Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Borraccino: “Sul raddoppio dell'inceneritore di Massafra si passi dalle parole ai fatti!”
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 3379 del
Ambiente

Borraccino: “Sul raddoppio dell'inceneritore di Massafra si passi dalle parole ai fatti!”

Nota del Consigliere regionale Mino Borraccino, Presidente della II Commissione consiliare (Affari Generali e Personale).
“Sulla richiesta di raddoppio dell'inceneritore di Massafra, la Provincia di Taranto riapra l'AIA oppure il presidente della Regione Puglia ritiri la delega alle Province in materia di rifiuti speciali.
Sinistra Italiana in Puglia è senza tentennamenti e coerentemente con l'azione politica degli ultimi anni, contro la realizzazione di ampliamenti di discariche, raddoppi di inceneritori e costruzioni di nuovi impianti impattanti.
Abbiamo depositato una mozione in Consiglio regionale, unitamente ai colleghi Liviano, Galante e Pentassuglia, 10 giorni fa, nella quale si chiedeva, al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, di chiedere ufficialmente al Presidente della Provincia di Taranto, Tamburrano, la revoca dell'autorizzazione integrata ambientale ed alla luce dei dati epidemiologici intervenuti in questi 5 anni, cioè dalla data della prima AIA rilasciata dalla Provincia di Taranto, di riaprire la procedura.
C'è anche un fatto nuovo: la Regione, con legge del luglio 2016, ha costituito l'Agenzia Unica e, quindi, ha avocato a se tutte le decisioni in materia di gestione dei rifiuti solidi urbani, pertanto:
1) riconosca il contributo economico ai comuni, come Massafra, che ospitano le discariche e che in questi anni si sono fatti carico del conferimento dei rifiuti di altri territori. A tal proposito, Sinistra Italiana ha proposto ufficialmente, nella redazione del bilancio regionale del 2017, insieme ad altri colleghi, di destinare 15 milioni di euro a questo scopo; con questi soldi i Comuni devono fare interventi di bonifica ambientale e una efficace prevenzione dei rischi per la salute pubblica, derivanti dall'inquinamento.
2) La Regione non autorizzi altri ampliamenti e nuove discariche negli stessi territori, una volta che gli impianti esistenti si saranno riempiti.
Sulla questione raddoppio dell'inceneritore di Massafra: visto che il Comune e la maggioranza degli attori politici della Regione Puglia, concordano sulla volontà di rivisitazione dell'autorizzazione AIA e che, invece, il Presidente della Provincia, Martino Tamburrano, continua ad ignorare le esigenze di maggiore tutela del territorio provinciale, chiediamo al Presidente della Regione, Michele Emiliano, di ritirare le deleghe in materia di ‘Rifiuti Speciali’, concesse alla Provincia di Taranto.
Attendiamo, come Sinistra Italiana, risposte, assieme a tutti quei cittadini che manifestano il proprio dissenso contro scelte che non collimano col buon senso e che hanno riposto speranze nell'azione che tutti i politici a livello regionale hanno dichiarato di voler mettere in atto: ora serve passare dalle parole ai fatti e l'approvazione della nostra mozione può rappresentare un primo atto concreto per rassicurare i cittadini di Massafra e della provincia jonica”./comunicato
Top