Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Scritte ingiuriose sede Pd di Monopoli, la solidarietà di Marco Lacarra
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 5252 del
Cronaca

Scritte ingiuriose sede Pd di Monopoli, la solidarietà di Marco Lacarra

“Le scritte ingiuriose tracciate con la vernice spray all’ingresso della sede del Partito Democratico a Monopoli sono la dimostrazione di come il dibattito politico sia ormai trasceso. Alla piazza e al confronto, magari nelle sedi istituzionali, si preferiscono insulti anonimi che dequalificano l’immagine di una città intera. Esprimo la mia solidarietà al segretario cittadino del Pd monopolitano, Felice Indiveri, e a tutti gli iscritti e, soprattutto, ai giovani che ogni giorno cercano di usare quella sede per fare politica in modo corretto”. E’ il commento di Marco Lacarra, consigliere regionale e segretario del Pd pugliese, dopo quanto accaduto stanotte all’ingresso della sede cittadina del partito a Monopoli.
“Sicuramente non è la prima volta che episodi del genere accadono ai danni di sedi dei partiti – sottolinea Lacarra – ma non per questo dobbiamo farci l’abitudine o tollerarli. Interpretarli come espressione di antagonismo politico sarebbe sbagliato, perché quello si fa in altre sedi. Credo che episodi del genere facciano il paio – prosegue - con gli insulti (in questo caso a sfondo anche sessista) rivolti a una consigliera comunale di Bari. Non parliamo di una rappresentante del nostro partito e questo la dice lunga sulla necessità impellente di riportare la politica nell’alveo del dibattito e del confronto democratico. Pur augurandomi che le forze dell’ordine possano fare chiarezza al più presto sull’episodio, individuandone il responsabile o i responsabili, ritengo – conclude - sia altrettanto urgente agire nel senso della prevenzione e dell’educazione”./comunicato
Top