Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ Consiglio Regionale della Puglia it-IT Copyright 2019 Fri, 22 Nov 2019 16:15:14 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/Images/logo.png Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70850/Bilancio--Zullo---Da-Regione-nobile-a-Regione-fallimentare- Ambriola Angelo Sedute Consiglio Bilancio| Zullo: “Da Regione nobile a Regione fallimentare” Nota del Presidente del Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo. <br />“Quali effetti produce l&#39;impiego di risorse della Regione Puglia su servizi, bisogni dei cittadini, crescita del territorio? Il bilancio regionale pugliese è come sempre un libro dei sogni: la solita narrazione di numeri e proclami che stride invece con ciò che vediamo ogni giorno in tema di Sanità, Infrastrutture, Trasporti, Agricoltura, gestione del ciclo dei rifiuti. Si inaugurano strutture ospedaliere e contestualmente se ne destrutturano o dismettono altre; le liste d&#39;attesa portano alle stelle la spesa farmaceutica; dei piani di zona non si conoscono i benefici sui cittadini; sui trasporti si annunciano novità ma, di base, i problemi registrati dagli utenti sono all&#39;ordine del giorno e basterebbe provare a salire su una vettura regionale per rendersene conto; la cattiva gestio del ciclo dei rifiuti incrementa tasse e spese per i cittadini. <br />Questi anni di governo Emiliano si sono trasformati in una perenne e continua campagna elettorale ed bisogni dei cittadini pugliesi si sono trasformati in strumento di acquisizione dei consensi, siamo passati da regione nobile a regione fallimentare”./comunicato <br /> Fri, 22 Nov 2019 16:15:14 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70849/PcE---Ottima-notizia-la-dichiarazione-dello-stato-di-emergenza-chiesta-al-Governo--Ma-ora-Roma-dia-risposte- Ambriola Angelo Politica PcE: “Ottima notizia la dichiarazione dello stato di emergenza chiesta al Governo. Ma ora Roma dia risposte” “Danni a campi, strutture, aziende. Interi litorali spazzati via. Strade e contrade isolate. Tanto nel Salento quanto nel Barese e nel Tarantino. Sino a dieci giorni fa era questo lo scenario pugliese a causa dell’eccezionale ondata di maltempo. Ora la giunta regionale ha chiesto ufficialmente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la dichiarazione dello stato di emergenza per l’intero territorio regionale, per ottenere finanziamenti straordinari tesi a fronteggiare i danni provocati dai fenomeni meteorologici del 12 novembre scorso. Crediamo che sia un atto concreto, a dimostrazione che l’attenzione del governo regionale è altissima, soprattutto quando c’è da difendere la tenuta del territorio, la sua bellezza e la difesa di interi comparti economici. E, non a caso, nelle ore immediatamente successive ai danni provocati dal maltempo, avevamo subito auspicato tale richiesta, restando fermamente convinti della risposta tempestiva da parte della giunta. Ora invece auspichiamo che i fondi erogati dal Governo siano sufficienti a fronteggiare tutte le emergenze. E che non si tratti del solito pannicello caldo, per territori già colpiti da altre emergenze”. <br />Lo dichiarano i consiglieri regionali de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino, Alfonso Pisicchio e Giuseppe Turco./comunicato <br /> Fri, 22 Nov 2019 16:06:28 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70848/Verso-le-Regionali-del-2020--Sabato-23-e-domenica-24-le-riunioni-territoriali--M5S---Occasione-preziosa-di-confronto-con-i-cittadini- Villani Emanuela Politica Verso le Regionali del 2020. Sabato 23 e domenica 24 le riunioni territoriali. M5S: “Occasione preziosa di confronto con i cittadini” Si terranno questo fine settimana le riunioni territoriali che porteranno entro il 10 dicembre a formulare la proposta su programma, candidature e coinvolgimento della società civile per le elezioni regionali del 2020. Sabato 23 e domenica 24 novembre, Antonella Laricchia e Barbara Lezzi, rispettivamente referente regionale e parlamentare della campagna elettorale, insieme a consiglieri regionali, parlamentari, consiglieri comunali e sindaci incontreranno i cittadini di tutte le sei province pugliesi per confrontarsi con loro e raccogliere idee e proposte. <br />Sabato 23, si comincia a Foggia alle ore 11, nel Palazzetto dell’Arte “Andrea Pazienza”; si prosegue a Canosa di Puglia alle 15.30 nella sala convegni dell’Istituto San Giuseppe e si chiude alle 19.30 a Noicattaro nella sala consiliare del Municipio. <br />Domenica 24, l’appuntamento è a Mottola alle ore 11 nella sala convegni di via Vanvitelli; il pomeriggio a San Vito dei Normanni alle 15,30 nella sala conferenze del chiostro dei domenicani e si chiude il week end a Lecce alle ore 19.30 nell’hotel Hilton Garden Inn. <br />“Vogliamo cambiare la nostra regione per trasformarla in un luogo in cui poter vivere, lavorare e studiare senza corruzione, con servizi efficienti e una sanità che funzioni. Gli incontri in queste due giornate saranno un’occasione preziosa per tutti, iscritti e non, per poter contribuire alla stesura di un programma che sia il più possibile rappresentativo e condiviso. Cittadini esperti, iscritti o semplicemente interessati alla vita della nostra regione, che in questi anni hanno seguito l’attività del MoVimento 5 Stelle, potranno portare il loro contributo”, dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Antonella Laricchia e referente regionale della campagna elettorale. <br />Il dibattito sarà sui temi della campagna elettorale: dal metodo di partecipazione alla stesura del programma, ma anche le modalità di individuazione e coinvolgimento nella campagna elettorale e nelle candidature di cittadini non iscritti al Movimento 5 Stelle. Si parlerà anche di organizzazione territoriale degli attivisti, regole per le candidature e si accoglieranno suggerimenti per la stesura definitiva del programma elettorale. <br />“Sarà una grande occasione per incontrarsi, confrontarsi e raccogliere i consigli, pareri e idee di tutti i cittadini della Puglia”, conclude la consigliera Antonella Laricchia. <br /> <br />In allegato locandina evento. <br /> Fri, 22 Nov 2019 15:59:31 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70847/Bandiere-Lilla--Mennea---Chiediamo-fondi-in-bilancio-per-promuovere-la-sperimentazione-nei-Comuni-pugliesi- Villani Emanuela Bilancio Bandiere Lilla, Mennea: “Chiediamo fondi in bilancio per promuovere la sperimentazione nei Comuni pugliesi” “Attraverso la legge di assestamento di bilancio, vogliamo fare in modo che i Comuni interessati possano aderire alla sperimentazione del progetto ‘Bandiera Lilla’ e realizzare aree turistiche adeguatamente attrezzate per i disabili”. Lo dichiara il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, che insieme alla collega Anita Maurodinoia ha depositato oggi un emendamento alla legge di assestamento e variazione di bilancio previsionale 2019 e pluriennale 2020-2021 per ottenere una dotazione finanziaria di 150mila euro per il 2019 (e altrettanti per il 2020 e il 2021), a disposizione appunto dei Comuni che vogliono aderire alla sperimentazione della ‘Bandiera Lilla’. Sull’argomento il consigliere aveva anche presentato mesi addietro una mozione urgente, che attende di essere ancora discussa in Aula. <br />“La Bandiera Lilla – spiega Mennea - è un progetto pilota nato nel 2012 in Liguria, con l’obiettivo di favorire il turismo da parte di persone con disabilità, premiando e supportando quelle amministrazioni comunali che, con lungimiranza, prestano particolare attenzione a questo target turistico e favoriscono l’accesso alle spiagge e la fruizione turistica da parte delle persone disabili. Perché migliorare l’accessibilità vuol dire, alla fine, migliorarla per tutti. L’adesione, del resto, prevede il rispetto di alcuni requisiti molto semplici con un costo molto basso per le amministrazioni comunali. Lo stanziamento regionale consentirebbe ai Comuni di poter aderire senza difficoltà”. <br />“Inoltre, un turismo accessibile a tutti diventa - sottolinea - uno strumento in grado di coniugare il sostegno e la promozione sociale con il marketing turistico, operando sia in una prospettiva di funzione sociale che di rilancio economico. Per questo, mi auguro – dice Mennea – che l’emendamento possa trovare accoglimento con il necessario stanziamento economico. Se l&#39;emendamento sarà approvato, è mia intenzione coinvolgere subito il Garante regionale dei disabili per avviare - una campagna di sensibilizzazione in tutti i Comuni della Puglia. Una vera ed efficace politica turistica - conclude - deve garantire a tutti l’accessibilità e la fruibilità delle nostre meravigliose bellezze”./comunicato <br /> <br /> Fri, 22 Nov 2019 15:53:13 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70846/Maltempo--Abaterusso---Bene-la-richiesta-di-emergenza-approvata-dalla-Giunta-regionale--Ora-premere-sul-Governo-per-completare-l-iter- Ambriola Angelo Politica Maltempo, Abaterusso: “Bene la richiesta di emergenza approvata dalla Giunta regionale. Ora premere sul Governo per completare l’iter” Nota del Presidente del Gruppo consiliare LeU/I Progressisti, Ernesto Abaterusso. <br /> “La richiesta, da parte della giunta regionale, dello stato di emergenza per i danni subiti dalla Puglia a seguito degli eventi metereologici dello scorso 12 novembre va nella direzione da noi auspicata. L’ampiezza straordinaria dell’ondata di maltempo meritava un provvedimento urgente. E così è stato. Oggi, con la delibera approvata, la Regione prova a dare una boccata di ossigeno ai comuni, ai cittadini e a un comparto agricolo costretto a dover far fronte a danni che, in Salento, uniti a quelli provocati dalla Xylella, rendono ancora più drammatica la situazione. <br />Ringrazio il Presidente per l’attenzione e la vicinanza dimostrata dal governo regionale alle popolazioni messe in ginocchio. Adesso però occorre continuare a spingere nei confronti del governo nazionale affinché dichiari, nel più breve tempo possibile, lo stato di calamità naturale ed eroghi i necessari finanziamenti utili a far ripartire l’economia e le imprese danneggiate”./comunicato <br /> Fri, 22 Nov 2019 15:52:30 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70845/Crisi-mercato-oleario--approvata-all-unanimita-mozione-di-Damascelli Villani Emanuela Sedute Consiglio Crisi mercato oleario, approvata all’unanimità mozione di Damascelli Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli. <br />“Approvata all’unanimità la mozione che ho presentato per richiedere misure concrete e urgenti a supporto del settore olivicolo pugliese: ci si aspettava una buona campagna olearia e, invece, è in atto un crollo vertiginoso del prezzo delle olive e dell&#39;olio. Quotazioni di mercato ai minimi a causa delle importazioni selvagge dall’estero di fiumi di olio di dubbia e ignota provenienza. Oggi, in molti casi, le aziende non riescono nemmeno a coprire i costi di produzione per il crollo dei prezzi. E noi abbiamo il dovere di dare un segnale forte, perché si tratta di un segmento produttivo essenziale per l’intera economia regionale: un terzo dell’olio prodotto in Italia è pugliese. Si tratta dell’ennesima stangata al settore, che si aggiunge al dramma delle gelate del 2018 e al flagello della Xylella. Chiediamo allora che la Giunta della Regione Puglia si impegni concretamente, intervenendo presso il Governo nazionale per richiedere l’attivazione di misure urgenti a salvaguardia del comparto olivicolo pugliese attraverso controlli doganali più stringenti, serrati, per bloccare le importazioni selvagge e fraudolente. Ancora: nella mozione si richiede al Governo l’effettiva abolizione del segreto di Stato sulla provenienza dei prodotti agroalimentari importati in Italia, tristemente ancora in vigore. Così come chiediamo di sollecitare il Ministero per le Politiche agricole e forestali a dare attuazione alla legge 44/2019 per le emergenze in agricoltura, relativa alle calamità che gli olivicoltori hanno subìto nel 2018. Nonostante le battaglie fatte insieme al popolo pugliese, alle organizzazioni e agli agricoltori del nostro territorio, ancora oggi a quelle imprese non è dato