Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ Consiglio Regionale della Puglia it-IT Copyright 2018 Thu, 26 Apr 2018 11:31:38 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/Images/logo.png Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57319/Sostegno-all-occupazione--pdl-di-Turco-per-soggetti-con-deficit-cognitivi---Tutelare-sempre-il-diritto-al-lavoro- Ambriola Angelo Attività legislativa Sostegno all’occupazione, pdl di Turco per soggetti con deficit cognitivi: “Tutelare sempre il diritto al lavoro” “Tuteliamo il diritto al lavoro, soprattutto dei soggetti svantaggiati. In particolare quelli affetti da deficit di natura cognitiva. Persone che hanno tutte le carte in regola per partecipare a bandi e misure a sostegno dell’occupazione. Per questo ha depositato un’apposita proposta di legge che, a mio avviso, dà un volto più sociale alla nostra attività di legislatori”. <br />Lo dichiara il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, illustrando la sua nuova proposta di legge “Interventi a sostegno dei soggetti svantaggiati con residue capacità lavorative”, composta da due articoli e senza alcun onere finanziario. <br />“Il testo, sul quale mi auguro la più ampia convergenza politica dalla maggioranza quanto dalle opposizioni regionali, mira – spiega Turco - a promuovere azioni a sostegno di soggetti in condizione di svantaggio personale, in particolare affetti da deficit di natura cognitiva (come, a titolo esemplificativo, soggetti con disturbo borderline di personalità) e con residue capacità lavorative, le cui performances professionali possono essere in parte compromesse e necessitare di supporto esterno. Si tratta di soggetti che, per la lieve entità della loro disabilità, non percepiscono alcun tipo di sostegno economico e, nella partecipazione a bandi che favoriscono la prima occupazione e l’inserimento nel mercato del lavoro, si trovano a confrontarsi con competitors ‘normodotati’ e quindi si trovano a priori in posizione di svantaggio”. <br />“La mia proposta di legge – continua il consigliere regionale – promuove anche le competenze professionali dei beneficiari prevedendo ad esempio che, nel caso di partecipazione a bandi indetti dalla Regione per il sostegno all’occupazione o all’auto-imprenditorialità, il candidato che certifichi la propria lieve disabilità possa essere affiancato nei colloqui da un tutor e godere di riserve e/o punteggi aggiuntivi”. <br />“In pratica – conclude Turco – stiamo dando una concreta possibilità occupazionale a quella sacca di cittadini ‘invisibili’. Soggetti che non esistono per il mondo del lavoro, soggetti che sistematicamente vengono ignorati perché la loro ‘diversità’ spaventa e crea inutili e sterili pregiudizi. La diversità invece è un elemento di arricchimento per qualunque tipo di società che voglia definirsi civile e inclusiva”./comunicato <br /> Thu, 26 Apr 2018 11:31:38 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57317/Sanita-Taranto--Perrini---Melucci-sia-il-promotore-di-un-incontro-con-Consiglieri-regionali-e-Governatore-di-Puglia- Ambriola Angelo Sanità Sanità Taranto, Perrini: “Melucci sia il promotore di un incontro con Consiglieri regionali e Governatore di Puglia” Di seguito le dichiarazioni del consigliere regionale Dit-NcI, Renato Perrini. <br />“Troppe incognite, e soprattutto poca chiarezza. La Sanità tarantina merita una sola voce, che arrivi forte ed unita, e che non lasci per strada questioni irrisolte. Resto sempre convinto che un territorio unito riesca a spostare anche una montagna. Per questo ho deciso di rivolgermi direttamente al sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, in qualità di primo cittadino del comune jonico più esteso, al cui interno ricadono due grandi e importanti strutture ospedaliere. A lui ho chiesto di farsi promotore di un incontro con il Dg della Asl di Taranto, Stefano Rossi, e che sia allargato a tutti i consiglieri regionali del tarantino. Il colore politico non conta, qui la battaglia deve esser unica e fatta con determinazione. <br />Pochi giorni fa sono intervenuto nuovamente in merito all’assurdità che si è verificata nel Pronto Soccorso del SS Annunziata, ovvero pazienti sballottati al nosocomio di Martina Franca. E’ così che s’intende risolvere il problema di un Pronto Soccorso che scoppia? Tutto questo mentre rimane inutilizzato il pronto soccorso dell’ospedale Moscati, una struttura sanitaria che ha un potenziale bacino di utenza che non contempla solo i residenti dei quartieri Paolo VI e Tamburi, ma anche quelli dei comuni vicini. Nonostante la mozione approvata nel luglio 2017, e votata all’unanimità, tra poco sarà passato un anno, che impegnava la Giunta regionale a rivedere la chiusura del Pronto Soccorso del Moscati, oggi trasformato in Punto di Primo Intervento, nulla è cambiato. Anzi, qui ora si parla addirittura di depotenziare persino il PPI. Ho sentito il direttore generale della Asl, e ascoltato le sue rassicurazioni in merito all’applicazione di tale direttiva regionale, ma credo che ci siano ancora delle zone d’ombra, tutte da chiarire. Ho visitato anche le altre strutture ospedaliere che subiranno il taglio dei Punti di primo Intervento, Mottola, Grottaglie, Massafra, Ginosa, e devo dire che la preoccupazione dei cittadini resta alta. <br />Dunque l’incontro credo sia necessario, e confido nella solerzia del sindaco di Taranto, sempre attento alle tematiche sanitarie, a cui chiedo di convocare la riunione con urgenza, e qui nel territorio jonico. Aggiungo anche che, a mio parere, sarebbe auspicabile la partecipazione del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in qualità di assessore alla Sanita, e del Direttore del Dipartimento ‘Promozione della Salute’, Giancarlo Ruscitti. La presenza del Governatore su questioni centrali come questa, sarebbe un bel segnale per Taranto, e soprattutto contribuirebbe a ripristinare una clima di fiducia da parte dei cittadini nell’operato della Regione, fiducia che in questi anni si è consumata in virtù di scelte non propriamente comprensibili”./comunicato <br /> Thu, 26 Apr 2018 11:17:14 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57315/Corsi-gratuiti-di-Information-Literacy--ottavo-incontro-il-3-maggio-2018 Ambriola Angelo Biblioteca Corsi gratuiti di Information Literacy: ottavo incontro il 3 maggio 2018 Giovedì 3 maggio 2018, nella Sala Matutinum di “Teca del Mediterraneo” - Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia, via Petroni 19/A – Bari, si terrà l’ottavo degli appuntamenti di Information Literacy, previsti per l’anno in corso. <br />L’incontro, dedicato alle banche dati, ha lo scopo di fornire indicazioni su come consultare le banche dati giuridiche, a partire dalle quelle disponibili presso “Teca del Mediterraneo”. <br />I corsi gratuiti di Information Literacy, tenuti da personale bibliotecario specializzato, sono rivolti a studenti, bibliotecari, utenti della biblioteca, dipendenti pubblici e privati. <br />Consultando il calendario degli incontri allegato, è possibile scegliere tra i seguenti moduli: citazione bibliografica; ricerca bibliografica online; banche dati; riviste elettroniche ed e-book; documentazione di fonte pubblica in rete. <br />L’iscrizione ai singoli eventi avviene compilando il modulo online disponibile al link https://tinyurl.com/kcu2jxc ed è possibile specificare se si intende partecipare alla sessione mattutina (ore 10) o pomeridiana (ore 14.30). Novità del 2018 è, infatti, la possibilità di frequentare il corso in orario pomeridiano agevolando così la partecipazione degli studenti, anche di scuola superiore, per ii quali la frequenza dei corsi può essere un ottimo ausilio per la preparazione di tesi e tesine, nonché per le ricerche scolastiche. <br />Un gruppo di almeno cinque persone/studenti può richiedere lo svolgimento dei moduli in date diverse da quelle previste nel calendario. <br />Ogni incontro prevede un numero minimo di 5 ed un massimo di 10 iscritti, in base alla cronologia di prenotazione, ed ha la durata di due ore. Le iscrizioni si chiudono il martedì precedente alle ore 13./comunicato <br /> Thu, 26 Apr 2018 10:59:08 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57314/Tempa-Rossa--Borraccino---Ancora-una-volta-prevaricati-gli-interessi-della-comunita-tarantina- Ambriola Angelo Territorio e Ambiente Tempa Rossa, Borraccino: “Ancora una volta prevaricati gli interessi della comunità tarantina” Nota del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali, Mino Borraccino. <br /> “Il progetto ‘Tempa Rossa’ (Protocollo siglato da Eni in Joint - venture con Total-Shell-Mitsui), prevede la realizzazione di due enormi serbatoi (180.000 metri cubi complessivi) per la capacità annua di 2,7 milioni di tonnellate di greggio che consentiranno alle compagnie di incrementare del 40% l’esportazione complessiva nazionale di petrolio. Una cifra che fa capire quanto sia rilevante il business di cui Taranto sembra essere al centro soltanto per lo sfruttamento del proprio territorio. L’opera da realizzare è un impianto considerato a rischio di ‘incidente rilevante’ secondo la ‘Direttiva Seveso’ e dovrebbe essere sottoposto al superamento delle procedure previste dalla normativa stessa, ma anche su questo non viene fornita nessuna garanzia dal Governo. <br />Il progetto prevede, fra l’altro: <br />Un prolungamento del pontile, a mare, per una lunghezza di 515 metri; due nuove aree di pompaggio per la spedizione del greggio al pontile; una nuova condotta per il trasferimento del petrolio dai serbatoi; un impianto di preraffreddamento del greggio; due nuovi impianti di recupero vapore a integrazione dell’esistente; <br />Questa ennesima infrastruttura, che inciderà pesantemente sul territorio, viene calata dall’alto nonostante tutti gli Enti locali avessero sollevato questioni rilevanti che sono state ignorate. L’autorizzazione non è subordinata ad una compensazione ambientale, indicata e concordata preventivamente con il territorio, ma rimanda tutto alle fasi successive. Il Consiglio dei Ministri, attraverso la Delibera del 22 dicembre 2017, sottolinea la ‘rilevanza energetica dell’opera’ e la ‘strategicità dell’infrastruttura’, ma non tiene conto delle posizioni degli Enti locali a tutela di salute e ambiente. <br />Taranto ha bisogno di ridurre le emissioni inquinanti e ancora una volta si sta evitando di coinvolgere un grande protagonista dello scenario produttivo industriale, con conseguente impatto ambientale, in un percorso condiviso verso il raggiungimento dell’obiettivo di ridurre le emissioni attuali. <br />Noi riteniamo che l’Eni debba essere chiamata a discutere dei suoi progetti complessivi e non sulle singole infrastrutture che intende realizzare. Visto che la produzione energetica degli impianti ubicati in Puglia, per soddisfare il fabbisogno nazionale, supera di moltissimo il quantitativo utilizzato dal territorio, con tutto quello che ciò comporta in termini di inquinamento, noi riteniamo che ad Eni si debba chiedere un impegno per la riconversione della produzione della centrale di Taranto, attraverso l’utilizzo di fonti combustibili a minore impatto emissivo. <br />Abbiamo più volte indicato quella che è la nostra posizione e la ribadiamo ancora una volta, con la speranza che si riesca a discutere