Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ Consiglio Regionale della Puglia it-IT Copyright 2019 Fri, 14 Jun 2019 18:56:26 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/Images/logo.png Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68128/Foggia-servizio-del-118--arriva-ulteriore-proroga--Barone--M5S--presenta-interrogazione---Incredibile-non-ci-sia-un-bando-che-non-sia-impugnabile- Sgambati Patrizia Sanità Foggia servizio del 118, arriva ulteriore proroga. Barone (M5S) presenta interrogazione. “Incredibile non ci sia un bando che non sia impugnabile” <p align="center" style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;text-align:center"><br /></p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;text-align:justify"><em><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:black">“Arriva l’ennesima proroga e il servizio di Emergenza Urgenza della Asl di Foggia continua a rimanere nella gestione delle solite associazioni, senza alcuna programmazione e soprattutto ancora senza un bando. Naturalmente è fondamentale che l’attività del 118 sia garantita e mantenuta sempre attiva, ma siamo allarmati riguardo alla gestione del servizio che prosegue senza regole, di proroga in proroga”, </span></em><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif; color:black">così la <strong>consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Rosa Barone</strong> che ha presentato un’interrogazione all’assessore alla Sanità Emiliano chiedendo conto dello stato del servizio di Emergenza Urgenza del 118 della Asl di Foggia. </span></p> <p>&nbsp;</p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;text-align:justify"><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:black">Ad ottobre 2018 </span><span style="font-size:10.5pt;font-family:'Arial',sans-serif; color:black">la direzione generale della Asl di Foggia ha indetto una procedura “ponte” di selezione pubblica per l’affidamento annuale, in convenzione, della gestione </span><span style="font-size:10.0pt;font-family: 'Arial',sans-serif;color:black">di diciotto postazioni di ambulanza e di una postazione di automedica territoriali. La procedura avrebbe stabilito regole ferree di gestione delle postazioni a tutela degli operatori, di ruolo e volontari, in servizio presso le Associazioni. Con sentenza n.48/2019, pubblicata in data 11/01/2019, il TAR Bari ha accolto il ricorso presentato da due associazioni di volontariato ed ha annullato il bando.</span></p> <p>&nbsp;</p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;text-align:justify"><em><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:black">“È incredibile che non si riesca a produrre un bando che non venga impugnato da parte delle associazioni. Per questo chiediamo che i criteri per l’assegnazione del servizio - </span></em><strong><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif; color:black">sottolinea la consigliera</span></strong><em><span style="font-size: 10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:black"> - siano più giusti e non più impugnabili, altrimenti, purtroppo saranno sempre le stesse associazioni a gestire il servizio a scapito dei lavoratori e dei volontari. Tutto questo in attesa - </span></em><strong><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif; color:black">incalza</span></strong><em><span style="font-size:10.0pt;font-family: 'Arial',sans-serif;color:black"> - che la Regione consolidi il percorso della gestione centralizzata con l’istituzione della Azienda Regionale dell’Emergenza Urgenza (AREU). Questo dimostra la totale disattenzione che il Presidente Michele Emiliano ha nei confronti di questa importante funzione del Servizio Sanitario Regionale”. /com</span></em></p> <p>&nbsp;</p> Fri, 14 Jun 2019 18:56:26 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68127/Nomina-Spina--a-consigliere-InnovaPuglia--M5S-chiede-un-parere-all-ANAC Sgambati Patrizia Politica Nomina Spina a consigliere InnovaPuglia. M5S chiede un parere all’ANAC <p style="margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: left;"><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">I consiglieri </span><strong style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">del M5S Antonella Laricchia e Mario Conca</strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> hanno richiesto un </span><strong style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">parere all’ANAC</strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> sulla nomina dell’ex sindaco di Bisceglie </span><strong style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">Francesco Spina </strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">a consigliere della società</span><strong style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> InnovaPuglia, ai sensi dell’art 12 del D.Lgs 39/2013.</strong></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;"><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">Una nomina che risale al 28 luglio del 2017, quando Spina era formalmente ancora sindaco di Bisceglie e per questo l’incarico sarebbe stato inconferibile in base al Decreto Legislativo 39 del 2013 che </span><strong style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">all’art 12</strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> stabilisce che &nbsp;“</span><em style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">Gli incarichi dirigenziali, interni e esterni, &nbsp;nelle pubbliche amministrazioni, negli enti pubblici e negli enti di diritto &nbsp;privato in controllo pubblico di livello regionale sono incompatibili con la carica di componente della giunta o &nbsp;del consiglio di una provincia, di un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti”</em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">, come appunto Bisceglie, e </span><strong style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">all’art. 7 </strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">vieta a chi nei 12 mesi precedenti sia stato componente della Giunta o di un Consiglio di un Comune oltre i 15mila abitanti, come nel caso del Comune di Bisceglie, di assumere «</span><em style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">gli incarichi di amministratore di ente di diritto privato in controllo pubblico di livello regionale”</em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">. L’avvocato Spina era anche già Presidente del GAL Ponte Lama, ente di diritto privato in controllo pubblico della Regione Puglia.