Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ Consiglio Regionale della Puglia it-IT Copyright 2018 Tue, 19 Jun 2018 19:01:31 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/Images/logo.png Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59276/Ddl-politiche-attive-del-lavoro--M5S---Giunta-e-maggioranza-litigano-e-di-mezzo-ci-vanno-tanti-lavoratori- Racanelli Mariantonietta Sedute Consiglio Ddl politiche attive del lavoro. M5S: “Giunta e maggioranza litigano e di mezzo ci vanno tanti lavoratori” “Ci siamo astenuti dal voto sulla legge che istituisce l’ARPAL, l’Agenzia Regionale per le Politiche Attive sul Lavoro, a causa delle numerose criticità del provvedimento, che non sono state risolte per i contrasti tra la Giunta e la sua maggioranza che purtroppo hanno prevalso sul bene dei lavoratori”. Così i consiglieri del M5S Gianluca Bozzetti, Antonella Laricchia, Grazia Di Bari e Marco Galante in seguito all’approvazione in Consiglio Regionale del Disegno di legge “Norme in materia di politica regionale dei servizi per le politiche attive del lavoro e per il contrasto al lavoro nero e al caporalato”. <br /> <br />“In Commissione - spiegano i cinquestelle - grazie anche al parere favorevole del Governo, era stato approvato il nostro emendamento il quale prevedeva che le vertenze collettive, gestite dalle Province, diventassero di competenza dell’ARPAL che, successivamente, con atto interno, le avrebbe gestite a livello territoriale. Oggi quell’emendamento è stato eliminato a causa delle pressioni della maggioranza creando un vero e proprio vuoto normativo a danno dei lavoratori. A causa delle prove di forza tra il Governo e i consiglieri di centrosinistra non è passato neanche l’emendamento a tutela di 300 formatori professionali, che nei prossimi mesi rimarranno a casa, con buona pace del supporto dato per anni ai centri per l’impiego. Non si è neanche colta l’opportunità di integrare all’interno del neo-sistema ARPAL i lavoratori delle società in house delle Province che finora hanno lavorato nei servizi per l’impiego, parliamo di circa 40 persone in tutta la Puglia che prestano la loro opera da oltre 20 anni. Ma il capolavoro vero la maggioranza l’ha raggiunto quando si è trattato di votare l’emendamento per istituire la figura del valutatore indipendente. I consiglieri di maggioranza che hanno votato sfavorevolmente, andando anche contro il parere del Presidente Emiliano, per giustificare questa scelta hanno parlato della necessità di evitare un minimo spreco di denaro pubblico (circa 70.000 euro); una dichiarazione molto curiosa se pensiamo che sono gli stessi consiglieri che per due volte nelle sedute di Bilancio hanno votato per mantenere in essere una spesa di oltre 10 milioni l’anno per i vitalizi degli ex consiglieri regionali. A questo punto ci auguriamo che, quando ripresenteremo l’emendamento per abolirli, i consiglieri di maggioranza si ricordino della necessità di preservare i soldi dei pugliesi che hanno manifestato questo pomeriggio”. /comunicato<br /> Tue, 19 Jun 2018 19:01:31 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59275/Agenzia-del-lavoro--Campo---Garantiti-servizi-piu-efficienti-e-serenita-agli-operatori- Racanelli Mariantonietta Sedute Consiglio Agenzia del lavoro, Campo: “Garantiti servizi più efficienti e serenità agli operatori” &quot;Il Consiglio regionale completa il processo di trasferimento delle funzioni in materia di politiche attive del lavoro dalle Province alla Regione, garantendo serenità agli operatori delle Province e servizi più efficaci agli utenti dei Centri per l&#39;impiego&quot;. Lo afferma il presidente del Gruppo consiliare del Partito Democratico, Paolo Campo, commentando l&#39;approvazione del disegno di legge &quot;Norme in materia di Politica Regionale dei Servizi per le Politiche attive del lavoro&quot;. <br />&quot;Con l&#39;approvazione della legge, approfondita ed emendata in Aula - continua Campo - è stata istituita l&#39;Agenzia regionale per le Politiche attive del lavoro, che avrà il compito di coordinare le politiche regionali in questa delicata materia esplicitate operativamente dai Centri per l&#39;impiego e dai soggetti pubblici e privati accreditati. L&#39;Arpal si avvarrà delle competenze maturate dai dipendenti delle Province e della Città Metropolitana di Bari, che saranno assorbiti nelle rinnovate strutture territoriali. Importante - prosegue - anche l&#39;implementazione del sistema informativo regionale delle politiche del lavoro, gestito sempre dall&#39;agenzia, attraverso cui migliorare l&#39;erogazione e la personalizzazione dei servizi. Il Consiglio regionale ha definito e chiarito compiti e obiettivi della nuova organizzazione dei servizi per l&#39;occupazione - conclude Paolo Campo - superando finalmente la fase d&#39;incertezza, aperta con la rideterminazione delle competenze delle Province&quot;. /comunicato<br /> <br /> Tue, 19 Jun 2018 18:55:29 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59274/Borraccino---Nella-legge-dell-Agenzia-per-il-lavoro-trovano-dignita-le-figure-di-lavoratori-precari-da-anni- Racanelli Mariantonietta Sedute Consiglio Borraccino: "Nella legge dell'Agenzia per il lavoro trovano dignità le figure di lavoratori precari da anni" Nota del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali Mino Borraccino: <br /><br />&quot;Approvata oggi in Consiglio l&#39;Agenzia regionale per il lavoro. Ho votato a favore di questo progetto di legge, principalmente per due ragioni. Innanzitutto perché il settore necessita di una riorganizzazione dei servizi dei Centri per l&#39;impiego che in questi ultimi anni avevano raggiunto un livello di inefficienza ed inefficacia pauroso, che stentava ad offrire, soprattutto ai giovani, orientamento per l’occupazione, a causa anche della mancanza di una salda dotazione organica. Ma ho votato anche a favore perché è stato approvato l&#39;emendamento presentato insieme ai colleghi Pentassuglia, Liviano, Galante e Perrini, poi recepito dall&#39;assessore Leo, e ripresentato da lui stesso sotto forma di subemendamento, che dà la possibilità ai dipendenti delle Società partecipate delle Province pugliesi, come ad esempio “Taranto-Isolaverde”, “Santa Teresa” di Brindisi, di poter essere assorbiti attraverso una selezione pubblica. Verrà così data la possibilità a questi lavoratori di proseguire il servizio, svolto per vent’anni con professionalità ed esperienza, all’interno dei Centri per l’impiego. Oggi dunque si è scritta una buona pagina per dei lavoratori, una cinquantina in tutta la Puglia, che finalmente nei prossimi mesi potranno trovare il giusto riconoscimento al lavoro delicato, e molto spesso sottopagato, svolto in questi decenni&quot;. /comunicato<br /> Tue, 19 Jun 2018 18:52:05 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59273/Danni-da-fauna-selvatica--Bozzetti---Abbiamo-salvato-cani-e-gatti-inselvatichiti-ora-vigileremo-perche-la-legge-venga-attuata- Racanelli Mariantonietta Sedute Consiglio Danni da fauna selvatica. Bozzetti: “Abbiamo salvato cani e gatti inselvatichiti ora vigileremo perché la legge venga attuata” “Riteniamo quella approvata in aula una legge indispensabile visti i danni alle colture provocati dalla fauna selvatica, per questo abbiamo dato il nostro contributo alla sua approvazione, mettendo al primo posto il bene degli agricoltori pugliesi e cercando di bilanciare l’interesse degli imprenditori agricoli con le norme poste a tutela della fauna selvatica. Ora auspichiamo che, quanto previsto dal testo, sia realmente applicato diversamente da quanto fatto finora. La maggior parte delle misure di controllo e tutela della fauna selvatica sono infatti già disciplinate dalla legge sulla caccia, tanto che la Giunta avrebbe già potuto fare qualcosa di concreto per gli agricoltori”. Così il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti, dopo l’approvazione in aula della proposta di legge in materia di prevenzione e contenimento e indennizzo dei danni provocati dalla fauna selvatica. <br /> <br />“Riteniamo fondamentale - continua il pentastellato - che il Consiglio abbia rimediato all&#39;errore fatto in Commissione, quando era stato bocciato il nostro emendamento per escludere dalle misure straordinarie di controllo della fauna selvatica le forme inselvatichite di specie domestiche, quindi anche cani e gatti inselvatichiti. Ed è stato anche importante che, grazie ad un nostro emendamento sia stato vietato l’uso delle trappole nell’ambito degli interventi di prevenzione, poiché costituisce un metodo di controllo diretto. Ora vigileremo affinché questa legge non resti solo sulla carta: la Giunta deve provvedere in tempi brevi ad adottare i previsti provvedimenti attuativi. Vanno incentivate le misure di prevenzione dei danni causati da ungulati e bisogna pianificare le attività di controllo degli stessi - conclude Bozzetti - solo in questo modo potremo realmente aiutare gli agricoltori”. /comunicato<br /> Tue, 19 Jun 2018 18:34:47 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59272/S-S-96--Conca-scrive-all-ANAS---Si-rischia-che-diventi-la-nuova-Salerno-Reggio-Calabria--Completare-i-lavori- Racanelli Mariantonietta Viabilità S.S.96, Conca scrive all’ANAS: “Si rischia che diventi la nuova Salerno-Reggio Calabria. Completare i lavori” Il consigliere del M5S Mario Conca ha inviato una lettera all’ANAS per chiedere quale sia il cronoprogramma dei lavori di ammodernamento e raddoppio della Strada Statale 96, iniziati da anni e che avrebbero dovuto essere completati nei mesi scorsi. <br /> <br />“Una strada - dichiara il consigliere cinquestelle - che rischia di diventare una nuova Salerno-Reggio Calabria. Dopo l&#39;apertura di un tratto di 11 km nei pressi di Altamura, che unitamente al tratto che attraversa il territorio di Grumo e Toritto è l&#39;unico a quattro corsie, si attende da tempo lo sblocco del tratto in zona Mellito e il completamento dei lavori in agro di Palo del Colle. Il cantiere procede per fortuna in maniera più spedita per l&#39;innesto in costruzione che collegherà la S.S. 99 con la S.S. 96, visto che Matera 2019 è oramai alle porte”. <br /> <br />Il consigliere pentastellato, che più volte ha sollecitato il completamento degli interventi, chiede che nelle more che ci si avvii alla chiusura dei cantieri, venga eliminato il restringimento della carreggiata a Piscina dei Preti in località Modugno. <br /> <br />“Ogni giorno - continua Conca - si creano imbottigliamenti che, per chi viene dalla Murgia e dal Nord-Barese, rappresentano una perdita di tempo insopportabile. A che serve aver velocizzato alcuni tratti se poi si deve attendere 5 minuti per percorrere 400 metri? Possiamo sapere se il ponte danneggiato nei mesi scorsi da un camion a Modugno sarà liberato dai ponteggi e dalle imbracature che oggi costringono il traffico veicolare, leggero e pesante, a una lunga gimcana? Una domanda che rivolgo anche al Comune di Modugno, a cui ho scritto in copia, e che dovrebbe essere il proprietario del ponte incidentato. Al sindaco Magrone ho chiesto, in attesa del ripristino definitivo, se si può evitare almeno il restringimento della carreggiata nel tratto che va da Modugno verso Gravina, in quanto, il traffico in direzione Bari potrebbe aggirare l’ostacolo deviando verso destra e non immettendosi nel sottovia, utilizzando la strada comunale modugnese”. <br /> <br />Ultimo punto su cui si sofferma il consigliere cinquestelle nella missiva è il limite di 40 km orari, posto nel tratto a doppio senso di marcia che va ad innestare i due tratti a quattro corsie, <br /> <br />“Quel limite va rivisto - conclude Conca - dal momento che ormai serve unicamente alla Polizia Municipale solo multare con autovelox ignari automobilisti”. /comunicato<br /> Tue, 19 Jun 2018 18:30:21 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59271/De-Leonardis---Salvo-il-lavoro-del-personale-dei-centri-per-l-impiego- Racanelli Mariantonietta Sedute Consiglio De Leonardis: “Salvo il lavoro del personale dei centri per l’impiego” <p>Nota del consigliere regionale Giannicola De Leonardis. <br /></p><p>“L’approvazione del disegno di legge che crea l’Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro è una notizia positiva per tutto il personale interessato, diventato improvvisamente precario nonostante contratti a tempo indeterminato, per gli effetti del Decreto Delrio sul riordino delle funzioni tra Province e Regioni. La necessità di garantire stabilità economica e lavorativa a persone e famiglie, e di non privarsi di un patrimonio di esperienze e professionalità acquisite e consolidate nel tempo, ha portato a una soluzione trasversalmente condivisa e accettabile, con il personale che dalle Province viene trasferito alla Regione mantenendo ruolo, prerogative e diritti acquisiti. Il buon senso ha portato invece a bocciare un emendamento presentato nell’aula consiliare dal Movimento 5 Stelle, mirato a introdurre la figura di un valutatore esterno per le attività dell’Agenzia, con retribuzione prevista di 70mila euro: una figura superflua - data la presenza del revisore unico, ed essendo il Consiglio e la Giunta regionale stessi organi di controllo e valutazione - e costosa, in antitesi alla decantata lotta agli sprechi, ma considerata ‘utile e innovativa’ dal presidente Michele Emiliano, l’unico a votare a favore insieme ai consiglieri pentastellati, ignorato dalla sua stessa giunta e maggioranza. Prove generali di un inedito asse?”