di questo a livello locale e nazionale. La Regione Puglia su questo tema può avere un ruolo importante, anche in virtù del Piano Energetico Regionale esistente (il PEAR realizzato dal Governo Vendola) che indica la strada della riduzione delle emissioni proprio attraverso la sostituzione delle fonti combustibili. Auspico un intervento del Presidente Emiliano per recuperare una interlocuzione reale su questo punto”./comunicato <br /> Thu, 26 Apr 2018 10:29:50 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57313/Borraccino---Presentata-proposta-di-legge-per-togliere-la-delega-alla-Provincia-di-Taranto-sulle-politiche-dei-rifiuti- Villani Emanuela Attività legislativa Borraccino: “Presentata proposta di legge per togliere la delega alla Provincia di Taranto sulle politiche dei rifiuti” Comunicato stampa del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali Mino Borraccino. <br />“Come più volte espresso, soprattutto in questi ultimi giorni, dopo le improvvise concessioni autorizzative di aumenti di volumetrie e riaperture di siti di discariche di rifiuti in provincia di Taranto, con i colleghi consiglieri regionali Gianni Liviano (primo firmatario), Pendinelli e Mennea, abbiamo messo nero su bianco, una modifica alla legge regionale n. 9 del 27/05/2016, affinché le competenze su autorizzazioni e valutazioni di impatto ambientale vengano sottratte alle Province e conferite alla Regione Puglia. Sinistra Italiana/Liberi e Uguali é in prima linea sui temi della tutela ambientale ed è ora più che mai in totale contrasto con le repentine decisioni che si stanno susseguendo nella provincia ionica con l’autorizzazione concessa alla &quot;Linea Ambiente&quot; di Grottaglie per l’ottimizzazione orografica della discarica, l’autorizzazione alla realizzazione a Massafra di un impianto per il trattamento dei fanghi provenienti dai depuratori e il raddoppio dell’inceneritore, oltre alla nuova autorizzazione di 4,5 tonnellate alla &quot;Italcave&quot; di Statte, senza dimenticare la possibile riapertura (ad opera della Regione Puglia ) della discarica &quot;Vergine&quot; di Lizzano. Dunque proponiamo che l’articolo n.11 della citata legge regionale stabilisca finalmente il passaggio in capo alla Regione della delega relativa a tutti i procedimenti autorizzativi per la realizzazione e la gestione di impianti di smaltimento rifiuti, di cui alla legge regionale 30/86, ivi compresa la valutazione di impatto ambientale. Occorre affidare ad un Ente più strutturato competenze importanti quali appunto le concessioni autorizzative per la gestione degli impianti di smaltimento di rifiuti, che in territori fragili e già compromessi rischierebbero di nuocere ancor più sulla popolazione. La situazione ambientale del territorio ionico è già fin troppo compromessa a causa della presenza della grande industria: Ilva ed Eni, e riteniamo che le discariche presenti in provincia di Taranto siano davvero troppe!”/comunicato <br /> <br /> Thu, 26 Apr 2018 08:21:06 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57312/Borraccino-al-Consiglio-comunale-monotematico-di-Mottola-sulla-Sanita Villani Emanuela Sanità Borraccino al Consiglio comunale monotematico di Mottola sulla Sanità Comunicato stampa del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali Mino Borraccino <br />“Ho partecipato al Consiglio comunale monotematico aperto sul tema della Rete di emergenza-urgenza sanitaria territoriale, convocato dal Comune di Mottola presso il plesso ospedaliero di via Silvio Pellico. <br />Un interessante dibattito cui ho preso parte ribadendo la nostra netta posizione avversa alla chiusura dei 39 PPI pugliesi. Davvero inaccettabile l’adeguamento della Regione Puglia ai dettami del Ministero della Salute che ha approvato il Piano di riordino ospedaliero pugliese troppo rivolto a tagli ragionieristici, trascurando i reali dispendi di risorse economiche sopportate dalla Regione Puglia per la mobilità passiva e per l’affidamento dei servizi socio-sanitari ai privati. <br />La Puglia dice basta alla soppressione dei servizi per le cure dei cittadini, e noi saremo ovunque a confortare queste necessità. <br />L’esempio della provincia di Taranto è emblematico e sicuramente rappresentativo di tutta la regione. Infatti abbiamo su un bacino d’utenza di 330 mila abitanti un solo P.S., quello del &quot;S.S. Annunziata&quot; di Taranto, dopo la chiusura dei P.S. del &quot;Moscati&quot; e del &quot;San Marco&quot; di Grottaglie. <br />Ed ora la Regione Puglia che fa? <br />Chiude anche i Punti di Primo Intervento di Mottola ( dove nel 2017 si sono registrati 3500 accessi) , Grottaglie ( 14.500), Massafra (12.000), Ginosa ( 3700 ), Moscati (22.000). <br />Tutto ciò è inaccettabile, poichè pian piano si smantella la Sanità pubblica sebbene con la parvenza di continue conversioni che non fanno altro che impoverire l’offerta di assistenza, ma anche le casse regionali. <br />Al posto dei PPI saranno istituite delle postazioni mobili del 118 con auto medicalizzate che non faranno altro che tamponare, dove si potrà, la richiesta di assistenza, ma di fatto appesantirà i pochi P.S. presenti. E a pagarne le spese sono sempre i cittadini che invece avrebbero pieno diritto, sancito dalla Costituzione italiana, alla salute. <br />Convengo con i rappresentanti istituzionali del Comune di Mottola che occorre intraprendere ogni percorso utile, affinchè non venga operato il terribile smantellamento dei 39 PPI pugliesi”./comunicato <br /> <br /> Thu, 26 Apr 2018 08:15:12 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57311/Rinviata-conferenza-stampa-Commissione-sanita Lillo Francesco Sanità Rinviata conferenza stampa Commissione sanità E&#39; stata rinviata ad altra data la Conferenza stampa prevista giovedì 26 aprile e promossa dai componenti della Commissione Sanità &nbsp;sul tema delle cure domiciliari integrate di terzo livello per pazienti ad elevata intensità assistenziale.&nbsp;&nbsp;<br /><br /> Tue, 24 Apr 2018 20:23:58 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57309/Giovedi-26--conferenza-stampa-della-Lega-nella-sede-del-Consiglio-regionale Sgambati Patrizia Politica Giovedi 26, conferenza stampa della Lega nella sede del Consiglio regionale <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt"><br /></p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;font-stretch:normal"><span style="font-size:10.5pt;font-family:'Helvetica','sans-serif';color:#3A3A3A">La Lega ha indetto una conferenza stampa per Giovedì 26 Aprile, alle ore 10.30,&nbsp;</span><span style="color: #3a3a3a; font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 10.5pt;">nella sala Di Staso, al 6^ Piano della Sede del Consiglio Regionale in Viale&nbsp;</span><span style="color: #3a3a3a; font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 10.5pt;">Capruzzi in Bari.</span></p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;font-stretch:normal"><span style="font-size:10.5pt;font-family:'Helvetica','sans-serif';color:#3A3A3A">A renderlo noto è il Segretario Regionale del partito e consigliere regionale A</span><span style="color: #3a3a3a; font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 10.5pt;">ndrea Caroppo il quale, alla presenza dei 3 parlamentari pugliesi, intende&nbsp;</span><span style="color: #3a3a3a; font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 10.5pt;">esprimere la posizione del primo partito del centrodestra in ordine alla chiusura</span></p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;font-stretch:normal"><span style="font-size:10.5pt;font-family:'Helvetica','sans-serif';color:#3A3A3A">da parte dell’amministrazione regionale di ben 39 punti di primo intervento&nbsp;</span><span style="color: #3a3a3a; font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 10.5pt;">sanitario e la loro sostituzione con mere ambulanze medicalizzate.</span></p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;font-stretch:normal"><span style="font-size:10.5pt;font-family:'Helvetica','sans-serif';color:#3A3A3A">Nell’occasione la Lega annuncerà anche le future iniziative sul territorio&nbsp;</span><span style="color: #3a3a3a; font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 10.5pt;">regionale in vista di una sempre maggiore strutturazione.</span></p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;font-stretch:normal"><br /></p> Tue, 24 Apr 2018 17:38:26 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57308/Sanita--Abaterusso---Sul-depotenziamento-dell-ospedale-di-Copertino-occorre-fare-luce- Racanelli Mariantonietta Sanità Sanità, Abaterusso: “Sul depotenziamento dell’ospedale di Copertino occorre fare luce” “Il paventato trasferimento dei reparti di cardiologia, medicina generale e geriatria dall’ospedale “San Giuseppe da Copertino a quello di Galatina è l’ultimo campanello di allarme della condizione difficile in cui versa la sanità pugliese e salentina”. Lo dichiara il consigliere regionale Ernesto Abaterusso che ha presentato questa mattina un’interrogazione per chiedere chiarimenti in merito. “La chiusura di reparti essenziali - prosegue Abaterusso - vorrebbe dire la sospensione dell’assistenza sanitaria per numerosissimi cittadini dell’area di riferimento e il collasso del presidio ospedaliero “Vito Fazzi” che diverrebbe unico punto di riferimento per tutta l’utenza. Il territorio Salentino, e quello di Copertino in primis, non possono permettersi di subire una simile decisione. Per questo chiedo al presidente-assessore Emiliano di intervenire con tempestività per scongiurare qualsiasi ipotesi di smantellamento dell’assistenza sanitaria nella città salentina e garantire così il diritto alla salute alla popolazione copertinese e non solo” aggiunge Abaterusso. “Art.1-mdp/leu ben comprende la preoccupazione della popolazione e del personale operante nella struttura che non vuole vedere il presidio ospedaliero svuotato di essenziali servizi sanitari. Sappiano cittadini e medici che saremo al loro fianco”. /comunicato Tue, 24 Apr 2018 17:00:24 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57307/Rifiuti--Liviano---Gestione-di-rifiuti--concessioni-autorizzative-e-Via--passino-in-capo-alla-Regioen- Sgambati Patrizia Rifiuti Rifiuti, Liviano: “Gestione di rifiuti, concessioni autorizzative e Via, passino in capo alla Regioen” <p>Una nota del consigliere Gianni Liviano</p><p>“È opportuno che la delega, in materia di gestione dei rifiuti e di concessioni autorizzative per la realizzazione e la gestione di impianti di smaltimento di rifiuti, compresa la valutazione di impatto ambientale, passi in capo alla Regione Puglia. A tal proposito, insieme ai colleghi Mario Pendinelli, Ruggiero Mennea e Mino Borraccino, ho presentato una modifica al testo dell’articolo 11 della legge regionale n°9 del 27 maggio 2016&quot;.</p> <p>Si arricchisce di un nuovo capitolo la vicenda legata alle concessioni per la riapertura della discarica Vergine di Lizzano, ricadente nell’isola amministrativa del Comune di Taranto, e per&nbsp; l’ampliamento del terzo lotto della discarica La Torre-Caprarica a Grottaglie, con implicazioni gravi dal punto di vista ambientale e sanitario anche per il Comune di San Marzano di San Giuseppe, ai quali si aggiunge il recente via libera per la realizzazione a Massafra di un impianto per il trattamento dei fanghi provenienti dai depuratori e l’ulteriore nuova autorizzazione alla Italcave di Statte. A scriverlo è il consigliere regionale del Gruppo Misto, Gianni Liviano, il quale era già intervenuto sull’argomento nel corso del Consiglio regionale dello scorso 17 aprile in occasione dell’approvazione della mozione con la quale si chiedeva alla Regione di impugnare l’atto autorizzativo dell’ampliamento della discarica di Grottaglie da parte della Provincia di Taranto.