</span></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;"><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">“</span><em style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">Oggi</em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> - </span><strong style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">dichiarano i cinquestelle</strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> - </span><em style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">da &quot;La Gazzetta del Mezzogiorno&quot;</em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> </span><em style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">apprendiamo nuovi particolari su questa nomina, sulla quale vogliamo fare la massima chiarezza. Per questo chiediamo <strong>all’Anac un parere sulla legittimità della nomina e sulla eventuale revoca</strong>. Addirittura sembrerebbe che Emiliano pur di nominare Spina sia andato contro quanto stabilito da una delibera di Giunta da lui stesso firmata sulle “Misure organizzative per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza”. Se tutto questo fosse confermato ci sarebbero pesanti conseguenze, dal momento che sempre il Decreto Legislativo 39 del 2013 stabilisce che “ i componenti &nbsp;degli organi che abbiano conferito incarichi dichiarati nulli sono responsabili per le conseguenze economiche degli atti adottati e non possano per tre mesi conferire gli incarichi &nbsp;di loro competenza”. Andremo avanti per ricostruire tutti i tasselli di questa vicenda: Emiliano non può continuare a usare Agenzie e società in house come poltronifici utili solo per la sua campagna elettorale”. /com</em></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;">&nbsp;</p> Fri, 14 Jun 2019 18:18:41 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68119/Piano-Coste--Casili---Commissariamento-dei-Comuni-voluto-dall-assessore-Capone-si-e-rivelato-spreco-di-tempo-e-risorse- Lorusso Vincenzo Turismo Piano Coste. Casili: “Commissariamento dei Comuni voluto dall’assessore Capone si è rivelato spreco di tempo e risorse” <br />“Sul Piano Coste la Regione Puglia scarica tutte le responsabilità sui sindaci. Se da una parte gli amministratori locali hanno le loro colpe, dall’altra i maggiori responsabili, anche del fallimento della fase di commissariamento dei comuni inadempienti, sono proprio Michele Emiliano e Loredana Capone. Purtroppo non sono sufficienti i dati impietosi sul calo delle presenze turistiche a far comprendere al governo regionale, che un territorio senza programmazione e pianificazione non ha futuro”. Lo dichiara il consigliere del M5S Cristian Casili, intervenendo sui ritardi dei commissari, nominati dalla Regione Puglia in sostituzione dei Comuni, per attuare i Piani delle Coste. <br /><br />“Le comunità non hanno avuto alcun beneficio dal supporto dei commissari individuati dalla Regione. Anzi, la soluzione commissariamento, paventata dall’assessore Loredana Capone come ‘fondamentale’ per la redazione del Piano Coste, si è rivelata uno spreco di tempo e risorse. Perché gli stessi commissari – continua Casili - anziché accelerare o rispettare i tempi dell’iter, hanno sforato ampiamente i 180 giorni di termine previsto per consegnare il lavoro. Ad un anno e tre mesi dalla loro nomina, non abbiamo ancora visto alcun risultato le conseguenze le pagheranno gli imprenditori onesti, che dovranno districarsi in un ginepraio di norme poco chiare che non consentono investimenti certi. Un appesantimento della burocrazia che spesso avvantaggia i furbi, con la conseguenza di assistere allo sciacallaggio delle risorse naturali” <br /><br />Casili, intervenuto sull’argomento già negli anni scorsi, ribadisce le critiche per la scelta del commissariamento “pensato in maniera discrezionale” <br /><br />“Già un anno fa avevo preannunciato che il commissariamento avrebbe aumentato il ritardo sull’approvazione finale del Piano delle Coste, perché a farne le spese sarebbero stati i piccoli comuni rivieraschi sotto i 10 mila abitanti, alcuni dei quali già avanti rispetto ad altri Comuni più grandi nell’iter di approvazione del piano. Questi Comuni, che avevano quasi terminato l’iter, avrebbero visto allungarsi i tempi a causa dell’istituzione dei nuovi bandi e della nomina dei tecnici incaricati per redigere i piani comunali. Purtroppo, si sta realizzando il rischio che avevo segnalato. Non solo, al danno si unisce beffa, perché i costi verranno addebitati ai Comuni, nonostante i ritardi dei commissari. Credo che ormai sia inutile nasconderlo – conclude Casili - ci apprestiamo a una stagione all’insegna della spazzatura sulle nostre coste per l’assenza di un piano di chiusura del ciclo dei rifiuti, alla presa d’assalto disorganizzato dei nostri litorali, con una immagine apocalittica del territorio, se consideriamo anche il disseccamento dei nostri ulivi. Nessuno si sorprenda se, in un territorio in cui regna l’approssimazione, vi sarà un calo drammatico di turisti”. <br /><br /> Fri, 14 Jun 2019 15:41:43 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68117/Sanita--Trevisi--M5S----Avviare-le-procedure-di-mobilita--per-l-assunzione-di-nuovo-personale-infermieristico-nelle-Asl- Sgambati Patrizia Sanità Sanità. Trevisi (M5S): “Avviare le procedure di mobilità per l’assunzione di nuovo personale infermieristico nelle Asl” <p style="margin: 0cm 0cm 0.0001pt; text-align: left;"><em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">“L’assessore alla Sanità<strong> Emiliano avvii le procedure di mobilità regionale ed extraregionale, mediante pubblicazione del relativo avviso, per l’assunzione di personale infermieristico </strong>nelle Asl pugliesi. L’erogazione di livelli essenziali di assistenza deve essere sempre garantita e l’assessore dovrebbe lavorare nell’ottica di limitare il precariato nelle Asl”, </span></em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">Così il <strong>consigliere del M5S Antonio Trevisi</strong>, che ieri ha incontrato una delegazione di infermieri al Vito fazzi di Lecce e &nbsp;presenterà un’interrogazione indirizzata al presidente Emiliano.</span></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;"><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">L’articolo 30 del DL del 30 marzo 2001, n. 165 prevede che le amministrazioni possano ricoprire posti vacanti in organico mediante passaggio diretto di dipendenti che facciano domanda di trasferimento, appartenenti a una qualifica corrispondente e in servizio presso altre amministrazioni, previo assenso dell&#39;amministrazione di appartenenza.</span></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;"><strong><em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">“La legge è chiara in materia di mobilità </span></em></strong><em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">- </span></em><strong><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">incalza il pentastellato </span></strong><em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">- e &nbsp;lo stesso articolo al comma 2 - bis sottolinea che “<strong>prima di procedere con un concorso per coprire eventuali posti vacanti in organico</strong>, debbano essere avviate le procedure di mobilità provvedendo, <strong>in via prioritaria</strong>, all&#39;immissione in ruolo dei dipendenti, provenienti da altre amministrazioni, in posizione di comando o di fuori ruolo, appartenenti alla stessa area funzionale”. La mobilità - </span></em><strong><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">spiega Trevisi</span></strong><em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;"> - oltre a limitare il precariato è anche una garanzia di risparmio per la Regione, rispetto a quanto costerebbe indire un nuovo concorso. Emiliano - </span></em><strong><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">conclude</span></strong><em><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;"> - deve con urgenza avviare queste procedure”. /com</span></em></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;">&nbsp;</p> Fri, 14 Jun 2019 14:41:57 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68120/Sanita--Trevisi---Avviare-le-procedure-di-mobilita--per-l-assunzione-di-nuovo-personale-infermieristico-nelle-Asl- Lorusso Vincenzo Sanità Sanità. Trevisi: “Avviare le procedure di mobilità per l’assunzione di nuovo personale infermieristico nelle Asl” <p style="margin: 0cm 0cm 0pt; text-align: left;"><em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">“L’assessore alla Sanità<strong> Emiliano avvii le procedure di mobilità regionale ed extraregionale, mediante pubblicazione del relativo avviso, per l’assunzione di personale infermieristico </strong>nelle Asl pugliesi. L’erogazione di livelli essenziali di assistenza deve essere sempre garantita e l’assessore dovrebbe lavorare nell’ottica di limitare il precariato nelle Asl”, </span></em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">Così il <strong>consigliere del M5S Antonio Trevisi</strong>, che ieri ha incontrato una delegazione di infermieri al Vito fazzi di Lecce e &nbsp;presenterà un’interrogazione indirizzata al presidente Emiliano.