. /comunicato<br /></p> Tue, 19 Jun 2018 18:22:26 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59270/Agenzia-del-Lavoro--Marmo---Perche-Giunta-abbandona-anche-il-lavoro--Ci-voleva-un-dipartimento-ad-hoc- Racanelli Mariantonietta Sedute Consiglio Agenzia del Lavoro, Marmo: “Perché Giunta abbandona anche il lavoro? Ci voleva un dipartimento ad hoc” Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo, sul ddl &quot;Norme in materia di Politica Regionale dei Servizi per le Politiche Attive del Lavoro&quot;. <br /> <br />“Poteva essere uno strumento efficace, snello, a servizio delle politiche attive per il lavoro nella nostra Regione e, invece, crediamo che ci sia un vizio già nell’atto di nascita di questo nuovo organismo: non avevamo bisogno di un’agenzia, ma di un Dipartimento regionale perché il Lavoro è un settore così cruciale per il benessere della comunità da dover necessariamente rimanere in capo all’istituzione regionale, senza essere gestito da un ente esterno seppur collegato. Eppure, la Giunta continua ad abbandonare funzioni di straordinaria rilevanza, delegandone la gestione alle tante agenzie che stanno proliferando. Ci sono e permangono, peraltro, questioni irrisolte ormai da anni, come quella dei dipendenti formatori che, dopo esser stati assegnati provenendo dagli enti di formazione, furono inseriti (e messi nelle condizioni di lavorare) nei Centri per l’Impiego nel 2003 e nel 2004, ovvero durante la nostra amministrazione. Dopo, però, negli anni seguenti, nessuno si è preoccupato di stabilizzarli pur essendoci tutte le condizioni. Ed anche oggi sono stati ‘scaricati’. Inoltre, nel testo manca qualsiasi tipo di meccanismo di incontro e connessione tra domanda e offerta di lavoro, che rappresenta la criticità principale del sistema del collocamento in Italia. Nel complesso, pertanto, l’istituzione dell’agenzia ci lascia insoddisfatti e soprattutto siamo perplessi dalla volontà della Giunta pugliese di ‘chiamarsi fuori’ anche dalla governance di un settore vitale per la vita dei cittadini, come il lavoro”. /comunicato<br /> Tue, 19 Jun 2018 18:11:33 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59269/Consiglio-regionale--approvate-norme-per-Politiche-attive-del-lavoro Racanelli Mariantonietta Sedute Consiglio Consiglio regionale, approvate norme per Politiche attive del lavoro <p>Il Consiglio regionale della Puglia ha approvato a maggioranza il disegno di legge recante ‘‘Norme in materia di politica regionale dei servizi per le politiche attive del lavoro e per il contrasto al lavoro nero e al caporalato”. <br />Obiettivo del provvedimento è ridefinire il sistema regionale delle politiche per il lavoro in cui la Regione mantiene le funzioni di indirizzo, coordinamento e vigilanza sulle politiche regionali per l’occupazione, avvalendosi di una Rete regionale dei servizi costituita dall’Agenzia Regionale per le Politiche Attive per il Lavoro (ARPAL), dai centri per l’impiego pubblici, e dai soggetti pubblici e privati accreditati ai servizi per il lavoro.</p><p>L’ARPAL è l’ente tecnico-operativo e strumentale, dotato di personalità giuridica e piena autonomia organizzativa, finanziaria, patrimoniale, gestionale e contabile, sottoposta ai poteri di indirizzo, vigilanza e controllo della Regione Puglia. Per quanto riguarda il personale, con un emendamento del Governo, si stabilisce che l’Agenzia possa avvalersi oltre che di personale trasferito, distaccato o comandato dalla Regione, anche di personale assunto tramite pubblica selezione in possesso di esperienze maturate nei servizi per il lavoro. I dipendenti delle ex Province e della Città metropolitana vengono trasferiti nei ruoli della Regione e vincolati all’assegnazione in servizio presso l’Agenzia. A firma invece di Mario Pendinelli l’emendamento con cui si consente il passaggio anche degli operatori del centro di formazione ex CNOS della provincia di Lecce.&nbsp;</p><p>Nel provvedimento vengono individuati anche i principi relativi alla implementazione del sistema informativo regionale delle politiche del lavoro e della formazione professionale, affidandone la gestione operativa ad Arpal. Inoltre, sono definiti i compiti, il ruolo, la composizione della commissione regionale per le politiche del lavoro, che opera su base tripartita con funzioni di proposta, valutazione e verifica rispetto alle linee programmatiche e alle politiche del lavoro di competenza regionale. E’ prevista una dotazione finanziaria di oltre 19 milioni di euro, già iscritta nel bilancio regionale 2018. La stessa somma sarà destinata per i successivi esercizi finanziari 2019 e 2020. <br /></p><p>Introdotta inoltre, su proposta del Movimento 5 stelle, una clausola valutativa che prevede il monitoraggio e successiva verifica degli interventi realizzati, delle criticità e dei risultati conseguiti. </p><p>Il Consiglio regionale ha approvato inoltre un ordine del giorno sottoscritto dai capigruppo di maggioranza e opposizione che impegna il Governo regionale a dare continuità lavorativa sia agli operatori della formazione professionale che prestano la loro attività nei Centri per l&#39;impiego che ai dipendenti delle società in house che si occupano dei servizi per il lavoro.</p> Tue, 19 Jun 2018 17:54:42 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59268/Maltempo--Abaterusso---La-Giunta-regionale-chieda-lo-stato-di-calamita-per-il-maltempo- Ambriola Angelo Agricoltura Maltempo, Abaterusso: “La Giunta regionale chieda lo stato di calamità per il maltempo” “La Giunta regionale si attivi presso il Governo nazionale per richiedere immediatamente lo stato di calamità naturale a seguito del violento nubifragio e dell’intensa grandinata che ha colpito diversi comuni del Salento”. È quanto chiede il Consigliere regionale di Art.1-Mdp/Leu Ernesto Abaterusso che ha depositato oggi un’interrogazione sull’argomento. <br />“Lo scorso 14 giugno – spiega Abaterusso – Salice Salentino e i comuni limitrofi sono stati interessati dal passaggio di una forte perturbazione che ha provocato danni consistenti ai terreni, devastando le colture, con ingenti danni agli agricoltori. Si stima, infatti, che tale fenomeno calamitoso abbia provocato una perdita, per il raccolto del Negroamaro, del 30% con un aggravio dei costi di gestione dei vigneti”. Per questo l’esponente di Art.1-Mdp/Leu invita l’Assessore regionale Di Gioia a recarsi personalmente presso i campi colpiti e constatare con i propri occhi come per alcune coltivazioni tipo la vite, gli ulivi e gli ortaggi il maltempo abbia causato gravissimi danni. <br />“Sollecito pertanto la Giunta regionale – conclude Abaterusso – a provvedere con tempestività alla richiesta dello stato di calamità, condizione fondamentale questa per garantire un sostegno economico a un comparto che, già duramente provati per la Xylella, si trova oggi a dover fare i conti con un altro improvviso evento che ha messo a rischio le nostre produzioni tipiche”./comunicato <br /> Tue, 19 Jun 2018 17:15:15 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59267/Agenda-del-Consiglio Ambriola Angelo Agenda Agenda del Consiglio <span style="line-height: 115%; font-family: &quot;Verdana&quot;,sans-serif; font-size: 11pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Domani 20 giugno</span></strong></span></strong></span><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 12,00</strong> - Seduta V Commissione - sala Guaccero</span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Esame abbinato dei provvedimenti: DDL n. 143/2017 e DDL 291/2017 “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 24 settembre 2012, n. 25 (Regolazione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili). Esame in sede referente ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">PDL a firma del Consigliere reg.le Campo “Modifica dell’articolo 7, comma 3, l. r. Puglia 24/09/2012, n. 25”. Esame in sede consultiva ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">PDL a firma dei consiglieri reg.li Trevisi, Barone, Bozzetti, Casili, Conca, Di Bari, Galante e Laricchia “Verso un’economia circolare a rifiuti zero”. Esame in sede referente ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li></ol><p style="text-align: justify;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Giovedì </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">21 </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">giugno</span></strong></span></strong></p><ul><li style="text-align: justify;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Alle </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">10,00</span></strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"> – Seduta III Commissione </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">- sala Guaccero </span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">PdL a firma del Consigliere Amati ed altri: &quot;Misure per la riduzione delle liste d’attesa in sanità – Primi provvedimenti&quot;. Esame in sede referente ai sensi dell&#39;art. 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia;</span></li></ol><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 12,00 – </strong>Seduta II Commissione - sala Guaccero</span></span></span></li></ul><ol><li><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">DDL n. 38 del 27/03/2018 &quot;Modifica della l.r. 21 dicembre 2017, n.59 – Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma, per la tutela e la programmazione delle risorse faunistico ambientali e per il prelievo venatorio&quot;</span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"> - Esame in sede referente ai sensi dell’art. 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Elezione della rappresentante del Gruppo consiliare “La Puglia con Emiliano” in seno alla Commissione regionale per le pari opportunità fra uomo e donna in materia di lavoro. Parere ai sensi dell’articolo 4 della l.r. 16/1990.</span></li></ol><ul><li><span style="font-family: &quot;Verdana&quot;,sans-serif; font-size: 11pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 14,30</strong> - Seduta IV Commissione - sala Guaccero </span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione dei rappresentanti regionali di CGIL, CISL, UIL, CONFCOMMERCIO e CONFESERCENTI sulla proposta di legge a firma dei Consiglieri Pendinelli e Pellegrino “Modifica comma 2 art. 15 della legge regionale n. 24 del 16 aprile 2015 (Codice del Commercio)”.</span></li></ol><p style="text-align: left;"><span style="font-family: &quot;Verdana&quot;,sans-serif; font-size: 10pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Lunedì 25 giugno</span></strong></span></p><ul><li><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 10,00</strong> – Seduta I Commissione - sala Guaccero</span></span></li></ul><ol><li><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione del Consiglio di Amministrazione e del Direttore generale Aeroporti di Puglia in merito al DDL 89/2018 &quot;Riconoscimento debito fuori bilancio ai sensi dell&#39;art. 73, comma 1, lettera e) del D.Lgs. 23 giugno 2011 n. 118 &#39;Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42&#39;. </span></li></ol><p style="margin-left: 40px;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong>- </strong>I lavori della Commissione proseguiranno con l’esame dell’ordine del giorno allegato.</span></span></p><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 12,00 – </strong>Seduta congiunta II e IV Commissione - sala Guaccero</span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">DGR n. 797 del 22 maggio 2018 “L. r 43/2017 Nuovo regolamento ‘Commissione consultiva locale per la pesca e l’acquacoltura’ – Approvazione”. Parere consultivo in congiunta ai sensi dell’articolo 44, comma 2, dello Statuto della Regione Puglia -&nbsp; Procedura d’urgenza.