ancora alcun indennizzo. L’ulteriore richiesta è quella di insistere con il Ministero dello Sviluppo economico affinché siano attivate misure di difesa commerciale, previste anche dalla legislazione dell’Unione europea, al fine di ripristinare un’effettiva concorrenza nel mercato comunitario, anti dumping e anti sovvenzioni. Ringrazio tutti i colleghi consiglieri per aver condiviso la mia proposta: dalla Puglia abbiamo mandato un messaggio forte e chiaro al Governo nazionale”./comunicato <br /> <br /> Fri, 22 Nov 2019 15:51:05 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70844/Verso-le-Primarie-2020--C-Entra-il-futuro---Fuori-il-problema--dentro-la-soluzione--e-questo-il-senso-del-nostro-programma- Villani Emanuela Politica Verso le Primarie 2020, C-Entra il futuro: “Fuori il problema, dentro la soluzione; è questo il senso del nostro programma” “Alle primarie stiamo candidando una squadra, perché un uomo da solo è in cattiva compagnia, e un elenco di soluzioni. ‘Fuori il problema, dentro la soluzione’, non è uno slogan ma un metodo per aiutare le persone nelle loro sofferenze e nelle difficoltà. Assumere la responsabilità di una decisione, argomento per argomento, è stato il nostro metodo negli ultimi cinque anni, con iniziative anche vigorose. Noi abbiamo soluzioni perché non vogliamo essere una parte del problema e per questo siamo qui. Ci rendiamo conto, inoltre. che solo con la nostra vittoria c’è la possibilità di allargare la coalizione a quei partiti e movimenti politici che non stanno nelle primarie perché non vogliono sostenere Emiliano e il suo programma”. <br />Lo ha detto il Consigliere Regionale Fabiano Amati, candidato alle Primarie 2020, in apertura della conferenza stampa di questa mattina promossa con i consiglieri Sergio Blasi, Ruggiero Mennea, Gianni Liviano e Donato Pentassuglia, fondatori insieme a lui dell’associazione C-Entra il futuro. <br />“Per il problema delle liste d’attesa, per esempio, come si fa a stare vicino alle persone? Uno dei rimedi – da noi già proposto in Consiglio regionale – è quello di sospendere l’attività a pagamento in caso di disallineamento tra i tempi di attesa tra attività istituzionale e a pagamento. Su xylella abbiamo combattuto una battaglia imponente: riteniamo che per provare a contenere il batterio sia necessario accordarsi con la prova scientifica perché per tanti anni non lo abbiamo fatto, alimentando di fatto il contagio fino alla Piana degli ulivi monumentali. Sui rifiuti, occorre creare impianti per togliere la monnezza dalle strade; per agricoltura e imprese, all&#39;inizio della Legislatura, presentammo una proposta di legge per l&#39;istituzione di un ente strumentale, Puglia Azioni Veloci, mai sostenuta, per liquidare rapidamente gli aiuti e non per mettersi nelle mani della burocrazia strozzina, che fa pagare il tempo con un alto tasso d’interessi. Sull’ex Ilva, prima la salute che si raggiunge con il Piano ambientale, con la tranquillità che la sua attuazione non porti guai giudiziari, e poi di riflesso sostenendo il lavoro e la produzione della fabbrica e del suo indotto. E mentre ciò sembra normale, il Consiglio regionale della Puglia - come sta accadendo in queste ore - non ha nemmeno il coraggio di dividersi nel voto sulle tre mozioni presentate, magari pure dividendosi, perché se la soluzione da proporre comporta i rischi del decidere si preferisce non dire e non fare. <br />Su questa e altre soluzioni - ha concluso Amati - ritorneremo nei prossimi giorni con maggiore puntualità”. <br />“Dobbiamo fornire alla Puglia e ai pugliesi l’opportunità di darsi delle risposte, di scegliere una candidatura alla guida della Regione, perché è la complessità dei tempi che lo chiede. Proponiamo la candidatura di Fabiano, una persona che sul campo ha dimostrato attenzione ai problemi della Puglia, di fare squadra, di avere una rete di rapporti tesi a risolvere i problemi – ha aggiunto il consigliere Donato Pentassuglia. Parla con il mondo che rappresenta la Puglia, con le persone e i loro problemi. Con lui abbiamo sperimentato questo gruppo che ha lavorato a viso aperto, garantendo il rispetto per le istituzioni. I numeri in termini di proposte, di proposte diventate leggi e soluzioni hanno determinato una certa attenzione su di noi e vogliamo che su questo la gente rifletta nei prossimi due mesi. Viste le emergenze della Puglia, il nostro progetto e le nostre soluzioni mettono nelle condizioni di risolvere e affrontare con serietà e passione i problemi: da qui l&#39;idea di un lavoro non contro qualcuno, ma a favore della nostra regione”. <br />“Le Primarie sono uno strumento da utilizzare pienamente. La proposta di Fabiano Amati non è la proposta di una persona, ma la proposta di un progetto. Noi proveremo a mobilitare le sensibilità, la testa e il cuore dei pugliesi intorno a soluzioni e non semplicemente con il racconto dei problemi che sono in campo – ha dichiarato il consigliere Sergio Blasi. Questo sarà l&#39;impegno di chi come noi si è rapportato con la propria coalizione con lealtà e serietà producendo punti di vista alternativi necessari nell&#39;interesse della nostra regione. È difficile trovare qualcuno che non riconosca le persone che sono qui per competenza e serietà; in un tempo in cui la superficialità sembra avere la meglio, non sembri controcorrente mettere al centro serietà, competenza e studio. Ecco perché mettiamo sul tavolo delle questioni cruciali per la crescita e lo sviluppo di questa regione le soluzioni più utili e necessarie, non per affrontare solo il presente, ma anche a sostegno degli anni che abbiamo davanti. Non ci rassegniamo al sud malato, vogliamo produrre soluzioni utili e necessarie per venirne fuori perché riconosciamo alla Puglia, alle sue donne e ai suoi uomini straordinarie capacità e forza”. <br />“Questo è l&#39;epilogo di un percorso che abbiamo fatto sin dall&#39;inizio di questa Legislatura – ha concluso il consigliere Ruggiero Mennea. Abbiamo molto spesso cercato di offrire soluzioni a problemi ingigantiti negli anni, abbiamo cercato di dare una maggiore spinta. Il senso del nostro contributo è quello di colmare le carenze consacrate dai cittadini; abbiamo fatto spesso azioni isolate e incomprese da chi aveva il comando, ma sono state molto apprezzate da chi aveva la nostra stessa sensazione. Questa non è una dichiarazione di battaglia contro qualcuno, ma una presa di coscienza di farsi carico delle criticità che abbiamo riscontrato e rispetto alle quali vogliamo dare e dire che abbiamo soluzioni efficaci, ragionate e studiate, e che vogliamo mettere a disposizione di una coalizione sempre più ampia. Il coraggio di portare avanti le proprie idee ci ha spinto a proporre un&#39;anteprima delle prossime regionali che penso siano apprezzate dai cittadini e da coloro i quali vedono ancora nel centrosinistra un punto di riferimento di questo governo regionale. Un&#39;azione di grande responsabilità e impegno sempre nell&#39;interesse della nostra comunità, anche per fare muro contro alcune derive a cui abbiamo assistito recentemente che non possono più appartenere a un progetto politico che deve mettere al centro chi ha la capacità di pensare e attuare soluzioni”./comunicato <br /> <br />In allegato foto della conferenza. <br /> <br /> Fri, 22 Nov 2019 15:15:43 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70842/Consiglio-regionale---Unanimita-mozione-a-difesa-olio-oliva-pugliese Lillo Francesco Sedute Consiglio Consiglio regionale - Unanimità mozione a difesa olio oliva pugliese L&#39;andamento della campagna olearia in corso, che si annunciava finalmente promettente per qualità e quantità dopo l&#39;annata nera 2018, risulta pesantemente penalizzato dalle massicce e selvagge importazioni di olio straniero, che stanno determinando un crollo dei prezzi con quotazioni in picchiata. <br />Questo lamenta il Consiglio regionale che ha approvato all’unanimità una mozione (primo firmatario Domenico Damascelli) che impegna la Giunta regionale a richiedere l&#39;attivazione di misure urgenti a salvaguardia del comparto olivicolo pugliese, a richiedere al Governo l’effettiva abolizione del segreto di Stato sulla provenienza dei prodotti agroalimentari importati in Italia (in attuazione del pronunciamento in merito del Consiglio di Stato del 6 marzo scorso a sollecitare il Ministero per lo Sviluppo Economico affinché siano attivate le misure di difesa commerciale previste dalla legislazione dell&#39;Unione europea, al fine di ripristinare un&#39;effettiva concorrenza sul mercato comunitario: anti dumping e anti sovvenzione. <br /> <br /> Fri, 22 Nov 2019 14:19:42 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70841/Consiglio-regionale---Avviati-i-lavori Lillo Francesco Sedute Consiglio Consiglio regionale - Avviati i lavori Con la relazione unificata da pèarte del presidente della Commissione bilancio Fabiano Amati sui tre punti iscritti all’ordine del giorno, ha preso inizio la seduta consiliare. Il presidente dell’assemblea Mario Loizzo, ha comunicato l’organizzazione dei lavori decisa nel corso della Conferenza dei presidenti. <br />Oggi si svolgerà la discussione generale su Rendiconto generale, Documento di economia e finanza regionale ed Assestamento e variazione al bilancio di previsione. Alle 14,00 è fissato il termine per la presentazione degli emendamenti al ddl sull’assestamento (già ieri ne sono stati presentati 34), mentre l’esame dell’articolato avverrà nella seduta di martedì 26 novembre. <br /> Fri, 22 Nov 2019 13:32:56 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70840/Spiagge-per-disabili--Turco---I-fondi-ci-sono-ma-i-Comuni-spendono-pochissimo--Annualita-2019-sta-per-terminare- Ambriola Angelo Politiche sociali Spiagge per disabili, Turco: “I fondi ci sono ma i Comuni spendono pochissimo. Annualità 2019 sta per terminare” “L’annualità 2019 sta per terminare. I fondi ci sono, ma i Comuni costieri non perdano ulteriore tempo: presentino subito progetti che rendono le spiagge libere accessibili ai disabili”. <br />Lancia un appello il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, sull’attuazione e la disponibilità economica collegata alla sua legge, la n.48/2018 “Norme a sostegno dell&#39;accessibilità delle aree demaniali destinate alla libera balneazione per le persone diversamente abili”. <br />“Sarebbe davvero un errore perdere questa possibilità – spiega Turco – considerando che mancano molti mesi all’avvio della prossima stagione estiva e quindi sindaci, Comuni e tecnici hanno tutto il tempo per predisporre progetti, candidarli al finanziamento e avviare i lavori. Basta davvero poco per far sì che i 69 Comuni costieri della Puglia siano a barriere zero. Con la mia legge infatti è possibile attrezzare i litorali con appositi parcheggi riservati, con l’abbattimento delle barriere architettoniche. Ma non solo. È possibile dotare le spiagge di servizi igienici e spogliatoi accessibili; predisporre segnaletica e indicazioni (corrimano e mappe tattili) per persone affette da disabilità sensoriale; dotare le spiagge di appositi ausili speciali, come la sedia per il trasporto dei diversamente abili e degli anziani. Come l’anno scorso ammonta a 20mila euro il contributo massimo che può essere riconosciuto per il Comune, singolo o in associazione con altri Comuni costieri. E apprezzo la sensibilità dell’assessore al Demanio e al Bilancio, Raffaele Piemontese, ad aver sostenuto il mio appello, già lanciato a giugno scorso, inviando una lettera ai sindaci e informandoli sulla possibilità di altri fondi aggiuntivi anche per quei Comuni che abbiano già usufruito del contributo regolarmente rendicontato”./comunicato <br /> Fri, 22 Nov 2019 13:06:50 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70835/Rifiuti--Zullo---Aro-Bari-4--oltre-31-milioni-di-euro-per-pagare-un-disservizio--Emiliano-e-Stea-lo-sanno- Ambriola Angelo Rifiuti Rifiuti, Zullo: “Aro Bari 4, oltre 31 milioni di euro per pagare un disservizio. Emiliano e Stea lo sanno? Interrogazione del capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo, al presidente Michele Emiliano e assessore all’Ambiente, Gianni Stea. <br />“Rifiuti a peso d’oro: siamo la terza