Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
ZES ionica interregionale in IV commissione
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Gentile, 52 - 70126 Bari - Tel 080.540.2296 - 2366
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 1282 del
Commissioni

ZES ionica interregionale in IV commissione

La ZES (Zona economica speciale) ionica interregionale è stata approvata in via definitiva dalla Regioni Puglia e Basilicata e attende il via libero ministeriale che è previsto a giorni. E’ questa la conclusione dalle seduta della IV commissione consiliare richiesta dal suo presidente per fare il punto della situazione e per comprendere la tempistica per l’attuazione concreta degli adempimenti connessi alla istituzione della Zes, in modo da consentire alle aziende interessate di potersi insediare nella aree individuate usufruendo dei benefici previsti in termini di agevolazioni fiscali e semplificazioni delle procedure.
La Zes ionica interregionale abbraccia anche la Basilicata e fa leva – come ha spiegato l’assessore alle attività produttive – su due assi fondamentali: il porto di Taranto e l’aeroporto di Grottaglie.
Sotto esame la perimetrazione della zona interessata (tenendo conto che si è dato spazio ad aree pubbliche e in parte già infrastrutturate), con riferimento in particolare – ha spiegato l’assessore - a Manduria (la cui area interessata risulta ridotta rispetto alla previsione iniziale, avendo il comune proposto in parte territori che non erano nella sua disponibilità) e Crispiano che risulta assente del tutto, avendo il Comune proposto aree soggette a vincolo.
L’assessore ha chiarito che a seguito degli errori dei Comuni sono rimasti disponibili 90 ettari rispetto ai quali i comuni potranno fare richiesta facendo riferimento al bando che sarà emanato. In questo contesto particolare attenzione va riservata all’interlocuzione con le Sovrintendenze e con gli Uffici della Dogana per cercare di garantire la massima snellezza alla procedure.
Tempi più lunghi per l’altra Zes che interessa la Puglia, quella Adriatica che abbraccia anche il Molise, il cui Piano strategico è stato approvato. Molte difficoltà sono state superate nell’interlocuzione con i ministeri interessati. In questo caso sarà necessario aspettare qualche settimana per la bozza definitiva.
Top