</span></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;"><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">L’articolo 30 del DL del 30 marzo 2001, n. 165 prevede che le amministrazioni possano ricoprire posti vacanti in organico mediante passaggio diretto di dipendenti che facciano domanda di trasferimento, appartenenti a una qualifica corrispondente e in servizio presso altre amministrazioni, previo assenso dell&#39;amministrazione di appartenenza.</span></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;"><strong><em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">“La legge è chiara in materia di mobilità </span></em></strong><em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">- </span></em><strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">incalza il pentastellato </span></strong><em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">- e &nbsp;lo stesso articolo al comma 2 - bis sottolinea che “<strong>prima di procedere con un concorso per coprire eventuali posti vacanti in organico</strong>, debbano essere avviate le procedure di mobilità provvedendo, <strong>in via prioritaria</strong>, all&#39;immissione in ruolo dei dipendenti, provenienti da altre amministrazioni, in posizione di comando o di fuori ruolo, appartenenti alla stessa area funzionale”. La mobilità - </span></em><strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">spiega Trevisi</span></strong><em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> - oltre a limitare il precariato è anche una garanzia di risparmio per la Regione, rispetto a quanto costerebbe indire un nuovo concorso. Emiliano - </span></em><strong><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">conclude</span></strong><em><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;"> - deve con urgenza avviare queste procedure”. /com</span></em></p><div style="text-align: left;"> </div><p style="text-align: left;">&nbsp;</p> Fri, 14 Jun 2019 14:41:57 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68116/Taranto--Liviano-presenta-borse-di-studio Lorusso Vincenzo Cronaca Taranto, Liviano presenta borse di studio &quot;Arrendersi? Mai!&quot;, il motto di Francesco Vaccaro, il ragazzo recentemente scomparso portato via da una tremenda malattia, diventa il titolo del progetto finalizzato all&#39;assegnazione di quattro borse di studio rivolte a ragazzi nati dall&#39;1 gennaio del 2000. Le quattro borse di studio (di cui tre messe a disposizione dal consigliere regionale Gianni Liviano e una da alcuni soci dell&#39;associazione &quot;Le città che vogliamo&quot;), ciascuna della dotazione di 500 euro, saranno assegnate ai quattro progetti premiati da un&#39;apposita giuria, composta da 7 elementi e presieduta dai genitori di Francesco Vaccaro. <br />I lavori prodotti possono avere la seguente natura: artistica, culturale, letterale, solidale, sportiva, musicale, tecnologica e di qualsiasi natura purchè si ispirino concretamente al motto “Arrendersi? Mai!”. <br />L&#39;iniziativa è stata presentata questa mattina (venerdì 14 giugno) a Taranto nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il consigliere regionale Gianni Liviano e i genitori di Francesco Vaccaro, Donato Vaccaro e Milena Cinto. <br />&quot;Francesco Vaccaro - ha detto Liviano - raccontava uno slogan, Arrendersi? Mai!, e lo incarnava insieme ai suoi genitori. Arrendersi mai è un motto è un monito per la città di Taranto Per questa ragione - ha aggiunto il consigliere regionale tarantino -, per ricordare Francesco e per dare a tutti i giovani l&#39;idea che valga la pena spendersi per i sogni, per le speranze, per migliorare la città non solo nella dinamica del lamento ma nella prospettiva di creare futuro abbiamo messo a disposizione quattro borse di studio tre delle quali finanziate con il corrispondente della mia retribuzione di consigliere regionale pari alla settimana di autosospensione dai lavori del Consiglio per solidarietà nei confronti della professoressa Rosa Maria Dell&#39;Aria colpevole, secondo l&#39;Ufficio scolastico provinciale di Palermo, che poi l&#39;ha sospesa per 15 giorni, di non aver vigilato sul lavoro dei suoi alunni che in un video hanno accostato le leggi razziali promulgate nel 1938 al decreto sicurezza del ministro dell&#39;Interno. In quell&#39;occasione decisi di autosospendermi per dare un segnale che la didattica deve essere sempre terza rispetto alla politica è che gli insegnanti devono essere liberi di proporre percorsi formativi. E proprio questo due aspetti, la formazione dei giovani e la passione verso la comunità, sono il senso alla base di queste borse di studio ed è il senso, credo, anche dello slogan Arrendersi? Mai! portato avanti da Francesco&quot;. <br />L&#39;appello a restare uniti è stato poi lanciato da Milena Cinto, mamma di Francesco, la quale ha ribadito come il figlio, adesso, sia diventato il simbolo di una città che non deve arrendersi. &quot;La sua immagine e il suo nome - ha poi sottolineato la signora Cinto - dovranno diventare lo strumento per aiutare i bambini più poveri e ammalati. Solo così - ha concluso - il sorriso di Francesco non si spegnerà nè oggi nè mai&quot;. <br />La domanda di partecipazione dovrà essere trasmessa, unicamente per posta elettronica, entro e non oltre le ore 23,59 del giorno 03 luglio 2019 al seguente indirizzo mail: borsedistudioarrendersimai@gmail.com. Nella domanda dovrà essere specificato dettagliatamente il progetto da realizzare indicando anche il periodo preciso (giorno/i e mese/i di svolgimento) e la location in cui si realizzerà. Nella domanda andrà altresì indicata la modalità di partecipazione al progetto di ciascuno dei componenti del gruppo. La realizzazione di partenariati con enti non profit (da attestare con documento scritto e autografato dal presidente dell’ente coinvolto) rappresenterà titolo di merito. <br />Per prendere visione del bando, consultabile anche nella sede dell&#39;associazione &quot;Le città che vogliamo&quot; in via Fiume 12 a Taranto, ci si potrà collegare alla pagina facebook borsedistudioarrendersimai. <br /><br /><br /> Fri, 14 Jun 2019 14:17:47 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68115/Mano-a-Mano-con-Emiliano--Longo--avanti-cosi Lorusso Vincenzo Politica Mano a Mano con Emiliano, Longo: avanti così “Esattamente quattro anni fa i pugliesi, eleggendo Michele Emiliano presidente della Regione hanno votato e premiato il candidato con il programma più convincente. E oggi ecco cosa registriamo, con le luci