro DNA c’è tutto quello che serve per spiccare il volo e Vito Maurogiovanni ne racconta magistralmente un pezzo importantissimo. Allora, a noi Istituzioni, non resta che valorizzare questi grandi personaggi di Puglia e fare in modo che siano memoria sempre viva.”.
Antonio Decaro, Sindaco del Comune di Bari, ha dichiarato: “Desidero ringraziare tutte le scuole, i docenti e i dirigenti scolastici che grazie al loro lavoro, anche partecipando a iniziative come questa, ci aiutano a tenere in vita la memoria e l’arte di Vito Maurogiovanni e di altri esponenti della cultura locale, che con la loro sensibilità e le loro opere ci hanno aiutato a raccontare la storia e l’identità della nostra città e della nostra terra.
Il premio intitolato a Maurogiovanni ci consente di dare sostanza a quel circolo virtuoso tra cultura, scuola e società fondamentale per formare giovani cittadini consapevoli della realtà in cui vivono, delle proprie radici, dell’identità della nostra comunità e del contributo straordinario di chi ha lavorato affinchè questo patrimonio culturale fosse conosciuto e riconosciuto anche al di là dei confini del nostro territorio.
Le vostre opere, come quelle di Vito Maurogiovanni, contribuiscono ogni giorno a rendere viva la nostra memoria collettiva arricchendola di elementi nuovi che raccontano, grazie a voi e a questo premio, la Bari di oggi e del futuro.
Vito Maurogiovanni ci ha lasciato una grande eredità, culturale e sociale, che a noi tutti spetta custodire: non come se fosse una reliquia, bensì un ricordo che diventa patrimonio condiviso di una cultura e di una comunità, esattamente come nello spirito di questo premio.”
Quaranta le scuole che hanno aderito a questa V edizione del Concorso tra Scuole Primarie e Secondarie di I e II grado del territorio dell’intera Regione Puglia. 
Dodici le scuole individuate dalla Giuria, tre delle quali segnalate con menzioni speciali, che hanno partecipato alla premiazione intervenendo in qualità di Dirigenti scolastici, docenti e con rappresentanze di Studenti di ciascun Istituto scolastico.
La Giuria che ha valutato opere e idee progettuali è composta da personalità del mondo della cultura locale e nazionale:
Presidente: Corrado Petrocelli (Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di San Marino); Daniele Maria Pegorari (docente italianista dell’Università di Bari); i giornalisti Enrica Simonetti, Maria Luisa Sgobba, Onofrio Pagone, da Nicola Marrone (in rappresentanza del Consiglio regionale della Puglia), Vito Leccese (in rappresentanza del Comune di Bari), Mario Trifiletti, (in rappresentanza dell’USR Puglia). 

Vito Maurogiovanni (Bari, 1924- 2009) poeta, giornalista, sceneggiatore radiofonico, scrittore e commediografo, è un autore – infatti - che ha - con le sue opere e i suoi scritti - raccontato liricamente la Puglia sempre da lui inserita nella complessità del nostro Paese. Vito Maurogiovanni ha anche al suo attivo due libri di poesia “Composizione 34” (Bari, 1977) e “I santi di casa mia” (Bari, 1984).
Dal 2002 al 2009 lo scrittore ha gestito un blog in cui pubblicava, articoli sulle attività culturali della città di Bari.

PREMIATI
 
Quinta Edizione Premio Maurogiovanni
 
SEZIONE I SCUOLE SECONDARIE DI II GRADO
 
I Classificato – Sezione I - Scuole Primarie I premio €   1.800,00
Istituto Comprensivo Galileo Galilei - Plesso Gabelli di Taranto, classe Quinta sez. C
Dirigente scolastico: Antonietta Iossa - Referenti: Rossana Bocconi, Daniela Sasso 
Titolo del lavoro: “Un viaggio virtuale nella nostra città” - Video
 
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:
 
“Si assegna alla classe V C il primo premio per la coerenza con i criteri stabiliti dal Bando, per la freschezza dell’esposizione su Taranto, per la vivacità e la ricchezza di un colorato lavoro che esprime, attraverso diversi linguaggi, quali il digitale, il disegno, la parola poetica, un autentico inno di speranza per la propria città ritratta come territorio che rinasce e inizia un cammino di ricostruzione sociale, civile e culturale, nel rispetto della propria identità storica e della sua vocazione marittima”

II Classificato – Sezione I - Scuole Primarie - II premio €   1.200,00
 
Istituto Comprensivo Polo 2 di Galatone-Seclì (LE), n. 2 classi Seconde, n. 2 classi Terze, n. 3 classi Quarte, n. 3 classi Quinte.
Dirigente scolastico: Antonio Caputi - Referente: Giancarlo Pellegrino
Titolo del progetto: “Musica in testa: Mamma cara, mia amata” -Podcast e libro
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:
 
“Si assegna il secondo premio per la capacità di coinvolgere territorio, enti, istituzioni in un lavoro realizzato in forte sinergia tra gli studenti e la comunità cittadina partendo dalla musica, attraverso cui si ricostruiscono la storia, le tradizioni e la lingua salentina. Tema del percorso: la donna (anche mamma e nonna), il suo ruolo, il suo valore calato nella cultura territoriale e non solo: il suo essere persona in una realtà che spesso la travolge per ribadire la parità di genere, anche con il sostegno di Associazioni che di ciò si occupano a livello regionale e nazionale. Attualità e tradizione in musica attraverso il podcast e i libri: quindi ascolto e lettura per connettere passato, presente”.
 