Regione in Italia per costo della Tari (la famigerata tassa sui rifiuti), paghiamo mediamente 373 euro l’anno di Tari, contro i 190 euro del Trentino Alto Adige. Secondo voi, a occhio e croce, hanno un servizio migliore o peggiore gli altoatesini che pagano quasi la metà di quanto paghiamo noi? <br />Vi porto dei dati per poter agevolare la risposta? La gestione pugliese dei rifiuti è divisa in ARO, l&#39;organizzazione che gestisce il servizio di spazzamento, raccolta e trasporti dei rifiuti accorpandolo per Comuni. Per ovvie ragioni (essendo residente), conosco bene quella ARO BARI 4 che comprende i Comuni di Altamura, Gravina, Santeramo, Cassano, Grumo, Toritto e Poggiorsini. <br />L’Aro ha assegnato per l’anno in corso, complessivamente, circa 19 milioni di euro che dovrebbe essere assegnato alle imprese che si sono aggiudicate il servizio. Sennonché a questa cifra vanno aggiunti i rincari dei Comuni che non sono in grado di tenere pulite le proprie città con quanto stanziato dalla Regione. Aumenti che in alcuni casi (vedi Altamura) sfiorano circa il 92%: in pratica per conferire e avviare a recupero il materiale recuperabile quale umido, carta, vetro e plastica che rappresentano il 70% dei rifiuti e l&#39;ulteriore quota del 30% rappresentato dall&#39;indifferenziato prodotto nei Comuni dell&#39;Agro 4 i cittadini spendono la bellezza di oltre 31 milioni di euro. <br />Bei soldini, tutti pagati dalla tasca del cittadino che si ritrova comunque a vivere nell&#39;indecenza. <br />Cittadini che pagano un servizio pubblico senza che venga offerta loro la possibilità di esprimere un giudizio sulla qualità del servizio. Infatti, in violazione della Legge regionale n. 24 del 12 (art. 14, co. 9 bis) non esiste una Carta dei Servizi. <br />Per questo ho posto, attraverso un’interrogazione, dieci domande al presidente della Regione, Michele Emiliano, e all’assessore all’Ambiente, Gianni Stea, per conoscere, ammesso che le sappiano, le loro rispose su: <ol><li>Qual è l&#39;utilità dell&#39;ARO se poi ogni Comune ha il suo servizio, i suoi costi, la propria ditta in assenza di qualsivoglia economia di scala tenuto conto che il mantenimento della struttura ARO grava sulle spalle del cittadino attraverso la tassazione? </li><li>Perché i costi deliberati da ciascun Comune sono differenti in termini percentuali di aumento rispetto a quelli deliberati dall&#39;Aro atteso che la gestione unitaria deve assicurare il livellamento dei costi verso il basso e l&#39;immediato raggiungimento degli obbiettivi di raccolta differenziata tanto da evitare il pagamento dell&#39;ecotassa? </li><li>A quanto ammontano i ricavi da conferimento dell&#39;umido riutilizzato dalle ditte per la trasformazione in compost venduto sul mercato? </li><li>A quanto ammontano i ricavi derivanti dal conferimento di carta e cartone, vetro, materiali ferrosi e plastica? </li><li>Se la raccolta differenziata deve indurre al recupero e riutilizzo delle materie recuperate, non Le sembrano esagerati i circa 12 milioni e mezzo annui di euro che i cittadini con il pagamento della tassa sopportano? </li><li>Chi vigila sulla corretta esecuzione del servizio da parte dell&#39;ATI, il corretto adempimento degli obblighi contrattuali, l&#39;applicazione e l&#39;incasso delle penali? </li><li>A quanto ammontano ad oggi le penali applicate all&#39;ATI per ciascun Comune dell’ARO e se sono state incassate? </li><li>se si intende dare sostanza al disposto del citato art. 14 della L.R. 24/12 che al comma 9 prevede il diritto-dovere che il Comune nel quale si verificano varie e reiterate inadempienze contrattuali sanzionate da penalità seriali o nel quale si accerta una deficitaria sostenibilità economico-finanziaria del nuovo gestore unitario tale da compromettere la regolare esecuzione del contratto, esercita il diritto/dovere di intimare all’autorità dell’ARO di procedere alla risoluzione del contratto con il nuovo gestore unitario per inadempimento secondo i principi del codice civile e dell’articolo 203 del codice dell’Ambiente? </li><li>Cosa intende fare affinché ai nostri cittadini che pagano la TA.RI sia assicurata la Carta dei Servizi e il sistema di valutazione della qualità del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti sotto il profilo dell’efficacia, dell’efficienza e dell’economicità assicurando, ai fini del miglioramento continuo della qualità, la valorizzazione del punto di vista del cittadino/contribuente e la rilevazione della soddisfazione degli utenti e degli operatori? In fondo sono i cittadini che pagano il costo della gestione dei rifiuti e hanno il diritto di far sentire la propria voce. </li><li>Perché la Regione mette a disposizione somme straordinarie per le bonifiche del territorio senza rendersi conto che nel contratto ARO 4 le bonifiche periodiche sono già previste e se vengono effettuate?”./comunicato </li></ol> Fri, 22 Nov 2019 11:58:33 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70833/Lunedi-25-novembre--incontro-sulle-disabilita-con-Devid-Porrello Sgambati Patrizia Garanti Lunedì 25 novembre, incontro sulle disabilità con Devid Porrello <p>Lunedì 25 novembre 2019, alle ore 10,30 sarà accolto in Consiglio regionale Devid Porrello, vicepresidente del Consiglio Regionale del Lazio, Delegato per il Coordinamento degli Organi di Garanzia istituito in seno alla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e delle Province Autonome e il Presidente dell’Unione Nazionale Mutilati per Servizio U.N.M.S. (Ente Morale riconosciuto dal Presidente della Repubblica Italiana, Antonino Mondello.</p> <p>Alle ore 11.00 seguirà la Conferenza Stampa di presentazione di David Porrello da parte del Presidente del Consiglio regionale della Puglia, Mario Loizzo e dal Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, Giuseppe Tulipani che presenteranno temi e progetti importanti afferenti alla necessità di costruire un raccordo tra il livello nazionale delle politiche di garanzia nazionali e regionali nei settori di nostra competenza: Disabilità, Minori, Persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.</p> <p>Seguirà alle ore 11.30 un Workshop organizzato presso la Sala n. 5 della Biblioteca del Consiglio regionale sul tema: “Competenze del Garante dei diritti delle persone con disabilità e prospettive degli Organi di Garanzia”. </p> <p>Rivolgerà il saluto il Presidente del Consiglio regionale della Puglia, Mario Loizzo. </p> <p>Introduce il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, Giuseppe Tulipani.</p> <p>Interverranno: Francesco Bellino, docente di Filosofia morale e Bioetica, Giuseppe Musicco Dirigente Sezione Studio e Supporto alla Legislazione e alle Politiche di Garanzia del Consiglio regionale della Puglia, Antonino Mondello, Presidente dell’Unione Nazionale Mutilati per Servizio U.N.M.S., Annalisa Bellino – Dirigente del Servizio Sistema dell’Istruzione e Diritto allo Studio della Regione Puglia. </p> <p>Conclude: Devid Porrello Delegato per il Coordinamento degli Organi di Garanzia istituito in seno alla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e delle Province Autonome.</p> <p>In occasione del workshop il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia sottoscriverà due protocolli di intesa, con l’ U.N.M.S. e con il Comitato “Disabili Attivi” di Taranto, al fine di rafforzare la propria azione sul territorio, in sinergia con l’associazionismo.&nbsp;/com</p> <p>&nbsp;</p> Fri, 22 Nov 2019 08:38:51 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70831/Emergenza-psichiatria-nelle-carceri-pugliesi--Damascelli--FI----Regione-rispetti-la-legge--a-tutela-di-agenti-e-operatori- Sgambati Patrizia Sanità Emergenza psichiatria nelle carceri pugliesi, Damascelli (FI): "Regione rispetti la legge, a tutela di agenti e operatori" <p>Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli.</p> <p>“Una situazione esplosiva, che compromette la sicurezza degli agenti di polizia penitenziaria e la stessa funzione rieducativa della pena: la Regione deve immediatamente intervenire, in quanto ente competente, per far fronte all’emergenza psichiatrica nelle strutture detentive presenti sul nostro territorio ed è per questo che ho depositato un’interrogazione consiliare diretta al presidente-assessore alla Sanità, Emiliano. Nelle carceri pugliesi, secondo gli ultimi dati ufficiali, il tasso di sovraffollamento è del 65,3% e siamo tristemente la prima regione d’Italia in questo. Nel frattempo, però, si registra una drammatica insufficienza dell&#39;organico della polizia penitenziaria, che è sceso da circa 2400 unità nel 2001 a meno di 1900. E, se da un lato il numero di detenuti è alle stelle e quello degli agenti continua, invece, a diminuire; dall&#39;altro c’è una vera emergenza: sono sempre più frequenti gli episodi di scompenso psichico nel corso dell’espiazione della pena. Detenuti con gravi problemi di salute mentale ricevono un&#39;assistenza specialistica carente e per giunta sono allocati in sezioni comuni, a stretto contatto con la restante parte della popolazione carceraria. Il risultato è immaginabile: esiste un pericolo concreto per l’incolumità degli agenti di polizia penitenziaria, sotto organico e spesso in difficoltà anche a garantire la sicurezza ordinaria. Negli ultimi anni si sono registrate numerose aggressioni in danno del personale di sorveglianza e sanitario. L&#39;ultima qualche giorno fa a Bari, e a farne le spese sono stati due agenti. Dal 2008 la nuova normativa nazionale ha affidato alle Regioni e alle Asl la competenza in materia di sanità penitenziaria, eppure in Puglia non è stato dato seguito alle nuove prescrizioni in quasi tutte le strutture carcerarie. In particolare, le novità viaggiano su due binari: la realizzazione di reparti psichiatrici, la cui gestione in capo al personale medico e infermieristico in tutte le strutture circondariali, e la sistemazione dei pazienti con disturbi in aree dedicate esclusivamente a loro. Ciò per tutelare gli agenti di polizia e tutti coloro che operano nelle strutture, ma anche gli stessi pazienti problematici che spesso si abbandonano ad episodi di autolesionismo o addirittura a tentativi di suicidio, perché non adeguatamente assistiti”. /com</p> Fri, 22 Nov 2019 08:31:32 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70829/Brindisi--Vertenze-occupazionali---Bozzetti--M5S----Presto-chiederemo-audizione-Caroli-su-Auchan- Sgambati Patrizia Commissioni Brindisi. Vertenze occupazionali. Bozzetti (M5S): “Presto chiederemo audizione Caroli su Auchan” <p style="margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: left;"><em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">“Continuiamo a monitorare le vertenze occupazionali che interessano il territorio dell’intera provincia di Brindisi. Presto chiederemo un’audizione specifica del Presidente della Task Force regionale dell’occupazione Leo Caroli quando sarà affrontata la vertenza Auchan che coinvolge oltre 600 dipendenti impiegati nei punti vendita di Mesagne, Casamassima, Taranto e Modugno. In questo modo daremo seguito alla mozione a mia prima firma, approvata all’unanimità in Consiglio, con cui impegniamo la Regione ad avviare una interlocuzione, anche attraverso la Task Force regionale dell’occupazione, con i Ministeri competenti e a chiedere un Tavolo Tecnico al MiSE con le Regioni interessate per discutere nel dettaglio le ricadute sui rispettivi territori”. </span></em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">Lo dichiara il <strong>consigliere del M5S Gianluca Bozzetti </strong>a margine della seduta della VI Commissione sulla situazione delle crisi aziendali in Puglia.