che superano nettamente le ombre”, è quanto sottolinea in una nota il vicepresidente del Consiglio regionale, Peppino Longo, tracciando un bilancio dell’azione di governo regionale. <br />“Emiliano ha mostrato di saper ben rappresentare un Sud che cerca riscatto, rivoluzionando alcune politiche della Regione e realizzando finora l’84% del programma presentato nel 2015 agli elettori. Reddito di dignità, partecipazione, sanità, welfare, turismo, occupazione, accanto ad uno sviluppo che ci deve essere solo se nel pieno rispetto dell&#39;ambiente. La Puglia ha saputo – lavorando duramente – integrarsi con successo nel tessuto politico, sociale ed economico italiano e internazionale mostrando il suo volto industrioso, coraggioso, pronto al sacrificio, incuriosito dall’innovazione ma mai disposto ad abbandonare la tradizione. Sono certo che sarà all&#39;altezza delle sfide nuove chi, insieme a radici solide e profonde, saprà ben interpretarle e saprà concorrere a governarle. E l’attuale giunta regionale, pur nelle difficoltà causate dall’instabilità che regna da decenni in Italia, potrà farlo, mettendo per l&#39;occasione da parte le singole appartenenze perchéavere lungimiranza, progettare il futuro, non significa bruciarsi i ponti alle spalle ovvero rinnegare il nostro passato. Ma, piuttosto, investire la grande tradizione, i valori e la cultura che ci animano, in un mondo che cambia sempre più velocemente”. <br /> Fri, 14 Jun 2019 14:11:08 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68114/De-Leonardis----La-realta--virtuale-di-Emiliano--e-quella-vera-segnata-da-emergenze-mai-affrontate- Lorusso Vincenzo Politica De Leonardis: “ La realta’ virtuale di Emiliano, e quella vera segnata da emergenze mai affrontate” Di seguito, una nota del consigliere regionale Giannicola De Leonardis. <br />“Esprimo sincera ammirazione per i presenti ieri pomeriggio al padiglione 152 della Fiera del Levante, che sono riusciti a mantenere un aplomb inglese quando il presidente Michele Emiliano ha detto loro di aver realizzato l’84 per cento del suo programma. Al tempo stesso, manifesto sincera e profonda preoccupazione per la promessa/minaccia di voler arrivare al 100 per cento, che equivarrebbe ad affossare definitivamente e irrimediabilmente la Puglia. <br />Mi auguro però che il Governatore, la cui perdurante assenza dall’aula consiliare e dalle emergenze sistematicamente disattese ha fatto perdere qualunque contatto con la realtà vera, non ripeta questi proclami frutto della sua fantasia davanti a una platea di agricoltori oppure di operatori della sanità o di persone da tempo immemorabile in attesa di una visita medica o un semplice controllo, per fare solo qualche esempio: pur con il dovuto rispetto per la carica istituzionale ricoperta, non credo che riceverebbe applausi o silenzi imbarazzati e imbarazzanti come ieri, francamente”. <br /> Fri, 14 Jun 2019 14:08:49 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68113/Liste-d-attesa--C-Entra-il-futuro---Siamo-sempre-nei-guai--lo-dicono-i-numeri-della-settimana-indice-aprile-2019--Perche-si-continua-a-coprire-questa-vergogna-- Sgambati Patrizia Sanità Liste d’attesa, C-Entra il futuro: “Siamo sempre nei guai: lo dicono i numeri della settimana indice aprile 2019. Perché si continua a coprire questa vergogna?” <p><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">“Sui tempi d’attesa in sanità siamo sempre nei guai. Lo dicono i dati della settimana indice aprile 2019. Ma come è possibile che per alcune prestazioni a pagamento non si aspetti nemmeno un giorno, mentre si va ben oltre i tempi massimi per quelle istituzionali? Perché si continua a coprire questa vergogna?”.</span></p> <p><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">Lo dichiarano i Consiglieri regionali Fabiano Amati, Sergio Blasi, Napoleone Cera, Gianni Liviano, Ruggiero Mennea e Donato Pentassuglia, promotori dell’associazione “C-Entra il futuro”, commentando i dati di raffronto tra l’attività istituzionale e quella a pagamento nella settimana indice 1-5 aprile 2019.</span></p> <p><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">“Nonostante il forte sabotaggio al testo originario della nostra proposta di legge per ridurre le liste d’attesa, avevamo sperato in un miglioramento della situazione, magari dettato dal notevole clamore che il travagliato iter di approvazione aveva suscitato. Invece niente. E nemmeno le nostre sette domande alle diverse Asl pugliesi, alle quali hanno risposto in pochi e a volte in modo decisamente imbarazzante, hanno sortito effetti di responsabilità. Niente di niente”.</span></p> <p><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">“Oggi, invece, arrivano i dati relativi alla settimana indice 1-5 aprile nelle 43 prestazioni indice e la situazione continua a essere imbarazzante – continuano i sei consiglieri –, perché si assiste a numerosi casi in cui oltre al mancato rispetto dei tempi massimi d’attesa si riscontrano tempi d’attesa notevolmente diversi tra prestazioni istituzionali e a pagamento, a parità di prestazioni richieste, personale impiegato e ore lavorate”.</span></p> <p><span style="font-family: Arial, sans-serif; font-size: 10pt;">“Ma il più forte sdegno – concludono – è determinato da prestazioni in cui un numero maggiore di richieste a pagamento viene erogato immediatamente e un numero minore di richieste istituzionali viene erogato ben oltre i tempi massimi. Una cosa è certa: così non si può proprio andare avanti e magari potessimo dire anche su questo di aver realizzato l’80% del programma”. /com</span></p> Fri, 14 Jun 2019 13:05:13 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68107/Arcelor-Mittal--Perrini---A-rischio-anche-i-lavoratori-dell-indotto Racanelli Mariantonietta Attività produttive Arcelor Mittal, Perrini: “A rischio anche i lavoratori dell’indotto <p>L’appello del consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini, ai colleghi tarantini per una mobilitazione a difesa del territorio <br /></p><p>“Facciamo bene a interessarci e preoccuparci per i 1.400 ai lavoratori ex Ilva, ora Acelor Mittal, che dal 1 luglio andranno in Cassintegrazione, le rassicurazioni della società non devono farci stare tranquilli, ma ci sono altri lavoratori che non dobbiamo dimenticare, sono quelli dell’indotto. Sono circa 5.000 persone, vale a dire 5.000 famiglie per lo più tarantine che vivono indirettamente dallo stabilimento. <br />“Mi giungono voci, infatti, che Acelor Mittal stia via via liquidando queste piccole e medie aziende tarantine affidando lavori interni al siderurgico, per lo più di manutenzione, a società del Nord o interne alla multinazionale. Insomma, la dirigenza dell’Acelor Mittal considera Taranto una terra di conquista in tutti i sensi: si è aggiudicata l’acquisto del più grande siderurgico d’Europa, ha imposto le assunzioni e ora la cassintegrazione, sta facendo letteralmente fuori le aziende e quindi i lavoratori dell’indotto e non sappiamo ancora a che punto sono le bonifiche che spettano a loro. <br />“A me tutto questo non sembra non solo regolare, ma MORALE. Per questo invito i consiglieri regionali tarantini a fare squadra a favore del territorio, non perdiamo tempo se non vogliamo che oltre il danno ci tocchi una clamorosa beffa!” /comunicato<br /></p> Fri, 14 Jun 2019 11:55:37 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68106/Scomparsa-Rosario-Rinaldi--il-cordoglio-di-Congedo