Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Reintroduzione voucher, Longo: "Bene, a patto che vi siano norme precise"
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 2472 del
Lavoro

Reintroduzione voucher, Longo: "Bene, a patto che vi siano norme precise"

“I voucher in passato si sono prestati ad alcuni pericolosi abusi, ma non rappresentavano certo la maggiore forma di precarizzazione per il mercato del lavoro. I voucher sono stati aboliti, ma è rimasto intatto il sistema sottostante: come si pagano le attività di breve durata o stagionali. Per questo ritengo interessante una loro reintroduzione limitatamente ai settori di agricoltura e turismo, a patto però che siano previste norme ben precise, a cominciare dalla presenza del nome del lavoratore, che impediscano un utilizzo truffaldino”.
E' quanto afferma in una nota il vicepresidente del Consiglio regionale della Puglia, Peppino Longo. “Davvero, e senza alcuna volontà di far polemica, trovo difficile affiancare il tragico episodio di sfruttamento del lavoro che ebbe come vittima Paola Clemente ad una regolamentazione – seria e precisa – del lavoro stagionale in settori strategici per l'economia e lo sviluppo del Sud Italia. Non a caso l'introduzione dei voucher ha una storia di centrosinistra iniziata da Prodi. L'eliminazione di questa forma semplice di pagamento ha portato a mio parere, solo a una nuova fase di crescita del lavoro nero ed è quello il vero sfruttamento, è quello il regno in cui si arricchiscono i caporali. Il voucher è uno strumento innovativo che, se ben utilizzato permette una riduzione della pressione fiscale e previdenziale sul costo del lavoro, permettendo a imprese e famiglie di non finire stritolati in una burocrazia elefantiaca”. /comunicato
Top