</span></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: left;">&nbsp;</p><div style="text-align: left;"> </div><p style="margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: left;"><em><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:black">“Oggi abbiamo chiesto a Caroli - </span></em><strong><span style="font-size:10.0pt; font-family:'Arial',sans-serif;color:black">continua Bozzetti</span></strong><em><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:black"> - aggiornamenti sui lavoratori della ex GSE, per cui è emersa la possibilità di prorogare gli ammortizzatori sociali per un altro anno e su quelli della Santa Teresa per anni impiegati nella Formazione, per cui è stata proposta una convenzione tra la partecipata e l’Arpal al fine di reinserirli per potenziare i Centri per l’Impiego. A distanza di anni, quindi, si sta cercando di fare quanto chiedevamo in sede di discussione della legge istitutiva dell’Agenzia. Meglio tardi che mai. È necessario intraprendere percorsi condivisi per garantire il mantenimento dei livelli occupazionali del territorio già pesantemente martoriato. Noi saremo sempre accanto a questi lavoratori”. </span></em>&nbsp; /com</p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;">&nbsp;</p> <p><br /></p> Fri, 22 Nov 2019 08:26:54 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70828/Proroga-Assegni-di-Cura--Conca---Una-trovata-elettorale-che-alimenta-solo-ingiustizia-sociale- Villani Emanuela Sanità Proroga Assegni di Cura, Conca: “Una trovata elettorale che alimenta solo ingiustizia sociale” “Una proroga che crea solo ingiustizia sociale: poco più di tremila persone che hanno avuto accesso all&#39;assegno di cura si vedranno il beneficio prorogato di altri sei mesi, per un totale di 18 mesi salvo ulteriori proroghe, mentre altri tremila utenti, che erano stati dichiarati ammissibili ma non finanziabili, vedono allontanarsi ancora il nuovo bando dopo esserselo visto negare per altrettanti mesi. Tutto per evitare, senza riuscirci, che in campagna elettorale ci si trovi a dover dare delle risposte alle proteste di chi rimane senza assegno di cura”, lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Mario Conca dopo la comunicazione ufficiale dagli uffici regionali della prosecuzione della liquidazione dell’Assegno di Cura, a coloro che sono risultati ammissibili e finanziabili, per ora fino al 31.10.2019. <br />L’assessore regionale al Welfare, Salvatore Ruggeri, infatti, avrebbe confermato la proroga degli assegni di cura 2019 per i non autosufficienti fino a dicembre 2019, destinata però solo a coloro che hanno già percepito l’assegno sino a luglio scorso. La cosa più giusta da fare sarebbe stata quella di indire un nuovo bando a settembre oppure decidere, una volta per tutte, di modificare l&#39;intero impianto della misura, visti i tanti ricorsi amministrativi e le proteste che ne hanno segnato l&#39;evoluzione negli anni. <br />“Chi invece - spiega Conca - è stato classificato ammissibile ma non finanziabile per incapienza del fondo, è stato escluso per ulteriori 6 mesi per un totale di diciotto e secondo l’assessore Ruggeri può fare domanda di accesso al RED 3.0, circa 500 euro mensili contro i 900 euro al mese dell&#39;assegno di cura, che già in molti casi gravi non sono sufficienti a coprire le spese assistenziali e sanitarie di chi ha una grave disabilità. Una decisione - incalza il pentastellato - che non fa altro che creare disparità tra disabili, alimentando rabbia, delusione e contenzioso. Chi ha ricevuto legittimamente l’assegno di cura teme di perderlo, chi non lo ha ancora avuto, ricorre alla magistratura e al Tar per difendere un diritto fondamentale, come quello alla salute. Per non parlare del contentino del RED, una beffa per molti, che oltre a dare la metà dell&#39;importo, non è neanche accessibile a tutti. Infatti, uno dei requisiti è un’età inferiore ai 67 anni, elemento che esclude molti di quei genitori anziani che si fanno carico da soli di congiunti disabili adulti. Più volte ho chiesto che si modificasse il regolamento per evitare ulteriore disparità di trattamento e per allargare la platea dei fruitori. Purtroppo si continua a speculare sui più deboli in vista della campagna elettorale, questo è davvero inaccettabile e non può essere sottaciuto”./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 18:51:37 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70827/Cavallino--Le---sopralluogo-nell-impianto-di-trattamento-amianto--M5S---Struttura-realizzata-senza-Autorizzazione-Unica- Villani Emanuela Territorio e Ambiente Cavallino (Le), sopralluogo nell’impianto di trattamento amianto, M5S: “Struttura realizzata senza Autorizzazione Unica” Nei giorni scorsi il senatore del Movimento 5 Stelle Iunio Valerio Romano, i consiglieri regionali Cristian Casili e Antonio Trevisi e i consiglieri comunali di Lizzanello Antonio Parlangeli e di Cavallino Giampaolo Falco hanno effettuato un sopralluogo l’impianto sperimentale di trasformazione di manufatti in cemento-amianto a Cavallino. <br />“Durante la visita è stato constatato che, non solo l’impianto è già stato realizzato, ma sarebbero state fatte delle prove di messa in funzione, utilizzando del calcestruzzo. Tutto ciò desta perplessità, dal momento che per il progetto non sarebbe stata ancora rilasciata l&#39;Autorizzazione Unica dalla Provincia di Lecce. Di fatto - spiegano i pentastellati - esiste solo una SCIA, presentata allo Sportello Unico delle Attività Produttive di Cavallino circa sei mesi prima della richiesta alla Provincia. Purtroppo registriamo ancora una volta la totale assenza del Comune di Cavallino: nel corso del Consiglio Comunale dello scorso 11 novembre, infatti, il sindaco incalzato dal M5S si è limitato a dire di non sapere ancora se e quando l’Ufficio Tecnico effettuerà un sopralluogo, comunque richiesto, per verificare lo stato dei luoghi e che l’amministrazione non ha al momento nient’altro da dire o disporre con urgenza”. <br />In attesa che il Tar si pronunci sul ricorso presentato da alcuni cittadini contro la realizzazione dell’impianto, il consigliere Falco ha proceduto con una segnalazione alle autorità competenti./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 18:20:00 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70826/PSR--Casili--M5S----Da-quattro-anni-denunciamo-anomalie-e-criticita--Ora-anche-l-Europa-certifica-il-fallimento-di-Emiliano- Racanelli Mariantonietta Agricoltura PSR. Casili (M5S): “Da quattro anni denunciamo anomalie e criticità. Ora anche l’Europa certifica il fallimento di Emiliano” “Abbiamo atteso pazientemente una risposta da parte del Presidente, nonché assessore all’Agricoltura Emiliano, in genere fin troppo loquace, alla dura lettera del Commissario europeo all’Agricoltura che di fatto certifica il fallimento della Regione sull’avanzamento di spesa del PSR. Invece tutto tace e ormai ci siamo giocati la reputazione di fronte agli organi europei e al coordinamento delle regioni italiane che fino ad oggi abbiamo presieduto. È necessario che Emiliano, oltre a informare l’Europa entro la fine del 2020 sulle principali azioni intraprese per risolvere le criticità del PSR, venga in Commissione con dati alla mano per illustrare cosa è stato fatto e quale cronoprogramma intenda mettere in atto. Sempre se ha qualcosa da dire” Lo dichiara il consigliere del M5S Cristian Casili. <br /> <br />“Da 4 anni denunciamo le anomalie nel PSR - continua Casili - e fui tra i primi a rilevare le criticità dell’EIP, il sistema informatico che ha di fatto causato fiumi di ricorsi da parte delle imprese pugliesi, chiedendo un cambio di passo della struttura assessorile e ora anche l’Europa chiede di rafforzare la capacità amministrativa delle strutture coinvolte e sottolinea come per molte misure e sottomisure il livello di spesa sia ridotto o pari a zero, nonostante in fase di programmazione siano state definite prioritarie dalla stessa Regione. Siamo inchiodati a una spesa pubblica di 453 milioni, ultimi in Italia per avanzamento della spesa e tutto ciò è vergognoso per una regione che da 5 anni ha a disposizione oltre 1,6 miliardi di euro. La struttura assessorile ha a disposizione poche risorse qualificate, eppure spendiamo 37 milioni di euro per mantenere in piedi l’assistenza tecnica. Un fallimento che andrà a pesare anche sulla prossima programmazione comunitaria, con l’assegnazione di meno risorse. I nostri agricoltori sono costretti a combattere non solo con la Xylella e i danni del maltempo, ma anche con la superficialità degli assessori all’Agricoltura che si sono succeduti in questa sciagurata legislatura”. /comunicato<br /> Thu, 21 Nov 2019 17:48:52 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70824/Rinviata-la-confereza-stampa-del-M5S-prevista-per-lunedi-25--I-patti-territoriali-strumento-per-lo-sviluppo-della-Puglia- Ambriola Angelo Politica Rinviata la confereza stampa del M5S prevista per lunedì 25 “I patti territoriali strumento per lo sviluppo della Puglia” La conferenza stampa&nbsp;del M5S,&nbsp;prevista per lunedì 25 novembre e annunciata ieri 21 novembre&nbsp;con l&#39;Agenzia Puglia&nbsp;Notizie&nbsp;di pari numero, è <strong>rinviata</strong> a data da definirsi.<br />. Thu, 21 Nov 2019 17:09:31 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70823/VI-Commissione--audizione-di-Caroli-su-crisi-aziendali Racanelli Mariantonietta Commissioni VI Commissione, audizione di Caroli su crisi aziendali Le crisi aziendali del territorio regionale sono state al centro delle audizioni della VI commissione consiliare presieduta da Mimmo Santorsola. Il presidente del SEPAC (task force regionale per l’occupazione), Leo Caroli su sollecitazione dei commissari presenti, ha fatto il punto su alcune delle maggiori vertenze che vedono impegnato il comitato nell’attività di raccordo tra imprese e lavoratori. <br />A partire da due questioni, che oltre ad Ilva, interessano il territorio jonico. Il consigliere regionale Donato Pentassuglia ha chiesto infatti aggiornamenti sui tavoli riguardanti TCT e Marcegaglia. Dopo aver ricordato il notevole sforzo economico sostenuto dalla Regione Puglia per garantire la cassa integrazione in deroga per 3 mesi ai lavoratori ex TCT transitati in una società costituita ad hoc per garantire il graduale reclutamento in altre aziende portuali, Caroli ha spiegato che la partita ora è gestita dall’ Autorità portuale. <br />Ancora aperta invece la questione riguardante Marcegaglia, dove l’ambizione di reindustrializzazione del sito produttivo, presuppone un sostanzioso impegno di risorse private: dopo alcune trattive che non hanno avuto esito positivo, nonostante gli incentivi proposti dall’azienda proprietaria (dote per ciascun lavoratore assunto, agevolazioni sul canone di affitto, supporto nell’attività di ricerca di investitori), la Regione Puglia è intervenuta per garantire i lavoratori con un ulteriore anno di ammortizzatori sociali in attesa di nuovi investimenti. <br />Un richiamo è stato fatto anche alle internalizzazioni dei servizi nelle Asl: data la disparità di situazioni nelle varie aziende provinciali, l’auspicio è quello di una gestione organica e di una riorganizzazione, secondo linee guida unitarie, delle Sanitaservice. <br />Il consigliere regionale del M5S, Gianluca Bozzetti ha fatto riferimento invece agli ex dipendenti GSE di Brindisi, poi riassorbiti da Dema: l’azienda, dopo aver dato vita a due nuove aziende DAR e DCM, non ha ancora avviato le attività per i 100 dipendenti DCM ai quali stanno per scadere i due anni coperti da ammortizzatori sociali. La crisi aziendale è stata poi sottratta all’interlocuzione locale e trasferita ai tavoli nazionali, ma anche in questo caso la Regione Puglia si è attivata per recuperare risorse per un ulteriore anno, confermando che non accetterà un piano che preveda tagli al personale. <br />Per quanto riguarda invece la Santa Teresa di Brindisi, Caroli ha confermato che il 31 dicembre scade ultima tranche degli ammortizzatori in deroga: nel frattempo, data la disponibilità delle risorse stanziate dal governo per i Centri per l’impiego, la task force ha proposto di attivare una convenzione con l’Arpal (Agenzia regionale per il lavoro) per consentire il transito dei lavoratori, peraltro già qualificati, nella sezione territoriale. <br />Relativamente alla Bosch, gli aggiornamenti saranno comunicati dopo l’incontro fissato per il 28 novembre. <br />Al termine dei lavori, la Commissione ha deciso di formalizzare una risoluzione per chiedere al Governo regionale di esplicitare le linee di indirizzo politiche che intende adottare per affrontare in maniera organica le vertenze aziendali e avviare una interlocuzione periodica con