Lorusso Vincenzo Cronaca Scomparsa Rosario Rinaldi, il cordoglio di Congedo &quot;La scomparsa dell&#39;ex consigliere regionale e presidente del consiglio Rosario Rinaldi ci addolora. Uno degli uomini che hanno fatto la storia della destra in Puglia ed esempio di buona politica. Siamo vicini alla famiglia per la triste perdita. &quot;<br />Così Erio Congedo, consigliere regionale Fratelli d&#39;Italia Puglia. <br /> Fri, 14 Jun 2019 11:37:36 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68104/Moro-Martire-Laico--Il-18-giugno-nuovo-appuntamento-a-Biccari Lorusso Vincenzo Comunicazione Moro Martire Laico. Il 18 giugno nuovo appuntamento a Biccari Moro Martire Laico. Il 18 giugno nuovo appuntamento a Biccari <br /><br />Martedì 18 giugno 2019, alle ore 18.30, presso la Sala Bollenti Spiriti del Comune di Biccari (FG) si terrà un incontro nell&#39;ambito del progetto triennale “Moro: martire Laico”, attuato dal Consiglio regionale della Puglia, d’intesa con l’ANCI Puglia, rivolto ai Comuni, alle Biblioteche ed Associazioni Culturali del territorio pugliese, al fine di mantenere viva la memoria e diffondere il pensiero del pugliese Aldo Moro: Costituente dal 1946 al 1948, Deputato dal 1948 al 1978, Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e Presidente del Consiglio, vittima del terrorismo. <br />Il progetto ha come finalità la riattualizzazione del pensiero di Aldo Moro e racconta l’intera vicenda umana, professionale, politica e drammatica dello statista pugliese sin dal 3 novembre 1941, quando Moro tiene la prima lezione universitaria a Bari, fino ai risultati della Commissione d’inchiesta Moro-2 che tracciano un quadro più chiaro dell’intera storia d’Italia. <br />Porteranno i saluti il Sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna e il rappresentante dell’Associazione Terra di Mezzo Gennaro Lucera. La relazione sarà curata dall’on. Gero Grassi, componente della Commissione parlamentare d&#39;inchiesta sul Caso Moro. <br />L’incontro è aperto al pubblico.&nbsp; <br />“Moro: martire Laico” è il progetto dedicato dall’Assemblea legislativa pugliese ad Aldo Moro, a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, unitamente ai progetti “Moro vive”, “Moro: educatore”, “Moro: professore”. <br /> Fri, 14 Jun 2019 10:39:47 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68103/Programma-regionale-all-84---Congedo---Michele--con-le-chiacchiere-non-crescono-fiori-nel-tuo-giardino- Lorusso Vincenzo Politica Programma regionale all'84%, Congedo: "Michele, con le chiacchiere non crescono fiori nel tuo giardino" &quot;Apprendo con sorpresa che in Puglia è stato realizzato l&#39;84% del programma di governo. Rileggo più volte la dichiarazione di Michele Emiliano per capire se si tratta di un effetto collaterale del caldo oppure sto leggendo bene, ma evidentemente fa meno caldo di quanto immagino: l&#39;ha detto davvero. Quindi possiamo considerare Sanità (liste s&#39;attesa, chiusura punti di primo intervento), Agricoltura (PSR, Xylella), Infrastrutture, Occupazione, Ambiente, in pieno stato di salute e affermare con certezza che in Puglia non c&#39;è nulla che non funzioni e che i pugliesi non lamentano disservizi che invece noi tutti i giorni raccogliamo e portiamo in Aula. In quella stessa Aula in cui lo scranno del presidente Emiliano è quasi sempre vacante perché in altre faccende affaccendato, tra colpi di coda politici e raffica di nomine che spesso intralciano l&#39;ordinario svolgimento dei lavori del consiglio regionale. Al solito, il governatore pugliese ci mostra il libro dei sogni, lo consegneremo ai pugliesi nella prossima campagna elettorale. Michele, per restare in tema col tuo evento: con le chiacchiere non crescono fiori nel tuo giardino.&quot;<br /><br />Così Erio Congedo, consigliere regionale Fratelli d&#39;Italia Puglia. <br /> Fri, 14 Jun 2019 10:36:47 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68102/M5S-a-Emiliano---Quali-disastri-attendono-i-pugliesi-fino-a-quando-raggiungera-il-100-del-programma-- Lorusso Vincenzo Politica M5S a Emiliano: “Quali disastri attendono i pugliesi fino a quando raggiungerà il 100%del programma?” Nota dei consiglieri del M5S Puglia <br /><br />“Agricoltura in ginocchio, Puglia fanalino di coda per il PSR, posti letto tagliati e presidi territoriali di assistenza mai pervenuti, mentre si aumentano gli stipendi ai direttori delle Asl e si spende quasi un milione e mezzo di euro per colossal sulla sanità. Se questi brillanti risultati sono stati raggiunti in 4 anni realizzando l’84% del programma, temiamo di sapere quali disastri attendono i pugliesi in quest’ultimo anno, quando Emiliano ha “minacciato” di arrivare alla soglia del 100%. Capiamo che stando ben poco in Puglia, vista la perenne campagna elettorale in cui è impegnato, al Presidente sfugga quello che sta combinando insieme alla sua Giunta, ma prima di dare numeri a caso e farsi i complimenti dovrebbe parlare con quei cittadini costretti a fare chilometri e ad aspettare mesi per una visita o un semplice esame clinico. Per non parlare del triste destino delle Agenzie che dovrebbero essere strategiche e sono invece di fatto contenitori vuoti, utili solo a sistemare gli amici, e dell’armonia che regna tra Giunta e maggioranza, con i consiglieri che a settimane alterne chiedono le dimissioni di qualche assessore. Fingere che vada tutto bene è una mancanza di rispetto nei confronti dei pugliesi”. <br /> Fri, 14 Jun 2019 10:33:55 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68101/Pellegrino-replica-a-Marmo---Nessuna-coda-di-paglia--ma-perche-insisti-- Lorusso Vincenzo Pari Opportunità Pellegrino replica a Marmo: "Nessuna coda di paglia, ma perchè insisti?" Nota di Paolo Pellegrino (La Puglia con Emiliano).<br /><br />“Caro Marmo, non ti preoccupare. Qui nessuno ha la coda di paglia! Ma anzi, mi chiedo: come mai così tanto slancio per una vicenda nella quale, consentimi, tu non c’entri nulla? La lettera di revoca della rappresentante del mio gruppo, come ben sai, l’ho firmata io e non a caso ne abbiamo parlato anche di persona noi due, nel corso di una seduta della Commissione Sanità. E te lo ripeto ancora una volta: Michele Emiliano non c’entra nulla in questa vicenda. La responsabilità politica è tutta mia”. <br /> Fri, 14 Jun 2019 10:29:07 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68100/Reta-oncologica--Marmo---Sostenere-pazienti-e-potenziare-percorsi-di-accompagnamento- Lorusso Vincenzo Commissioni Reta oncologica, Marmo: "Sostenere pazienti e potenziare percorsi di accompagnamento" Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br /><br />“Anche sulla rete oncologica, la Giunta regionale, cioè Emiliano, è partita in quarta ma ha qualche rallentamento. Parliamo di un’iniziativa fondamentale per evitare viaggi della speranza, annunciata con toni trionfalistici, che ha preso il via con delibera di Giunta il 14 gennaio scorso. Dalle audizioni di oggi in Commissione Sanità, possiamo dire che passi avanti ci sono stati senz’altro, ma c’è bisogno di fare molto ma molto di più. <br />Il responsabile della rete, infatti, ha rilevato che mancano ancora, in alcune parti del territorio pugliese, i CORO (Centro di Orientamento Oncologico): ci sono zone totalmente sguarnite come la Asl Bat e l’Asl Foggia. La responsabilità di questo gap, che comporta non pochi disagi ai pazienti, è sempre