Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
“Schiaffo a Emiliano”, Longo: “E’ necessario abbassare realmente i toni”
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 4956 del
Politica

“Schiaffo a Emiliano”, Longo: “E’ necessario abbassare realmente i toni”

“Ha ragione l’amico Nino Marmo, capogruppo di Forza Italia alla Regione Puglia, non sarà certo un manifesto goliardico a mettere a repentaglio la sicurezza del governatore pugliese, ma credo sia il caso, soprattutto in materie tanto complesse e che richiedono risposte precise e attente, qual è il sistema sanitario regionale, abbassare i toni dello scontro politico proprio per evitare che accadano nuovamente episodi di gratuita, inaudita e stupida violenza come già successo in passato ai danni di altri presidenti della Regione Puglia”. È quanto sottolinea in una nota il vicepresidente del Consiglio regionale, Peppino Longo intervenendo sulle polemiche a proposito del manifesto di presentazione della protesta di piazza “Il giorno dello schiaffo a Emiliano”, organizzata dal centrodestra.
“Resta sacrosanto il diritto per chi fa politica di manifestare il proprio dissenso – aggiunge Longo – ma è altrettanto sacrosanto il dovere di mantenersi al di dentro dei confini della normale e fondamentale dialettica democratica per evitare quella deriva che di solito porta a conseguenze imprevedibili, come del resto testimoniato dal titolo sparato quest’oggi da un quotidiano nazionale contro Matteo Renzi. Sono convinto che anche i cittadini elettori non credano più nella politica degli urlatori, da qui la necessità di abbassare realmente i toni e il suggerimento, quando si tratta di temi fortemente sensibili per il territorio e la cittadinanza, a ricercare ed offrire la propria collaborazione. Altrimenti ancora una volta – come del resto sottolinea anche Marmo - noi politici dimostreremo la tendenza a perdere il senso della misura delle cose”./comunicato
Top