la task force per seguire in maniera più puntale l’evoluzione delle diverse questioni. <br /> Thu, 21 Nov 2019 16:40:41 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70820/Verso-le-Primarie-2020--domani-a-Bari-conferenza-stampa-con-i-consiglieri-di-C-Entra-il-futuro Villani Emanuela Politica Verso le Primarie 2020: domani a Bari conferenza stampa con i consiglieri di C-Entra il futuro In vista delle elezioni Primarie del 12 gennaio 2020, domani venerdì 22 novembre, alle 10.15, nella sala congressi dell’Hotel Majesty di Bari (via G. Gentile, n. 97 B) avrà luogo una conferenza stampa promossa dai consiglieri regionali Fabiano Amati, Sergio Blasi, Gianni Liviano, Ruggiero Mennea e Donato Pentassuglia. <br />I fondatori di C-Entra il futuro - associazione di cultura, politica e mobilitazione - presenteranno i punti di programma a supporto della partecipazione alle Primarie./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 16:04:43 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70819/Agenda-del-Consiglio Ambriola Angelo Agenda Agenda del Consiglio <p style="text-align: justify;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Domani venerdì 22 novembre</span></strong></p><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 10,30</strong> – Seduta del Consiglio regionale – Aula consiliare</span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">DDL n. 62 del 30/04/2019 “Rendiconto generale della Regione Puglia per l’esercizio finanziario 2018” - (così come emendato in prima Commissione con assorbimento e decadenza dei ddl di modificazioni n. 131 del 09/07/2019 e n. 180 del 23/09/2019) - (rel. cons. Amati Fabiano); </span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">DDL n. 191 del 5/11/2019 “Assestamento e variazione al bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2019 e pluriennale 2019-2021” - (così come emendato in prima Commissione con assorbimento e decadenza dei ddl 183, 184, 185, 186, 187, 188 e 189, relativi a riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio ai sensi dell’art. 73, comma 1, lettera a), del d.lgs. 23.06.2011, n. 118) (rel. cons. Amati Fabiano); </span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Deliberazione della Giunta regionale n. 1445 del 30/07/2019 &quot;Documento di economia e finanza regionale - DEFR 2020-2022&quot; - approvazione (rel. cons. Amati Fabiano). </span></li></ol><p><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Lunedì 25 novembre</span></strong></span></p><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 12,00</strong> - Seduta IV Commissione - sala 33</span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione sul tema: “Arif - piano di fabbisogno e attività anti Xylella”.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione del dott. Campanile sul tema: “Regolamento ATC. Danni da fauna selvatica e da storno alle aziende agricole. Regolamenti attuativi e determinazioni”.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione del dott. Tedeschi e delegazione produttori salentini di barbatelle sul tema: “Criticità del comparto della produzione di barbatelle”.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione sul tema: “Misura 4.2. PSR”.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Proposta di legge a firma del consigliere Marmo “Modifiche ed integrazione alla legge regionale n.8 del 23 marzo 2015 e ss.mm.ii. ‘Disciplina della coltivazione, ricerca, raccolta, conservazione e commercializzazione dei tartufi freschi o conservati nel territorio della Regione Puglia”. - Esame in sede referente ai sensi dell’art. 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li></ol><p style="text-align: justify;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Martedì</strong><strong> 26 novembre </strong></span></span></span></strong></p><ul><li style="margin: 0cm 0cm 6pt; text-align: justify;"><strong><span style="color: black;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Alle </span></span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">10,30</span></strong><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"> - Seduta del Consiglio regionale<span style="color: black;"> - Aula consiliare</span></span></span></li></ul><p style="margin: 0cm 0cm 6pt 40px; text-align: justify;"><span style="color: black;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Ordine del giorno allegato.</span></span></p><p><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Mercoledì 27 novembre</span></strong></span></p><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 12,00</strong> – Seduta V Commissione sala 33</span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione richiesta dal Consigliere reg.le Morgante dei vertici aziendali delle Ferrovie Sud Est, dei Servizi Automobilistici e dell’Assessore ai Trasporti Giannini sul tema: “Disservizi, sicurezza dei mezzi e situazione patrimoniale delle FSE e Servizi Automobilistici”. </span></li></ol><p style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Giovedì 28 novembre</span></strong></span></p><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 11,00</strong> – Seduta congiunta II e IV Commissione - sala 33</span></span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Deliberazione della Giunta regionale n. 2102 del 18/11/2019 &quot;Legge regionale n. 19/2019. Nomina commissario e sub commissari straordinari dell&#39;Agenzia regionale attività irrigue e forestali (ARIF) della Regione Puglia &quot;. (Parere ai sensi dell’articolo 2 della l.r. 19/2019).</span></li></ol><p style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">&nbsp;</span></p> <br /> Thu, 21 Nov 2019 15:58:56 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70816/Sabato-23-novembre-a-Lecce--la-presentazione-del-libro-di-Abaterusso--Una-sola-passione--Storie-di-politica-al-sud--con-il-ministro-Speranza Villani Emanuela Politica Sabato 23 novembre a Lecce, la presentazione del libro di Abaterusso “Una sola passione. Storie di politica al sud” con il ministro Speranza <p>Sabato 23 novembre, alle 17,00 presso l’Hilton Garden Inn di Lecce (via C. De Giorgi, 62), il consigliere regionale Ernesto Abaterusso presenterà il suo libro “Una sola passione. Storie di <br />politica al sud”. <br />All’incontro con l’autore, organizzato e promosso dal Gruppo consiliare LeU/I Progressisti, interverrà il Ministro della Salute Roberto Speranza, autore della prefazione. Introdurrà Salvatore Piconese, Sindaco di Uggiano La Chiesa e Segretario provinciale di Articolo Uno. A moderare il dibattito sarà il giornalista Fabio Casilli. <br /> <br />Breve scheda del libro, tratta dalla prefazione del Ministro della Salute Roberto Speranza. <br /> <br />In questo volume vi è “la storia autobiografica di un militante politico della sinistra nato e cresciuto nel profondo sud, nel sud estremo, direi: il Salento, la splendida parte meridionale della provincia di Lecce. C&#39;è anche un racconto sociale, che prende le mosse da un mondo arcaico, economicamente arretrato, come poteva essere il Mezzogiorno del dopoguerra. Ci sono i cambiamenti dei modi di vivere, della cultura, della moda. L&#39;evoluzione degli elettrodomestici, dei motorini, delle auto. Le trasformazioni dei rapporti personali e politici. Il contesto in cui muove i primi passi Abaterusso non è sfondo: diventa un protagonista della storia, in quanto motore della presa di coscienza che l&#39;impegno collettivo, la politica e il partito con la P maiuscola possono cambiare la vita delle persone. La convinzione che riunirsi, confrontarsi, aprire una sezione rappresentino crescita e forza. E la fiducia nel cambiamento in positivo accompagna il racconto, sin da quando, giovanissimo, Ernesto comincia a fare politica in una realtà terribilmente ostile, nella quale i comunisti sono considerati il pericolo numero uno, da combattere ed estirpare”./comunicato </p><p>Si allega locandina evento.<br /> <br /></p> Thu, 21 Nov 2019 15:32:28 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70814/Martedi-26-novembre-seduta-del-Consiglio-regionale Ambriola Angelo Sedute Consiglio Martedì 26 novembre seduta del Consiglio regionale Il Consiglio regionale è convocato per martedì 26 novembre, alle 10,30, nell’Aula consiliare. <br />Ordine del giorno allegato. <br /> Thu, 21 Nov 2019 15:19:39 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70812/-Programma-Europa-digitale---approvata-la-risoluzione-nella-Commissione-congiunta-IV-e-VI Villani Emanuela Commissioni “Programma Europa digitale”, approvata la risoluzione nella Commissione congiunta IV e VI Approvata all’unanimità, nella Commissione congiunta IV e VI, presieduta da Donato Pentassuglia e Domenico Santorsola, la proposta di risoluzione sul documento “Quadro finanziario pluriennale 2021-2027. Programma della Commissione europea ‘Europa Digitale’”. <br />Per il periodo 2021-2027 è previsto un investimento di 9,2 miliardi di euro in cinque settori chiave: super calcolo, intelligenza artificiale, cibersicurezza, competenze digitali avanzate e garanzia dell’ampio utilizzo di tali tecnologie digitali in tutti gli ambiti economici e sociali. <br />Il programma Europa digitale servirà fondamentalmente a garantire vantaggi per l’economia e affrontare sfide sociali che rispondano alle esigenze dei cittadini. In termini concreti, l’obiettivo del programma è rispondere alla difficile sfida che l’Europa deve affrontare in un contesto di crescente concorrenza mondiale. Gli attori globali stanno investendo grandi quantità di capitale pubblico nelle capacità digitali avanzate per promuovere la competitività, modernizzare il settore pubblico e proteggere la società e l’economia. <br />Il programma intende conseguire questi risultati superando la frammentazione degli investimenti, la mancanza di competenze digitali avanzate e la lentezza nell’adozione di soluzioni digitali innovative da parte delle amministrazioni pubbliche e delle piccole e medie imprese. <br />I presidenti Santorsola e Pentassuglia hanno comunicato ai commissari, che le osservazioni avanzate dai ricercatori del CNR e docenti universitari, in sede di audizioni svoltesi durante la seduta precedente, sono state recepite nel testo finale della risoluzione. <br /> <br /> Thu, 21 Nov 2019 14:40:35 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70811/Solidarieta--Turco---Acquistiamo-il-Paniere-delle-Eccellenze-per-sostenere-l-assistenza-domiciliare-ANT- Ambriola Angelo Politiche sociali Solidarietà, Turco: “Acquistiamo il Paniere delle Eccellenze per sostenere l’assistenza domiciliare ANT” “La Regione Puglia, anche quest’anno, sarà al fianco del mondo dei volontari. Sarà al fianco di ANT Puglia nella raccolta fondi de “Il paniere delle eccellenze”. Un grande gesto che coniuga solidarietà e attenzione verso il prossimo, soprattutto verso i tanti cittadini che ogni giorno lottano contro il tumore. E da medico tarantino, prima ancora che da politico, conosco benissimo le difficoltà fisiche, ma soprattutto psichiche, dei pazienti oncologici. Ecco perché diventa indispensabile con l’acquisto di questi speciali panieri, composti dal meglio dei nostri prodotti pugliesi, sostenere le attività di assistenza domiciliare che da oltre trent’anni il variegato esercito di volontari ANT offre su scala nazionale. Regaliamoci un gustoso paniere ma regaliamoci anche del bene verso gli altri”. <br />Lo dichiara il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, che questa mattina in Consiglio regionale ha partecipato, per il quarto anno consecutivo, alla presentazione del “Paniere delle eccellenze in Puglia” con il presidente del consiglio regionale Mario Loizzo e la presidente di Fondazione ANT, Raffaella Pannuti. Con un contributo di 20 euro sarà possibile dal 22 novembre acquistare uno dei mille e 500 panieri in diverse piazze regionali e sostenere così il progetto di assistenza domiciliare oncologica che ANT offre anche in Puglia. I punti vendita sono disponibili sul sito www.ant.it/puglia/ e sulla pagina Facebook ANT in Puglia./comunicato <br /><br /> Thu, 21 Nov 2019 14:14:57 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70809/Solidarieta--il-quarto-Paniere-ANT-delle-eccellenze-enogastronomiche-pugliesi