della Giunta regionale e del presidente-assessore: non rientra, infatti, nei poteri della Rete che non ha facoltà di intervento nei confronti delle direzioni generali. <br />Sullo sfondo, restano inalterate almeno altre tre questioni basilari per un avvio utile della rete, finalizzata soprattutto a semplificare la vita delle persone: una comunicazione semplice e uniforme su tutto il territorio regionale, non solo dal portale della salute, affinché sia facilmente fruibile anche dai non “giovanissimi”; il coinvolgimento dei medici di base per l’avvio ai CORO; la costituzione di un “Comitato per la Qualità” del servizio e dei percorsi, per migliorarli continuamente. <br />L’impegno della Giunta dovrebbe essere quello di eliminare tutte queste disfunzioni che arrecano disagi al cittadino-paziente ed evitare i cosiddetti viaggi della speranza”. <br /> Fri, 14 Jun 2019 10:26:13 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68099/Politica--Zullo---A-mano-a-mano-Emiliano-ha-distrutto-la-Puglia- Sgambati Patrizia Politica Politica, Zullo: "A mano a mano Emiliano ha distrutto la Puglia" <p>Una dichiarazione del consigliere Ignazio Zullo (Capogruppo DIT)</p><p>&nbsp;A mano a mano, a chiacchiere a chiacchiere...</p> <p>Ma come fa il presidente Emiliano a sostenere che ha realizzato ad oggi l&#39;84% del programma? Come fa ad autocelebrarsi mentre le sue Politiche nei settori più importanti sono disastrose? Lui che si riempie la bocca di parole come &#39;partecipazione&#39; esca dalla Fiera del Levante e chieda ai cittadini che incontra che sono contenti della Sanità pugliese, chieda agli agricoltori colpiti da Xylella, Gelate, Siccità e alluvioni se sono contenti dei risarcimenti ottenuti e del Psr fermo al 20% della spesa, chieda ai sindaci se sono contenti di aumentare le tariffe sui rifiuti per colpa di un ciclo dei rifiuti mai completato e che fanno delle periferie delle città vere e proprie discariche a cielo aperto, chieda alle famiglie con parenti affetti da Sla e altre gravi malattie se sono contenti di non ricevere più l&#39;assegno di cura... E potremmo continuare.</p> <p>La verità è che Emiliano a mano a mano ha distrutto la Puglia, ma la convention di oggi è la dimostrazione che non se ne rende neppure conto, perché festeggia (a spese nostre) risultati che nei fatti non ci sono.</p> Thu, 13 Jun 2019 19:03:54 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68098/III-Commissione--le-audizioni-sullo-stato-dell-arte-della-rete-oncologica Sgambati Patrizia Commissioni III Commissione: le audizioni sullo stato dell’arte della rete oncologica <p style="margin-bottom:0cm;margin-bottom:.0001pt;line-height: normal"><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 14pt;">“La rete oncologica pugliese è ormai una realtà che garantisce omogeneamente l’offerta sanitaria oncologica, con l&#39;obbiettivo di qualificarla ottimizzando risorse ed eccellenze da sempre presenti sul territorio”. Così Giammarco Surico, coordinatore regionale della rete oncologica pugliese, in audizione nella III Commissione presieduta da Pino Romano.</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:15.0pt;margin-bottom: 15.0pt;margin-left:0cm;text-align:justify;line-height:18.75pt;background:white"><span style="font-size:14.0pt;font-family:'Times New Roman',serif;Times New Roman';color:black;">Uno sforzo tra i più complessi, secondo Surico che però ha ottenuto ottimi risultati.</span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:15.0pt;margin-bottom: 15.0pt;margin-left:0cm;text-align:justify;line-height:18.75pt;background:white"><span style="font-size:14.0pt;font-family:'Times New Roman',serif;Times New Roman';color:black;">Infatti la rete oncologica pugliese è una delle sette reti regionali attive e l’unica al Sud con la vera chiave di volta organizzativa rappresentata dai Centri di Orientamento Oncologico (I COrO) divisi in quattro macro aree. </span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:15.0pt;margin-bottom: 15.0pt;margin-left:0cm;text-align:justify;line-height:18.75pt;background:white"><span style="font-size:14.0pt;font-family:'Times New Roman',serif;Times New Roman';color:black;">“Non tutti i COrO sono attivi, - ha continuato Surico - ma hanno l’importante compito di orientare e supportare il &lt;nuovo&gt; paziente oncologico o sospetto oncologico e assicurarne l’avvio della presa in carico. Fungono, pertanto, da elemento cardine per la gestione della continuità assistenziale della persona ammalata attraverso molte funzioni che vanno dalla prima visita oncologica all&#39;attivazione dello psico-oncologo e dell&#39;assistente sociale, oltre che gestire la documentazione cartacea e informatica e fungere da collegamento con il Registro Tumori”. </span></p> <p style="margin-top:0cm;margin-right:15.0pt;margin-bottom: 15.0pt;margin-left:0cm;text-align:justify;line-height:18.75pt;background:white"><span style="font-size:14.0pt;font-family:'Times New Roman',serif;Times New Roman';color:black;">“Grazie a questi sforzi oggi i pugliesi possono contare su una presa in carico del paziente oncologico e sul mantenimento di tale presa in carico, per tutto l’iter di cura, nonché su un approccio multidisciplinare della patologia. Circostanze di vitale importanza per i cittadini colpiti e per le loro famiglie, puntando anche sulle cure sperimentali” – ha sottolineato il responsabile della RoP. </span></p> <p><span style="font-size:14.0pt;line-height:107%;font-family: 'Times New Roman',serif">Secondo Surico la vera sfida per l’innovazione, quello su cui bisogna scommettere nell’immediato è la rete genetica e la biologia molecolare, “elementi fondamentali per un buona oncologia”.</span></p> <p style="margin-bottom:0cm;margin-bottom:.0001pt;line-height: normal"><span style="font-size:14.0pt;font-family:'Times New Roman',serif;Times New Roman';color:black;">Per il consigliere Mario Conca è fondamentale un controllo serrato sulle liste d’attesa, per Nino Marmo servono maggiori controlli e sanzioni laddove necessario, per Donato Pentassuglia servono più professionalità specifiche per evitare il turismo sanitario, per Luigi Manca vanno eliminate le criticità soprattutto relative ai tempi ed alla qualità della prestazione sanitaria.</span></p> <p style="margin-bottom:0cm;margin-bottom:.0001pt;line-height: normal"><span style="font-size:14.0pt;font-family:'Times New Roman',serif;Times New Roman';color:black;">&nbsp;</span><span style="font-size: 14pt; font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif;">Il presidente Pino Romano ha parlato di necessità di spirito collaborativo.&nbsp;</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 14pt;">“La Puglia aveva un a migrazione per le cure chemioterapiche che al momento si è notevolmente ridotta – ha detto – e questo può accadere sempre di più soprattutto se si pubblicizzano le nostre eccellenze che esistono e non vanno mortificate”.</span></p> <p style="margin-bottom:0cm;margin-bottom:.0001pt;line-height: normal"><span style="font-size:14.0pt;font-family:'Times New Roman',serif;Times New Roman';color:black;">&nbsp;</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 14pt;">Salvatore Pisconti direttore del Dipartimento integrato dell’area jonico salentina ha &nbsp;sottolineato come il risultato raggiunto sia frutto di un lavoro di squadra messo in campo con l’obiettivo di invertire i vecchi principi: “oggi sono il paziente ed il medico generico che si rivolgono alla rete oncologica, scatta quindi la presa in carico del malato che sarà guidato nell’intero percorso, questo riduce i tempi di attesa e l’ansia”.