Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Maltempo in Puglia. Trevisi (M5S): “Si approvi la nostra proposta per aiutare il territorio ad affrontare eventi climatici estremi”
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Gentile, 52 - 70126 Bari - Tel 080.540.2296 - 2366
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 2442 del
Territorio e Ambiente

Maltempo in Puglia. Trevisi (M5S): “Si approvi la nostra proposta per aiutare il territorio ad affrontare eventi climatici estremi”

“I fenomeni estremi ormai non possono più ritenersi delle eccezioni e le precipitazioni degli ultimi giorni lo dimostrano. Per questo ribadiamo con forza la necessità di proseguire l’iter della legge del Movimento 5 Stelle sui cambiamenti climatici: abbiamo uno strumento che potrebbe aiutare il territorio a far fronte a queste problematiche. È necessario che la proposta di legge venga approvata in consiglio regionale il prima possibile”. Così il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi primo firmatario della proposta di legge “Politiche regionali di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici”.

 “Climatologi ed esperti confermano che ormai la Puglia deve abituarsi a fenomeni climatici estremi: aumento delle temperature, modifica dei regimi delle precipitazioni ed eventi climatici estremi, sono solo i fenomeni più evidenti. Con la nostra proposta di legge - spiega il consigliere - la Regione sarà in grado di analizzare quali saranno gli scenari futuri ed i rischi per l’ambiente e di definire le strategie di intervento più opportune”.

 La proposta prevede l’adozione da parte della Regione di una Strategia e di un Piano per definire gli interventi di mitigazione e adattamento agli effetti causati sul territorio dai cambiamenti climatici. La Strategia è finalizzata a delineare gli scenari climatici della Regione e a definire gli obiettivi verso cui tendere. Mentre il Piano dovrà selezionare e descrivere le azioni prioritarie da rendere operative nel breve e medio periodo. 

Il piano di adattamento ai cambiamenti climatici - continua - farà sì che ci siano nuove disposizioni in modo da rendere più sicuri abitazioni, negozi e industrie ed evitare che si ripetano le scene a cui abbiamo assistito in questi giorni, con aziende ed edifici pesantemente danneggiati da grandinate e forti raffiche di vento. Eventi che ormai non possono più essere considerati sporadici e i cui effetti non si possono più trattare come emergenze. La Strategia e il Piano permetteranno di quantificare gli impatti  dei cambiamenti climatici sull’ambiente e sui sistemi socio-economici della nostra Regione, in modo da definire le priorità degli interventi, soprattutto nell’attuale situazione di limitatezza delle risorse. La proposta di legge ha l’obiettivo di individuare le vulnerabilità rispetto ai cambiamenti climatici, in particolare, nei settori dell’agricoltura, dell’energia, delle risorse idriche, delle infrastrutture, dei trasporti e dei rifiuti per indirizzare le scelte politiche regionali verso una strategia climatica che renda la nostra Regione sempre più resiliente, cioè capace di adattarsi ai cambiamenti. Non possiamo permetterci di aspettare ancora rischiando una catastrofe tutte le volte che si verificano eventi climatici estremi”. /com

 

Top