Laudadio Felice Presidente del Consiglio Solidarietà: il quarto Paniere ANT delle eccellenze enogastronomiche pugliesi Prima tappa in Consiglio regionale, secondo tradizione, dell’altrettanto tradizionale campagna di solidarietà della Fondazione ANT (Associazione nazionale Tumori). La quarta edizione del Paniere delle Eccellenze enogastronomiche pugliesi è stata presentata, nella sede consiliare di via Gentile, dal presidente dell’Assemblea Mario Loizzo, con i consiglieri Giuseppe Turco, Francesco Ventola e la presidente nazionale Ant Raffaella Pannuti. <br />Nelle prime settimane di dicembre, sui banchi allestiti in tutti i capoluoghi sarà possibile acquistare una delle 1700 borsine in juta confezionate con prodotti tipici del territorio, finanziando con una donazione minima di 20 euro il progetto di assistenza domiciliare oncologica e di prevenzione di ANT in Puglia. <br />“Torniamo a sostenere - ha detto Loizzo - un’iniziativa utile e necessaria che serve a raccogliere fondi per rafforzare l’impegno della Fondazione tumori e l’azione del volontariato, positiva e di grande valore, oltre che spesso di grande sacrificio. Un impegno che merita rispetto”. <br />Chi aderisce - i tre rappresentanti del Consiglio regionale hanno dato l’esempio acquistando le prime decine di borsine - “offre un contributo e può apprezzare prodotti d’eccellenza, rigorosamente pugliesi, a cominciare dall’olio, identitario, ottimo e salutare”, ha osservato il presidente. <br />Nel paniere anche vino, pasta, taralli, prodotti da forno, conserve, tutti donati da aziende pugliesi grandi e piccole. “Una rete del territorio che funziona – ha fatto notare Francesco Ventola – tanto per merito del volontariato Ant che per lo spirito di solidarietà delle aziende pugliesi, che hanno offerto generosamente i propri prodotti, a titolo gratuito”. <br />Per questo potremmo ribattezzarlo il paniere della solidarietà, ha sottolineato il consigliere segretario Turco. “Raccoglie il meglio - ha aggiunto - della sana ‘fatica’ dei pugliesi, che lavorano e producono e il Consiglio regionale si conferma sensibile e riconoscente nei confronti di chi si prodiga al servizio dei pazienti oncologici ed anche dei familiari dei pazienti”. <br />La presidente Pannuti ha fornito i numeri dell’impegno Ant in Puglia. Trentadue medici, trentacinque infermieri e sei psicologi sono stati accanto a 47mila sofferenti dal 1988. Quanto alla prevenzione, nel solo 2028 sono stati visitati gratuitamente 6846 pugliesi. Numeri importanti, ha rilevato. Dimostrano quanto Ant sia in grado di affiancare il sistema pubblico, che da solo non riesce a rispondere alla domanda di assistenza qualificata della comunità. (fel) <br /> Thu, 21 Nov 2019 14:01:42 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70808/Colonna---Al-Torino-film-festival--il-documentario--i-giorni-e-le-opere--realizzato-nell-ambito-della-misura-regionale--la-Puglia-per-Matera-2019- Ambriola Angelo Cultura Colonna: “Al Torino film festival, il documentario “i giorni e le opere” realizzato nell'ambito della misura regionale “la Puglia per Matera 2019” “Sono davvero felice (e soddisfatto) che il docufilm ‘I giorni e le opere’ del regista gioiese Francesco Dongiovanni, sia stato selezionato per la 37^ edizione del Torino Film Festival, che si avvia domani, 22 novembre, per concludersi il 30. <br />Il lungometraggio è prodotto dalla cooperativa Murex di Gioia del Colle e rientra nel progetto “Monumenti Umani” [www.monumentiumani.it/], che ha visto, oltre alla produzione del film-documentario di Dongiovanni, anche la realizzazione di percorsi tracciati da Filippo Tito di Ciclomurgia/4 cycling and trek, di un percorso fotografico a cura di Michela Frontino, di due narrazioni poetiche a cura di Marco Cardetta. <br />Il progetto &quot;Monumenti Umani&quot; è stato finanziato dalla Regione Puglia nell&#39;ambito della misura “La Puglia per Matera 2019”, elaborata dalla Sezione regionale “Economia della cultura”, diretta da Mauro Bruno, in attuazione di una disposizione inserita, su mia proposta, nella legge di bilancio regionale per il 2017 (art. 20, l.r. 30 dicembre 2016, n. 40). <br />L’iniziativa legislativa e l’avviso pubblico che ne è scaturito, ricordo, erano finalizzati a finanziare azioni innovative da parte operatori nei settori della cultura, del turismo, e dello spettacolo, orientate a definire in vista dell’appuntamento di Matera 2019 – Capitale europea della cultura, il posizionamento strategico in termini identitari, di immagine e di attrattività dei territori pugliesi limitrofi a quello della città lucana. <br />L’intento era quindi quello di animare, promuovere e valorizzare l&#39;area della Murgia barese e tarantina situata al confine con la Basilicata e a ridosso di Matera, che comprende i territori dei comuni di Gravina, Altamura, Santeramo, Gioia del Colle, Castellaneta, Laterza e Ginosa. <br />Il film scritto e diretto da Francesco Dongiovanni sarà uno dei 149 lungometraggi (selezionati tra circa 4000 opere cinematografiche visionate) che saranno presentati al Torino Film Festival, e concorrerà nella sezione “Documentari Italiani”. <br />Racconta la vita quotidiana e il lavoro di un pastore e contadino, Peppino Maiullari, che vive e opera nei pressi della Masseria Jesce nel territorio di Altamura (situata lungo la strada per Laterza, antica stazione di posta romana lungo la via Appia, poi gràngia benedettina con annessa chiesa rupestre dedicata a San Michele Arcangelo, infine masseria fortificata) e conduce un’esistenza scandita dalle mansioni legate al lavoro nei campi con “il passo del cielo e del vento”, come recitano le note di accompagnamento del regista. <br />L’opera – forte solo della sequenza delle immagini (completamente spogliate di parole, dialoghi, commenti) e dei suoni ripresi dall&#39;ambiente (restituiti senza effetti o ridondanze musicali) – è capace, a mio parere, di dare valore, restituendoli allo spettatore in forma essenziale e prima, ai tratti salienti della storia e del paesaggio della Murgia. Un territorio aspro, difficile, luogo per millenni di duro lavoro, di un’opera quotidiana dell’uomo, che ha inciso e lavorato la pietra, che ha trasformato i luoghi popolandoli di riferimenti fisici/identitari (muretti a secco, tratturi, sentieri, masserie e jazzi, tutti in pietra o incisi nella pietra), finendo così per definire e costruire un’architettura del paesaggio che rende unico questo territorio. <br />Da assistente alla regia, ha sostenuto e accompagnato la realizzazione dell’opera Donato Laborante, artista e cantastorie altamurano che negli ultimi anni, con l’Associazione Ferula Ferita, ha animato con numerose iniziative culturali e sociali la Masseria Jesce, un luogo denso di storia e arte, presso cui sono state girate alcune scene di questo documentario (come di altre produzioni cinematografiche, ad esempio, “Pinocchio” di Matteo Garrone). <br />La prima proiezione del film “I giorni e le opere” al TFF, alla presenza dell’Autore, è fissata per sabato 23 novembre, alle ore 17, presso il Cinema Massimo di Torino. <br />Auguro perciò a quest’opera, al regista, a quanti ci hanno lavorato, alla cooperativa produttrice, all&#39;agenzia di distribuzione (“The Open Reel”), di conseguire i meritati riscontri in termini di apprezzamento da parte della giuria del festival e del pubblico che lo vedrà a Torino e, spero presto, anche in Puglia”./comunicato <br /><br />Il trailer è disponibile dal seguente link. <br />https://vimeo.com/352457340?fbclid=IwAR2zeu5vjOq1BsjtQiSSOxxoYAuU7ceES1ntA9JzfoHF20lSL7X69iAwtow <br /> Thu, 21 Nov 2019 14:00:28 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70807/Protezione-civile--Mennea---Facciamo-in-Puglia-il-dipartimento-per-i-beni-culturali-e-il-sostegno-sociale- Ambriola Angelo Protezione Civile Protezione civile, Mennea: “Facciamo in Puglia il dipartimento per i beni culturali e il sostegno sociale” “Credo sia arrivato il momento per la Puglia di avere un dipartimento di Protezione civile, al cui interno debbano esserci anche una sezione dedicata alla difesa del patrimonio culturale e una per il supporto al terzo settore. Per questo proporrò formalmente al presidente Michele Emiliano e al vice Antonio Nunziante, che è anche assessore alla Protezione civile, di trasformare l’attuale sezione in dipartimento”. Lo dichiara Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente della Protezione civile regionale, prendendo atto dei danni registrati dal patrimonio culturale italiano in questi giorni a causa del maltempo. Mennea ha mutuato, in parte, anche una proposta avanzata dall’archeologo Giuliano Volpe, già rettore dell’Università di Foggia, per far sì che il dipartimento nazionale di Protezione civile si doti di una funzione specializzata nel campo del patrimonio culturale. <br />“La Puglia, dal Gargano alla punta del Salento, ha un patrimonio culturale e storico davvero ricco”, sottolinea Mennea. “Basterebbe citare Castel del Monte, Monte Sant’Angelo e i trulli di Alberobello (beni Unesco) o le meraviglie del centro storico di Otranto, senza dimenticare le bellezze archeologiche di Canne della Battaglia e Canosa, le Cattedrali e i castelli medievali. Un patrimonio che, in caso di calamità naturali o distruzioni di natura dolosa o accidentale, si troverebbe – aggiunge - senza una protezione immediata. Peraltro, secondo i dati Ispra, dal 1998 al 2018 il nostro Paese per rimediare agli effetti del dissesto ha speso quattro volte di più di quanto ha investito in progettazione e realizzazione di opere di prevenzione (20 miliardi contro 5,6 miliardi di euro)”. <br />“Per questo ritengo che innanzitutto in Puglia – prosegue Mennea - bisognerebbe trasformare la sezione di Protezione civile regionale in dipartimento, in modo da avere un ufficio più strutturato e potenziato che consentirebbe di assolvere a compiti legati non solo all’emergenza e al post di emergenza, ma anche alla prevenzione. In questa maniera si potrebbe intervenire in modo efficace con uno strumento che evita la distruzione dei beni culturali e previene una serie di rischi come accaduto al sito archeologico di Afragola, distrutto l’anno scorso da un incendio. Sarebbe altresì necessaria una sezione che si occupa del sociale, con il supporto al terzo settore che è impegnato quotidianamente nel contrasto alle povertà alimentari e sanitarie. La Puglia sarebbe la prima regione in Italia ad avere una Protezione civile così strutturata ed efficace. Perché la Protezione civile – conclude – ha davvero bisogno di rigenerarsi e riconvertirsi alle esigenze del 21esimo secolo”./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 13:50:11 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70806/Psr--Gatta---UE-commissaria-Emiliano-per-risorse-non-spese--Che-altro-serve-per-mandare-a-casa-il-centrosinistra-- Ambriola Angelo Agricoltura Psr, Gatta: “UE commissaria Emiliano per risorse non spese. Che altro serve per mandare a casa il centrosinistra?” Nota del vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta di Forza Italia. <br />“L’Unione Europea ha di fatto commissariato la Puglia per i fondi non spesi del Piano di Sviluppo Rurale. Ci domandiamo che altro serva, che altro fallimento debba collezionare Emiliano per essere mandato a casa dai cittadini alle prossime elezioni. Ormai non si contano tutti gli errori, i ritardi e le omissioni del centrosinistra che governa la Regione, che hanno drammaticamente piegato, e piagato, la nostra agricoltura. È da tempo che denunciamo i ritardi nella spesa dei fondi Psr ed oggi l’Unione Europa ci dà ragione. Eppure, erano soldi da spendere subito perché l’agricoltura attraversa un momento tragico e avrebbe bisogno di quelle risorse come dell’ossigeno per vivere. Purtroppo, non siamo contenti di aver visto giusto, perché in ballo c’è il futuro di un settore trainante per la Puglia intera. Ma è evidente che Emiliano debba fare le valigie perché non si può danneggiare con tanta pervicacia la vita di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie”./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 13:37:16 