</span></li></ol><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">&nbsp;<span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">I lavori della IV Commissione proseguiranno con il seguente odg:</span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Pdl a firma dei Consiglieri Franzoso, Pentassuglia, Amati “Trasferimento tecnologico, ricerca, formazione e qualificazione professionale per la promozione dell’Agricoltura di Precisione”;</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Pdl a firma dei Consiglieri Damascelli, Gatta, Perrini, Congedo, Caroppo, De Leonardis “Disposizioni in materia di agricoltura di precisione”.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Esame in sede referente ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li></ol><p style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">&nbsp;</span></p> <br /> Tue, 19 Jun 2018 16:49:43 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59266/Legge-indennizzo-danni-fauna-selvatica--Turco---Ottimo-lavoro-a-difesa-di-agricoltori-e-allevatori- Ambriola Angelo Sedute Consiglio Legge indennizzo danni fauna selvatica, Turco: “Ottimo lavoro a difesa di agricoltori e allevatori” “Finalmente una legge che tutela, finalmente una legge che dà il giusto ristoro economico a tanti agricoltori e allevatori messi in ginocchio da anni e anni di indifferenza. Da oggi invece, almeno in Puglia, siamo dalla loro parte”. <br />Esprime soddisfazione il consigliere de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, sull’approvazione in Consiglio regionale della proposta di legge “Norme in materia di prevenzione, contenimento ed indennizzo dei danni da fauna selvatica: disposizioni in materia di smaltimento degli animali da allevamento oggetto di predazione e di tutela dell’incolumità pubblica”. <br />“Credo che all’esame dell’Aula – sottolinea Turco - sia arrivato davvero un buon testo, grazie all’apporto di tutti i commissari, di maggioranza e di minoranza, della IV Commissione. E ringrazio sentitamente il collega Pd Donato Pentassuglia, non solo in qualità di presidente della Commissione, ma soprattutto come proponente della legge. Ha dimostrato grande sensibilità su un tema molto sentito dall’intero comparto agricolo”. <br />“Sono convinto – conclude – che la Regione saprà dare le giuste risposte anche in materia di prevenzione e di gestione dei danni. Per la prima annualità la legge prevede uno stanziamento di 250mila euro e per questo mi auguro che nelle prossime sessioni di bilancio l’apposito fondo possa essere incrementato e sostenuto”./comunicato <br /> Tue, 19 Jun 2018 16:39:03 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59265/Cannabis-terapeutica--Blasi---I-soliti-disagi-per-i-pugliesi--Inaccettabile-ritardo-della-Giunta-per-l-attuazione-della-legge-regionale- Ambriola Angelo Sanità Cannabis terapeutica, Blasi. “I soliti disagi per i pugliesi. Inaccettabile ritardo della Giunta per l’attuazione della legge regionale” Nota del Consigliere regionale del PD, Sergio Blasi. <br />“E’ notizia di queste ore l’indisponibilità di farmaci cannabinoidi (FM2 e Bedrobinol), su prescrizione medica, presso il centro farmaceutico autorizzato dalla ASL- Lecce. Siamo alle solite, sono passati ormai più di quattro anni dalla legge regionale sull’utilizzo terapeutico della cannabis (12/2014), ma di fatto nulla è cambiato. Questo perché quella legge, da me proposta grazie al supporto dell’associazione LaPiantiamo di Racale e approvata dal Consiglio regionale, aspetta ancora l’emanazione dei decreti attuativi da parte della Giunta regionale, che su questo latita colpevolmente, lasciando di fatto a metà un percorso legislativo che meriterebbe più rispetto, non fosse altro perché di mezzo c’è il dolore e la dignità della persone. <br />La legge regionale in questione prevede l’avvio di un progetto pilota per la coltivazione, la produzione e la distribuzione regionale di cannabis per finalità terapeutiche, nonché l’adozione di un disegno di legge per mettere in pratica l’intero articolato del 2014 a sostegno di un accesso adeguato ai farmaci. Un’architettura legislativa articolata e di forte concretezza, che da più di quattro anni proietta la Regione Puglia in una posizione di potenziale avanguardia a livello nazionale, salvo poi dover fare i conti con la solita, paludosa, mediocrità delle cose fatte a metà. <br />Ancora una volta, purtroppo, la politica si dimostra lontana e inadeguata nel dare risposte davvero concrete a chi è in difficoltà, nel caso specifico, a chi chiede di poter comprare in farmacia il farmaco di cui ha bisogno. Ma non è solo questo il punto: perché acquistare farmaci su prescrizione a carissimo prezzo da paesi terzi? Perché non dare il via alla sperimentazione sull’autoproduzione? Perché non aprirci finalmente all’innovazione sociale? La legge 12/2014 risponde esattamente a tutto questo. E’ una questione di civiltà e buon senso. Virtù rare di questi tempi, ma a cui personalmente non intendo rinunciare. Anche per questo non mollerò la presa nei confronti del governo regionale, che non deve far altro che adempiere una legge completa e innovativa, votata all’unanimità dallo stesso Consiglio”./comunicato <br /> Tue, 19 Jun 2018 16:28:52 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59262/Arpal--Zullo---Ancora-un-altra-agenzia--ma-votiamo-a-favore-con-la-speranza-che-i-formatori-possano-essere-garantiti- Villani Emanuela Sedute Consiglio Arpal, Zullo: “Ancora un'altra agenzia, ma votiamo a favore con la speranza che i formatori possano essere garantiti” Il presidente del Gruppo Direzione Italia-Noi con l’Italia Ignazio Zullo spiega le motivazioni del voto a favore al disegno di legge “Norme in materia di politica regionale dei servizi per le politiche attive per il lavoro”. <br />“Indubbiamente avremmo preferito che non si desse vita all&#39;ennesima Agenzia regionale - in questo caso Arpal (Agenzia regionale per le politiche attive del lavoro) -, avremmo preferito che le competenze e la gestione restasse in capo all&#39;Assessorato, ma Direzione Italia-Noi con l&#39;Italia voterà in modo favorevole perché va premiato l&#39;impegno di tutti (assessore, maggioranza e opposizione) a trovare insieme soluzioni che riguardano soprattutto il lavoro di tante persone, in modo particolare siamo particolarmente soddisfatti per l&#39;accoglimento di un ordine del giorno che impegna la Giunta ad assicurare una continuità lavorativa anche per i formatori, che da questa legge sono rimasti fuori. Nella convinzione che la felicità collettiva è sempre il principio cardine da perseguire piuttosto della felicità di parte e di pochi”./comunicato <br /> <br /> Tue, 19 Jun 2018 15:02:27 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59261/Legge-in-materia-di-danni-da-fauna-selvatica--Colonna---Una-risposta-concreta-ed-efficace-ad-un-problema-avvertito-da-cittadini-e-attivita-agricole- Ambriola Angelo Sedute Consiglio Legge in materia di danni da fauna selvatica, Colonna: “Una risposta concreta ed efficace ad un problema avvertito da cittadini e attività agricole” Nota del Presidente del Gruppo consiliare “Noi a Sinistra per la Puglia”, Enzo Colonna. <br />“L’approvazione, oggi, in Consiglio regionale della legge in materia di danni provocati dalla fauna selvatica segna certamente un significativo passo in avanti al fine di fronteggiare la vera e propria emergenza costituita dal proliferare incontrollato, in alcune aree del territorio pugliese, di animali allo stato brado che distruggono le coltivazioni e rappresentano un pericolo costante per operatori agricoli, escursionisti e cittadini, oltre a determinare squilibri ecologici e concreti rischi per la conservazione della biodiversità. <br />La legge regionale approvata oggi, proposta dal collega consigliere Pentassuglia e lungamente discussa in Commissione, prevede tre ordini di strumenti per affrontare questo delicato tema: 1) interventi di prevenzione del fenomeno; 2) misure di controllo per limitare la presenza della fauna selvatica; 3) indennizzi specifici a favore soprattutto degli operatori economici che patiscono maggiormente per i danni causati dalla presenza di questi animali. <br />In particolare tra gli interventi di prevenzione dei danni provocati dalla fauna selvatica è prevista, all’art. 3, la realizzazione di recinzioni e dissuasori, la messa in opera di trappole, la predisposizione di apposite protezioni per alberi e arbusti o l’utilizzo, previo addestramento, di animali da guardia. La legge regionale prevede altresì l’erogazione di contributi finanziari, prioritariamente rivolti a coltivatori diretti e imprenditori agricoli, per l’acquisto dei materiali e la realizzazione di queste misure di prevenzione. <br />Tra le misure di controllo della proliferazione della fauna selvatica (art. 4 e art. 5), invece, è previsto che la Regione proceda con il contenimento, la cattura, l’allontanamento o l’abbattimento controllato delle specie di fauna selvatica che determinino una continuità di danni alle attività agricole, rappresentando altresì un pericolo per la pubblica incolumità e la sicurezza dei cittadini. <br />In questo modo si fornisce una risposta largamente attesa anche da moltissimi cittadini del territorio murgiano dove la presenza incontrollata dei cinghiali costituisce un costante pericolo per le persone e per le attività agricole, come dimostrato dagli innumerevoli episodi che con cadenza quasi quotidiana mi vengono segnalati. <br />A questo proposito l’art. 7 della legge approvata prevede espressamente delle iniziative specifiche per la prevenzione dei danni causati proprio dagli ungulati. <br />Con riferimento, poi, agli indennizzi da riconoscere ad imprenditori agricoli e coltivatori diretti, la legge prevede, all’art. 8, che essi vengano calcolati, sulla base di precisi parametri, per i danni documentati e causati dalla fauna selvatica alle colture e agli impianti, ai prati e ai pascoli, agli animali da reddito e alle strutture in dotazione alle aziende agricole. <br />Si tratta, in definitiva, di un intervento legislativo ampio e composito che contiene molteplici misure utili per trovare una soluzione a questa annosa problematica. <br />Ora occorrerà passare celermente alla fase di applicazione della legge regionale approvata, in una logica di fattiva collaborazione tra i diversi attori istituzionali coinvolti (Regione, Enti di gestione dei parchi nazionali, Province e Città Metropolitana di Bari, ASL), in modo da rendere concreti gli interventi ivi previsti e fornire una risposta lungamente attesa da cittadini e operatori economici del nostro territorio”./comunicato <br /> Tue, 19 Jun 2018 14:40:03 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59260/Danni-fauna-selvatica--Gatta---Soddisfatto-per-dimezzamento-dei-tempi-per-erogazione-indennizzi- Villani Emanuela Sedute Consiglio Danni fauna selvatica, Gatta: “Soddisfatto per dimezzamento dei tempi per erogazione indennizzi” Nota del vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta. <br />“Avremmo preferito un testo meno appesantito dal ‘burocratese’ così imperante, anche e soprattutto perché ci sono categorie che, come quella degli allevatori, subiscono danni ingentissimi dalla fauna selvatica, che spesso fa vere e proprie razzie di bestiame. Tuttavia, l’approvazione della legge odierna è certamente un primo e significativo passo per sostenere allevatori, agricoltori e cittadini tutti: da qualche parte bisognava iniziare, visto che gli animali selvatici costituiscono un pericolo concreto anche per la pubblica incolumità. L’auspicio, dunque, è che si possa riportare, appena possibile, in aula la legge per apportare alcune modifiche essenziali per migliorare i meccanismi di prevenzione e contenimento e velocizzare le procedure degli indennizzi che la Regione si propone di riconoscere. In questa direzione, sono soddisfatto per aver proposto l’emendamento –ora parte integrante della legge- con cui sono stati dimezzati i tempi di erogazione degli indennizzi: dai 180 giorni inizialmente previsti, infatti, abbiamo stabilito che la misura di sostegno debba essere corrisposta entro 90 giorni dalla ricezione dell’istanza. Su questo fronte c’è ancora tanto da fare, affinché la legge possa adeguarsi in modo più efficiente alle esigenze di semplificazione burocratica e buona amministrazione”./comunicato <br /> <br /> Tue, 19 Jun 2018 14:35:39 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59259/Canne-della-Battaglia--Mennea---Pubblicato-il-bando-per-l-animazione-del-sito- Villani Emanuela Cultura Canne della Battaglia, Mennea: “Pubblicato il bando per l’animazione del sito” “Finalmente prende forma la legge regionale per la valorizzazione di Canne della Battaglia. E’ stato pubblicato il primo bando, gestito dal Teatro pubblico pugliese, con il quale si chiede una manifestazione di interesse per creare un programma di animazione del sito, con tutti i tipi di attività culturale che vanno dal cinema al teatro, passando per la danza e la musica”. Lo annuncia il consigliere