Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
L’assessore Giannini illustra in V Commissione il nuovo orario di Tranitalia
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 2755 del
Commissioni

L’assessore Giannini illustra in V Commissione il nuovo orario di Tranitalia

L’assessore regionale ai trasporti Gianni Giannini ha illustrato in V Commissione consiliare, presieduta da Filippo Caracciolo, il nuovo orario di Trenitalia che entrerà in vigore il prossimo 11 giugno. L’assessore Giannini ha affermato che il nuovo modello adottato dalla Puglia a decorrere dalla prossima settimana, sarà contraddistinto da una maggiore offerta, sia in termini di frequenza che di velocità. L’incremento dei treni si avrà nelle tratte suburbane, la velocità interesserà le aree extra urbane, mentre l’interscambio riguarderà il servizio metropolitano, con l’aggiunta di una maggiore integrazione dei treni regionali con le Frecce.
A monte – ha premesso Giannini - l’esigenza di efficientare il servizio e di razionalizzare le risorse, di incorrere nelle sanzioni (sono state registrate negli ultimi due esercizi finanziari, rispettivamente per 20 e 24 milioni di euro), che la legislazione nazionale prevede nel caso in cui non venga raggiunto l’obiettivo della copertura minima del 35% dei costi attraverso la bigliettazione e fronteggiare – soprattutto – il minore trasferimento di risorse destinate al trasporto pubblico locale.
RFI introduce in Puglia un modello che gerarchizza i servizi in metropolitani (Molfetta-Mola), suburbani (Barletta-Fasano) e regionali (Foggia-Bari-Lecce) privilegiando sulle prime tratte la frequenza e su quelle regionali la velocità. Costituisce una novità la sperimentazione del treno regionale veloce (percorrenza stimata in 70 minuti), che dalla prossima settimana collegherà Taranto al capoluogo regionale.
Ad inizio seduta il presidente Caracciolo ha informato la Commissione del contenuto della nota a firma di Corrado Carruba, uno dei tre commissari dello stabilimento ILVA di Taranto, inviata per comunicare l’impossibilità di partecipare alle audizioni richieste dai consiglieri Michele Mazzarano (Pd) e Renato Perrini (DIT). Piero Gnudi, Corrado Carrubba e Enrico Laghi hanno considerato ormai superato il momento del confronto e dei chiarimenti relativi ai Piani industriali presentati dagli acquirenti. Entrambi i consiglieri hanno stigmatizzato l’atteggiamento dei commissari, poco rispettoso nei confronti dell’istituzione Regione Puglia, prendendo atto che la normale dialettica è stata calpestata.
Comunicato/flll
Top