</p> <p>“Taranto e il suo hinterland - sottolinea Liviano - non possono continuare ad essere gravate da decisioni fortemente impattanti per l’ambiente e la salute dei cittadini. Decisioni troppo spesso calate dall’alto che stanno trasformando il nostro territorio nella pattumiera della Puglia e dell’Italia”.</p> <p>Di qui la decisione di proporre, insieme a Mario Pendinelli del Gruppo Misto, a Ruggiero Mennea del Pd e a Mino Borraccino di Sinistra italiana, una modifica all’articolo 11 della legge regionale sulle disposizioni del processo di riordino previsto dalle leggi regionali in materia di competenze. Anche perché, aggiunge Gianni Liviano, è sotto gli occhi di tutti il fatto che “gli organismi provinciali hanno dato evidenza di non voler ascoltare i cittadini del territorio. Con questa richiesta di modifiche, inoltre, puntiamo a far che la Provincia di Taranto sia tirata fuori da qualsiasi logica di sussidiarietà alle crisi emergenziali di rifiuti delle altre province pugliesi, perché il territorio tarantino è fortemente penalizzato dal punto di vista ambientale dalla presenza di un colosso siderurgico, e dalle sue discariche, da un colosso del petrolio, da tre discariche di rifiuti speciali (Grottaglie, Vergine a Lizzano, Italcave a Statte), dall’inceneritore, prossimo al raddoppio, a Massafra”.</p> <p>Nello specifico, all’articolo 11 della legge regionale 27 maggio 2016 n. 9 il testo è cosi modificato: &quot;Si intende confermato in favore della Città Metropolitana di Bari e delle province il conferimento di competenze, funzioni o deleghe già conferite con precedenti disposizioni legislative e non espressamente abrogate e riordinate con la presente legge e con la l.regionale n. 31/2005. Passa invece in capo alla Regione la delega relativa a tutti i procedimenti autorizzativi per la realizzazione e la gestione di impianti di smaltimento rifiuti, di cui alla legge regionale 30/86, ivi compresa la valutazione di impatto ambientale”. /com</p> <p>&nbsp;</p> <p style="margin-bottom:10.0pt">&nbsp;</p> Tue, 24 Apr 2018 16:40:16 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57306/Tavolo-politico-delle-liste-Pce-ed-Esp---Riparte-il-nostro-percorso-sul-civismo-pugliese- Racanelli Mariantonietta Politica Tavolo politico delle liste Pce ed Esp: “Riparte il nostro percorso sul civismo pugliese” Si è riunito questa mattina a Bari, nella sede del Consiglio regionale, il tavolo politico delle due delegazioni delle liste civiche regionali, La Puglia con Emiliano ed Emiliano Sindaco di Puglia, rappresentate dagli assessori Alfonso Pisicchio e Leo Di Gioia, dai presidenti Paolo Pellegrino (Pce) e Sabino Zinni (Esp) e dal consigliere regionale Mauro Vizzino (Esp). Pur se assenti all’incontro per concomitanti impegni istituzionali, pieno sostegno all’iniziativa arriva anche dall’assessore Antonio Nunziante e dal consigliere regionale Giuseppe Turco (Pce). <br />Dopo l’esperienza del Forum delle Liste Civiche, svoltosi a novembre scorso nel capoluogo pugliese, è stato deciso di riprendere il percorso politico allargato a tutte le forze civiche presenti nelle varie comunità pugliesi. <br />“In questo tavolo di confronto e di analisi - spiegano i partecipanti al tavolo - abbiamo discusso dell’attuale momento politico e deciso di dare continuità al progetto del Forum sul Civismo. Puntando a modalità semplici ed essenziali: ascoltare e incontrare i territori e immaginare un percorso virtuoso di rete locale per aprirci a quanti vorranno dare il loro contributo, sempre e solo per il bene della Puglia e delle sue comunità. È chiaro che la nostra attenzione è rivolta anche alle tante realtà civiche che nelle prossime settimane si cimenteranno nelle Amministrative per il rinnovo di diversi consigli comunali. E proprio dopo l’appuntamento elettorale – concludono – ripartiremo da subito con i forum territoriali per lanciare un’agenda organica di temi. Gli stessi temi cari al civismo e che toccano la vita vera, le esigenze reali dei territori”. <br />Nelle prossime settimane il tavolo tornerà a riunirsi per calendarizzare le iniziative sui territori. /comunicato<br /> Tue, 24 Apr 2018 16:22:57 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57305/Asl-Ta-Centri-di-riabilitazione-psichiatrica--Borraccino---Depositata-interrogazione-per-sollecitare-intervento-della-Regione-a-tutela-di-lavoratori-e-utenti Sgambati Patrizia Sanità Asl Ta Centri di riabilitazione psichiatrica, Borraccino: "Depositata interrogazione per sollecitare intervento della Regione a tutela di lavoratori"e utenti <p style="margin-bottom:7.5pt;text-align:justify;background: white"><strong><span style="font-size:9.5pt;font-family:'Arial','sans-serif'; color:#222222">Comunicato stampa del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali&nbsp; Mino Borraccino:</span></strong></p> <p style="margin-bottom:7.5pt;text-align:justify;background: white;font-variant-ligatures:normal;font-variant-caps:normal;text-decoration-style:initial; text-decoration-color:initial;word-spacing:0px"><br /></p> <p style="margin-bottom:7.5pt;text-align:justify;background: white"><span style="font-size:9.5pt">Con una interrogazione depositata questa mattina sono tornato ad interessarmi della situazione relativa ai circa 200 lavoratori dei 16 Centri di riabilitazione psichiatrica della ASL di Taranto.&nbsp;</span></p> <p style="margin-bottom:7.5pt;text-align:justify;background: white"><span style="font-size:9.5pt;font-family:'Arial','sans-serif'; color:#222222">Nelle scorse settimane, con un’altra interrogazione, ho sollecitato il Governo regionale a procedere con l’internalizzazione del servizio, così come consentito anche da una recente sentenza del Consiglio di Stato, per poter garantire certezza e stabilità occupazionale a tutto il personale dipendente che svolge un servizio particolarmente difficile e delicato in condizioni di estrema precarietà e incertezza sul futuro.</span></p> <p style="margin-bottom:7.5pt;text-align:justify;background: white"><span style="font-size:9.5pt;font-family:'Arial','sans-serif'; color:#222222">Con l’interrogazione depositata oggi, invece, ho sollecitato il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nella sua qualità di Assessore alla Sanità, ad interessarsi dei ritardi, non più tollerabili, con cui la ASL di Taranto liquida ai soggetti gestori delle 16 strutture riabilitative le fatture per i servizi prestati. Stando a quanto denunciato dalle organizzazioni sindacali, le ultime fatture pagate risalirebbero addirittura a novembre 2017. Questi incresciosi ritardi producono, inevitabilmente, ricadute molto negative sui lavoratori per i quali non vengono rispettate le scadenze contrattuali per il pagamento degli emolumenti dovuti. Tra l’altro questa situazione di incertezza incide anche sulla serenità con la quale i lavoratori svolgono le loro delicate funzioni, con il rischio che ci possano essere anche disagi per gli utenti del servizio e per le loro famiglie. A tutto questo aggiungasi che nonostante l’affidamento del servizio, già in proroga, sia scaduto tra dicembre 2017 e febbraio 2018, la ASL di Taranto non ha provveduto né a prorogare nuovamente la gestione agli stessi soggetti né a predisporre gli atti per bandire una nuova gara. E’ urgente, pertanto, che la Regione Puglia intervenga per rimediare a questa incomprensibile inerzia e garantire la serenità dei lavoratori e degli utenti. /com</span></p> <p style="background:white;font-variant-ligatures:normal; font-variant-caps:normal;text-align:start;text-decoration-style:initial; text-decoration-color:initial;word-spacing:0px"><br /></p> Tue, 24 Apr 2018 16:19:52 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57304/Regolamento-RSA--Zullo---Se-vere-le-notizie-di-stravolgimento-della-legge--siamo-alla-negazione-della-democrazia-rappresentativa- Sgambati Patrizia Sanità Regolamento RSA, Zullo: "Se vere le notizie di stravolgimento della legge, siamo alla negazione della democrazia rappresentativa" <p style="margin-bottom:10.0pt;text-align:justify;background: white"><strong><span style="color:#333333">Il presidente del gruppo regionale Direzione Italia-Noi con l’Italia, Ignazio Zullo, ritiene scandalosa questa evenienza.</span></strong></p> <p style="margin-bottom:10.0pt;text-align:justify;background: white"><span style="color: #333333; font-family: Georgia, serif, Calibri; font-size: 11pt;">Si chiama </span><strong style="color: #333333; font-family: Georgia, serif, Calibri; font-size: 11pt;">regolamento attuativo della legge</strong><span style="color: #333333; font-family: Georgia, serif, Calibri; font-size: 11pt;"> perché si tratta di norme che devono tradurre tecnicamente un provvedimento legislativo. “</span><strong style="color: #333333; font-family: Georgia, serif, Calibri; font-size: 11pt;">Guai” se invece che tradurre trasformassero la legge! </strong><span style="color: #333333; font-family: Georgia, serif, Calibri; font-size: 11pt;">Guai per la democrazia che sarebbe sovvertita dai burocrati chiamati solo a scrivere un regolamento, mentre il potere di legiferare spetta al Consiglio regolarmente eletto dai cittadini.</span></p> <p style="margin-bottom:10.0pt;text-align:justify;background: white"><span style="font-size:11.0pt;font-family: 'Georgia','serif',Calibri;color:#333333">Una premessa indispensabile nel caso fossero vere le notizie apprese nel servizio del TgNorba dove si dà per <strong>certo l’esistenza di un regolamento attuativo alla legge sulle RSA che avrebbe modificato sostanzialmente la nostra legge.</strong> Praticamente i burocrati, con la complicità e la compiacenza del presidente Emiliano, starebbero mettendo a segno ciò che non gli è riuscito in aula.</span></p> <p style="margin-bottom:10.0pt;text-align:justify;background: white"><span style="font-size:11.0pt;font-family: 'Georgia','serif',Calibri;color:#333333">Semmai fosse vero saremmo di fronte davvero al sovvertimento della democrazia elettiva e a questo punto faremmo prima a sopprimere direttamente il Consiglio regionale e tutte le altre istituzioni elettivi: <strong>dalla democrazia rappresentativa passiamo direttamente all’autarchia della burocrazia. /com</strong></span></p> <p style="margin-bottom:10.0pt;text-align:justify;background: white"><strong><span style="font-size:11.0pt;font-family: 'Georgia','serif',Calibri;color:#333333">&nbsp;</span></strong></p> <p style="margin-bottom:10.0pt;text-align:justify;background: white"><br /></p> <p style="margin-bottom:10.0pt;text-align:justify;line-height: 115%"><span style="font-size:11.0pt;line-height:115%;font-family:'Calibri','sans-serif'">&nbsp;</span></p> <p><br clear="all" /> </p> <p>&nbsp;</p> <p><br /></p> Tue, 24 Apr 2018 15:30:24 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57303/Agenda-del-Consiglio Racanelli Mariantonietta Agenda Agenda del Consiglio <p>Giovedì 26 aprile <br /></p><ul><li>Alle 10,00 – Seduta I Commissione - sala Guaccero </li></ul><p>&nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; 1. DDL n. 53 del 10/04/2018 &quot;Variazione al bilancio di previsione per l&#39;esercizio finanziario 2018 e pluriennale 2018-2020 approvato con legge regionale 29 dicembre 2017, n. 68&quot;.