Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Giornata nazionale prevenzione obesità. Trevisi (M5S): “Strutture non adeguate alle esigenze di pazienti bariatrici”
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Gentile, 52 - 70126 Bari - Tel 080.540.2296 - 2366
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 2922 del
Sanità

Giornata nazionale prevenzione obesità. Trevisi (M5S): “Strutture non adeguate alle esigenze di pazienti bariatrici”

“Strutture inadeguate, mezzi non idonei e elevatissimi rischi per i pazienti gravemente obesi ogni volta che devono essere trasportati o ricoverati in ospedale. La sanità non è a misura di tutti e purtroppo in Puglia siamo ancora all’anno zero. Per questo è necessario che anche la Regione faccia la sua parte sia sensibilizzando al problema dell’obesità attraverso campagne di sensibilizzazione e informazione, sia adeguando le strutture ospedaliere alle esigenze di pazienti bariatrici”.

Lo dichiara il consigliere del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi in occasione della Giornata nazionale di sensibilizzazione per la prevenzione dell’obesità e del sovrappeso che ricorre domani 10 ottobre. 
“Purtroppo i pazienti bariatrici si trovano a vivere vere e proprie odissee quando devono raggiungere gli ospedali. Il problema - spiega Trevisi - è la carenza di ambulanze adatte al loro trasporto: nella maggior parte dei casi si usano mezzi senza pianale, gli unici che consentono il trasporto delle barelle toboghe, una soluzione che però non consente il rispetto delle norme di sicurezza, mettendo a rischio l’incolumità del paziente. In questi anni - sottolinea il consigliere regionale - ci siamo occupati del problema attraverso interrogazioni del collega Mario Conca, a cui non abbiamo ricevuto risposta e per questo continuiamo a ribadire l’urgenza di dotarsi di attrezzature idonee”.
Negli ultimi anni, anche in Puglia, si sono registrati casi di ritardo nei soccorsi di pazienti bariatrici a causa della mancanza di adeguati mezzi per il trasporto o addirittura difficoltà nel ricovero per l’assenza di letti adeguati.  
“Affrontare un soccorso speciale richiede particolari precauzioni - continua il pentastellato - infatti il 118 deve poter utilizzare ambulanze specifiche per il trasporto dei pazienti bariatrici, come anche le strutture ospedaliere devono poter utilizzare letti adeguati, attrezzature e ausili per il ricovero e la cura. Per questo - conclude Trevisi - continuo a chiedere che la Regione intervenga al più presto per risolvere quanto prima la situazione: campagne di prevenzione e strutture adeguate possono salvare la vita”. 

Top