III Classificato – Sezione I - Scuole Primarie - III premio €   1.000,00
Scuola Primaria “Hero Paradiso” di Santeramo in Colle (BA), classi Quinte
Dirigente scolastico: Elena Cardinale - Referente: Maria Stano
Titolo del lavoro “Le Carte di Zio Hero” - Gioco del Mercante in fiera
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:
 
“Si assegna il terzo premio per l’originalità della produzione ispirata a un artista cui la stessa scuola è intitolata. Questa operazione s’inserisce organicamente nelle finalità del premio che valorizza la cultura e l’arte territoriale e presenta un valore aggiunto: la diffusione del gioco proposto e realizzato dagli studenti anche in America latina. Un bell’esempio di ‘gioco didattico’ che illustra Santeramo e la vita dell’artista Hero Paradiso attraverso le sue opere, e che ha una forte valenza sociale in quanto aggrega soggetti di età differente intorno a un tavolo per cimentarsi con il Mercante in fiera che a Santeramo si chiama ora Hero Paradiso”.
 
SEZIONE II SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO 
 
I Classificato – Sezione II - Scuole Secondarie di I Grado - I premio € 1.800,00 
Istituto Comprensivo Polo 2 di Gallipoli (LE), classi Prime, classe Prima sez. E plesso Santa Chiara
Dirigente scolastico: Lucilla Vaglio - Referente: Marzia Maria Sansò
Titolo del lavoro: “Scorci poetici delle corti” - Video
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:

“Si assegna il primo premio al lavoro per la capacità di mettere insieme musiche (originali), testi scritti per l’occasione, immagini ambientate nelle corti gallipoline, spazi cittadini di socialità in cui si vive la dimensione del ‘vicinato’, della solidarietà, del confronto fondato sul recupero e la valorizzazione delle tradizioni, anche linguistiche. Uno scorcio di vita e di umanità, come recita il titolo, che ha toni suggestivi ed emozionanti”.
 
II Classificato – Sezione II - Scuole Secondarie di I Grado - II premio €1.200,00 
Istituto Comprensivo Settanni-Manzoni di Rutigliano (BA), classi Terze
Dirigente scolastico: Attuale: Maria Grazia Montedoro –
Maria Melpignano (ex Dirigente) - Referenti: Angela Palumbo, Ermelinda Nasuto (attrice e regista)
Titolo del progetto: “Storia di Pagliacci” di Vito Maurogiovanni - Soggetto teatrale
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:

“Si assegna il secondo premio per l’ottimo lavoro compiuto sul testo di Maurogiovanni, arricchito da contaminazioni e rimandi ad altri autori e opere nonché sui partecipanti al laboratorio teatrale, gli studenti della scuola, che si sono misurati con un complesso ‘mondo’ scenico e che hanno vissuto tale esperienza traducendola in un progetto che li ha proiettati in una dimensione in cui la scuola si muove con naturalezza tra realtà e finzione”.
 
III Classificato – Sezione II - Scuole Secondarie di I Grado - III premio €1.000,00
Istituto Comprensivo Balilla- Imbriani di BARI. Classi Seconda e Terza sez. C
Dirigente scolastico: Attuale: Giuliana De Florio - Antonietta Scurani (uscente) -Referenti: Paola Campa, Lucia Schiralli Maurizio Triggiani
Titolo del progetto: “Rifugiati” - Saggio teatralizzato
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:

“Si assegna il terzo premio a un progetto di grande attualità che, ispirandosi a un testo di Alessandro Leogrande, parla di guerra, di pandemia, di migranti, di paure e fragilità. Racconta la storia dell’umanità sofferente in ogni tempo e luogo e da questo assunto si snoda un percorso che parte da Bari, dalla scuola Imbriani che era sede di un rifugio antiaereo durante la Seconda Guerra mondiale   e attraversa storie di povertà e marginalità e dolore collettivo nella cui narrazione confluiscono anche interessanti esperienze culturali e teatrali precedentemente compiute, di grande spessore”.

