Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Illegittimità avviso pubblico per formazione elenco idonei a nomina direttore generale A.DI.S.U.: Nunziante risponde a M5S
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 3983 del
Istruzione

Illegittimità avviso pubblico per formazione elenco idonei a nomina direttore generale A.DI.S.U.: Nunziante risponde a M5S


"Illegittimità dell’Avviso pubblico per la formazione dell’elenco degli idonei alla nomina di direttore generale dell’A.DI.S.U. Puglia di cui alla determinazione del dirigente sezione Personale e organizzazione 22.03.2017, n. 236": rispondendo a un’interrogazione di Barone, Bozzetti e Di Bari (M5S) l’assessore Nunziante fa presente che non è stato dato luogo ad alcuna procedura di valutazione comparativa, perché la legislazione vigente non lo prevede. E’ stato necessario, quindi ha aggiunto l’assessore - , modificare l’avviso, “ampliando così la sfera dei potenziali candidati, nel massimo rispetto di una prescrizione normativa imperativa per tutte le Amministrazioni pubbliche, che in tema di affidamento di incarichi dirigenziali prevede la possibilità, ovviamente fornendone esplicita motivazione, di attribuirli anche a persone (questo prevede la legge) di particolare e comprovata qualificazione professionale, non rinvenibili nei ruoli dell’Amministrazione, che abbiano svolto attività in organismi ed enti, pubblici o privati, attraverso aziende, pubbliche o private, con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali o che abbiano conseguito una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica. Quindi, l’avviso è stato fatto in base a queste caratteristiche. Di qui la necessità di prevedere non già come mero titolo di valutazione, bensì come titolo preferenziale la provata esperienza di dirigente nel settore del diritto allo studio”.
Top