Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Lavoro agile: iI Consiglio regionale tra le 15 PA ammesse alla sperimentazione
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 5079 del
Lavoro

Lavoro agile: iI Consiglio regionale tra le 15 PA ammesse alla sperimentazione

Il Consiglio regionale della Puglia continua a vincere la sfida dell’innovazione e a scalare le classifiche nazionali. Un nuovo riconoscimento dell’efficienza e modernità delle strutture consiliari arriva dal Governo: l’Assemblea legislativa pugliese è il solo tra i parlamenti regionali ammesso a sperimentare percorsi di “lavoro agile”. Il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri ha comunicato che il Consiglio pugliese è tra le quindici pubbliche amministrazioni selezionate, tra quelle che in Italia hanno manifestato interesse alla sperimentazione pilota, messa a bando nazionale.
Sarà in compagnia del Ministero del lavoro, delle Regioni Campania e Lazio, della Rete Comune di Bologna-Regione Emilia Romagna, della Provincia di Pavia, di Roma Capitale, della Città Metropolitana di Reggio Calabria e di sette comuni (compresi Firenze e Napoli).
Ad altre dieci PA, tra le quali il Comune di Bari, verrà garantito un supporto in relazione a specifiche fasi delle sperimentazioni.
Il lavoro agile è uno dei contenuti innovativi in materia di attività delle pubbliche amministrazioni; si basa sulla flessibilità e prevede prestazioni lavorative non più legate alla presenza fisica sul posto di lavoro, ma i cui risultati siano comunque “misurabili”. Smartworking, svolto non solo a casa con strumenti informatici eventualmente messi a disposizione dal datore di lavoro e realizzato conciliando le esigenze di vita e lavoro (un esempio è la possibilità di produrre “risultati” accudendo contemporaneamente ai figli in età prescolare) .
Altra aspetto: il co-working, lavoro in comune in luoghi condivisi, esterni alla sede istituzionale, più vicini agli utenti e destinatari dell’attività d’ufficio. (fel)
Top