Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Domani a Taurisano con Trevisi si parla di reddito energetico
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 5842 del
Attività istituzionale

Domani a Taurisano con Trevisi si parla di reddito energetico

Sabato 30 dicembre alle ore 16.30 si terrà nella sala Consiliare del Comune di Taurisano un convegno sulla proposta di legge sul Reddito Energetico presentata in Consiglio Regionale dal consigliere del M5S Antonio Trevisi. All’incontro interverranno anche Luigi Vincenti, esperto in energie rinnovabili e Vittorio Ciurlia consigliere comunale del M5S di Taurisano.
“Queste iniziative vengono organizzate - dichiara Trevisi - per dare la possibilità ai cittadini pugliesi di conoscere il lavoro fatto dal M5S in Consiglio Regionale. La proposta di legge sul Reddito Energetico offre ai cittadini pugliesi la possibilità di risparmiare sulla bolletta, partendo da quelli meno abbienti. Basterà mettere a disposizione il tetto o il lastrico solare della propria abitazione per installare degli impianti fotovoltaici forniti in comodato d’uso dalla Regione Puglia. Tutto questo avviene attraverso l’istituzione di un fondo di rotazione. Una Proposta che se approvata, porterà contestualmente un beneficio sia per i cittadini che per l’intera collettività”.
La proposta di legge prevede che l’energia prodotta venga consumata dai cittadini per le proprie necessità riducendo così il costo delle bollette, mentre quella non utilizzata verrebbe venduta in rete mediante il contratto di scambio sul posto, stipulato tra i singoli cittadini e il Gestore dei Servizi Elettrici (GSE). Alla Regione verrebbe attribuito il diritto di percepire dal GSE il contributo in conto scambio, che andrebbe a rimpinguare il Fondo Rotativo per il finanziamento di nuovi impianti fotovoltaici, attivando in questo modo un meccanismo moltiplicatore che si andrebbe ad autofinanziare e che, a regime, permetterebbe alla Regione di guadagnare nel lungo periodo vendendo il surplus di energia prodotta sul territorio.

Comunicato/flll
Top