regionale e comunale barlettano del Pd, Ruggiero Mennea, da sempre attento alla valorizzazione e alla fruizione del famoso sito archeologico. <br />“In attesa che il bando venga espletato – prosegue Mennea - sono state soddisfatte le esigenze più immediate per la fruizione del sito. Mi riferisco alla pannellistica, al materiale promozionale aggiornato, alla versione in inglese del video in 3D proiettato nell’antiquarium che illustra la storia di Canne. Ma soprattutto si sta lavorando al progetto definitivo di valorizzazione e fruibilità dell’intera cittadella, per stabilire quale dovrà essere l’utilizzo ottimale di tutta quell’area. Sarà mia cura – sottolinea - seguire l’attuazione della legge e promuovere a breve un incontro con i rappresentanti del Polo museale, del Mibact, della direzione dell&#39;Antiquarium, della Regione Puglia e del Comune di Barletta per mettere a punto tutti i parametri definitivi del progetto e dare a questo sito la promozione che merita. L&#39;obiettivo finale è renderlo vitale e animato tutto l&#39;anno, per attrarre non solo turisti, ma anche scolaresche e cittadini che vogliono godere - conclude - tanto dei beni archeologici, quanto di quelli naturali dal momento che ci troviamo nel parco dell&#39;Ofanto”./comunicato <br /> Tue, 19 Jun 2018 14:20:48 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59258/Contenimento-e-indennizzo-danni-da-fauna-selvatica--Consiglio-regionale-approva-legge Lorusso Vincenzo Sedute Consiglio Contenimento e indennizzo danni da fauna selvatica, Consiglio regionale approva legge Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la proposta di legge ad iniziativa di Donato Pentassuglia &quot;Norme in materia di prevenzione, contenimento ed indennizzo dei danni da fauna selvatica: disposizioni in materia di smaltimento degli animali da allevamento oggetto di predazione e di tutela dell’incolumità pubblica”. <br />La pdl (approvata con emendamenti) introduce una serie articolata di misure in materia di gestione dei danni provocati dalla fauna selvatica, tenendo conto dei nuovi strumenti di tutela e di gestione dell&#39;ambiente previsti dall&#39;Unione europea. <br />In particolare la Regione disciplina le misure straordinarie di controllo e contenimento della fauna selvatica nel caso in cui “gli interventi di prevenzione dei danni e le misure ordinarie di controllo della fauna selvatica siano inefficaci a limitare i danni arrecati a beni e persone, con particolare riferimento a quelli causati alle aziende agricole e a quelli che rechino pregiudizio allo svolgimento dell’attività agricola e di acquacoltura”. <br />Previsti anche interventi di prevenzione con la possibilità di concessione, da parte della Regione, di contributi per l’acquisto dei materiali necessari (ad esempio, recinzioni/dissuasori) incluse le spese di messa in opera e di realizzazione; misure di controllo della fauna selvatica ordinarie (con la previsione dell’abbattimento controllato delle specie di fauna selvatica che comportano una continuità di danni, con esclusione degli animali domestici inselvatichiti) e straordinarie (qualora l’Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale Ispra verifichi l’inefficacia degli altri metodi). <br />La pdl prevede disposizioni specifiche per la prevenzione ed il risarcimento dei danni causati dagli ungulati. La Regione, anche sulla base delle indicazioni dei vari Enti gestori dei diversi Istituti interessati, fisserà i limiti di densità delle presenze di ungulati nelle varie aree tenuto conto di diversi parametri e delle specifiche condizioni locali ricorrendo alle misure di prevenzione e controllo, secondo quanto previsto dalla L.r. 59/2017, sentito il parere dell&#39;ISPRA ove necessario. Fissato anche il procedimento per la determinazione dell’indennizzo per i danni provocati dalla fauna selvatica e dall’attività venatoria e le modalità di smaltimento degli animali da allevamento che sono vittime dei predatori. Previsti, infine, contributi regionali per incentivare la stipula di contratti assicurativi per la copertura dei danni derivanti da fauna selvatica. <br />La dotazione finanziaria prevista per il finanziamento della legge ammonta per il 2018 a 250 mila euro. <br /> Tue, 19 Jun 2018 14:00:14 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59257/Maltempo-e-danni-all-agricoltura--Stea---L-assessorato-competente-provveda-alla-tutela-degli-agricoltori- Ambriola Angelo Agricoltura Maltempo e danni all’agricoltura, Stea: “L’assessorato competente provveda alla tutela degli agricoltori” Nota del consigliere regionale, Gianni Stea. <br />“L’eccezionale grandinata abbattutasi le scorsa settimana in provincia di Bari e che ha colpito in particolare le aree agricole tra Turi e Sammichele, ha determinato danni alle coltivazioni, distruggendo in particolar modo i frutteti e le ciliegie non ancora raccolte. Secondo gli imprenditori agricoli delle zone interessate dall’intenso maltempo, si tratterebbe di perdite ingenti. Per questo chiedo al competente assessorato regionale di verificare quanto prima per valutare l’opportunità di prendere immediatamente ogni provvedimento a tutela e sostegno degli agricoltori stessi”./comunicato <br /> Tue, 19 Jun 2018 13:42:33 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59256/Consiglio-regionale--avviati-i-lavori Villani Emanuela Sedute Consiglio Consiglio regionale: avviati i lavori Avviati i lavori del Consiglio regionale con il prosieguo dell’esame della proposta di legge Pentassuglia contenente norme in materia di danni provocati dalla fauna selvatica, di tutela dell’incolumità pubblica e dell’ordine economico. <br />La seduta presieduta da Mario Loizzo proseguirà con l’esame dei successivi cinque punti iscritti all’ordine del giorno, riguardanti quattro disegni di legge contenenti il riconoscimento di debiti fuori bilancio e il disegno di legge “Norme in materia di politica regionale dei servizi per le politiche attive del lavoro”. <br /> Tue, 19 Jun 2018 12:50:11 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59254/Ospedale-San-Cataldo-Taranto--Perrini-interroga-il-presidente-Emiliano---Condividere-il-cronoprogramma-dei-lavori- Ambriola Angelo Sanità Ospedale San Cataldo Taranto, Perrini interroga il presidente Emiliano: “Condividere il cronoprogramma dei lavori” Dichiarazione del Consigliere regionale Dit-NcI, Renato Perrini. <br />Sapere per il tramite della Asl di Taranto, se esiste un cronoprogramma dettagliato dei lavori per la realizzazione del nuovo ospedale San Cataldo; sapere perché non c’è stato un seguito alla mozione approvata la scorsa estate in Consiglio regionale col quale si chiedeva di rivedere la decisione di chiudere il Pronto Soccorso dell’ospedale Moscati; sapere quali investimenti saranno fatti nel qui e ora per migliorare i servizi, i reparti e la vivibilità, all’interno dell’ospedale Moscati e far sì che i pazienti, nell’attesa che la mega struttura del San Cataldo venga realizzata, possano curarsi nel loro comune con tecnologie e personale adeguato alle criticità del territorio jonico. Sono queste le richieste che rivolgo al presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, attraverso un’interrogazione depositata questa mattina. <br />Il documento segue la notizia diffusa in questi ultimi giorni, ovvero che la Asl jonica ha approvato la progettazione esecutiva per la realizzazione del nuovo ospedale di Taranto, progetto che ora sarà trasmesso ad Invitalia, l’Agenzia nazionale per l&#39;attrazione degli investimenti e lo sviluppo d&#39; impresa, di proprietà del Ministero dell&#39;Economia, che è stata incaricata ad indire e seguire la procedura di gara per l’affidamento dei lavori. <br />Già nel 2015 durante un incontro a Palazzo di Città a Taranto, alla presenza dei parlamentari jonici e dell’allora sindaco del capoluogo jonico, espressi le mie perplessità in merito ai tempi per la costruzione dell’ospedale San Cataldo, dubbi che, allo stato attuale, non sono stati ancora sciolti. Al momento è difficile quindi stabilire quanto tempo ci vorrà per vedere realizzata l’opera, e nel frattempo i malati di Taranto subiscono tagli indiscriminati alla sanità jonica, vedendo depotenziati reparti e ospedali, in particolare il San Giuseppe Moscati, una struttura che sulla carta doveva diventare Polo Oncologico, ma che, in pratica, ha visto solamente la mutilazione del Pronto Soccorso. Alla luce di questo mi sembra doveroso chiedere delucidazioni al presidente Emiliano affinché possa rendere partecipi noi consiglieri e ovviamente la comunità tarantina di decisioni che ci riguardano da vicino”./comunicato <br /> Tue, 19 Jun 2018 09:32:32 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59251/Ppi--Damascelli--FI----Con-un-Governo--Emiliano-non-ha-piu-scuse--avvii-nuove-interlocuzioni- Sgambati Patrizia Sanità Ppi, Damascelli (FI): "Con un Governo, Emiliano non ha più scuse, avvii nuove interlocuzioni" <p>Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli.</p> <p>&quot;I Ppi nascono già sulle macerie dei Pronto soccorso, facendo fronte ai codici bianchi e verdi ed evitando, quindi, di congestionare i Ps. La loro chiusura è da scongiurare ed Emiliano non ha più scuse: prima, con il governo a trazione Pd, sosteneva che la Puglia fosse penalizzata per le lotte interne al suo partito; oggi, invece, ben può avviare un&#39;interlocuzione diversa con il nuovo governo ed il neo ministro. Adesso è il momento della verità: con le postazioni medicalizzate del 118 si garantirà ugualmente l&#39;assistenza al cittadino, prima erogata dai Punti di primo intervento, o si tradurrà invece in una vera e propria riduzione dei servizi dell&#39;emergenza-urgenza? Se il problema, invece, è di fondi, sarebbe il caso che Emiliano chiarisca&nbsp; perché, a Bari, pur essendoci più Pronto soccorso pubblici operativi, si continuano a finanziare quelli di strutture private. A questo punto, sarebbe il caso di fare scelte per razionalizzare le risorse regionali, in modo da spenderle per garantire la sopravvivenza dei Ppi&quot;.</p> Tue, 19 Jun 2018 08:50:55 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59250/Filiera-formativa-nautica--lettera-aperta-di-Liviano-al-sindaco-di-Taranto-per-utilizzo-ex-sede-filiale-Banca-d-Italia Racanelli Mariantonietta Istruzione e formazione Filiera formativa nautica, lettera aperta di Liviano al sindaco di Taranto per utilizzo ex sede filiale Banca d'Italia <p>Lettera del consigliere regionale Gianni Liviano al sindaco di Taranto</p><p>&quot;Egr. Sig. Sindaco, <br />come ben lei sa, la legge regionale speciale per Taranto, approvata lo scorso 16 gennaio dal Consiglio regionale, può costituire un importante punto di svolta nel rilancio e nella riconfigurazione della città dei due mari soprattutto in forza degli strumenti finanziari ad essa collegati e per il reperimento dei quali le strutture tecniche della Regione sono già al lavoro da tempo. <br />Bene, caro Sindaco, all’interno del quadro normativo della legge, un punto rilevante è quello della creazione della filiera formativa della nautica che rientra in un progetto più ambizioso che è quello dell’ampliamento dell’offerta formativa stessa. <br />Ora, come lei certamente saprà, nella seduta dello scorso 22 dicembre del Consiglio regionale, in sede di approvazione del bilancio di previsione 2018 è stato approvato un mio emendamento con il quale si destinano 500mila euro per avviare il percorso della filiera della nautica e dare, così, un gesto segno alla comunità tarantina. <br />Con i fondi per la filiera formativa della nautica, infatti, si innesca un percorso virtuoso che punta a dotare la filiera di un contenitore idoneo ad ospitare i laboratori dell’istituto Archimede di Taranto, che al suo interno ha l’indirizzo di Trasporti e Logistica, il master di I livello del Politecnico di Bari di Design nautico e il corso di Scienze del mare dell’Università di Bari. <br />Questa idea è assolutamente coerente con l&#39;asset strategico della legge speciale per Taranto se vogliamo immaginare un passaggio da Taranto città sul mare a città di mare. Per cui, se questo è l’asset strategico prescelto, se questa è la priorità nella vision di una prospettiva futura della comunità ionica, allora anche la filiera formativa deve essere coerente con l’idea che abbiamo di futuro. <br />Quello delle strutture dove allocare l’intera filiera è il primo tassello di questo importante puzzle. Serve, quindi, un luogo che ospiti l&#39;intera filiera formativa della nautica unitamente ai numerosi laboratori (Open Space, laboratorio di simulazione navale, laboratorio planetario, laboratorio monitoraggio marino, laboratorio impianto pilota di biologia marina, laboratorio di educazione marinara, di far lab, di tappezzeria nautica), per la