</span></p> <p style="margin-bottom:0cm;margin-bottom:.0001pt;line-height: normal"><span style="font-size:14.0pt;font-family:'Times New Roman',serif;Times New Roman';color:black;">&nbsp;</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 14pt;">Vito Antonio Delvino, direttore Generale IRCCS Giovanni Paolo II Bari ha sottolineato che “ogni rete rappresenta un esempio di grande efficienza perché ottiene il massimo risultato compatibile con il minimo dei materiali impiegati. In tale ottica saranno le reti in genere a garantire la compatibilità economica del nostro sistema sanitario. Ma la ROP ha anche l’obiettivo di migliorare la qualità dell’assistenza in tutta la regione mediante la condivisione dei PDTA e la libera circolazione delle competenze e delle informazioni”.</span></p><p style="margin-bottom:0cm;margin-bottom:.0001pt;line-height: normal"><br /><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 14pt;">Vito Troiano, direttore del dipartimento donna dell’Istituto tumori Giovanni Paolo II e componente della Commissione nazionale rete oncologica, ha parlato della necessità di modificare il pensiero di cura, con la presa in cura del paziente che non è ancora del tutto assimilato nel nostro sistema sanitario.</span><span style="font-family: &quot;Times New Roman&quot;, serif; font-size: 14pt;">“Con la rete oncologica si è fatto un grande passo avanti. Dobbiamo investire sempre di più nella terapia genetica e dare importanza alle banche del tessuto – ha detto – oltre ad imparare, noi del Sud, a metterci in vetrina per pubblicizzare le nostre eccellenze”.</span></p> Thu, 13 Jun 2019 18:37:21 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68097/Scomparsa-di-Rosario-Rinaldi--il-cordoglio-di-Forza-Italia Racanelli Mariantonietta Cronaca Scomparsa di Rosario Rinaldi, il cordoglio di Forza Italia Nota del presidente Nino Marmo, a nome di tutto il Gruppo consiliare di Forza Italia. <br /> <br />“Siamo profondamente addolorati per la scomparsa di Rosario Rinaldi, presidente del Consiglio regionale nell’anno di esordio del 1995. <br />Una persona perbene, un politico serio e capace, di specchiata rettitudine, autorevole e disponibile. Con lui se ne va una parte importante della politica pugliese, quella del grande rispetto per le istituzioni mantenendo fermi e saldi i principi politici e gli ideali nutriti tutta la vita. Ci mancheranno le sue assidue chiamate domenicali per aggiornamenti sulla situazione politica, che continuava a seguire con acute interpretazioni. <br />Lo ricorderemo sempre con affetto e siamo vicini alla sua famiglia per la grave perdita”. /comunicato<br /> Thu, 13 Jun 2019 18:14:23 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68096/Commissione-Pari-Opportunita--Marmo-controreplica-a-Pellegrino Racanelli Mariantonietta Pari Opportunità Commissione Pari Opportunità: Marmo controreplica a Pellegrino “Caro Pellegrino, io ho tirato in ballo Emiliano... proprio per far uscire fuori l’autore del misfatto! Visto che nella nota non ti avevo citato, hai per caso la coda di paglia? Non è da te!”. Controreplica ironicamente così il presidente del Gruppo di Fi, Nino Marmo, al collega Pellegrino (La Puglia con Emiliano) sulla questione della Commissione Pari Opportunità. /comunicato Thu, 13 Jun 2019 18:09:39 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68095/Le-audizioni-in-III-Commissione Racanelli Mariantonietta Sanità Le audizioni in III Commissione <p>Avviato oggi nella III Commissione consiliare presieduta da Pino Romano un percorso per la ricerca sul territorio regionale di buone pratiche per l’accoglienza e l’inclusione delle persone affette da Alzheimer e demenze correlate. L’obiettivo è quello di elaborare un documento da presentare al Ministero della Sanità per chiedere la partecipazione della Regione Puglia al tavolo nazionale che si sta occupando della definizione delle linee guida da inserire nel Piano nazionale delle demenze. <br />Alla seduta sono intervenuti il sindaco e il vice sindaco del Comune di Giovinazzo e la presidente della cooperativa sociale “Anthropos” che hanno illustrato il progetto pilota presentato al Ministero per il riconoscimento di Comunità solidali “Dementia friendly”. La cittadina pugliese, insieme a Macerata e ad Abbiategrasso, è infatti stata parte attiva del tavolo ministeriale condividendo le iniziative messe in campo per stimolare la consapevolezza e la partecipazione di cittadini e stakeholders. <br />Partendo dalle buone pratiche attuate dalla cooperativa “Anthropos” nel centro diurno Gocce di memoria, l’amministrazione comunale ha studiato un programma di formazione destinato alla Polizia locale, ai medici di medicina generale, alle parrocchie, ai ristoratori per abbattere lo stigma dell’esclusione e offrire elementi di conoscenza utili all’individuazione dei soggetti in difficoltà per aiutarli a non isolarsi e per favorirne l’integrazione. Sono stati realizzati inoltre interventi urbanistici per rendere riconoscibili strade e luoghi di aggregazioni, come l’ideazione di percorsi odorosi e la verniciatura di panchine con alternanza di colori. Molte le iniziative di aggregazione cittadina, tra cui giornate dedicate al benessere fisico, all’arte, alla musica, al cinema, visite guidate, per la “rigenerazione umana” della comunità. <br />Un progetto importante, che vede la malattia come un’opportunità di coinvolgimento, che privilegia la dimensione sociale rispetto a quella strettamente sanitaria, per stimolare l’assistenza domiciliare di una tipologia di pazienti che trovano grande beneficio nella possibilità di poter continuare a vivere all’interno del proprio ambiente familiare. <br /></p><p>La Commissione ha audito anche, su sollecitazione dei consiglieri regionale Giannicola De Leonardis, il nuovo commissario dell’Azienda pubblica di servizi alla persona S. M. A. R. di Manfredonia, Marco Preverin, per fare il punto sulla situazione in cui versa la struttura. <br />L’azienda presenta un grave dissesto finanziario, ancora in fase di accertamento, con l’ultimo stipendio ai dipendenti pagato nel giugno 2018. Era stato emanato un provvedimento di allontanamento dei 30 ospiti, poi revocato, mentre il servizio di assistenza è stato prorogato per tre mesi a una cooperativa. Per quanto riguarda i 6 dipendenti, 2 stanno per andare in pensione e per gli altri è stato avviato un confronto con l’Asl Foggia per una loro ricollocazione. In passato era stato accordato un finanziamento di 1 milione 750mila euro per la costruzione di un Centro polivalente, e la fase di gara in corso è gestita dalla provincia di Foggia. Si intende valorizzare un’ulteriore struttura in condizioni edilizie precarie ma di notevole interesse turistico, Villa Rosa, ma è aperto un contenzioso legale perché era stata donata all’Asp per garantire assistenza agli anziani, e l’uso improprio ha indotto gli eredi a chiedere la revoca della donazione. L&#39;auspicio è che venga approvato al più presto in Consiglio il disegno di legge di Riforma delle Asp.