&nbsp;</p><ul><li>Alle 10,30 – Seduta congiunta II e IV Commissione - sala Guaccero </li></ul><p>&nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp;1. PDL a firma del consigliere Pentassuglia: &quot;Norme in materia di danni provocati dalla fauna selvatica, di tutela dell&#39;incolumità pubblica e dell&#39;ordine economico&quot;.</p><ul><li>Alle 11,00 - Conferenza stampa della Commissione Sanità sul tema delle Cure domiciliari -&nbsp;Sala Finocchiaro</li></ul> Tue, 24 Apr 2018 15:19:04 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57302/Congedo---Emiliano-lancia-opa-su-accordo-M5S-PD-dimenticando-di-essere-governatore-di-una-regione-in-difficolta- Racanelli Mariantonietta Politica Congedo: “Emiliano lancia opa su accordo M5S-PD dimenticando di essere governatore di una regione in difficoltà” &quot;Le dichiarazioni del governatore pugliese Michele Emiliano confermano quanto da sempre diciamo: il presidente della Regione Puglia ha continue mire espansionistiche nazionali in un clima di trascuratezza che lo vede protagonista sia di episodi riguardanti il suo partito in Puglia sia di una programmazione fallimentare su temi importanti che riguardano il territorio. Il riferimento è alla Sanità, con ospedali e punti di primo intervento che chiudono, all&#39;Agricoltura, con la Xylella che avanza e con un Piano di Sviluppo Rurale (PSR) i cui fondi sono chiusi nel cassetto, alle politiche industriali che appaiono inconcludenti ed incapaci di attrarre investimenti; ai Trasporti, vedasi la pianificazione degli aeroporti, ai Rifiuti, con l&#39;aumento del numero di discariche in assenza totale di un percorso che chiuda il ciclo della differenziata. A lui rivolgiamo le medesime parole utilizzate per il suo appello a Renzi: Emiliano sbaglia nei confronti della Puglia perché rende ingovernabile la regione e sbaglia nei confronti del mandato conferitogli dai pugliesi perché rende impossibile una prospettiva di buon governo di una regione che merita rispetto e attenzione. Si convinca che non sarà certo un eventuale accordo M5S – PD la ciambella di salvataggio per un Governo regionale che più che volano di crescita e sviluppo del territorio, ne sta diventando zavorra. E di questo i pugliesi ne sono sempre più consapevoli&quot;. /comunicato<br /> <br />Così il consigliere regionale di Fratelli d&#39;Italia, Erio Congedo Tue, 24 Apr 2018 14:31:05 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57300/Colonna---Concorso-Ripam-Puglia--il-ministero-dell-Interno-assumera-29-candidati-idonei- Racanelli Mariantonietta Lavoro Colonna: “Concorso Ripam Puglia, il ministero dell'Interno assumerà 29 candidati idonei” <p>Nota del presidente del gruppo Noi a Sinistra, Enzo Colonna</p><p>&quot;Dopo l’approvazione del piano assunzionale della Regione, un’altra ottima notizia per i i candidati risultati idonei nella graduatoria finale del concorso Ripam Puglia, svolto tra il 2014 e il 2015, con cui sono stati selezionati profili di funzionari amministrativi e tecnici da integrare nell’organico regionale. <br />È novità delle ultime ore, infatti, che il Ministero dell’Interno procederà ad assumere altri 17 candidati idonei da quelle graduatorie, oltre alle 12 unità già richieste alla Regione nelle scorse settimane. Saranno dunque 29 gli idonei complessivamente assunti dal Viminale. <br />Più volte nei mesi scorsi, anche attraverso interrogazioni, avevo sollecitato il Governo regionale a promuovere la graduatoria del concorso Ripam presso Ministeri, Istituti e Agenzie nazionali, autorizzate ad assumere personale anche mediante lo scorrimento delle graduatorie relative a concorsi espletati da altre pubbliche amministrazioni. <br />La risposta, tempestiva, non è mancata. Già a gennaio, infatti, avevo dato conto della richiesta, da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo di ben 76 figure selezionate con quella graduatoria. <br />E non è tutto. Si attende, infatti, una ulteriore richiesta di reclutamento da parte del Ministero della Giustizia, che potrebbe integrare nel proprio organico un numero considerevole di candidati, consentendo in questo modo l’esaurimento dell’intera graduatoria Ripam, prima della sua scadenza fissata ad ottobre di quest’anno. <br />Dunque un risultato estremamente positivo, frutto soprattutto dell’impegno del Presidente Emiliano e dell’Assessore al personale Antonio Nunziante (che ringrazio), artefice primo dell’ambizioso piano di fabbisogno triennale che, oltre all’assunzione di vincitori e idonei del concorso Ripam, consentirà anche di stabilizzare i così detti precari “storici” della Regione. <br />Con riguardo al piano relativo all’anno in corso, ricordo, saranno assunti i restanti 5 vincitori del concorso Ripam (di cui 1 di area tecnica e 4 di area amministrativa), 25 unità di diversamente abili e saranno stabilizzati tutti i 285 precari (62 di categoria C e 223 di categoria D). Inoltre, per le ulteriori esigenze legate al fabbisogno di personale, si procederà allo scorrimento sia della graduatoria degli idonei del predetto concorso Ripam (58 unità, di cui 38 di area tecnica e 20 amministrativi), che di quella degli idonei di categoria C (22 unità). Saranno assunti, infine, 10 nuovi dirigenti (9 a tempo indeterminato e 1 con contratto a termine). <br />Per il 2019 il piano triennale prevede l’assunzione di altri 15 diversamente abili, 2 dirigenti e 93 idonei della graduatoria Ripam. Sempre per l’anno è previsto l’avvio di procedure concorsuali per il reclutamento di 30 unità di categoria C (di cui 15 da destinare alle progressioni verticali). <br />Infine, nel 2020 si procederà all’assunzione di ulteriori 60 unità di categoria D mediante lo scorrimento delle graduatorie Ripam. <br />Positiva è, inoltre, l&#39;attenzione che, nel piano, è riservata anche alle risorse interne già in servizio, per le quali sono previste possibilità di progressioni verticali (16 nel 2018, 2 nel 2019 e 12 nel 2020). Un approccio che consente di valorizzare tali risorse e che mi auguro sia ulteriormente perseguito in futuro. <br />Si tratta di obiettivi raggiunti anche grazie a una oculata gestione delle risorse finanziarie destinate al personale, che ha consentito alla Regione di ottenere, grazie ad un intenso lavoro svolto in sede di Conferenza Stato-Regioni, l’innalzamento al 75 per cento della soglia del turn-over anche per le regioni. In sostanza, sarà possibile assumere nel prossimo triennio 3 nuove unità per ogni 4 lavoratori in uscita. <br />Si prosegua, dunque, nella direzione dell’attuazione del programma assunzionale e nel lavoro finalizzato a definire le posizioni dei restanti candidati risultati idonei al concorso Ripam, affinché possano essere assunti presso altre amministrazioni pubbliche, centrali e locali&quot;. /comunicato<br /></p> Tue, 24 Apr 2018 12:43:25 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57299/Sanita--Perrini---Pronto-soccorso-di-Taranto-e-Martina-Franca-al-collasso-mentre-il-Moscati-rimane-inutilizzato- Racanelli Mariantonietta Sanità Sanità, Perrini: “Pronto soccorso di Taranto e Martina Franca al collasso mentre il Moscati rimane inutilizzato” <p>Dichiarazione del consigliere regionale di Direzione Italia-Noi con l’Italia, Renato Perrini <br /></p><p>&quot;Due ospedali con i relativi pronto soccorso al collasso, con pazienti - che è il caso di dire hanno perso la pazienza - sballottati dal Santissima Annunziata di Taranto al nosocomio di Martina Franca, mentre rimane inutilizzato il pronto soccorso del Moscati di Statte, una struttura sanitaria strategica per un intero territorio che potrebbe servire oltre 100mila utenti, non intasando il Sanissimo Annunziata, sono i residenti dei quartieri Paolo VI e Tamburi, quest’ultimo particolarmente colpito dai problemi d’inquinamento, ma anche dei Comuni di Statte, Montemesola e Crispiano. <br />Fin dal mio insediamento come consigliere regionale ho portato avanti questa battaglia a favore del Moscati e un anno fa presentai una mozione in Consiglio regionale per impegnare la Giunta regionale a rivedere la paventata chiusura del Pronto Soccorso, avevo auspicato che ci fosse un intervento legislativo ad hoc a favore del Tarantino che non poteva e non può permettersi il ridimensionamento di altre strutture sanitarie. <br />Bene, la suddetta mozione agli inizi del luglio 2017 è stata anche approvata all’unanimità, ma è chiaro che la Giunta e il suo assessore alla Sanità, il presidente Emiliano, non si sono mimicamente attivati. Restano i problemi, ma anche una grande amarezza: l’attività politica che il consigliere regionale esplica con le mozioni hanno un seguito reale da parte del governo o sono solo esercizio di retorica in aula? Perché nel caso evitiamo anche di farle o meglio non servono con questo presidente Emiliano e la sua giunta. Vuol dire che continuerò questa battaglia adottando altri sistemi&quot;. /comunicato<br /></p> Tue, 24 Apr 2018 12:28:56 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57298/Borraccino---Autorizzati-4-5-milioni-di-tonnellate-alla-discarica-di-Statte- Racanelli Mariantonietta Rifiuti Borraccino: "Autorizzati 4,5 milioni di tonnellate alla discarica di Statte" Nota del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali Mino Borraccino<br /><br />&quot;Non si può continuare a tartassare così il territorio tarantino. <br />Apprendiamo, da notizie di stampa, che presso la discarica “Italcave” di Statte sarebbero stati autorizzati i conferimenti di altri 4,5 milioni di metri cubi di rifiuti. <br />La Provincia di Taranto sembra oramai senza freni nell’autorizzare discariche ed impianti di smaltimento per “Rifiuti Speciali”. Questo ulteriore &quot;regalo&quot;, in un territorio come quello stattese, già duramente provato dall’inquinamemto, arriva dopo il raddoppio dell’impianto di incenerimento e dell&#39; inceneritore dei fanghi a Massafra, l’ampliamento per 1,5 milioni di metri cubi della discarica “Lineambiente” di Grottaglie, le vicende della discarica “Vergine” di Lizzano che sta inquinando la falda acquifera. Cos’altro ci dobbiamo aspettare ancora? Tutto ciò è assurdo! Perché la Regione Puglia ed il Presidente Emiliano non intervengono, nonostante le numerose sollecitazioni ricevute, oltre che dal sottoscritto, anche da parte dei Sindaci e delle associazioni ambientaliste joniche? <br />Dopo 10 anni di amministrazione Vendola, che ha dotato la Regione di un Piano di Gestione dei Rifiuti Speciali nel 2012 e lo ha aggiornato nel 2015, sembra incredibile che ancora si continui ad autorizzare impianti di smaltimento in provincia di Taranto, nonostante quel Piano prescriva chiaramente di NON AUTORIZZARE altri impianti in prossimità di quelli già esistenti. <br />La Provincia di Taranto autorizzava in maniera similare, per dimensioni e per quantitativo di impianti di smaltimento, nel periodo precedente al decennio durante il quale Nichi Vendola ha governato la Regione Puglia. <br />Prendiamo atto che la