realizzazione dei quali un’unica rete di soggetti locali, con capofila la scuola Archimede, ha ottenuto un finanziamento di 750mila euro. <br />Mare, ambiente, narrazione della comunità e innovazione: questi gli architravi sui quali costruire un&#39;offerta formativa completa, di eccellenza e competitiva in grado di far registrare alla città un salto di qualità rendendola appetibile e per porre argine alla fuga di ragazzi compresi nella fascia di età tra i 18 e i 25 anni. Un dato, questo, che fa di Taranto, secondo i dati Ocse, la maglia nera a livello europeo. <br />Una possibile location, caro Sindaco, potrebbe essere la ex sede della filiale della Banca d’Italia, struttura sita in piazza Ebalia, di fronte al Lungomare. Del resto Le ricordo che qualche giorno fa il Consiglio comunale di Taranto ha votato all’unanimità una mozione presentata dal consigliere comunale Piero Bitetti mirata all’utilizzo di tale sede proprio come contenitore di offerte formative. <br />Da un rapido sondaggio fatto con il dott. Giampiero Marchesi, coordinatore struttura di missione tavolo Cis per Taranto, circa l’individuazione di un percorso da seguire per l’ottenimento di questa sede, è emerso che lo stesso coordinatore non ha competenze specifiche. <br />Per questo, egr. sig. Sindaco, Le chiedo di prendere in considerazione l’opportunità di utilizzare l’ex sede della filiale della Banca d’Italia per ospitare la sede della filiera formativa tanto più che, nel sito della Banca d’Italia (www.bancaditalia.it) è prevista la possibilità di richiedere la struttura in locazione o comodato d’uso. Quest’ultima formula il Comune potrebbe utilizzarla insieme all’Università (che si è detta pronta al progetto di ampliamento dell’offerta formativa) presentando un progetto comune. <br />In subordine, il Comune di Taranto potrebbe partecipare all’avviso di vendita, senza base d’asta, emesso dalla Banca d’Italia e i cui termini scadono a novembre di questo anno. <br />Ecco perché, caro Sindaco, credo che occorra una visione che promuova e sostenga, con un approccio di governance multilivello, il necessario cambiamento delle direttrici di sviluppo della città e del territorio circostante, restituendo alla comunità, cittadini e operatori economici, la dimensione del futuro, della salute, della sostenibilità ambientale, del valore culturale, dell’innovazione e dello sviluppo delle risorse e dei fattori competitivi locali. <br />Per questo Le chiedo di farsi parte diligente in questa importante questione. Da parte mia potrà contare sul mio fattivo sostegno perché la città di Taranto possa giovare di un’offerta formativa al passo coi tempi e più ampia possibile. <br />In attesa di un Suo riscontro, l’occasione mi è gradita per rivolgerLe i più cordiali saluti&quot;. /comunicato<br /></p> Mon, 18 Jun 2018 17:12:29 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59249/Damascelli---Bene-approvazione-a-unanimita-pdl-su-smaltimento-carcasse-animali- Racanelli Mariantonietta Commissioni Damascelli: "Bene approvazione a unanimità pdl su smaltimento carcasse animali" Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli, vicepresidente della IV Commissione consiliare. <br /> <br />“Ringrazio i colleghi consiglieri della IV Commissione Agricoltura per l&#39;approvazione all&#39;unanimità della mia proposta di legge per lo smaltimento delle carcasse di animali morti nelle aziende zootecniche pugliesi, dopo i pareri favorevoli ottenuti in III e V Commissione, rispettivamente Sanità e Ambiente. Si tratta di un intervento per tutelare la salute pubblica e consentire il monitoraggio delle cause di mortalità ai fini di un costante controllo epidemiologico e di prevenzione delle malattie animali, oltre che per garantire la sicurezza alimentare e la salvaguardia ambientale. Nel testo si affida alla Regione il compito d’intervenire per assicurare lo smaltimento delle carcasse di animali morti nelle aziende agricole attraverso la raccolta, il trasporto e la distruzione, presso impianti di pretrattamento e di incenerimento autorizzati. Sicurezza alimentare e, dunque, più fiducia da parte dei consumatori, ma non solo: si tratta di un vero e proprio strumento di sostegno alle aziende zootecniche che devono sostenere costi ingenti per lo smaltimento delle carcasse. Ed è qui, quindi, che si prevedono gli aiuti, con uno stanziamento di 200mila euro e nel quadro di convenzioni da stipulare con l’Associazione Regionale Allevatori. Il testo varato oggi ha riscosso la massima condivisione in Commissione Agricoltura e mi auguro che lo stesso accada presto in Consiglio regionale per l&#39;approvazione definitiva&quot;. /comunicato<br /> Mon, 18 Jun 2018 17:03:04 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59248/Piano-gestione-rifiuti--Trevisi---Niente-nuovi-impianti-nei-comuni-che-gia-ospitano-discariche- Ambriola Angelo Territorio e Ambiente Piano gestione rifiuti. Trevisi: “Niente nuovi impianti nei comuni che già ospitano discariche” “Dovrebbe essere stralciata dal piano la parte che riguarda la combustione dei rifiuti, che insieme allo smaltimento in discarica è uno dei modi peggiori per chiudere il ciclo. I materiali vanno recuperati e non bruciati, perché possono essere riciclati in nuovi processi produttivi. La combustione invece distrugge la materia, aumenta l&#39;entropia e causa emissioni inquinanti.” Si esprime così in merito al documento di proposta del piano regionale per la gestione dei rifiuti, presentato nei giorni scorsi dal Presidente Emiliano, il consigliere regionale del M5S Antonio Trevisi che prosegue: “L’altra criticità di questa bozza di piano i cui effetti, se tutto va bene si vedranno solo nella prossima legislatura, sono legate al Combustibile Solido Secondario e al Biometano su cui vanno messi già da ora dei paletti”. <br />“Per il M5S - prosegue Trevisi - i nuovi impianti di compostaggio dovranno essere pubblici, aerobici e di medie dimensioni (circa 20000 ton/anno) per garantire una bassissima presenza di emissioni odorigene nonché la produzione di compost di qualità. L’anaerobico andrebbe invece limitato perché si tratta di un processo che incide negativamente sulla qualità del compost finale, di solito non buona, che rischia di dover essere comunque smaltito in una discarica. Il piano per la gestione dei rifiuti deve puntare sul compostaggio di qualità e su una chiusura del ciclo che non preveda nuovi impianti nei comuni che hanno già pagato le scelte scellerate del passato, ad esempio Cavallino che già ospita una discarica e un impianto di biostabilizzazione”. <br />“Speriamo che il piano sia scritto realmente tenendo conto delle esigenze dei comuni - continua il pentastellato - e che la tanto sbandierata partecipazione non si riveli come al solito solo uno spot. Ci auguriamo che le amministrazioni comunali che hanno subito pressioni ambientali notevoli a causa di discariche poco controllate, possano finalmente riprogrammare il loro futuro senza dover ospitare nuovi impianti. A questo proposito - conclude - auspichiamo che l’Arpa possa realizzare uno studio per individuare i siti più idonei, ossia quelli che non creano impatti sui cittadini”./comunicato <br /> Mon, 18 Jun 2018 16:58:51 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59247/Agenda-del-Consiglio Ambriola Angelo Agenda Agenda del Consiglio <span style="line-height: 115%; font-family: &quot;Verdana&quot;,sans-serif; font-size: 11pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Domani 19 giugno</span></strong></span></strong></span><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 11,30</strong> – Seduta Consiglio regionale – Aula consiliare</span></span></li></ul><p style="margin-left: 40px;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Ordine del giorno allegato.</span></p><p style="text-align: justify;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Mercoledì 20 giugno</span></strong></span></strong></p><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 12,00</strong> - Seduta V Commissione - sala Guaccero</span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Esame abbinato dei provvedimenti: DDL n. 143/2017 e DDL 291/2017 “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 24 settembre 2012, n. 25 (Regolazione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili). Esame in sede referente ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">PDL a firma del Consigliere reg.le Campo “Modifica dell’articolo 7, comma 3, l. r. Puglia 24/09/2012, n. 25”. Esame in sede consultiva ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">PDL a firma dei consiglieri reg.li Trevisi, Barone, Bozzetti, Casili, Conca, Di Bari, Galante e Laricchia “Verso un’economia circolare a rifiuti zero”. Esame in sede referente ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li></ol><p style="text-align: justify;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Giovedì </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">21 </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">giugno</span></strong></span></strong></p><ul><li style="text-align: justify;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Alle </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">10,00</span></strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"> – Seduta III Commissione </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">- sala Guaccero </span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">PdL a firma del Consigliere Amati ed altri: &quot;Misure per la riduzione delle liste d’attesa in sanità – Primi provvedimenti&quot;. Esame in sede referente ai sensi dell&#39;art. 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia;</span></li></ol><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 12,00 – </strong>Seduta II Commissione - sala Guaccero</span></span></span></li></ul><ol><li><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">DDL n. 38 del 27/03/2018 &quot;Modifica della l.r. 21 dicembre 2017, n.59 – Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma, per la tutela e la programmazione delle risorse faunistico ambientali e per il prelievo venatorio&quot;</span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"> - Esame in sede referente ai sensi dell’art. 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia.</span></li></ol><ul><li style="margin: 0cm 0cm 0pt 0px;"><span style="font-family: &quot;Verdana&quot;,sans-serif; font-size: 11pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 13,00</strong> – Seduta I Commissione - sala Guaccero</span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione del Presidente del Consiglio di Amministrazione e del Direttore generale di Aeroporti di Puglia in merito al DDL&nbsp; 89/2018 &quot;Riconoscimento debito fuori bilancio ai sensi dell&#39;art. 73, comma 1, lettera e) del d.lgs. 23 giugno 2011 n. 118 &#39;Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42&#39;. </span></li><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">DDL n. 89 del 22/05/2018 &quot;Riconoscimento debito fuori bilancio ai sensi dell&#39;art. 73, comma 1, lettera e) del D.Lgs. 23 giugno 2011 n. 118 e ss.mm.ii. &#39;Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42&#39; (Pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 172 del 26 luglio 2011)&quot;.</span></li></ol><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">&nbsp;<span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 14,30</strong> - Seduta IV Commissione - sala Guaccero </span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione dei rappresentanti regionali di CGIL, CISL, UIL, CONFCOMMERCIO e CONFESERCENTI sulla proposta di legge a firma dei Consiglieri Pendinelli e Pellegrino “Modifica comma 2 art. 15 della legge regionale n. 24 del 16 aprile 2015 (Codice del Commercio)”.