Agorà della Presidente

null “Se la gioventù le negherà il consenso anche la mafia svanirà come un incubo”

19/07/2021

Ventinove anni fa, come oggi, perdevano la vita, in un attentato di mafia, il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. 

Domani, nell’Aula consiliare del nostro Consiglio regionale, insedieremo la “commissione regionale di studio e d’inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia”. 

“Se la gioventù le negherà il consenso anche l'onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo”, diceva Borsellino, e noi soprattutto ai giovani dobbiamo parlare, senza tabù. Perché la mafia si rompe quando si rompe il silenzio.