Provincia di Taranto ha ripreso ad autorizzare diversi impianti, dal 2015 in poi, e sembra non volersi più fermare. Sembra di essere tornati indietro nel tempo. Forza Italia che con Tamburrano Presidente, oggi, governa la Provincia, grazie all’accordo fatto nel 2014 con una parte del PD, governava l’Ente di Via Anfiteatro anche nel periodo, precedente al 2004 (Presidente Rana e vice Presidente lo stesso Tamburrano) durante il quale questi impianti ricevevano le precedenti autorizzazioni. <br />Tutto questo mentre la situazione sanitaria del territorio limitrofo all’area industriale di Taranto è oggetto di discussione nazionale a causa dell’aumento delle patologie correlate all’inquinamento. <br />Il mio appello al Presidente Emiliano è ancora una volta quello di intervenire commissariando la delega sui “rifiuti speciali” di cui dispone la Provincia di Taranto e annullando in autotutela queste autorizzazioni. <br />Se continuerà a rimanere in silenzio, credo che questa sarà la dimostrazione definitiva che dopo il decennio di Vendola la Puglia ha avviato la restaurazione di un sistema politico che i pugliesi avevano contestato e sconfitto nel 2005, con l’approvazione politica del PD e del suo Presidente di Regione. <br />Il Presidente Emiliano non dimentichi che vinse le elezioni nel 2015 anche perché i cittadini della Puglia, scelsero di confermare un progetto politico che si stava realizzando da 10 anni che non aveva dato nessuna nuova autorizzazione di impianti nel territorio Jonico: è bene ricordarlo! Se avessero voluto tornare indietro, avrebbero votato il candidato di Forza Italia. <br />Chiediamo pertanto a Emiliano di avocare a se la delega per la gestione delle politiche dei rifiuti, intervenendo con una urgente e ragionata, soprattutto condivisa coi territori, programmazione e con una forte virata sulla raccolta differenziata. <br />Certo così non si può più continuare ad andare avanti&quot;. /comunicato<br /> Tue, 24 Apr 2018 11:41:34 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57297/Sanita--M5S-su-denunce-di--Striscia----Per-Emiliano-ora-e-tempo-di-risposte--Depositata-interrogazione-e-approfondimenti-su-ditte-coinvolte- Racanelli Mariantonietta Sanità Sanità, M5S su denunce di “Striscia”: “Per Emiliano ora è tempo di risposte. Depositata interrogazione e approfondimenti su ditte coinvolte” Nota degli otto consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Puglia<p>&quot;Numerosi servizi di “Striscia la notizia” hanno fatto emergere situazioni gravissime che, se confermate dalle autorità giudiziarie, andrebbero ad aggravare ulteriormente l’immagine e la già precaria situazione della sanità pugliese agli occhi dei cittadini e dell’intero Paese. <br />Abbiamo seguito l’evolversi della vicenda con estrema attenzione. Sono state sollevate numerose criticità con riferimento sia alle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici poste in essere dall’ASL Taranto sia alle assunzioni di personale presso aziende che erogano servizi in favore della stessa. Denunce pesantissime che hanno portato alle dimissioni dalla Giunta dell’assessore Michele Mazzarano tirato in ballo in diverse occasioni. <br />Non possiamo sapere quanto ancora emergerà da eventuali future denunce ma, alla luce di quanto emerso fino ad oggi, crediamo sia giunto il momento di avere delle risposte prima di tutto dall’assessore alla sanità Michele Emiliano rimasto per tutto questo tempo colpevolmente in silenzio fatta eccezione per qualche rara apparizione televisiva quando imbeccato dallo stesso inviato di “Striscia”. <br />Abbiamo pertanto già depositato una interrogazione diretta al presidente/assessore nella quale gli chiediamo di sollecitare gli uffici regionali competenti ad effettuare verifiche più estese sugli appalti e sulle assunzioni poste in essere da tutte le diverse ASL. Vogliamo inoltre sapere se abbia già provveduto a chiedere i dovuti chiarimenti al Direttore Generale dell’ASL Taranto e quali strumenti ritenga necessario implementare al fine di garantire una più attenta attività di gestione e controllo dell’azione amministrativa nelle ASL. <br />Dal canto nostro, noi del Movimento 5 Stelle abbiamo già contestualmente avviato degli importanti approfondimenti su tutte le aziende e cooperative citate nei servizi del tg satirico per comprendere in quali altri appalti o situazioni siano stati coinvolti, in che modo e con quale esito. <br />Nello specifico, abbiamo chiesto alla Sezione Regionale dell’Osservatorio dei Contratti Pubblici quali siano tutti i servizi affidati dalle stazioni appaltanti presenti nel territorio regionale alle imprese/cooperative citate nell’inchiesta giornalistica, e di ricevere ogni atto e informazione in loro possesso per ognuno dei servizi affidati a ciascuna società dell’elenco. <br />La triste sensazione è che le modalità denunciate dall’inviato di “Striscia la notizia” che ringraziamo per queste inchieste, costituiscano solo la punta dell’iceberg di un sistema ben più preoccupante e radicato. Una modalità di gestione della cosa pubblica ormai contro la quale il M5S combatte e continuerà a combattere sempre&quot;. /comunicato<br /></p> Tue, 24 Apr 2018 11:34:03 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57295/Borraccino---S-S--Annunziata-saturo--pazienti-trasportati-da-Taranto-a-Martina-Franca- Racanelli Mariantonietta Sanità Borraccino: "S.S. Annunziata saturo, pazienti trasportati da Taranto a Martina Franca" Nota del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali Mino Borraccino: <br />&nbsp;<br />&quot;Grottesca situazione a Taranto dove il 118 sta operando trasportando i pazienti in codice verde al Pronto Soccorso dell&#39;Ospedale di Martina Franca, anziché di Taranto, causa sovraffollamento del Pronto Soccorso e dei reparti del S.S. Annunziata. Ieri anche una giovane donna, rimasta ferita in un incidente stradale sul ponte Punta Penna, è stata trasportata all&#39;ospedale di Martina Franca, dove la gente in fila anche fuori attendeva di essere visitata al Pronto Soccorso.La situazione infatti non è gestibile neanche all&#39;ospedale di Martina Franca, ed i pazienti attendono lunghe ore prima di ricevere una diagnosi. Da mesi denunciamo questa situazione, che sta aggravandosi sempre più. È inaccettabile assistere impassibili a tali disagi che per i pazienti e per i parenti dei pazienti pugliesi, bisognosi di cure, è una vera e propria Via Crucis. Ogni giorno veniamo a conoscenza di storie che testimoniano l&#39;aggravarsi della difficoltà di ricevere assistenza sanitaria. Il personale sanitario è sempre più stressato oltre che a rischio sicurezza, a causa dell&#39;impossibilità di poter sopperire alla richiesta di assistenza. E, fatto ancor più grave, la situazione tende sempre più a peggiorare, dato che Martina Franca e S.S. Annunziata dovranno accogliere ulteriori presenze dopo la chiusura, prevista tra pochi giorni, dei cinque Punti di Primo Intervento della zona. Sinistra Italiana/Liberi e Uguali continuerà al fianco dei cittadini la battaglia per la Sanità pubblica, dentro e fuori le istituzioni, anche con la raccolta firme iniziata a Taranto per la riapertura del Pronto Soccorso di Grottaglie e del Moscati di Taranto. <br />Non avremmo mai voluto proferite tali affermazioni ma la misura è davvero colma&quot;. /comunicato<br /> Tue, 24 Apr 2018 10:44:30 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57294/Borraccino-a-Statte-per-assemblea-pubblica-contro-la-chiusura-dei-PP Racanelli Mariantonietta Sanità Borraccino a Statte per assemblea pubblica contro la chiusura dei PP <p>Nota del consigliere regionale di Liberi E Uguali Mino Borraccino<br /></p><p>&quot;Ho partecipato a Statte all’assemblea pubblica contro lo smantellamento dei Punti di Primo Intervento che nella provincia di Taranto sarebbero ben cinque: Ginosa, Massafra, Moscati di Statte, Grottaglie e Mottola. <br />Una scelta che se adottata lascerebbe la provincia ionica davvero sguarnita di presidi socio-sanitari adeguati a poter fornire la ordinaria assistenza. <br />Siamo costretti a ribadire infatti che il Pronto Soccorso del S.S. Annunziata di Taranto si trova già in continuo affanno, dovendo gestire un’utenza di 330 mila abitanti, con l’organico sotto-dimensionato, la presenza dell’hot spot nazionale e l’incidenza di patologie respiratorie e non solo, così come criticità si registrano anche al Pronto Soccorso di Martina Franca. Sinistra Italiana/Liberi e Uguali non condivide queste scelte molto lontane dai bisogni concreti dei pugliesi. Non è accettabile subire il taglio di servizi indispensabili, lasciare la popolazione allo sbando e finanziare dall’altro canto soluzioni alternative dispendiose e inefficienti. <br />La soppressione di ben 38 Punti di Primo Intervento in tutta la regione produrrà un ulteriore sovraffollamento dei Pronto Soccorso esistenti che già vivono condizioni di gravissima difficoltà e che si troveranno ora a gestire anche 40.000 accessi in più all’anno. Invitiamo il Presidente Michele Emiliano, che aveva garantito nei giorni scorsi che qualunque decisione sarebbe stata assunta solo a seguito di un ampio percorso di consultazione dei sindaci e dei rappresentanti istituzionali, a valutare realmente il da farsi. Dov’è la tanto decantata “partecipazione” di Michele Emiliano? Ma soprattutto come faranno i pugliesi a curarsi?&quot; /comunicato<br /></p> Tue, 24 Apr 2018 10:36:09 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57293/Blasi---Politica-pugliese-in-fermo-biologico--l-alternativa-e-governare-ridefinendo-e-riassegnando-le-deleghe- Racanelli Mariantonietta Politica Blasi: "Politica pugliese in fermo biologico, l'alternativa è governare ridefinendo e riassegnando le deleghe" <p>Nota del consigliere regionale Pd, Sergio Blasi</p><p>&quot;Il fermo biologico della politica pugliese comincia ad assumere un carattere surreale: il presidente Emiliano non avverte la necessità di condividere la natura delle sue indecisioni e il Consiglio regionale vive ormai alla giornata. Di fronte alla possibilità di rilanciare l’attività di governo si è preferito tirare a campare, con il risultato che le ambizioni piccole e grandi dei singoli sembrano oggi prioritarie rispetto alla ridefinizione di un’idea di governo funzionale a obiettivi precisi. Lo stallo nella formazione del governo non può essere una giustificazione a tutto questo. Anzi, proprio quello stallo suggerisce che non c’è destino peggiore che farsi logorare dall’attesa che la tempesta si compia. Rimettere al centro i temi, piuttosto, azzerare tutto, sparigliare, ristabilire le priorità. Insomma, in Puglia l’alternativa al fermo biologico è provare governare. E farlo bene: ridefinendo cioè obiettivi e modalità di intervento, ridisegnando in funzione di questi obiettivi il quadro di deleghe, compiti e squadra di governo. In altri termini, indicando un orizzonte politico. I temi in agenda sono noti e tutti di massima urgenza per il futuro prossimo della Puglia: trasporti pubblici, sanità, emergenze ambientali, lavoro, ciclo dei rifiuti, industria, turismo. Su questi temi ci giochiamo la nostra credibilità di consiglieri, assessori, presidenti. In vista dei futuri passaggi elettorali, non conterà altro che questo per i pugliesi&quot;. /comunicato<span id="tempSpan"></span></p> Tue, 24 Apr 