SEZIONE III SCUOLE SECONDARIE DI II GRADO
 
I Classificato – Sezione III - Scuole Secondarie di II Grado - I premio € 1.800,00
IISS Panetti- Pitagora- di BARI, classi Quinte sezione Informatica
Dirigente scolastico: Eleonora Matteo - Referente: Maria Teresa Giuliani
Titolo del progetto: “Dal caffè di notte alla smart city”
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:

“Si assegna il primo premio per l’originale progetto che, muovendo da un testo di Maurogiovanni, Caffè di Notte, elabora un percorso sulla storia e lo sviluppo delle città. Una riflessione mediata da letture e interventi di studiosi sull’argomento che si traduce in un efficace modo di ‘leggere’ e interpretare i propri stili di vita e rivederli alla luce della contingenza pandemica che li ha profondamente mutati. Un’intelligente composizione tra cultura giovanile, vita cittadina e volontà di riappropriarsi di spazi di socializzazione e di confronto”.
 
II Classificato – Sezione III - Scuole Secondarie di II Grado - II premio €   1.200,00
Liceo Statale Tito Livio di Martina Franca (TA), alunni delle classi Quarte C e D - Liceo Scientifico
Dirigente scolastico: Giuseppe Semeraro Referenti - Maddalena Cardone, Anna Maria Pastore
Titolo del progetto: “La Storia negata nelle pagine di Vito Maurogiovanni” - Saggio storico e video
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:

“Si assegna il secondo premio al progetto di ispirarsi al lavoro teatrale Il Brigantaggio di Vito Maurogiovanni per elaborare un saggio storico sul fenomeno omonimo e una teatralizzazione di alcuni brani dell’opera ambientata in un bosco didattico nei pressi di Gioia del Colle, Nemus docet. Tale esperienza si tradurrà in un video in cui saranno raccontate le epiche imprese del brigante Romano e si farà rivivere la storia dei briganti negli spazi e nei luoghi in cui le vicende realmente avvennero. Un metodo di insegnamento e ricostruzione del passato che lo rende vicino alla sensibilità giovanile e permette loro di conoscere il territorio attraverso voci letterarie e fonti documentarie”.
 
III Classificato – Sezione III - Scuole Secondarie di II Grado- I premio € 1.000,00 
Convitto Nazionale Cirillo di BARI - classe Seconda sez. B - sezione Liceo classico
Dirigente scolastico: Ester Gargano - Referente: Federica Introna
Titolo del progetto: “La ragazza sul balcone” di Vito Maurogiovanni – Cortometraggio
La Giuria assegna il Premio con la seguente motivazione:

“Si assegna il terzo premio al progetto di un corto tratto da uno scritto di Vito Maurogiovanni. La proposta si situa nella realtà della pandemia sofferta particolarmente dai giovani, che hanno sviluppato, partendo dal testo dell’autore, un approfondimento sul tema del” luogo della memoria e del cuore”. In questa prospettiva si leggono le parole dello scrittore e si riflette sulle idee di ‘abbandono’, ‘identità’, ‘ radici ‘per guidare i giovani ad accettare il presente e le sue criticità, a porsi delle domande e a interiorizzare il vissuto”.
 
MENZIONI SPECIALI  
Menzione speciale della Giuria alla Scuola secondaria di I grado Amedeo D’Aosta di BARI, classi Seconde C e G
Dirigente. Attuale: Immacolata Abbatantuono - uscente Irma D’Ambrosio
Referenti: Adangela Carone, Chiara Garibaldi
Titolo del progetto: “Artsteps Rapsodia per una città” – Video
“La Giuria assegna menzione speciale al progetto per l’uso esperto e originale della didattica digitale che diviene un esempio illuminante di come la scuola possa fare innovazione reale utilizzando strumenti espressivi adeguati al presente, resi ora più che mai necessari, con eleganza stilistica e contenuti interessanti”.

Menzione speciale della Giuria all’ IISS sezione classica Vincenzo Lilla di Francavilla Fontana (BR) - 9 studentesse Liceo classico
Dirigente scolastico: Giovanna Spagnolo Referente: Angelo Nicola D’Elia e Camarda Anna
Titolo del progetto: “Ti contu ti Francheidda mea” - Video
“Si assegna menzione speciale della Giuria per la volontà espressa di recuperare in modo attento e sensibile la tradizione, anche linguistica, del territorio attraverso un originale espediente che chiama in causa anche il sommo poeta Dante Alighieri”. 
 
Menzione speciale della Giuria al Liceo Scientifico Fermi di Bari, classi Seconde F e L
Dirigente scolastico: Ivana Griseta - Referente: Chiara Calò
Titolo del progetto: “Il caffè di Via de Rossi” – Soggetto teatrale
 “Si assegna menzione speciale della Giuria per la volontà espressa di recuperare l’opera di Maurogiovanni all’interno di un percorso sulla storia del teatro italiano del Novecento per incrociare la produzione teatrale nazionale con quella del commediografo pugliese”./comunicato
 

Nome documento Data
 premiazione maurogiovanni (1).jpeg
(dimensione:401Kb)

23/09/2021