Home / Comunicazione / Agenzia di notizie / 
Interrogazione su trasporto per diversabili, risponde Giannini
stemma crp puglia notizie

Direttore Responsabile: Francesco Lillo
Redazione: Via Capruzzi, 204 - 70124 Bari - Tel 080.540.23.66 - Fax 080.541.40.64
Posta Elettronica: ufficiostampa@consiglio.puglia.it - Sito Web: http://www.consiglio.puglia.it
Iscritto al Registro Pubblico della Stampa del Tribunale di Bari in data 25/02/2003


Nr.: 4866 del
Sedute Consiglio

Interrogazione su trasporto per diversabili, risponde Giannini


 

L’assessore Gianni Giannini ha risposta ad una interrogazione a firma del consigliere Damascelli su “Trasporto pubblico locale e regionale: mezzi senza barriere di alcun tipo per accogliere diversabili”.

L’interrogazione riprende un principio già sancito e approvato all’unanimità in occasione dell’esame della legge n. 1/2016 del Consiglio regionale, quando si è votato un emendamento per stabilire che tutti i mezzi di trasporto da acquistare fossero dotati di pedane per il trasporto dei cittadini diversamente abili.

Purtroppo, però, si verifica che ancora su tante linee pugliesi e sui mezzi di trasporto esistenti non vi siano alcune corse dotate di questi automezzi e altre no, ma vi è una totale assenza di mezzi pubblici e pullman che possano consentire ai cittadini diversamente abili di usufruire del loro giusto diritto alla mobilità.

“È evidente che il tema è condiviso – ha sottolineato l’assessore Giannini - Gli interventi ci sono stati e ci saranno, ma quello che va compreso è che noi operiamo in un contesto assolutamente drammatico. Sono oltre dieci anni, cioè, che non arrivano risorse per il rinnovo del parco rotabile, e il parco rotabile a disposizione è purtroppo quasi del tutto privo di pedane per consentire l’accesso dei diversamente abili ai mezzi di trasporto.

Lei sa, perché ne abbiamo parlato, che la Regione è impegnata nel tentativo (devo chiamarlo così), fino ad oggi, di procedere al rinnovo del parco rotabile, essendo in attesa di risorse statali per 20 milioni. Forse sarà possibile utilizzare delle risorse di questo bilancio o di quello dell’anno prossimo, per procedere al rinnovo del parco rotabile.

Altre risorse le abbiamo allocate nei POR e abbiamo previsto ingenti finanze per il rinnovo del parco rotabile urbano ed extraurbano. Ancora altre risorse sono appostate nel Patto per la Puglia e nella delibera CIPE di cui stiamo aspettando la pubblicazione.

Ovviamente questo problema si risolve nel momento in cui, avendo la disponibilità delle risorse, potremmo procedere a bandi pubblici per l’acquisto di nuovi mezzi che debbono avere quelle caratteristiche. Ci aiuta in questo l’obbligo che abbiamo, entro l’anno prossimo, di eliminare dalla circolazione tutti i mezzi su gomma, gli autobus, i pullman, euro 0, euro 1 ed euro 2, che però sono diverse centinaia (parliamo anche di un migliaio di pullman). Sicuramente la situazione migliorerà, sicuramente imporremo alle società di fare acquisti di questo genere. Forse però andrebbe sollecitata anche l’imprenditoria privata ad investire in quella direzione e a farsi carico anche loro di migliorare la qualità dell’offerta del servizio che forniscono.

 

Top