2018 10:32:57 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57290/Venerdi-4-maggio-in-Consiglio-regionale-presentazione-del-progetto--Moro-vive- Laudadio Felice Presidente del Consiglio Venerdì 4 maggio in Consiglio regionale presentazione del progetto “Moro vive” “Moro vive” è il progetto del Consiglio regionale della Puglia, rivolto alle scuole superiori, che sarà presentato venerdì 4 maggio, alle 10.30, nell’Aula consiliare di via Capruzzi, a Bari. <br />Nel ricordo del grande statista e per approfondire l’attualità del suo pensiero, sono previsti duecento incontri in altrettanti istituti dell’intero territorio pugliese, negli anni scolastici 2018-2020, a cura della Sezione biblioteca e comunicazione istituzionale del Consiglio, d&#39;intesa con l&#39;Ufficio Scolastico Regionale. <br />Venerdì, nell’incontro con la stampa, aperto al pubblico e soprattutto alla partecipazione dei dirigenti scolastici, il progetto sarà presentato dall’on. Gero Grassi, che lo realizzerà per conto del Consiglio regionale, nel cui organico è tornato dopo la lunga esperienza parlamentare. <br />Interverranno la dirigente dell’ USR Anna Cammalleri e il direttore del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” Giuseppe De Tomaso. Concluderà il presidente del Consiglio regionale pugliese Mario Loizzo. <br />Parteciperanno studenti e docenti dell’Alberghiero &quot;De Lilla&quot; di Conversano e Polignano, del Polo liceale &quot;Carmine Sylos&quot; di Terlizzi e del Liceo Tecnico Economico e Linguistico &quot;Giulio Cesare&quot; di Bari. (fel) <br /> Tue, 24 Apr 2018 08:45:54 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57289/Avviso-pubblico-per-la-scelta-del-sito-DTT-Bozzetti--M5S----Serve-chiarezza-sulla-gestione-del-bando--Ancora-dubbi-sul-progetto- Sgambati Patrizia Politica Avviso pubblico per la scelta del sito DTT Bozzetti (M5S): “Serve chiarezza sulla gestione del bando. Ancora dubbi sul progetto” <p style="margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: left;"><em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">“Sosteniamo la decisione della Regione di chiedere una verifica all’Avvocatura Regionale per sapere se la gara per la scelta del sito del progetto DTT (che ha visto preferire il sito Enea di Frascati alla cittadella della ricerca di Brindisi) sia stata gestita correttamente da un punto di vista amministrativo. Nell’attesa di chiarire questi aspetti di trasparenza non possiamo non evidenziare che probabilmente <strong>con un’offerta maggiore della Regione rispetto ai 30 milioni proposti per l’adeguamento della cittadella della ricerca, la gara si sarebbe conclusa diversamente.</strong>” </span></em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">Così il <strong>consigliere del M5S Gianluca Bozzetti </strong>a margine delle audizioni in I Commissione del direttore del Dipartimento Sviluppo Economico Domenico Laforgia e della coordinatrice dell’Avvocatura Regionale Rossana Lanza sull’esito dell’avviso pubblico per la scelta del sito che ospiterà il progetto sull’esperimento di fusione nucleare ITER DTT (Divertor tokamak test).</span></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;">&nbsp;</p><div style="text-align: left;"> </div><p style="margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: left;"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial','sans-serif';color:black">“<em>Un sito - </em><strong>continua il pentastellato</strong><em> - che presenta gravi carenze strutturali dovute a decenni di abbandono da parte delle amministrazioni locali e nazionali, anche di centrosinistra</em>.<em> Per questo auspichiamo che la Regione s’impegni ad investire ugualmente i soldi &nbsp;previsti per il rilancio della cittadella. Inoltre, in attesa di capire se ci siano dei margini per poter riaprire la gara,</em> <em>torniamo a chiedere chiarimenti &nbsp;sul progetto. Un aspetto da approfondire è ad esempio quello relativo ai posti di lavoro, per cui abbiamo sentito parlare a regime di 1500 potenziali occupati</em>, <em>mentre nel progetto leggiamo di 150 posti. Altro punto è la questione ambientale perché, seppure in quantità ridotte, la sperimentazione produrrà materiale pericoloso e nessuno ha ancora detto dove e come questo sarà stoccato. Parliamo di un progetto indietro di <strong>oltre 5 anni rispetto al cronoprogramma iniziale &nbsp;e per il quale i costi di realizzazione si sono triplicati passando dai 5 miliardi del 2009 ai 15 miliardi odierni. </strong>Domande -</em><strong> conclude</strong><em> - che poniamo da mesi e per le quali aspettiamo ancora di ricevere risposte adeguate”. /com</em></span></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="margin-bottom: 12pt; text-align: left;">&nbsp;</p> Mon, 23 Apr 2018 18:09:05 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57288/Tragedia-alla--Corsa-dei-buoi--di-Chieuti--M5S---Avevamo-chiesto-di-mettere-in-sicurezza-il-percorso- Ambriola Angelo Cronaca Tragedia alla “Corsa dei buoi” di Chieuti. M5S: “Avevamo chiesto di mettere in sicurezza il percorso” “Ci troviamo di fronte ad una tragedia che poteva e doveva essere evitata” così i consiglieri regionali M5S Gianluca Bozzetti e Rosa Barone intervengono in seguito alla notizia della morte di un uomo di 78 anni travolto da un cavallo, rimasto accidentalmente senza fantino a causa della rottura del sottopancia della sella, mentre assisteva alla “Corsa dei buoi” di Chieuti (FG). <br />“Raccogliendo l’appello di numerose associazioni, infatti, - proseguono i cinquestelle - avevamo inviato una missiva al Sindaco di Chieuti, al Prefetto di Foggia, al Presidente della Regione, all’Assessore regionale al turismo e all’Asl di Foggia evidenziandogli numerosi profili di rischio della manifestazione invitandoli a prendere tutti i provvedimenti necessari a ‘coniugare le antiche tradizioni della nostra Regione con la tutela degli animali e la sicurezza dei concorrenti e del pubblico’. Nella stessa facevamo esplicitamente riferimento alla necessità di ricoprire la pista di materiale idoneo ad attutire i colpi degli zoccoli ed a circoscrivere il percorso con ‘adeguate sponde capaci di ridurre il danno agli animali, in caso di caduta, nonché a garantire la sicurezza e incolumità delle persone’”. <br />Nella missiva dei cinquestelle si faceva infatti riferimento all’Accordo tra il Ministro della Salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in materia di benessere degli animali da compagnia e pet-therapy (Accordo del 6 Febbraio 2003), che all’articolo 8, prevede che “le Regioni, le province autonome di Trento e Bolzano si impegnano ad autorizzare lo svolgimento di gare di equidi o altri ungulati nel corso di manifestazioni popolari nel caso in cui: 1) La pista delle corse sia ricoperta da materiale idoneo ad attutire i colpi degli zoccoli degli animali sul terreno asfaltato o cementato; 2) Il percorso della gara, nel caso in cui al numero 1, sia circoscritto con adeguate sponde capaci di ridurre il danno agli animali, in caso di caduta, nonché per garantire la sicurezza e incolumità delle persone che assistono alle manifestazioni”. <br />“Oggi purtroppo non esistono parole adeguate per commentare il dramma di questa vita spezzata e manifestiamo tutta la nostra sincera vicinanza ai parenti e agli amici della vittima. - concludono Barone e Bozzetti - Non spetta a noi individuare le eventuali responsabilità di quanto accaduto, un compito che spetta unicamente all’autorità giudiziaria, tuttavia dispiace pensare che si debba sempre aspettare la tragedia per prendere gli adeguati provvedimenti. Simili drammi non possono e non devono ripetersi”. <br /><br />In allegato il testo integrale della lettera. <br /> Mon, 23 Apr 2018 17:20:39 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57287/Agenda-del-Consiglio Ambriola Angelo Agenda Agenda del Consiglio <p><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Giovedì </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">26</span>&nbsp;<span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">aprile</span></strong></span></span></p><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><a name="MeseConvocazione"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"></span></a></strong></span></span><ul><li><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Alle </span><a name="OraConsiglio1"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">10,00</span></a></strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"> – Seduta I Commissione </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">- sala Guaccero</span></li></ul><ol><li><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">DDL&nbsp; n.&nbsp; 53 del 10/04/2018 &quot;Variazione al bilancio di previsione per l&#39;esercizio finanziario 2018 e pluriennale&nbsp; 2018-2020 approvato con legge regionale 29 dicembre 2017, n. 68&quot;.</span></li></ol><ul><li><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">&nbsp;<span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 10,30</strong> – Seduta congiunta II e IV Commissione - sala Guaccero</span></span></span></li></ul><ol><li><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">PDL a firma del consigliere Pentassuglia: &quot;Norme in materia di danni provocati dalla fauna selvatica, di tutela dell&#39;incolumità pubblica e dell&#39;ordine economico&quot;.</span></li></ol> <br /> Mon, 23 Apr 2018 16:48:04 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57286/Incarico-di-Consigliera-esterna-del-Presidente-della-Giunta--Borraccino-presenta-interrogazione Ambriola Angelo Attività istituzionale Incarico di Consigliera esterna del Presidente della Giunta: Borraccino presenta interrogazione Nota del consigliere regionale di Liberi E Uguali, Mino Borraccino. <br />“Questa mattina ho depositato in Consiglio regionale un’interrogazione urgente al Presidente della Giunta, Michele Emiliano, e all’assessore al Personale, Antonio Nunziante, relativa all’incarico di consigliera esterna del Presidente per il supporto e l’assistenza nei lavori della Giunta, attribuito con decreto, nei giorni scorsi, alla Dott.ssa Carmela Moretti. <br />Si tratta di una vicenda di cui mi sono interessato nelle scorse settimane e per la quale ho anche inviato, per pec, una formale richiesta di chiarimenti al Presidente della Giunta, all’Assessore al Personale, al Capo di Gabinetto, al Segretario Generale della Giunta e al Direttore del Dipartimento del Personale, rimasta, però, priva di riscontro. <br />L’incarico, infatti, potrebbe presentare profili di evidente inopportunità, quando non di vera e propria illegittimità, in ragione del fatto che la dott.ssa Moretti ha promosso nelle scorse settimane un ricorso giurisdizionale avverso il provvedimento di pensionamento adottato dalla Regione Puglia, contestandolo nel merito e avanzando addirittura una richiesta di risarcimento danni per oltre 100.000 euro. <br />Dal nostro punto di vista, l’aver avviato un contenzioso nei riguardi della Regione Puglia con una rilevante pretesa economica (sulla cui fondatezza sarà il Giudice adito ad esprimersi) potrebbe configurare un evidente e inopportuno conflitto di interesse per la dott.ssa Moretti nell’esercizio del suo incarico di verifica e controllo sulla legittimità degli atti adottati dalla