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70805/Decreto--salva-precari-bis---Colonna---Grande-vittoria-per-i-docenti-pugliesi-del-progetto--diritti-a-scuola-- Ambriola Angelo Istruzione e formazione Decreto “salva precari bis”, Colonna: “Grande vittoria per i docenti pugliesi del progetto ‘diritti a scuola’” Nota del Consigliere regionale, Enzo Colonna. <br />“Rappresenta un grande successo per la Puglia l’approvazione, ieri, alla Camera dei Deputati, da parte delle Commissioni riunite VII (“Cultura, scienza e istruzione”) e XI (“Lavoro pubblico e privato”), dell’emendamento al Decreto legge n. 126/2019 che consente anche ai tantissimi insegnanti precari pugliesi che hanno partecipato al progetto regionale “Diritti a Scuola” la partecipazione al concorso straordinario per l’immissione in ruolo di 24mila docenti precari di scuole secondarie di primo e secondo grado che abbiano svolto almeno tre anni di servizio. <br />Si tratta di un risultato molto significativo che è stato possibile conseguire anche grazie al grande lavoro svolto a livello istituzionale e alla mobilitazione degli insegnanti coinvolti che, in Puglia, ha portato lo scorso 5 novembre il Consiglio regionale ad approvare all’unanimità una mozione (di cui sono stato il primo firmatario) con la quale ci si impegnava ad un’azione corale – tra Presidente della Regione, Giunta, Parlamentari eletti in Puglia e forze politiche – al fine di evitare che si determinassero ingiustificate disparità di trattamento ai danni di tanti docenti pugliesi. <br />Il Decreto, infatti, nella sua formulazione originaria, penalizzava gravemente gli insegnanti pugliesi che hanno partecipato al progetto “Diritti a Scuola” (ribattezzato dall’anno scolastico 2018/2019 “Tutto a Scuola”) promosso dalla Regione e che prevede, da dieci anni, lo svolgimento di attività di contrasto alla dispersione scolastica, di recupero e potenziamento formativo degli studenti. <br />Questi insegnanti, stando a quanto previsto dal Decreto approvato inizialmente dal Governo, non avrebbero potuto partecipare al concorso straordinario dal momento che la tipologia di contratto dagli stessi sottoscritto (un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, invece del canonico contratto di lavoro a tempo determinato) impediva di vedersi riconosciute le attività prestate ai fini del raggiungimento del requisito indispensabile dei tre anni di servizio. <br />L’emendamento ora approvato, presentato in sede di conversione del Decreto da diversi parlamentari eletti in Puglia e appartenenti a tutte le forze politiche, consente di evitare questa ingiusta e iniqua disparità di trattamento. <br />Ringrazio i deputati che hanno consentito il raggiungimento di questo importante risultato, recependo le sollecitazioni contenute nella mozione approvata all&#39;unanimità dal Consiglio regionale e contribuendo, così, a scrivere una bella pagina di buona politica e di leale collaborazione tra diversi livelli istituzionali. Auspico, ora, l’approvazione definitiva di questa norma anche in Aula in modo da consentire a centinaia di insegnanti precari che hanno partecipato al progetto &quot;Diritti a Scuola / Tutto a Scuola&quot; e che ambiscono alla stabilizzazione, di partecipare al concorso straordinario. <br />Resta aperta una seconda questione che era stata sollevata con la mozione approvata in Consiglio e cioè quella riguardante i docenti che da anni svolgono la loro attività nelle scuole paritarie che, stando a quanto previsto nel Decreto approvato dal Governo nazionale, possono partecipare al concorso solo ai fini del conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento e non, come invece previsto per chi abbia svolto almeno tre anni di insegnamento nelle scuole statali, ai fini dell’immissione in ruolo, in violazione della equiparazione delle scuole paritarie a quelle statali sancita dalla Legge 10 marzo 2000, n. 62. Mi auguro che anche su questo si possa intervenire nel corso della discussione in Parlamento, in modo da superare questa seconda ingiusta disparità di trattamento”./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 12:42:28 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70803/Interrogazione-di-De-Leonardis-al-presidente-Emiliano-per-le-internalizzazioni-dei-servizi-e-le-stabilizzazioni-nelle-Sanitaservice-pugliesi Villani Emanuela Sanità Interrogazione di De Leonardis al presidente Emiliano per le internalizzazioni dei servizi e le stabilizzazioni nelle Sanitaservice pugliesi Il consigliere regionale Giannicola De Leonardis ha presentato un’interrogazione urgente al presidente della Regione – e assessore alla Sanità – Michele Emiliano. De Leonardis ha fatto riferimento a una serie di comunicati dell’assessore allo Sviluppo Economico Cosimo Borraccino, del 3 e del 22 ottobre, e del 18 novembre scorso, in cui si fa esplicito riferimento all’internalizzazione dei servizi e alla stabilizzazione dei lavoratori presso la Sanitaservice di Taranto (“Siamo pronti, quindi, per passare dalle parole ai fatti, procedendo progressivamente alla internalizzazione dei lavoratori che svolgono mansioni indispensabili per il funzionamento di tutto il servizio sanitario regionale, come per esempio i 210 impiegati del CUP e dei Servizi informatici e di supporto agli uffici amministrativi della ASL di Taranto che attendono da tempo la definizione di questo complesso iter burocratico e amministrativo”, per citare solo un passaggio). <br />E ha ricordato che l’amministratore unico della Sanitaservice Foggia, dott. Massimo Russo, ha in più occasioni pubblicamente ribadito che “le procedure concorsuali sono l’unica strada per l’ingresso del personale a tempo indeterminato nella Sanitaservice”, in conformità con le normative vigenti in materia. E coerentemente a questa impostazione, nel recente passato la Sanitaservice Foggia per procedere alla stabilizzazione di personale per differenti tipologie e inquadramento professionale, ha fatto ricorso a procedure selettive e concorsuali, che hanno avuto ampio risalto ed evidenza pubblica. <br />Da qui l’interrogazione, per chiedere al presidente Emiliano “se esiste, in Puglia, uniformità nella gestione delle varie Sanitaservice a livello provinciale; se esistono, e quali sono, gli indirizzi e le Linee guida regionali in materia di internazionalizzazione dei servizi e di inquadramento e stabilizzazione del personale. E ancora, se le Sanitaservice e le Asl in Puglia hanno la facoltà di operare ognuna in assoluta discrezionalità anche in un ambito così delicato, in maniera difforme dalle altre, e se e come si intende fare chiarezza in questa materia, al di là delle dichiarazioni e degli annunci a mezzo stampa”./comunicato <br /> <br /> Thu, 21 Nov 2019 12:38:20 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70802/Paolo-Pellegrino-aderisce-a-Italia-in-Comune---Offerta-politica-seria-e-credibile--gia-consolidata-in-molti-Comuni-della-Puglia- Racanelli Mariantonietta Politica Paolo Pellegrino aderisce a Italia in Comune: “Offerta politica seria e credibile, già consolidata in molti Comuni della Puglia” Il consigliere regionale Paolo Pellegrino, vice presidente della III Commissione Sanità e delegato dal presidente Emiliano all’edilizia sanitaria, entra a far parte di Italia in Comune ed assume il coordinamento pro tempore della provincia di Lecce. <br />“Affronto con grande entusiasmo questa nuova esperienza politica - afferma Pellegrino - gratificato dal sostegno delle amiche e degli amici con cui da anni condivido l’interesse per la nostra Puglia e del nostro Salento. Sono certo che tutti insieme contribuiremo alla vittoria del centrosinistra in Puglia ed alla riconferma di Michele Emiliano alla guida della Regione. Italia in Comune rappresenta la giusta offerta politica per gli elettori e i cittadini perché mette al centro il lavoro dei sindaci e degli amministratori locali. Sono i sindaci il primo reale contatto con la politica, sono loro che instancabilmente danno ogni giorno risposte sui territori. E credo che queste virtuose esperienze, già consolidate in molte amministrazioni comunali della Puglia, possano essere traslate anche a livello regionale. I nostri elettori hanno bisogno di politici del fare, non di slogan urlati e di facili populismi”. <br />A Pino Cagnazzo, consigliere comunale di Copertino, va la presidenza provinciale. <br />Con questa mossa il partito di Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, si organizza con grande vigore nel Salento. Oltre a Paolo Pellegrino aderiscono infatti con circa venti amministratori locali (sindaci, assessori e consiglieri comunali), accogliendo così l’invito del presidente regionale del partito, nonché vice presidente della giunta regionale Antonio Nunziante. <br />“Paolo è una persona attenta ai territori, da sempre impegnata anche nelle politiche per la salute grazie alla sua esperienza professionale” commenta Pizzarotti. <br />“È stato un incontro costruttivo e di grande franchezza - sottolinea Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto e vicecoordinatore nazionale di Italia in Comune -. Paolo ha apprezzato la grande trasparenza ed il pragmatismo della squadra pugliese, composta da oltre 150 amministratori locali”. <br />Per Rosario Cusmai, coordinatore regionale e consigliere comunale di Foggia, “Paolo rappresenterà un elemento determinante per la organizzazione del Movimento; con lui Pino Cagnazzo saprà collaborare al meglio per costruire una lista salentina vincente per le prossime Regionali”. /comunicato<br /> Thu, 21 Nov 2019 11:12:34 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70800/Giovani-in-Consiglio--eletti-in-46--15-ragazze--per-il-biennio-2019-2021 Laudadio Felice Giovani in Consiglio Giovani in Consiglio: eletti in 46 (15 ragazze) per il biennio 2019-2021 “Giovani in Consiglio: da Osservatori a Protagonisti&quot;, il progetto di cittadinanza attiva del Consiglio regionale della Puglia a favore dei ragazzi entra a regime, con la proclamazione degli eletti per il biennio 2019–2021. <br />Più di 140mila studenti, di quasi 200 istituti scolastici secondari dell’intero territorio pugliese, hanno eletto i 46 giovani che avranno la possibilità di conoscere dall’interno i lavori dell’Assemblea legislativa regionale. <br />I dati delle votazioni di ottobre, che confermano la partecipazione record dell’anno scorso, sono diffusi dalla Sezione consiliare studio e supporto alla legislazione e alle politiche di garanzia, che cura direttamente l’attuazione del progetto, con la collaborazione attiva dell’Ufficio scolastico regionale e delle tante scuole interessate. Significativa la presenza femminile: anche in questa edizione ben quindici elette, senza quote rosa e doppie preferenze. <br />Il presidente Mario Loizzo, ribadendo i motivi di orgoglio per il Consiglio regionale della Puglia che attua un’iniziativa di grande valore e unica a livello nazionale nella sua strutturazione, augura agli studenti eletti di vivere appieno questa opportunità che viene loro offerta per diventare cittadini consapevoli ed attivi. <br />I 46 giovani saranno protagonisti di iniziative che si allargheranno all’intera platea studentesca regionale, diventando un autentico ponte col mondo della scuola e con i coetanei: attraverso il loro impegno, sarà possibile diffondere le buone prassi e i valori condivisi del vivere democratico. <br />Confermata, anche in questa edizione, la conduzione interna, a cura di personale regionale, che oltre a valorizzare le capacità di dirigenti e funzionari, permette di trasferire un bagaglio culturale non solo teorico. <br />Per l’insediamento dei giovani eletti, l’appuntamento è per il 4 dicembre, nell’Aula consiliare in via Gentile n. 52. /comunicato <br /><br /><em>Si allega la determina con l&#39;elenco degli studenti eletti (disponibile sul portale consiliare nella pagina dedicata al progetto</em> Thu, 21 Nov 2019 11:04:19 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70799/Galatina--Sopralluogo-del-M5S-all-ospedale-Santa-Caterina-Novella--Trevisi---No-alla-chiusura-di-gastroenterologia- Racanelli Mariantonietta Sanità Galatina. Sopralluogo del M5S all’ospedale Santa Caterina Novella. Trevisi: “No alla chiusura di gastroenterologia” “Doveva essere un ospedale di primo