Home / Organizzazione / Consulta Femminile / 
Attività della Consulta Femminile

La Regione, nell'ambito delle proprie attribuzioni, ed in applicazione dei principi enunciati dagli artt. 3 e 37 della Costituzione e degli artt. 1 e 2 dello Statuto regionale, istituisce, con la L.R. 9 giugno 1980 la "Consulta Regionale Femminile".

Essa promuove tutte le iniziative tese a realizzare la piena parità tra cittadini, uomini e donne e rimuove ostacoli di diritto e di fatto che impediscono il pieno sviluppo della personalità della donna nella sua effettiva partecipazione alla organizzazione politica, economica, sociale e del lavoro.


Attività 2016-2020

-21 aprile 2017 - Convegno.   "Le parole contano. Per una comunicazione non violenta. Il 21 aprile in sala Consiliare via Capruzzi 204 piano terra, si terrà alle ore 16 il primo incontro organizzato dalla Consulta Regionale femminile insediatasi a novembre 2016 . Aprirà l' incontro un giovane rapper Vittorio Key con un pezzo dedicato sulle riflessioni di un uomo alle notizie di violenza sulle donne, seguirà l 'intervento della prof Marina DeNicolo' che introdurrà la problematica della comunicazione individuando ambiti di problematicità relativi alla informazione / comunicazione manipolatoria, seguiranno gli internventi di: Tina Gesmundo preside liceo Scientifico Salvemini che parlerà delle sue esperienze con i mezzi di comunicazione utilizzati dagli studenti e Donatella Azzone, giornalista di Telenorba che illustrerà come si può dare una notizia con tono neutro, chiuderà l' incontro Carmela Formicola che chiarirà il concetto di come"l'esperienza del supplizio ha bisogno di pubblico" .

- 28 novembre 2016 elezione della Presidente e delle componenti Comitato di Presidenza

- 14 Dicembre 2016 l'Assemblea plenaria, su indicazione della Presidente,ha aderito all'iniziativa Rebel Network rete attiviste per i diritti in relazione alla sottoscrizione di una istanza all'Ordine dei Giornalisti perchè inserisca tra i suoi obiettivi prioritari del 2017 la scrittura e ratifica di una Carta del rispetto della dignità delle donne.Una carta che sappia come la carta di Treviso per i minori dare indicazioni deontologiche definitive su come rispettare l'immagine e la dignità delle donne.

- In ottemperanza al programma approvato la Consulta ha aderito all'incontro culturale che si è tenuto il 9 Febbraio 2017 presso Centro Culturale Gianna Berretta Molla della Parrocchia San Carlo Borromeo in Bari "Non violenza.Stile di una Politica per la Pace" sono intervenute la dott.ssa Carmela Formicola, capo redattore de "La Gazzetta del Mezzogiono" e la Presidente della Consulta Femminile

- il 5 marzo 2017 in Manduria la Presidente ha partecipato all'incontro relativo alla problematica della rappresentanza di genere nella giunta della città di Manduria ove non vi sono donne. In ottemperanza al programma approvato il 14 dicembre dall'Assemblea

- il 25 marzo 2017 la Consulta ha aderito alla fiaccolata promossa dalla sezione UNICEF di Bari per gli episodi di pedofilia denunciati dalla trsmissione televisa delle IENE

- il 21 Aprile 2017 si terrà nel pomeriggio nella Sala Giunta un incontro LE PAROLE CONTANO per una comunicazione non violenta
interverranno : prof Marina De Nicolò già docente di pedagogia sociale e delle relazioni educative Università di Foggia, prof.ssa Tina Gesmundo dirigente scolastico Liceo Scientifico statale G. Salvemini, Donatella Azzone giornalista Telenorba, Carmela Formicola capocronista Gazzetta del Mezzogiorno, il rapper Vittorio Merola


Nome documentoData
 Programma di attività 2013.pdf
(dimensione: 41 kb)

04/07/2016
 Programma di attività 2012.pdf
(dimensione: 34 kb)

04/07/2016
 Pari opportunità e politica di genere.pdf
(dimensione: 147 kb)

2014 - Intervento di Annamaria Carbonelli - Presidente della Consulta Regionale Femminile della Puglia

04/07/2016
 Convegno-Le-Parole-Contano--Per-una-comunicazione-non-violenta.jpg
(dimensione: 877 kb)

11/04/2017
Top