Giunta, sino alla scadenza del mandato presidenziale. <br />A tale riguardo ho chiesto se la consigliera incaricata dal Presidente abbia sottoscritto l’autocertificazione richiesta a tutti i collaboratori esterni dell’Amministrazione regionale, attestante l’assenza di ogni tipo di conflitto di interessi. <br />E questo al netto del fatto che, con questa nomina, la dott.ssa Moretti si troverebbe, in sostanza, a proseguire nelle sue precedenti mansioni da Segretario Generale, pur essendo ormai fuori dai ruoli regionali. <br />Senza voler minimamente sindacare sulle indiscutibili competenze della dott.ssa Moretti, acquisite in tanti anni di onorato servizio in Regione, ritengo che questo rappresenti una anomalia che potrebbe addirittura arrecare danni all’Amministrazione regionale e, per questo, credo sia necessario un approfondimento per garantire massima trasparenza e legittimità assoluta nell’attribuzione di questi delicati incarichi di consulenza che, per quanto a titolo gratuito (come in questo caso), non possono essere conferiti con eccessiva leggerezza”./comunicato <br /> Mon, 23 Apr 2018 16:36:26 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57285/Molise--vittoria-centrodestra--Congedo---Le-recenti-vittorie-siano-da-stimolo-per-compattezza-e-unita-della-coalizione-anche-in-Puglia- Ambriola Angelo Politica Molise, vittoria centrodestra; Congedo: "Le recenti vittorie siano da stimolo per compattezza e unità della coalizione anche in Puglia" “La vittoria del 4 marzo è stata il preludio di una serie di nuove amministrazioni e governi regionali di centrodestra. Quella del Molise oggi e quella che ci aspettiamo domenica prossima in Friuli Venezia Giulia, dove i sondaggi danno ancora in vantaggio il centrodestra, siano da stimolo per la coalizione pugliese regionale affinché si trovi compattezza e unità al fine di riportare la regione Puglia alla vittoria nel 2020, restituendole la sua maggioranza naturale di centrodestra”. <br />Così Erio Congedo, consigliere regionale Fratelli d&#39;Italia Puglia./comunicato <br /> Mon, 23 Apr 2018 15:57:32 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57283/Molise--Marmo---Centrodestra-vince--solo-noi-possiamo-fermare-ondata-M5S- Ambriola Angelo Politica Molise, Marmo: "Centrodestra vince, solo noi possiamo fermare ondata M5S" &quot;Il risultato elettorale in Molise fotografa il centrodestra come coalizione vincente, l&#39;unica in grado di fermare l&#39;avanzata del M5S&quot;. Lo dichiara il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br />&quot;Il Pd – aggiunge - non tradisce il trend negativo delle politiche e crolla, dimostrando che il paradigma destra-sinistra non sia affatto superato e che il M5S stia occupando lo spazio elettorale prima in mano ai democratici. A proposte mirabolanti, il centrodestra riesce a rispondere con successo con una politica concreta e realista, calibrata sulle esigenze dei cittadini, e proponendo una visione del mondo e del futuro dell’Italia. In quest&#39;ottica, bisogna sottolineare il risultato raggiunto da Forza Italia, che riconquista il suo ruolo di guida: se al fondamentale apporto del presidente Berlusconi si aggiunge l&#39;impegno per un partito organizzato e radicato nei territori, si può crescere ancora”. <br />“Abbiamo vinto senza un partito unico, - conclude Marmo - che probabilmente non serve perché la marcia da ingranare è quella per una federazione nella quale ciascun partito esprima ed esalti la propria identità&quot;./comunicato <br /> Mon, 23 Apr 2018 14:51:44 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57282/Consorzi-di-bonifica--Damascelli-chiede-audizione-in-Commissione---Subito-avvio-della-stagione-irrigua- Ambriola Angelo Agricoltura Consorzi di bonifica, Damascelli chiede audizione in Commissione: “Subito avvio della stagione irrigua” “Nonostante la stagione irrigua sia alle porte, non sono state ancora programmate le attività propedeutiche al regolare avvio dei lavori, per cui non si sa né quando partirà la stagione né con quali fondi. Pertanto ho depositato una richiesta di audizione in IV Commissione dell’assessore regionale all’Agricoltura, del commissario straordinario del Consorzio di Bonifica Centro Sud Puglia e dei rappresentanti delle organizzazioni agricole di categoria”. Così il vicepresidente della IV Commissione, Domenico Damascelli di Forza Italia. <br />“Inoltre - aggiunge - non sono state previste nemmeno le opere straordinarie che dovevano essere già iniziate. E veniamo al tasto dolente, ovvero le risorse disponibili. Considerato che i 7 milioni appostati nel bilancio regionale, destinati al funzionamento dei Consorzi, sono stati invece risucchiati nel buco nero della falcidie della massa debitoria, il Consiglio regionale avrebbe dovuto già approvare una variazione di bilancio da 4 milioni di euro da utilizzare per la gestione degli enti, ma l’assemblea consiliare non si riunirà prima di maggio. Dunque, tutto resta in sospeso. A fare le spese di questa situazione di stallo sono gli agricoltori che rischiano di non ricevere un servizio efficiente, e i lavoratori che rischiano di non ottenere quanto di loro spettanza. <br />Inoltre, il Governo regionale avrebbe dovuto interloquire con il Ministero per l’utilizzo di ulteriori 50 milioni di euro del Patto per la Puglia per chiedere che fossero destinati alle attività di manutenzione straordinaria. Anche le risorse appostate nel bilancio regionale di previsione 2018 dovrebbero garantire interventi di manutenzione degli impianti irrigui e d’implementazione delle azioni contro il dissesto idrogeologico che interessa ben il 78% dei Comuni pugliesi. Ma tutto tace. Disservizi e tasse: così il ‘fantasma’ Consorzio Centro Sud Puglia rischia di diventare soltanto l’esattore di nuovi ed ingiusti balzelli inviati agli agricoltori, con avvisi di pagamento dagli importi talora esorbitanti”. <br />“Mi auguro - conclude Damascelli - che la richiesta di audizione venga presto inserita nell’ordine del giorno dei lavori per non perdere ulteriore tempo, per fare immediata chiarezza sui ritardi collezionati e per avere un confronto aperto fra tutte le parti coinvolte sulla programmazione della imminente stagione irrigua”./comunicato <br /><br /> Mon, 23 Apr 2018 14:46:33 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57280/-Disciplina-delle-associazioni-Pro-loco---programmate-le-audizioni-in-IV-Commissione Sgambati Patrizia Commissioni “Disciplina delle associazioni Pro loco”, programmate le audizioni in IV Commissione <p>Sarà necessario calendarizza le audizioni prima della approvazione dello schema di disegno di legge “Disciplina delle associazioni Pro loco”. Lo ha deciso la IV Commissione presieduta da Donato Pentassuglia.</p> <p>Le Pro loco, come è noto, sono associazioni turistiche di volontariato, apolitiche, senza scopo di lucro, nate per promuovere e sviluppare il territorio in chiave turistica e allo stesso tempo impegnate a valorizzare le tradizioni locali i prodotti e le bellezze del luogo.</p> <p>“Questa iniziativa legislativa – ha spiegato l’assessore Loredana Capone – si pone come strumento adeguato per una presenza ed un riconoscimento delle associazioni Pro loco, tenendo presente che la legge in vigore dal 1990 è ormai inadeguata e insufficiente”.</p> <p>In particolare con queste nuove norme:</p> <p>&nbsp;si riconoscono le Pro loco come uno degli strumenti della promozione turistica di base, della valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche, culturali, sociali ed enogastronomiche;</p> <p>si riconosce il Comitato regionale della Puglia dell’Unione Nazionale Pro loco d’Italia (UNPLI) quale rappresentante delle associazioni Pro loco aderenti nei &nbsp;rapporti con la Regione;</p> <p>si definiscono gli ambiti di intervento della Pro loco;</p> <p>si prevede la possibilità per i Comuni e le Unioni di Comuni di stipulare con le Pro loco convenzioni, che definiscono i criteri e le modalità;</p> <p>si riserva la fruizione della dicitura Pro loco alle sole associazioni iscritte all’Albo regionale;</p> <p>si stabilisce la competenza in materia di contributi alle pro loco e alle loro strutture associative di rilevanza regionale; </p> <p>si introducono della procedure semplificate di iscrizione e di tenuta dell’Albo regionale.</p> <p>&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> Mon, 23 Apr 2018 13:33:11 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57279/Completata-la-composizione-della-governance-del-Co-Re-Com- Ambriola Angelo Enti regionali Completata la composizione della governance del Co.Re.Com. Nota della Presidente del Corecom Puglia, Lorena Saracino. <br />“Nel corso della seduta di comitato del 16 aprile scorso, è stata completata la composizione della governance del Comitato Regionale delle Comunicazioni (Co.Re.Com.) della Regione Puglia con l&#39;elezione all&#39;unanimità del Vicepresidente Felice Blasi, che si aggiunge al Vicepresidente Vicario Franco Di Chio, già nominato nel dicembre scorso. <br />Con questa funzione, il Vicepresidente Blasi metterà a disposizione degli impegni istituzionali del Comitato l’esperienza già acquisita nel corso dei suoi passati ruoli di Presidente del Comitato (2012-2017) pugliese, nonché di Coordinatore nazionale Corecom e di Delegato ai rapporti con AGCOM per il Coordinamento nazionale (2016-2017), in particolare in materia di rinnovo dell’Accordo Quadro. Il Vicepresidente Blasi ha comunicato al Consiglio regionale la sua piena disponibilità a svolgere tale funzione a titolo meramente onorifico e gratuito”./comunicato <br /> Mon, 23 Apr 2018 13:09:33 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57278/I-Commissione---Piu-risorse-per-gli-assegni-di-cura Ambriola Angelo Commissioni I Commissione – Più risorse per gli assegni di cura Tra gli argomenti iscritti all’ordine del giorno della Commissione bilancio, due hanno riguardato altrettanti disegni di legge di variazione al bilancio di previsione per l’esame in sede referente. <br />La Commissione ha approvato a maggioranza la rimodulazione di alcune risorse finanziarie che hanno consentito – riducendo di circa 20 mln di euro il concorso degli investimenti iscritti sul bilancio autonomo destinati al finanziamento del T.P.L. a seguito di maggiori trasferimenti di risorse statali che lasciano invariato lo stanziamento – di integrare di pari importo il capitolo destinato ad assicurare l’assegno di cura a favore di pazienti gravissimi non autosufficienti. Con questa integrazione sarà ampliata la platea dei richiedenti la misura dell’assegno di cura. <br />L’indifferibilità dell’intervento ha spinto i commissari del M5S a non chiedere il rinvio dell’esame del ddl a causa dell’assenza dai lavori del rappresentante del governo, rinvio concesso sull’altro disegno di legge di variazione al bilancio in discussione, quello che assegna per il 2018 un contributo di 4 mln di euro per la gestione corrente dei Consorzi di Bonifica commissariati ad ancora operativi. <br />Il consigliere Pentassuglia ha osservato che le risorse previste sono inferiori di quasi la metà rispetto a quelle che l’assessorato si era impegnato a stanziare, mentre la consigliera Franzoso ha richiesto di conoscere dall’assessore specifiche risposte in ordine alla destinazione dei precedenti contributi erogati ai Consorzi, ottenendo