livello, ma quello a cui stiamo assistendo è in realtà il progressivo smantellamento dell’ospedale di Galatina. Non si possono continuare a depotenziare presidi territoriali importanti per il Salento con la scusa del nuovo ospedale del Sud Salento che non si sa se e quando vedrà la luce”. Lo dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi che ieri ha effettuato un sopralluogo al Santa Caterina Novella assieme al consigliere comunale del M5S Paolo Pulli. <br /> <br />“L’ospedale ha un reparto di gastroenterologia - continua il pentastellato - unico in Puglia, con 20 anni di storia che non possono essere persi. Invece si è deciso di chiuderlo con un danno sia per i cittadini che per il personale medico, che ancora non sa dove sarà ricollocato. Parliamo di un centro di eccellenza per la cura delle malattie infiammatorie croniche intestinali, delle malattie del fegato e per la nutrizione clinica naturale con percorsi ambulatoriali dedicati per la celiachia e le malattie rare e senza liste d’attesa. Anche il mantenimento del punto nascita senza il reparto di cardiologia e l’UTIC e, di conseguenza, senza posti letto monitorati, mette a repentaglio la sicurezza del parto stesso rendendo difficile o impossibile il trattamento delle problematiche cardiologiche del neonato e della madre. Questo fa sì che lo scelgano sempre meno partorienti. Problemi si registrano anche al Pronto Soccorso, dove ormai si possono solo stabilizzare i pazienti che arrivano con il 118, ma non è possibile erogare altre prestazioni. Siamo davanti a un altro fallimento della sanità targata Emiliano. Ci batteremo - conclude Trevisi - per impedire la chiusura dell’ospedale, ma se la Giunta andrà avanti con questo assurdo proposito auspichiamo che i numerosi plessi del nosocomio non vengano lasciati in stato di abbandono, ma utilizzati per ospitare centri di ricerca che troppo spesso hanno problemi a trovare sedi adeguate a causa delle poche risorse economiche di cui dispongono”. /comunicato<br /> Thu, 21 Nov 2019 11:02:07 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70797/Avviata-pulizia-del-canale--Ciappetta-Camaggio--la-soddisfazione-di-Marmo Ambriola Angelo Lavori Pubblici Avviata pulizia del canale “Ciappetta-Camaggio, la soddisfazione di Marmo Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br />“Finalmente, dopo le nostre ripetute richieste e dopo aver scritto all’assessore Giannini, il Consorzio di Bonifica sta ripulendo il canale di Ciappetta-Camaggio dai detriti e rifiuti. Ringrazio il commissario dei Consorzi, Ninni Borzillo, per aver avviato gli interventi necessari nei tratti urbani scoperti. Ho chiesto più volte di operare in questa direzione perché nei mesi autunnali, come è noto, il canale potrebbe essere inondato dalle acque dell’altopiano della Murgia per le probabili e copiose piogge. Poiché il Comune di Andria è in grave crisi economico-finanziaria e non può provvedere, ho chiesto l’intervento della Regione per scongiurare alluvioni che potrebbero interessare il centro abitato e le campagne circostanti, oltre ad amplificare il rischio idrogeologico per il territorio. Non posso che essere soddisfatto”./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 10:39:57 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70796/Sanita--Perrini---Emiliano--taglianastri--ha-dimenticato-l-ospedale-di-Mottola- Villani Emanuela Sanità Sanità, Perrini: “Emiliano ‘taglianastri’ ha dimenticato l’ospedale di Mottola” Dichiarazione del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini. <br />“Il presidente ‘taglianastri’ Michele Emiliano ha cancellato dalla sua agenda l’ospedale di Mottola. <br />Già due anni fa avevo denunciato che la struttura, declassata dal Piano di Riordino, stava diventando una cattedrale nel deserto. Un nosocomio dove erano stati spesi 40 milioni di euro per nuovi reparti, ma dove mancavano i servizi sanitari essenziali. Quelli per altro previsti proprio nella nuova visione a cominciare dal Centro specializzato nella Riabilitazione. <br />In questi giorni ho più volte incontrato gli operatori sanitari dell’ospedale, ho girato per i reparti. Sto raccogliendo materiale da sottoporre al direttore generale della Asl, Stefano Rossi. A Mottola continuano a non funzionare completamente e con efficienza i pochi servizi presenti. <br />Emiliano è anche, da sempre, assessore regionale alla Sanità e quindi le responsabilità sono tutte e solo sue. In questi giorni lo vedo spesso a Taranto a parlare di ex-Ilva, ogni tanto si ricordi però che al territorio deve garantire Salute”./comunicato <br /> <br /> <br /> Thu, 21 Nov 2019 10:28:58 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70795/Mazzarano---Le-parole-di-Zingaretti-a-Taranto-fanno-chiarezza-sulla-vicenda-ex-Ilva- Villani Emanuela Politica Mazzarano: “Le parole di Zingaretti a Taranto fanno chiarezza sulla vicenda ex Ilva” “Le parole del segretario nazionale del Pd in visita a Taranto fanno chiarezza sulla posizione e sulle scelte del Partito in una vicenda complessa e controversa come quella dell’ex Ilva, contro le sterili speculazioni delle opposizioni che utilizzano il caso Taranto per far cadere il governo”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale del Partito Democratico, Michele Mazzarano, a margine della visita a Taranto del segretario nazionale del partito, Nicola Zingaretti, in città per incontrare istituzioni, associazioni e lavoratori. <br />“In tutti gli incontri con gli esponenti locali delle istituzioni, delle associazioni e dei lavoratori – ha continuato Mazzarano – Zingaretti ha inoltre raccolto le testimonianze dirette, le idee e le proposte del territorio, facendosi carico delle istanze di ciascuno, per proporre al governo di concertare con tutti i soggetti coinvolti le soluzioni migliori per risolvere l’emergenza e le politiche di sviluppo e di investimento che richiede il “Caso Taranto”. <br />“Per il nostro territorio serve una politica di investimenti straordinari – conclude Mazzarano – un Piano Taranto, come lo ha definito Zingaretti – che ci debba vedere finalmente protagonisti di un ambizioso progetto di riconversione industriale attraverso il processo di ambientalizzazione e la messa in sicurezza della fabbrica da un lato, e dall’altro la costruzione di opportunità alternative di sviluppo”./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 10:22:13 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70794/Inchiesta-su-capo-gabinetto-Regione-Puglia--FDI---Emiliano-poteva-risparmiarsi-l--attenta-analisi--noi-siamo-garantisti-sempre- Ambriola Angelo Politica Inchiesta su capo gabinetto Regione Puglia, FDI: “Emiliano poteva risparmiarsi l’‘attenta analisi’ noi siamo garantisti sempre” Dichiarazione congiunta dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia (Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e Ignazio Zullo). <br />“Il presidente Michele Emiliano poteva risparmiarsi l’’attenta analisi’ della vicenda che sta riguardando il suo Capo di Gabinetto. Noi siamo sempre garantisti e confidiamo nel lavoro della Magistratura. Lo siamo stati anche nei confronti dei suoi ex assessori defenestrati dalla Giunta senza che lui avesse fatto la stessa ‘analisi’ che invece ha riservato oggi a Stefanazzi e qualche giorno fa all’assessore al Welfare, Ruggeri. Sarà un caso che nelle inchieste che hanno investito sia Stefanazzi sia Ruggeri sia lui stesso indagato e quindi prima di chiedere le loro dimissioni avrebbe dovuto dare le sue. <br />E’ questo il garantismo di Emiliano a doppio binario che dovrebbe far riflettere tutti: la doppia morale a seconda della convenienza è spesso un brutto vizio del centrosinistra”./comunicato <br /> Thu, 21 Nov 2019 09:26:22 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70793/PSR-e-disimpegno--Amati---Vigilati-a-vista-per-non-perdere-risorse--Ora-tutto-l-impegno-possibile-perche-in-ballo-soldi-e-fiducia-nell-Europa- Villani Emanuela Politica PSR e disimpegno, Amati: “Vigilati a vista per non perdere risorse. Ora tutto l’impegno possibile perché in ballo soldi e fiducia nell’Europa” “Sull’agricoltura saremo vigilati a vista, in pratica commissariati, e spero che serva a ridurre il danno. Ovviamente, dobbiamo rimboccarci seriamente le maniche, rinforzando la dotazione di personale, perché il messaggio dell’Europa mette in evidenza una situazione da risanare, per aiutare gli agricoltori e evitare una riduzione di fiducia dei pugliesi nelle politiche agricole e di sviluppo rurale dell’Unione europea”. <br />Lo dichiara il Consigliere regionale Fabiano Amati, Presidente della Commissione regionale bilancio, commentando la lettera inviata dal Direttore Generale dell’agricoltura e dello sviluppo rurale dell’Unione europea. <br />“Il problema è che se prometti ai cittadini che grazie all’Europa sarai in grado di dare sostegno, e poi non riesci nell’intento per disattenzione, carenza di personale e un eccesso di burocrazia fatta di regole e cavilli, finisce che le persone non credono in te – e questo è il danno minore – ma soprattutto nell’Europa. Nasce anche così il diffuso seguito alle sirene del nazionalismo, del sovranismo e del risentimento nei confronti della società aperta”. <br />“Purtroppo – conclude Amati – sono scettico visti i tempi brevi e il notevole contenzioso sulle possibilità di fare spesa entro i termini indicati dal DG europeo, pur confidando ovviamente sulla auspicabile riduzione del danno, perché qui si tratta di risorse non erogate a un settore ad alta intensità di posti di lavoro”./comunicato <br /> Wed, 20 Nov 2019 18:21:14 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/70791/Otranto--Amianto-nel-sito-del-gasdotto-Poseidon--Casili---Interventi-per-la-messa-in-sicurezza- Villani Emanuela Territorio e Ambiente Otranto, Amianto nel sito del gasdotto Poseidon, Casili: “Interventi per la messa in sicurezza” “È necessario assicurare monitoraggi e verifiche approfondite sul terreno in contrada San Nicola a Otranto, dove, ai fini della realizzazione del gasdotto Poseidon, è prevista la costruzione della stazione di misura. Sul sito infatti insiste la vecchia discarica Bandino, dove in passato sono stati smaltiti, tra l’altro, rifiuti contenenti amianto. Per questo ho richiesto ad ARPA di conoscere il programma degli operazioni di messa in sicurezza proposto dalla società e quali saranno le modalità di intervento”. È quanto dichiara il consigliere del M5S Cristian Casili. <br />“Nel corso delle indagini sui terreni acquistati per costruire la stazione di misura - continua il pentastellato - è emersa la presenza di amianto nel sito della discarica, per questo è indispensabile che tutti i soggetti competenti si attivino affinché sia garantita la messa in sicurezza dello stesso, prevenendo potenziali rischi per l’ambiente e la pubblica incolumità. È necessario, innanzitutto, capire se la presenza di amianto e di altri rifiuti abbia prodotto contaminazioni delle matrici ambientali accertando attraverso indagini preliminari eventuali rischi. È importante inoltre capire se sia necessario estendere le indagini anche alle aree limitrofe e se il sito sia idoneo ad ospitare i lavori da realizzare. Ciò in quanto un&#39;eventuale presenza di amianto tombato tal quale renderebbe alquanto difficoltosa la bonifica e rischiose le lavorazioni che riguardano la parte superficiale del suolo, rendendo di fatto problematico qualsiasi intervento di trasformazione del lotto interessato ” <br />Il 25 giugno scorso presso la Provincia, Poseidon ha illustrato le fasi del programma di intervento che prevede la mappatura dei rifiuti in superficie, indagini sulla natura e consistenza dei rifiuti nel sottosuolo e analisi della falda. È previsto un report mensile e uno finale a dicembre. Anche la Regione nei giorni scorsi ha convocato la società. <br />“Alla luce della particolare tipologia dei rifiuti presenti - conclude Casili - ritengo sia importante che gli interventi di messa in sicurezza del sito siano avviati il prima possibile e che gli enti competenti rendano noti tempestivamente i risultati dei monitoraggi al fine di garantire una corretta informazione ai cittadini”./comunicato <br /> <br /> Wed, 20 Nov 2019 18:05:41 +0100