</span></li></ol> <br /> Mon, 18 Jun 2018 16:27:57 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59245/Smaltimento-carcasse-animali--Colonna--approvata-in-commissione-pdl-a-sostegno-comparto-strategico Lorusso Vincenzo Agricoltura Smaltimento carcasse animali, Colonna: approvata in commissione pdl a sostegno comparto strategico Il consigliere regionale Enzo Colonna (“Noi a Sinistra per la Puglia”) ha rilasciato la seguente dichiarazione. <br />“È stata approvata questa mattina, dalla IV Commissione Consiliare, la proposta di legge in materia di smaltimento delle carcasse di animali provenienti da allevamenti zootecnici. Si tratta di una iniziativa legislativa promossa dal collega consigliere Domenico Damascelli che ho sottoscritto e sostenuto, condividendone le finalità e gli obiettivi dal momento che affronta un tema largamente sentito dagli imprenditori agricoli pugliesi e, in particolar modo, da quelli di tutta l’area murgiana che svolgono attività di allevamento dei cosiddetti “animali da reddito” (appartenenti, cioè, alle specie bovina, bufalina, equina, ovina, caprina e suina). <br />La proposta di legge (che ora passa in Consiglio per la sua trattazione e definitiva approvazione) prevede che, per tutelare la salute pubblica e garantire la sicurezza alimentare e la salvaguardia ambientale, la Regione Puglia sostenga finanziariamente gli allevatori nell’attività di smaltimento degli animali morti in azienda, anche al fine di monitorare le cause di mortalità e svolgere, in tal modo, un’attività di controllo epidemiologico e di prevenzione delle malattie. <br />Per consentire, pertanto, uno smaltimento conforme alla complessa normativa comunitaria e statale in materia, la Regione Puglia interverrà finanziariamente per sostenere i costi degli imprenditori agricoli nella raccolta, trasporto e distruzione, presso impianti di pretrattamento e di incenerimento autorizzati, delle carcasse degli animali. <br />L’aiuto riconosciuto dalla Regione Puglia, dispone la proposta di legge, arriverà a coprire fino al 100% dei costi sostenuti per la rimozione dei capi morti e fino al 75% per la distruzione degli stessi. La dotazione finanziaria attualmente prevista è di 200.000 euro e spetterà alla Giunta regionale, entro 60 giorni dall’approvazione della legge, indicare le forme e le modalità per la concreta attuazione di questa misura. <br />Si tratta di un intervento legislativo certamente molto utile e atteso che avevo già auspicato in commissione, nelle scorse settimane, nell’ambito della discussione sulla proposta di legge in materia di danni derivanti dalla fauna selvatica. <br />Con quanto previsto dalla proposta di legge approvata oggi in Commissione, infatti, si fornisce un aiuto concreto ed efficace alle aziende agricole pugliesi che svolgono un’attività importantissima per la nostra economia raggiungendo elevatissimi standard di qualità (penso, in particolare, alle eccellenze della nostra Murgia conosciute in tutta Italia e non solo), rappresentando, d’altro canto, un fondamentale presidio del territorio che, in tal modo, resiste a ogni forma di desertificazione. <br />Per questo è necessario fornire a queste realtà, che troppo spesso devono farsi carico da sole di sostenere il peso di adempimenti molto onerosi, tutto l’aiuto che meritano affinché possano condurre con profitto le loro attività nell’ambito di un comparto strategico per il nostro territorio e per la nostra economia. <br />In questo senso va certamente la proposta di legge approvata oggi in Commissione in materia di smaltimento delle carcasse di animali, che auspico possa ora approdare quanto prima in Consiglio per la sua definitiva approvazione.” <br /> Mon, 18 Jun 2018 15:52:57 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59244/118--Marmo---Va-riformato-e-potenziato--Emiliano-non-ceda-a-tentazione-di-ennesima-ed-inutile-agenzia- Ambriola Angelo Sanità 118, Marmo: "Va riformato e potenziato, Emiliano non ceda a tentazione di ennesima ed inutile agenzia" Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br />&quot;Il Sistema 118 nazionale deve essere potenziato con una riforma urgente che veda assicurare gli standard qualitativi di risposta sanitaria migliori possibili in caso di emergenza ed urgenza. Se questa è un&#39;esigenza ormai ineludibile, in Puglia assistiamo alla chiusura dei Punti di Primo Intervento senza avere una rete regionale di 118 organizzata ed efficiente e l&#39;unico chiodo fisso del presidente Emiliano pare che sia quello di costituire un&#39;altra, un&#39;ennesima ed inutile agenzia regionale, stavolta per l’emergenza-urgenza. Noi siamo convinti della bontà di un modello composto da sei centrali operative, con la nascita di un Dipartimento regionale dell’emergenza. Il modello di governance, quindi, che proponiamo alla Giunta è quello che potenzia la capacità gestionale dei territori provinciali. <br />Peraltro, ci si deve attrezzare anche per far fronte alle normative europee, a partire dal Numero Unico per le Emergenze (112), un sistema che va incastrato con quello del 118, favorendo la massima cooperazione tra i due segmenti. Ora, riteniamo che sarebbe quanto mai auspicabile avviare un dialogo costruttivo nel merito con il presidente della Regione, ed è per questo che gli rinnoviamo la richiesta di abbandonare l&#39;idea di decidere tutto solo con alcune consultazioni esterne, escludendo ogni possibilità di confronto con il Consiglio regionale&quot;./comunicato <br /><br /> Mon, 18 Jun 2018 15:33:37 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59243/Agricoltura-di-precisione--Franzoso---Da-audizioni-ok-alla-pdl--Ora-via-all-esame-del-testo-e-parere-finanziario- Ambriola Angelo Commissioni Agricoltura di precisione, Franzoso: “Da audizioni ok alla pdl. Ora via all’esame del testo e parere finanziario” “Con l’audizione del Professor Giacomo Scarascia–Mugnozza, del dipartimento di Scienze Agro-ambientali dell’Università di Bari, si è concluso oggi il ciclo di audizioni in IV commissione della Proposta di legge sulla ‘Agricoltura di Precisione’ a firma Franzoso, Pentassuglia, Amati. <br />La legge prevede l’utilizzo di nuove tecnologie per contenere i costi di produzione in agricoltura e migliorare la qualità dei prodotti”. <br />Lo dichiara Francesca Franzoso, consigliere regionale di Forza Italia e promotore dell’iniziativa di legge. <br />L’iter del testo di legge proseguirà lunedì prossimo, con l’esame dell’articolato nella stessa commissione, per passare successivamente al vaglio della I commissione Bilancio, che dovrà esprimere il parere finanziario. <br />“La Pdl – prosegue Franzoso - ha ricevuto il parere favorevole di tutte le associazioni finora audite e il pieno sostegno del dipartimento Scienze Agro ambientali e Territoriali dell’Ateneo barese che anzi, ha incoraggiato il lavoro della commissione, riconoscendo il valore dell’Agricoltura di precisione come necessario percorso di evoluzione del settore primario dell’economia pugliese”. <br />“Un modello, quello dell’agricoltura di precisione – ha rimarcato Scarascia – Mugnozza - che ha un ruolo chiave nella sostenibilità ambientale delle risorse, come i consumi di acqua, suolo, elettricità, fitofarmaci. Un modello che, grazie al progetto pilota contenuto nella proposta di legge, finanziato con 500 mila euro, diventerebbe subito operativo, attraverso la creazione di un campo agricolo sperimentale”./comunicato <br /> Mon, 18 Jun 2018 15:16:25 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59242/Abaterusso---Un-interrogazione-per-dire-No-alla-chiusura-del-Punto-di-Primo-Intervento-di-Conversano- Ambriola Angelo Sanità Abaterusso: “Un’interrogazione per dire No alla chiusura del Punto di Primo Intervento di Conversano” “Revocare con estrema urgenza il provvedimento di chiusura del PPI (Punto di Primo Intervento) di Conversano che è unanimemente considerata città turistica; consolidare concretamente il servizio di pronto soccorso di Monopoli e quanto previsto dal servizio 118 e verificare con estrema urgenza, attraverso un tavolo di ‘concertazione e partecipazione con la comunità conversanese’, il grado di realizzazione del protocollo d’intesa sottoscritto tra Regione Puglia e Comune di Conversano nel giugno 2012, al fine di soddisfare il bisogno di un territorio che non può essere privato dei servizi essenziali e mortificato dalla mancata applicazione degli accordi istituzionali sottoscritti nel giugno 2012”. È quanto chiede, in un’interrogazione depositata oggi a Bari, il Consigliere regionale di Art.1-Mdp/Leu Ernesto Abaterusso secondo il quale “la decisione di chiudere il Punto di Primo Intervento di Conversano appare assurda, oltre che immotivata, ed è solo l’ultima delle mortificazioni che i cittadini pugliesi sono costretti a subire”. <br />“Uno scenario diverso quello attuale, rispetto a quanto previsto dal Protocollo d’Intesa sottoscritto nel 2012 da Regione e Comune secondo il quale doveva essere ben altra la destinazione per il comparto di emergenza-urgenze e rispetto alla decisione della Asl/Ba che ha deciso di salvaguardare il servizio per le località turistiche. Di tutte le promesse assunte nel tempo, però, sembra che nulla sia stato fatto” prosegue Abaterusso. <br />“Al contrario – sottolinea il Consigliere regionale di Art.1-Mdp/Leu – i cittadini si trovano oggi costretti a rivolgersi ad altri presidi, come quello di Monopoli, che opera in una situazione di grave disagio a causa della mancanza di personale e dei numerosi accessi al servizio di un territorio vastissimo”. “Una vera e propria presa in giro per il territorio e per i cittadini di Conversano che meritano maggiore rispetto, non di vedere negato il diritto costituzionale della tutela della salute” conclude Abaterusso. <br /> Mon, 18 Jun 2018 15:02:38 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59241/Agricoltura-di-precisione-e-smaltimento-carcasse-animali--Mennea---Leggi-per-aiutare-l-economia-pugliese- Villani Emanuela Commissioni Agricoltura di precisione e smaltimento carcasse animali, Mennea: “Leggi per aiutare l'economia pugliese” “Oggi in quarta commissione abbiamo esaminato delle proposte di legge che vanno nella direzione di aiutare due settori importanti della nostra economia, cioè agricoltura e allevamento. In particolare le due pdl sull&#39;agricoltura di precisione, che dovranno diventare un unico testo di legge, e poi quella che dà finalmente una soluzione al problema dello smaltimento delle carcasse degli animali”. Lo dichiara Ruggiero Mennea, componente della commissione attività produttive e agricoltura, che con il presidente Donato Pentassuglia ha sottoscritto la pdl su ‘Disposizioni in materia di smaltimento delle carcasse provenienti da allevamenti zootecnici’, il cui primo firmatario è Domenico Damascelli. Pentassuglia è sottoscrittore, con Fabiano Amati, anche della pdl su &quot;Trasferimento tecnologico, ricerca, formazione e qualificazione professionale per la promozione dell&#39;agricoltura di precisione’, che ha come primo firmatario Francesca Franzoso. <br />“Con la pdl per lo smaltimento delle carcasse degli animali - prosegue Mennea - non solo c&#39;è uno strumento legislativo per questa attività cruciale per gli allevatori, ma vengono messe a disposizione anche le risorse finanziarie necessarie per il corretto smaltimento di questi rifiuti, a garanzia della salute dei cittadini. L&#39;unica osservazione, da me fatta, riguarda - sostiene - l&#39;esplicitazione dell&#39;utilizzo delle risorse finanziarie in favore dell&#39;Ara, l&#39;associazione regionale allevatori. Queste dovranno essere chiarite nelle modalità e nelle procedure, per evitare che ci siano speculazioni o, comunque, ci sia una mancanza di concorrenza rispetto ai prezzi di mercato. Quando la proposta di legge arriverà in Consiglio - conclude - presenteremo un emendamento ad hoc per offrire garanzie in questa direzione”./comunicato <br /> <br /> <br /> Mon, 18 Jun 2018 14:42:31 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59240/Coniugi-separati-e-divorziati--plauso-di-Gatta-ad-iniziativa-di-convento-foggiano---La-giunta-attui-nostra-legge-di-sostegno-a-coniugi-indigenti- Racanelli Mariantonietta Servizi sociali Coniugi separati e divorziati, plauso di Gatta ad iniziativa di convento foggiano: “La giunta attui nostra legge di sostegno a coniugi indigenti” Nota del vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta. <br /> <br />“Gratitudine e massimo apprezzamento per l’iniziativa del convento “Gesù e Maria” di Foggia, che ha dato vita, grazie alle offerte dei fedeli, alla prima casa di accoglienza per i padri separati e per le persone in difficoltà. Al contempo, sento il dovere di richiedere alla Giunta Regionale di dare attuazione alla legge n.45 del 15/11/17, approvata dal Consiglio pugliese, di cui sono stato proponente e primo firmatario: quella sulle forme di sostegno per i genitori separati o divorziati che versano in condizioni di grave indigenza perché tenuti a corrispondere all’ex coniuge l’assegno di mantenimento e a far fronte ad ulteriori spese nel caso in cui la casa familiare sia stata attribuita all’altro. Ebbene, si tratta di una nuova forma di povertà e disagio sociale dalle dimensioni devastanti, interessando oltre 850 mila italiani. In Puglia, con la nostra legge, abbiamo colmato un importante gap normativo, con un testo che si muove su tre pilastri essenziali: l’assistenza e mediazione familiare (laddove l’alta conflittualità tra i coniugi renda ulteriormente complesso l’esercizio del ruolo genitoriale con i correlativi diritti e doveri), il sostegno economico (dalle spese per le cure mediche a forme di prestito agevolato) ed il sostegno abitativo (prevedendo accordi con le “Agenzie Regionali per la Casa e l’Abitare” e