Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
I musei raccontano la Puglia, Colonna: "Iniziative per la conoscenza e la fruizione consapevole dei beni culturali pugliesi per bambini"
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 2476 del
Cultura

I musei raccontano la Puglia, Colonna: "Iniziative per la conoscenza e la fruizione consapevole dei beni culturali pugliesi per bambini"

Una nota di Enzo Colonna (consigliere regionale, gruppo “Noi a Sinistra per la Puglia”)

È stato presentato questa mattina il progetto regionale “I Musei raccontano la Puglia”, finalizzato a coinvolgere bambini e ragazzi fino a tredici anni nella fruizione e conoscenza dei beni culturali pugliesi, pubblici o di interesse pubblico, attraverso progetti di educazione all’uso consapevole dello straordinario patrimonio artistico e museale della nostra regione.
All’incontro, cui ho partecipato, hanno preso parte sindaci e amministratori dei Comuni e i responsabili dei relativi musei cittadini individuati, uno per provincia, quali soggetti capofila per l’attuazione di questo progetto sperimentale, selezionati sulla base di valutazioni degli standard e dei servizi offerti da queste strutture.
Sono i Comuni di Foggia (con il Museo civico della Città), Ruvo (con il Museo del Libro), Ceglie Messapica (con il Museo Archeologico e dell'Arte Contemporanea - MACC), Laterza, (con il Museo della Maiolica  - MuMa), Ugento (con il Museo Archeologico) nonché i Poli Biblio-Museali di Brindisi, di Foggia e di Lecce. Tali enti dovranno, a loro volta, aggregare nelle azioni altri musei e istituti scolastici dei comuni limitrofi.
Ora, i soggetti individuati dovranno stilare un cronoprogramma di iniziative e sottoscrivere una convenzione con la Regione che disciplinerà la concessione dei finanziamenti, pari a 30 mila euro per ciascun soggetto capofila e che potranno coprire sino al 100% dei costi.
Le attività dovranno essere avviate entro i prossimi mesi di settembre e ottobre e concludersi entro la data del 28 febbraio 2019; esse potranno prevedere, ad esempio, visite e laboratori didattici su storia e archeologia, letture tattili dei libri su scienza arte e musica nei musei individuati per scuole dell'infanzia e famiglie (età 0-6 anni), spettacolo teatrale scientifico e storico su popoli italici nei musei per tutti famiglie e scuole, un piano di comunicazione del progetto e la realizzazione di video.
Tra le spese finanziabili  rientrano quelle per servizi e forniture coerenti con quanto previsto dal programma regionale (acquisto materiali per laboratori , gadget e benefit, servizi culturali).
Sono davvero soddisfatto per l’avvio di questa misura sperimentale, per cui 
con cui, ricordo, la Regione dà attuazione a una disposizione inserita, su mia proposta, nella legge di bilancio regionale approvata alla fine dello scorso anno, con cui sono stati destinati 600 mila euro (per il triennio 2018/2020) per finanziare azioni finalizzate alla conoscenza e alla fruizione consapevole del vastissimo patrimonio di beni, istituti, luoghi culturali pugliesi da parte dei bambini e ragazzi che possono e devono essere educati, sin dalla più tenera età, ad amare e preservare la bellezza che li circonda.
L’obiettivo è quello di avviare iniziative sperimentali e innovative dedicate a sostenere una nuova azione di promozione educativa-culturale e di valorizzazione museale anche attraverso un approccio ludico, esperienziale, interattivo e narrativo.
Questa iniziativa è stata poi inserita e integrata nel pacchetto di misure previste dal programma “La Murgia e la Terra delle Gravine abbracciano Matera”, un ambizioso piano di interventi che vede come attori, oltre alla Regione, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, quello dello Sviluppo Economico e il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, uniti in una azione strategica di valorizzazione e fruizione del patrimonio naturale e culturale dei territori della Murgia barese e tarantina a ridosso di Matera, anche in vista dell’appuntamento di “Matera, Capitale Europea della Cultura 2019”.
Ringrazio per l’impulso fornito il Presidente Emiliano e l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone; ringrazio inoltre, per il grande lavoro svolto, il Dipartimento regionale “Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio”, diretto da Aldo Patruno, e, in particolare, la Dirigente, dott.ssa Silvia Pellegrini, e l’intero Staff della Sezione “Valorizzazione Territoriale”. /com

Top