dal Presidente Amati un rinvio dell’esame a giovedì 26, quando la Commissione tornerà a riunirsi alla presenza del rappresentante del governo regionale. <br /> Mon, 23 Apr 2018 12:57:50 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57276/DIRITTINTOUR--conferenza-stampa-del-Garante-regionale-dei-Minori Ambriola Angelo Garante dei minori DIRITTINTOUR: conferenza stampa del Garante regionale dei Minori Giovedì 26 aprile, alle ore 10,00 a Bari presso la sede del Garante dei Minori della Regione Puglia (in Viale Unità d’Italia 24/c), verrà presentato in conferenza stampa Il progetto DIRITTINTOUR, realizzato dalla Coop. Soc. Progetto Città con l’Ufficio del Garante dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza del Consiglio regionale della Puglia. <br />DIRITTINTOUR è un progetto/viaggio itinerante sui Diritti di cittadinanza di bambini e bambine, ragazzi e ragazze, che tra aprile e novembre 2018, si prefigge di mettere l’accento su alcuni ambiti cittadini di ciascuna provincia, scelti sulla base di indicatori legati sia alle pratiche virtuose che agli aspetti problematici inerenti il mondo dell’infanzia e dell’adolescenza. Il Progetto interesserà tutte le province pugliesi con una serie di attività per offrire ai più piccoli, ma anche ai genitori, agli insegnanti ed agli educatori, la possibilità di riflettere sui diritti di bambini e ragazzi <br />Oltre al Garante dei Minori della Regione Puglia, Ludovico Abbaticchio e ai rappresentanti della cooperativa sociale Progetto Città, sono stati invitati a intervenire: Mario Loizzo, Presidente Consiglio Regione Puglia, Antonio Decaro, Sindaco di Bari, Paola Romano, Assessore alle Politiche giovanili del Comune di Bari e Francesca Bottalico, Assessore al Welfare del Comune di Bari. <br />In nel corso dell’incontro sarà illustrato l’intero programma, le date ed i territori interessati dal progetto./comunicato <br /> Mon, 23 Apr 2018 12:32:50 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57275/Borraccino---Anche-la-Toscana-istituisce-borse-di-studio-per-specializzandi-in-Farmacia--La-Puglia-deve-proprio-restare-indietro-- Racanelli Mariantonietta Sanità Borraccino: "Anche la Toscana istituisce borse di studio per specializzandi in Farmacia. La Puglia deve proprio restare indietro?" Nota del consigliere regionale di Liberi E Uguali Mino Borraccino<br /><br />&quot;Dopo la Campania e la Sardegna, anche la Regione Toscana investe risorse per “Interventi per il governo dell’appropriatezza farmaceutica”, rivedendo i Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali e adeguando i percorsi formativi nell’ambito delle Scuole di specializzazione in Farmacia ospedaliera. <br />Appunto per promuovere l&#39;appropriatezza farmaceutica la Toscana, con Delibera di Giunta del 26 febbraio scorso, ha istituito borse di studio per studenti della scuola di specializzazione in Farmacia ospedaliera. <br />E’ da tempo che in modo informale e anche formale abbiamo chiesto all’Assessore Leo di riconoscere anche in Puglia specifiche facilitazioni economiche per gli specializzandi in Farmacia ospedaliera, analogamente a quanto già avviene per gli specializzandi medici. <br />Al momento, non abbiamo ricevuto alcuna risposta, nonostante il fatto che la disparità di trattamento tra gli specializzandi medici e gli specializzandi non medici sia del tutto ingiustificata. Infatti, un farmacista ospedaliero frequenta il corso di specializzazione insieme a un medico, con gli stessi obiettivi e gli stessi impegni orari, ma con la differenza di non avere alcuna retribuzione. <br />Eppure, la corretta formazione degli specializzandi in farmacia risponde a una specifica esigenza della Regione Puglia, dove spesso si assiste a fenomeni di spreco di medicinali e a cure inappropriate. Qui esiste indubbiamente l’esigenza di massimizzare i vantaggi delle nuove terapie e garantire cure efficaci, eliminando per esempio farmaci che non abbiano evidenze di utilità e rendendo disponibili tempestivamente i generici e i biosimilari. <br />In questo scenario le azioni riguardanti l’assistenza farmaceutica rappresentano una priorità strategica per rispondere tempestivamente ad un contesto esterno in rapido cambiamento, che, se non governato, potrebbe inficiare pesantemente la sostenibilità finanziaria dell’intero sistema sanitario regionale. <br />Anche per queste ragioni, quindi, e non solo per mere ragioni di equiparazione fra professionalità similari, chiediamo di nuovo al Presidente e assessore alla sanità Emiliano e all’Assessore Leo, nella sua qualità di Delegato al Diritto allo Studio, di intervenire analogamente a quanto hanno fatto le Regioni citate&quot;. /comunicato&nbsp;<br /> Mon, 23 Apr 2018 12:27:38 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57274/Dichiarazione-Garante-dei-Diritti-delle-Persone-con-Disabilita Racanelli Mariantonietta Garanti Dichiarazione Garante dei Diritti delle Persone con Disabilità Con Decreto del Presidente della Regione, n. 240 del 19 aprile 2018, è entrato nel pieno delle sue funzioni il Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità, dott. Giuseppe Tulipani, eletto con voto unanime dal Consiglio Regionale della Puglia nella seduta del 27 marzo 2018. “L’inizio di questo mio servizio - dichiara il Garante - è coinciso con il giorno della venticinquesima primavera di Don Tonino Bello, di cui mi sento figlio spirituale, e con l’incontro a Molfetta con Papa Francesco al quale ho espresso la mia intenzione di mettermi alla sequela del Vescovo “del grembiule” per promuovere la piena attuazione dei diritti e degli interessi individuali e collettivi delle persone con disabilità”. /comunicato&nbsp; Mon, 23 Apr 2018 12:23:35 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57273/I-commissione--approvati-debiti-fuori-bilancio Racanelli Mariantonietta Commissioni I commissione, approvati debiti fuori bilancio La I commissione consiliare presieduta da Fabiano Amati ha approvato a maggioranza il disegno di legge che unifica in un unico provvedimento i debiti fuori bilancio rinvenienti da sentenze esecutive per un importo complessivo di 803 mila euro. &nbsp; Mon, 23 Apr 2018 12:16:26 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57272/I-Commissione---Parere-favorevole-su-piano-indicatori-di-bilancio Ambriola Angelo Commissioni I Commissione – Parere favorevole su piano indicatori di bilancio Con astensione dei partiti di Centrodestra, la Commissione bilancio ha espresso parere favorevole alla deliberazione con cui la Giunta si è uniformata alle linee di predisposizione dei documenti finanziari, inserendo nel bilancio anche il Piano degli indicatori di bilancio. <br /> Mon, 23 Apr 2018 12:05:45 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57271/Fusione-nucleare--le-audizioni-in-I-commissione Racanelli Mariantonietta Commissioni Fusione nucleare, le audizioni in I commissione <p>La Regione Puglia ha affidato all’Avvocatura regionale il compito di effettuare un approfondimento sulla correttezza delle procedure relative alla scelta del sito per l&#39;esperimento DTT- fusione nucleare che è ricaduta sul sito Enea di Frascati superando di pochissimi punti la proposta della Cittadella della ricerca di Brindisi. E’ quanto emerso dalle audizioni della I commissione consiliare presieduta da Fabiano Amati, alla quale sono intervenuti il direttore del dipartimento Sviluppo economico, Domenico Laforgia e la coordinatrice dell’Avvocatura regionale, Rossana Lanza. <br />Nel corso della seduta è stato ricordato che la proposta di Brindisi ha ottenuto lo stesso punteggio di Frascati sui requisiti essenziali, un punteggio maggiore sugli ulteriori elementi e il miglior punteggio sull’offerta economica. L’aspetto invece su cui la Puglia è risultata perdente è stato quello relativo al valore delle infrastrutture esistenti nella misura in cui risultano utili e disponibili a ridurre il costo dell&#39;investimento e in riferimento al quale i rappresentanti regionali hanno rilevato “una notevole disparità di trattamento nell’assegnazione dei punteggi che avrebbe privilegiato la sede di Frascati”. <br />Per questo motivo l’avvocatura è stata investita del compito di approfondire la questione, partendo dall’acquisizione di tutti i documenti utili. <br /></p><p>In allegato il report fornito ai commissari. <br /></p> Mon, 23 Apr 2018 11:42:22 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/57269/Borraccino---Non-si-puo-ignorare-la-fondata-volonta-popolare- Sgambati Patrizia Rifiuti Borraccino: "Non si può ignorare la fondata volontà popolare" <p>Comunicato stampa del consigliere regionale di&nbsp;Liberi E Uguali&nbsp;Mino Borraccino:</p><p><br />Grande partecipazione alla manifestazione contro la riapertura della discarica “Vergine” di Lizzano organizzata da Attivalizzano.</p> <p>Una mobilitazione straordinaria che testimonia l’attenzione dei cittadini alla loro terra, alla loro salute. Un’attenzione che le Istituzioni non possono continuare ad ignorare davanti all’evidenza. La mia presenza alla manifestazione è di profonda vicinanza alle comunità di Lizzano e Fragagnano, interessate da questo problema. Ricordiamo infatti che dal 2014 la discarica in questione è sotto sequestro e che recentemente la Procura di Taranto ha confermato la gravissima condizione di pericolosità, accentuata dallo stato di&nbsp; degrado e abbandono, in cui versa la&nbsp; discarica. Una preoccupazione che ci&nbsp; ha spinti ad intraprendere iniziative comuni, in sinergia a livello regionale&nbsp; con il lavoro del locale circolo di Sinistra Italiana e con quello delle associazioni, alla luce del paventato rischio di disastro ambientale per il territorio. E’&nbsp; inconcepibile non fermarsi davanti all&#39; evidenza e continuare ad inquinare lo splendido territorio della provincia di Taranto, noto in tutto il mondo per i suoi prodotti frutto dell’agricoltura locale. Dopo gli esiti delle indagini effettuate dal NOE di Lecce, anche a seguito del nostro esposto presentato alla Procura della Repubblica a settembre dello scorso anno, purtroppo la situazione ambientale risulta essere compromessa , poiché è&nbsp; stata&nbsp; confermata scientificamente&nbsp; la presenza di sostanze tossiche, come nitriti,diossine, pcb e Boro, nelle acque sotterranee della zona adiacente&nbsp; alla discarica. Sinistra Italiana/ Liberi e Uguali&nbsp; ritiene assolutamente impensabile prendere in considerazione l&#39; idea di&nbsp; riaprire il sito per il conferimento di altri stoccaggi, seppur di rifiuti bio stabilizzati con bassi indici spirometrici, come si é&nbsp; appreso in sede di Commissione ambiente in Regione qualche giorno fa. Attendiamo risposte dall’ARPA, per conoscere i dati degli ultimi monitoraggi, e dal Commissario dell&#39;Ager, Grandaliano, circa il cronoprogramma degli interventi di bonifica, poiché non c’è più tempo da perdere dopo che è stato accertato che il sito versa in condizioni di pericolosità. Condividiamo dunque le preoccupazioni dei cittadini e rassicuriamo loro che il nostro impegno non cesserà, anzi chiediamo l’urgente bonifica e messa in sicurezza della discarica “Vergine”, nonchè la chiusura all’esercizio d’uso e la riconversione del sito./com</p> <p style="background: white; margin: 0cm 0.35pt 3.25pt 0.85pt;"><br /></p> Mon, 23 Apr 2018 09:04:57 +0200