promuovendo progetti di gestione di immobili da destinare in via temporanea). La dotazione iniziale per finanziare la legge ammonta a 500 mila euro: 140 mila euro per il rimborso dei ticket sanitari e per prestiti a tasso agevolato, mentre 350 mila euro sono destinati per il contributo ai Comuni per la locazione di alloggi di proprietà pubblica a canone concordato e per il sostegno ai morosi incolpevoli. Ebbene, pur essendo stata approvata la legge nello scorso novembre, ancora non è operativa. L’invito forte che rivolgo alla Giunta è quello di darvi seguito, perché le leggi non possono restare nel cassetto e soprattutto perché, per quanto virtuose e lodevoli, iniziative come quella del convento foggiano, vista la dimensione del fenomeno, non possono da sole far fronte al disagio di migliaia di cittadini in difficoltà”. /comunicato<br /> Mon, 18 Jun 2018 13:56:13 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59239/IV-commissione--approvata-legge-per-smaltimento-capi-morti-in-allevamento Racanelli Mariantonietta Commissioni IV commissione: approvata legge per smaltimento capi morti in allevamento La IV commissione consiliare ha approvato all’unanimità la proposta di legge per lo smaltimento delle carcasse provenienti da allevamenti zootecnici a firma dei consiglieri regionali Domenico Damascelli, Nino Marmo e Giandiego Gatta. <br />Al fine di assicurare su tutto il territorio regionale la sicurezza alimentare dei cittadini e la salute animale e per consentire la verifica delle cause di decesso dei capi di bestiame, causate dalle emergenze igienico-sanitarie e dalla necessità di salvaguardia ambientale, il provvedimento disciplina un regime di aiuti per la rimozione, il trasporto e la distruzione dei capi morti in allevamento, proporzionato al rischio per la salute pubblica e degli altri animali allevati nelle aziende interessate, avvalendosi dell’ARA (Associazione Regionale Allevatori) della Puglia. <br />Le disposizioni sono coerenti con le previsioni dell’art. 27 del Regolamento (UE) della Commissione del 25 giugno 2014, che dichiara compatibili con il mercato interno alcune categorie di aiuti nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali e che abroga il regolamento della Commissione (CE) n. 1857/2006. <br />Si stabilisce che gli aiuti per la rimozione dei capi morti coprano fino al 100 per cento dei costi sostenuti e fino al 75 per cento al per la distruzione dei medesimi. <br />Alla Regione Puglia vengono attribuite le funzioni amministrative di vigilanza, controllo e sostitutive, mentre l’attività gestionale e affidata all’ARA (Associazione Regionale Allevatori) della Puglia attraverso la stipula di una convenzione, aspetto su cui i commissari hanno richiesto un approfondimento da parte degli uffici tecnici dell’assessoarato. <br />Per il 2018 è stata prevista una dotazione finanziaria di 200 mila euro. <br /> Mon, 18 Jun 2018 13:48:18 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59238/Proposte-di-legge-su--Agricoltura-di-precisione--in-IV-commissione Lorusso Vincenzo Commissioni Proposte di legge su “Agricoltura di precisione” in IV commissione &nbsp;La IV commissione consiliare, presieduta da Donato Pentassuglia, si è occupata delle due proposte di legge incentrate sull’introduzione in Puglia delle metodologie proprie dell’agricoltura di precisione, presentate da Franzoso, Pentassuglia e Amati (la prima) e da Damascelli, Gatta, Perrini, Congedo, Caroppo e De Leonardis. <br />Partendo dai presupposti di contenere i costi di produzione ed incrementare la produttività anche in termini qualitativi, l’Agricoltura di precisione svolge un ruolo di primo piano nel fornire accurate diagnosi e supporti gestionali, ottimizzando l’utilizzo dei mezzi tecnici (macchine, lavoro, fertilizzanti, prodotti chimici, sementi, acqua, energia ecc.) con prevedibili ricadute in termini di rendimenti produttivi e benefici economici, unitamente al rispetto delle più stringenti norme ambientali e climatiche. <br />Le due pdl hanno registrato il parere favorevole dell’Università di Bari (Dipartimento di Scienze Agro-ambientali e territoriali) e della Fedagri Confcooperative presenti in audizione. La commissione ha deciso di lavorare su un testo unico dei due provvedimenti che sarà definito entro la prossima settimana. L’obiettivo è quello di arrivare all’approvazione da parte del Consiglio regionale entro la fine di luglio.&nbsp; <br /> Mon, 18 Jun 2018 13:16:04 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59237/Brindisi--S-P--74--Mesagne-San-Pancrazio-Salentino---Bozzetti---Completare-i-lavori-fermi-da-dieci-anni- Ambriola Angelo Lavori Pubblici Brindisi, S.P. 74 "Mesagne-San Pancrazio Salentino”. Bozzetti: “Completare i lavori fermi da dieci anni” “A distanza di oltre dieci anni, non è stato ancora completato l’ampliamento della Strada Provinciale n.74 ‘Mesagne - San Pancrazio Salentino’. Così il consigliere del M5S, Gianluca Bozzetti, che ha presentato un’interrogazione per chiedere alla Regione di sollecitare la Provincia di Brindisi affinché i lavori vengano terminati al più presto e di chiarire di chi siano le responsabilità per questi ritardi. <br />“A distanza di due settimane dall’interrogazione - continua il pentastellato - non ho ancora ricevuto alcuna risposta, mentre ho appreso dalla stampa di riunioni istituzionali ‘last minute’ prive di qualsiasi comunicazione ufficiale, fra la Provincia e qualche consigliere della maggioranza nel corso delle quali sarebbero state ipotizzate soluzioni temporanee, rimandando il problema al prossimo tavolo tecnico che, apprendo ancora dalla stampa, dovrebbe tenersi mercoledì”. <br />I lavori per l’ampliamento della S.P. 74 &quot;Mesagne–San Pancrazio Salentino&quot; sono iniziati nel 2008 con l’obiettivo di eliminare le intersezioni pericolose attraverso la realizzazione di due rotatorie sul tracciato. Il primo lotto interessato dagli interventi per l’allargamento della strada e per la realizzazione della rotatoria nell’intersezione con la S.P. 51 “Cellino San Marco-Oria” fu completato nel 2011. I lavori del secondo lotto, avrebbero dovuto riguardare l’adeguamento della larghezza della strada provinciale a 10 metri, il ripristino della segnaletica orizzontale e verticale e il posizionamento di guardrail in alcuni tratti della strada per un importo pari ad euro 1.300.000 ma, dal 2008, devono ancora essere completati. Le cause sono da addebitarsi ai ritardi nel trasferimento dei fondi dalla Regione alla Provincia, alla presenza di pali di sostegno della rete elettrica ai margini della strada che necessitavano di essere spostati e, in ultimo, ad un ricorso al TAR presentato dalla seconda impresa in graduatoria nella gara d’appalto. <br />“Una situazione - continua il consigliere cinquestelle - che ha causato notevoli disagi per gli automobilisti, creando anche pericoli per la sicurezza dei cittadini, dal momento che i mezzi di soccorso per raggiungere le strutture ospedaliere devono affrontare un percorso ad ostacoli fra deviazioni e paesi limitrofi. Non sono da meno i disagi nel corso della stagione estiva per i turisti che desiderano raggiungere le coste ioniche o l’aeroporto del Salento. Ad oggi – spiega Bozzetti - la maggior parte delle criticità segnalate risultano superate, persiste il problema dell’espianto degli ulivi che insistono nei terreni agricoli interessati dalla realizzazione dei lavori, della loro catalogazione e del trasporto nel sito di reimpianto. Per questo - conclude - nell’interrogazione ho chiesto se l’ufficio competente della Regione stia provvedendo ad autorizzare l’espianto degli ulivi nel rispetto della normativa vigente e se siano state stanziate alla Provincia le risorse economiche necessarie per il completamento dei lavori. Vorremmo anche sapere se esistano altri motivi per il ritardo nel completamento di interventi che i cittadini aspettano ormai da dieci anni”./comunicato <br /> Mon, 18 Jun 2018 12:49:09 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59235/-Moro--Martire-laico--presentato-il-progetto-Consiglio-Anci-Puglia Laudadio Felice Presidente del Consiglio “Moro: Martire laico” presentato il progetto Consiglio-Anci Puglia “Il pensiero di Aldo Moro è di straordinaria attualità, le sue idee, i valori, il suo modo di impostare l’azione politica sono tuttora di grande insegnamento. In questa fase di degrado e di frantumazione del sistema Paese possono aiutarci a ricostruire coordinate politiche capaci di farci superare un momento difficile”. Questo, per il presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo il significato del progetto “Moro: Martire laico”, che tra il 2018 e il 2020 si svilupperà in tutta la Puglia, rivolto ad enti locali, biblioteche e associazioni culturali. <br />È un’articolazione degli interventi con i quali il Consiglio regionale si impegna a rendere sempre più attuale la memoria e il ruolo istituzionale di un grande pugliese. Si affianca alle altre iniziative, ricordate dal presidente Loizzo. “Con ‘Moro vive’, porteremo nelle scuole il suo ruolo, il suo esempio, il suo sacrificio ed è pronto un altro progetto col quale entreremo nelle università, per parlare agli universitari”. <br />Partner di “Moro: Martire laico” è l’Associazione dei Comuni. Questo progetto, ha dichiarato il presidente dell’Anci Puglia Domenico Vitto, “ci consente di portare nelle nostre città e paesi, nelle scuole, nelle biblioteche, nei luoghi del sapere, quella che per tutti noi è una figura di riferimento nella storia del nostro Paese e della nostra regione, un esempio di umanità, rigore morale e competenza. In un periodo storico in cui “si urla per prevaricare sull&#39;altro, si parla esclusivamente alla pancia delle persone, il ricordo di Aldo Moro diventa necessario”. <br />In collaborazione con la Regione, l&#39;Anci Puglia stamperà un&#39;edizione rinnovata del libro di Gero Grassi &quot;Aldo Moro, la verità negata&quot;, per i Comuni pugliesi, le biblioteche e le associazioni che vorranno aderire. <br />“Moro torna nelle piazze”, con queste iniziative, ha osservato l’on. Gero Grassi, protagonista delle manifestazioni che “gireranno la Puglia”, su domanda dei soggetti interessati. Comuni, biblioteche e associazioni culturali pugliesi potranno aderire al progetto ‘Moro: Martire laico’, per l’organizzazione di un incontro in Puglia, inviando la richiesta all’indirizzo email comunicazione@consiglio.puglia.it , entro il 25 giugno 2018 per eventi da realizzare a luglio o a settembre ed entro il 20 settembre 2018, per incontri da ottobre a dicembre. <br />Il Moro docente, costituente, politico, uomo di stato e di governo, il martire, tornerà nelle piazze della sua Puglia, che non sono più quelle asolate e sterrate in cui si confrontava con Peppino Di Vittorio, ha aggiunto Grassi. Altre regioni, ha reso noto, le Marche, la Basilicata, “ci chiedono di esportare quello che la Puglia sta facendo per Moro”: un grande lavoro sull’attualità di una memoria esemplare. (fel) <br /> Mon, 18 Jun 2018 12:31:43 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59234/Borraccino---Il-Governo-regionale-intervenga-per-consentire-la-proroga-dei-contratti-per-i-ricercatori-di-Future-in-Research- Sgambati Patrizia Lavoro Borraccino: "Il Governo regionale intervenga per consentire la proroga dei contratti per i ricercatori di Future in Research" <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left:0cm"><strong><span style="font-size:9.5pt;font-family:'Calibri','sans-serif'">Comunicato stampa del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali&nbsp;Mino Borraccino:</span></strong></p><p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left:0cm"><br /><span style="font-family: Helvetica, sans-serif;">Destano grande preoccupazione le dichiarazioni rese dall’Assessore alla Formazione, all’Università e alla Ricerca, Sebastiano Leo, nel corso dell’audizione svoltasi nei giorni scorsi in VI Commissione sulla questione relativa alla proroga dei contratti per i vincitori del bando “Future in Research”. Come noto, si tratta di una vicenda della quale mi sono interessato nei mesi scorsi e per la quale ho anche proposto una apposita interrogazione per chiedere, al Governo regionale, di stanziare le risorse necessarie a consentire la proroga, per almeno altri due anni, in favore di questi 170 ricercatori pugliesi impegnati, nelle nostre università, in importanti progetti di ricerca di interesse regionale. Dopo tre anni di attività, però, e nonostante nella convenzione sottoscritta dalla Regione Puglia con le Università sia esplicitamente prevista la possibilità di prorogare i contratti a seguito di una procedura di valutazione sulla ricerca svolta, si fa sempre più concreta la prospettiva che questi giovani e validi ricercatori interrompano la loro attività mancando i fondi necessari per le proroghe. Nel corso della risposta alla mia interrogazione, discussa durante il Consiglio regionale del 2 maggio scorso, l’assessore Leo si impegnò pubblicamente a mettere in campo ogni utile iniziativa finalizzata a risolvere questo problema, riconoscendo l’importanza di una iniziativa come “Future in Research”, avviata con l’amministrazione regionale guidata da Nichi Vendola e finalizzata ad arginare la fuga dei cervelli pugliesi e a consentire che le eccellenze della ricerca possano sviluppare i loro progetti presso le nostre Università, generando valore aggiunto per tutto il territorio. Ad oggi, però, le promesse annunciate dall’assessore Leo in Consiglio regionale non hanno trovato alcun riscontro concreto, e cresce la preoccupazione di questi 170 ricercatori di dover interrompere la loro attività. Auspico, pertanto, un rapido e risolutivo intervento da parte del Governo regionale per far fronte a questo problema, impegnandomi a predisporre un apposito emendamento in vista della imminente discussione in Consiglio regionale del disegno di legge per l’assestamento di bilancio, in modo da appostare le risorse necessarie a venire incontro alle esigenze di questi ricercatori pugliesi che non possono essere abbandonati al loro destino ma che la Regione Puglia ha il dovere di tutelare e valorizzare perché, con i loro progetti, rappresentano una eccellenza del nostro territorio che non può essere dispersa. /com</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;text-decoration-style:initial;text-decoration-color:initial"><br /></p> Mon, 18 Jun 2018 12:11:29 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59233/Corsi-gratuiti-di-Information-Literacy---Undicesimo-incontro--la-citazione-bibliografica Ambriola Angelo Biblioteca Corsi gratuiti di Information Literacy - Undicesimo incontro: la citazione bibliografica Giovedì 21 giugno, nella Sala Matutinum di “Teca del Mediterraneo” - Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia, via Petroni 19/A – Bari, si terrà l’undicesimo degli appuntamenti di Information Literacy, previsti per l’anno in corso. <br />L’incontro, dedicato alla citazione bibliografica, ha lo scopo di fornire indicazioni su come descrivere correttamente un documento utilizzando un insieme di dati standard, anche per agevolarne la ricerca. <br />I corsi gratuiti di Information Literacy, tenuti da personale bibliotecario specializzato, sono rivolti a studenti, bibliotecari, utenti della biblioteca, dipendenti pubblici e privati. <br />Consultando il calendario degli incontri allegato, è possibile scegliere tra i seguenti moduli: citazione bibliografica; ricerca bibliografica online; banche dati; riviste elettroniche ed e-book; documentazione di fonte pubblica in rete. <br />L’iscrizione ai singoli eventi avviene compilando il modulo online disponibile al link https://tinyurl.com/kcu2jxc ed è possibile specificare se si intende partecipare alla sessione mattutina (ore 10) o pomeridiana (ore 14.30). Novità del 2018 è, infatti, la possibilità di frequentare il corso in orario pomeridiano agevolando così la partecipazione degli studenti, anche di scuola superiore, per ii quali la frequenza dei corsi può essere un ottimo ausilio per la preparazione di tesi e tesine, nonché per le ricerche scolastiche. <br />Un gruppo di almeno cinque persone/studenti può richiedere lo svolgimento dei moduli in date diverse da quelle previste nel calendario. <br />Ogni incontro prevede un numero minimo di 5 ed un massimo di 10 iscritti, in base alla cronologia di prenotazione, ed ha la durata di due ore. Le iscrizioni si chiudono il martedì precedente alle ore 13./comunicato <br /> Mon, 18 Jun 2018 10:13:18 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59231/Riapertura-Pronto-Soccorso--Moscati--e--San-Marco--Borraccino-aderisce-alla-manifestazione-di-Taranto- Sgambati Patrizia Sanità Riapertura Pronto Soccorso “Moscati” e “San Marco”:Borraccino aderisce alla manifestazione di Taranto. <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left:0cm; background:white"><strong><span style="font-size:9.5pt;font-family:'Calibri','sans-serif'; color:#222222">Comunicato stampa del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali&nbsp;Mino Borraccino:</span></strong></p><p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left:0cm; background:white"><br /><span style="color: #222222; font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 9.5pt;">Abbiamo intuito&nbsp; sin dall’inizio la gravi criticità che avrebbe prodotto il nuovo Piano di riordino ospedaliero della Regione Puglia. &nbsp;Dopo la sua &nbsp;bocciatura </span><span style="color: #222222; font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 9.5pt;">&nbsp;in &nbsp;III Commissione, grazie al nostro voto contrario, &nbsp;sarebbe&nbsp;dovuta&nbsp; seguire una reimpostazione della &nbsp;programmazione, da adeguare agli &nbsp;oggettivi bisogni dei territori, &nbsp;cosa che non è mai avvenuta. Si è proceduto invece all’applicazione di un Piano mai portato &nbsp;in Consiglio regionale, che &nbsp;sta manifestando&nbsp; sempre più la sua&nbsp; visione fallimentare. &nbsp;In questi ultimi mesi si sono susseguiti &nbsp;&nbsp;tagli a servizi sanitari &nbsp;indispensabili ,&nbsp; molti &nbsp;soppressi con l’idea delle riconversioni mai avvenute. Si è &nbsp;privilegiato il privato al pubblico, e si è favorito&nbsp;sempre più i cittadini a ricorrere alla mobilità extraregionale passiva a causa &nbsp;anche alle lunghe liste d’attesa. I pugliesi sono letteralmente indignati &nbsp;per gli enormi disagi &nbsp;cui vanno incontro &nbsp;per ogni tipo di prestazione socio-sanitaria e noi di Sinistra Italiana/Liberi e Uguali confermiamo e garantiamo il nostro impegno &nbsp;&nbsp;per il diritto alla salute. A tal proposito parteciperò alla manifestazione che il “Gruppo FB Per un quartiere migliore Paolo VI” &nbsp;ha organizzato a Taranto venerdì 22 giugno 2018, alle ore 10,00, davanti alla ASL di Viale Virgilio, per essere al fianco di una città sofferente&nbsp;&nbsp;a causa anche dell’impossibilità materiale di &nbsp;accedere alle cure. Al Pronto Soccorso del &quot;S.S. Annunziata&quot; ogni giorno si assiste a situazioni&nbsp; emergenziali gestite fin troppo bene dal personale medico, paramedico e &nbsp;socio-sanitario che non può però continuare a reggere ritmi abnormi. Troppi infatti gli accessi quotidiani, frutto di un corposo bacino d’utenza quantizzabile in circa 330 mila residenti, che con la stagione estiva alle porte tenderà a crescere esponenzialmente. Serve riaprire urgentemente &nbsp;i Pronto Soccorso del “Moscati” di Paolo VI &nbsp;e del “San Marco” di Grottaglie che, a causa anche della chiusura dei Punti di Primo Intervento, necessiteranno&nbsp; ancora di più&nbsp;&nbsp;per garantire l’assistenza sanitaria alla popolazione non solo residente ma anche vacanziera. /com</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white;font-variant-ligatures:normal;font-variant-caps:normal; text-align:start;text-decoration-style:initial;text-decoration-color:initial; word-spacing:0px"><br /></p> Mon, 18 Jun 2018 08:51:21 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59230/Taranto--Borraccino---Aeroporto-attivo-per-fare-la-differenza- Sgambati Patrizia Infrastrutture Taranto, Borraccino: "Aeroporto attivo per fare la differenza" <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left:0cm; background:white"><strong><span style="font-size:9.5pt;font-family:'Calibri','sans-serif'; color:#222222">Comunicato stampa del consigliere regionale di Sinistra Italiana/Liberi E Uguali&nbsp;Mino Borraccino:</span></strong></p><p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left:0cm; background:white"><br /><span style="font-family: Helvetica, sans-serif; font-size: 10pt;">Aeroporto e porto di Taranto, croce e delizia di un territorio che non decolla, sono la palese dimostrazione dell’incapacità progettuale del Governo regionale.&nbsp;</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Helvetica','sans-serif'">L’aeroporto di Taranto/Grottaglie, con tutte le sue caratteristiche, potrebbe rappresentare la svolta per un territorio alla perenne ricerca di una “new economy”, sempre cercata e mai trovata.&nbsp;</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Helvetica','sans-serif'">Non ci vorrebbe molto per attivare i voli di linea passeggeri dell’aeroporto ionico. Abbiamo il management capace, se solo lo volesse.&nbsp; Le risorse economiche ci sarebbero e la centrale operativa/decisionale, in capo alla presidenza della Regione Puglia, se&nbsp; volesse, potrebbe decidere in pochi mesi, di far decollare quest’opportunità per tutti i settori produttivi della provincia. Ma purtroppo, nonostante i miei (e non solo) reiterati inviti al presidente Emiliano, che pur, almeno a parole, da tre anni,&nbsp; si dice favorevole, ciò non avviene mai. Peccato davvero!&nbsp;</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Helvetica','sans-serif'">Invece continuiamo ad ascoltare progetti affascinanti ma lontani dalla realtà. Sovente si parla&nbsp; di ipotesi di polo logistico integrato, di Port Authorities, ipotizzando rapporti gestionali tra&nbsp; porto ed aeroporto, utili allo sviluppo della economia del territorio.&nbsp;</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Helvetica','sans-serif'">Si omette di dire però che il Porto di Taranto è morto, utilizzato per lo più da &quot;Ilva&quot;, senza più un vettore, essendo andata via &quot;Evergreen&quot;, e che l’Aeroporto di Taranto/Grottaglie è solo utilizzato da &quot;Leonardo&quot; per partenze ed arrivi una volta a settimana dei Boing per il trasporto delle fusoliere.</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Helvetica','sans-serif'">Insomma tante parole,&nbsp; anche intellettualmente affascinanti ma prive di contenuti realizzabili nei prossimi anni.</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Helvetica','sans-serif'">Continuo a chiedere al Presidente Emiliano di trasformare le sue buone intenzioni da parole a fatti concreti e quindi attivare, attraverso Aeroporti di Puglia, i voli civili passeggeri dall’aeroporto di Grottaglie.</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Helvetica','sans-serif'">Taranto non può rinunciare al diritto alla&nbsp; mobilità e ad un futuro economico differente.&nbsp;</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Helvetica','sans-serif'">Un aeroporto attivo può fare la differenza! /com</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:0cm;margin-bottom:12.0pt;margin-left: 0cm;background:white;font-variant-ligatures:normal;font-variant-caps:normal; text-align:start;text-decoration-style:initial;text-decoration-color:initial; word-spacing:0px"><br /></p> <p style="margin-bottom:12.0pt">&nbsp;</p> Mon, 18 Jun 2018 08:49:09 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/59229/Parrucche-per-pazienti-oncologiche--Longo---Piccoli-atti-dall-enorme-valore-etico- Sgambati Patrizia Sanità Parrucche per pazienti oncologiche, Longo: "Piccoli atti dall'enorme valore etico" <p>“Piccoli atti ma dall&#39;enorme valore etico. E&#39; questa la politica che ancora riesce ad essere servizio per i cittadini e in particolar modo per i cittadini che devono affrontare difficoltà”. E&#39; quanto in una nota sottolinea il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Peppino Longo, a proposito del provvedimento, che permette di erogare a donne pazienti oncologiche sottoposte a cure chemioterapiche, contributi per l’acquisto di parrucche, come parte integrante del percorso di assistenza e sostegno. “Un percorso – aggiunge Longo – che però necessita di alcune modifiche affinchè possa realmente e concretamente raggiungere i più elevati livelli di solidarietà soprattutto a favore delle pazienti che versano in difficoltà economiche”. Longo fa appello al presidente della giunta regionale Michele Emiliano, “certo di toccare temi che costituiscono le fondamenta della formazione umana e politica del presidente e affinché si adoperi per sburocratizzare l’iter dei rimborsi”.</p> <p>Il vicepresidente del Consiglio regionale di recente si è confrontato con i rappresentanti delle associazioni delle ammalate oncologiche e della ricerca, raccogliendo suggerimenti da “trasformare adesso in realtà. In particolar modo, accade che spesso alle pazienti che proprio non possono anticipare la spesa per l’acquisto, le parrucche vengano donate dalle stesse associazioni. Ed è questo uno dei passaggi che necessita di adeguati chiarimenti per raggiungere chi, già in difficoltà per la situazione economiche del proprio nucleo familiare, deve pure affrontare tutti i gravi disagi legati alla malattia”. /com</p> <p><br /></p> Mon, 18 Jun 2018 08:42:21 +0200