<br /></p> Thu, 13 Jun 2019 17:27:04 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68094/Popolari-chiedono-dimissioni-Ruggeri--Damascelli---Maggioranza-allo-sbando- Lorusso Vincenzo Politica Popolari chiedono dimissioni Ruggeri, Damascelli: "Maggioranza allo sbando" Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli. <br />“La maggioranza di Emiliano è completamente allo sbando ed è per questo che viene spesso battuta in aula da noi dell’opposizione. Oggi il gruppo consiliare dei Popolari ha chiesto ufficialmente le dimissioni dell’assessore di riferimento Ruggeri, con delega al Welfare. Tra mal di pancia interni, chi crea associazioni-correnti, chi chiede le dimissioni di assessori e chi sostiene alle elezioni partiti di centrodestra avversari di Emiliano... è la dimostrazione plastica di una maggioranza politica che non esiste più, ma soltanto numericamente raffazzonata, che non riesce a portare avanti una seria programmazione per mancanza di coesione e di una guida. La delega oggetto di trattativa politica è la poltrona del Welfare, ma nessuno si preoccupa del fatto che rispetto ai 5.141 cittadini che lo scorso anno hanno ricevuto l’assegno di cura, quest’anno le risorse assegnate riuscirebbero a coprire solo 3.303 persone affette da gravissima disabilità. Navigano a vista, senza produrre alcun risultato positivo per i pugliesi, anzi creano danni ovunque e in ogni settore, dall’agricoltura alla sanità, dal welfare al turismo. Sono maestri solo nel raccattare voti da chi ha storie politiche diametralmente opposte, a cui si legano solo per convenienza, per l’effimera gestione del potere e non certo per servire la comunità pugliese, ma per servirsi di essa. Non c’è una visione di Puglia e non c’è impegno vero per i cittadini. Per fortuna la legislatura è quasi finita e noi lavoreremo per metterci realmente al servizio della Puglia”. <br /> Thu, 13 Jun 2019 16:34:29 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68093/II-Commissione--M5S---Il-presidente-Caracciolo-ci-ha-mancato-di-rispetto-nella-conduzione-dei-lavori--Loizzo-intervenga- Villani Emanuela Commissioni II Commissione, M5S: “Il presidente Caracciolo ci ha mancato di rispetto nella conduzione dei lavori. Loizzo intervenga” “Il modo in cui il presidente Caracciolo ha condotto oggi i lavori della II Commissione è stato totalmente irrispettoso dei nostri diritti di consiglieri regionali. Non è mai accaduto che venissero negate le audizioni dei soggetti interessati da una proposta di legge prima di passare al suo voto finale. Parliamo peraltro di una proposta depositata soltanto lo scorso 6 giugno. Ci chiediamo come mai Caracciolo non sia così solerte, invece, quando ad essere discusse devono essere le proposte non presentate da lui e da anni pendenti in Commissione, come ad esempio quella sulle “Norme in materia di nomine e designazioni di competenza della Regione” depositata dal M5S il 22 marzo del 2018, assegnata alla II Commissione il 26 marzo dello stesso anno e ad oggi non ancora incardinata e di cui addirittura si attende ancora il referto tecnico”. Lo dichiarano il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti e la capogruppo Grazia Di Bari a margine della seduta della II Commissione in cui è stata approvata la proposta di legge Modifiche alla legge regionale 17 dicembre 2018 n.56 “Norme per l’accesso alle spiagge degli animali d’affezione”. <br />Il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti ha anche inviato una lettera al Presidente Loizzo, in qualità di Garante del rispetto dello statuto regionale e del regolamento interno del Consiglio, per chiedere il rispetto dei diritti dei consiglieri di opposizione e la calendarizzazione delle leggi nelle Commissioni in base all’ordine di presentazione temporale delle proposte. <br />“È prassi consolidata che le proposte vengano dapprima incardinate e presentate in Commissione - continuano i pentastellati - in modo da decidere collegialmente chi audire, per dare a tutti i consiglieri la possibilità di presentare eventuali emendamenti anche in base ai suggerimenti pervenuti dalle audizioni e successivamente si passi all’esame del testo. Stamattina invece il presidente Caracciolo è passato direttamente alla votazione della proposta senza effettuare tutti i passaggi intermedi, nonostante le nostre ripetute richieste. Per questo abbiamo deciso di non partecipare al voto. Una proposta di legge di cui contestiamo l’approvazione nel metodo e nel merito, dal momento che consente l’accesso alle spiagge solo ai cani di piccola e media taglia, trasportati inoltre con il trasportino, mettendoli in serio pericolo. Ci chiediamo poi come mai Caracciolo solo pochi mesi fa abbia votato a favore della proposta approvata all’unanimità dal Consiglio, per poi sentire il bisogno di doverla modificare così urgentemente, tanto da non poter attendere una settimana per le audizioni. Ci batteremo in tutte le sedi opportune - concludono - perché la proposta torni in Commissione e segua il consueto iter prima di essere portata in aula. Quanto accaduto oggi è un vero e proprio abuso di potere e non deve più ripetersi”./comunicato <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 16:31:52 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68092/Commissione-Pari-Opportunita--Pellegrino-replica-a-Marmo---Quante-inesattezze-e-teorie-complottistiche-per-tirare-in-ballo-il-presidente-Emiliano- Villani Emanuela Pari Opportunità Commissione Pari Opportunità, Pellegrino replica a Marmo: “Quante inesattezze e teorie complottistiche per tirare in ballo il presidente Emiliano” Nota del presidente de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino. <br />“È strabiliante constatare la capacità del consigliere di Forza Italia, Nino Marmo, di affermare con tanta disinvoltura una falsità così grossolana. Il presidente Emiliano è totalmente estraneo alla vicenda che riguarda la revoca della ex consigliera di Pari Opportunità, Annamaria Sperduto. Revoca peraltro votata oggi, con il parere di regolarità tecnica degli uffici, dalla II Commissione consiliare. Ed è addirittura inqualificabile il suo evidente tentativo di strumentalizzare il momento particolare che sta vivendo il governatore Emiliano, inserendo questa vicenda all’interno di richiami alla legalità. Se Marmo studiasse di più potrebbe facilmente constatare che la legge non richiama espressamente il potere di revoca da parte del gruppo politico designante, in quanto il potere stesso è insito nella nomina su base fiduciaria che spetta di diritto ai gruppi consiliari per la composizione della Commissione Pari Opportunità. E una nomina su base fiduciaria, e il collega Marmo dovrebbe saperlo abbastanza bene (fosse solo per la sua lunga militanza politica), implica sempre una condivisione del designato/a alla linea politica del gruppo politico che lo ha nominato. E invece la signora Sperduto, dopo aver assicurato piena adesione a tale linea ed in particolare alle politiche di centrosinistra del programma di governo di Michele Emiliano, ha ritenuto di assumere posizioni e pensieri diametralmente contrastanti e inconciliabili, soprattutto su temi delicati, con il mandato conferitole dal mio gruppo consiliare. Ma, evidentemente, devo pensare che Marmo grida adesso al complotto solo perché credeva di poter “vincere facile” ritrovandosi all’interno della Commissione Pari Opportunità con due consigliere a lui riconducibili e a danno del gruppo, La Puglia con Emiliano, che io rappresento. E dal collega Marmo, anche alla luce dei rapporti leali e collaborativi tra noi intercorsi in questi quattro anni, non mi aspettavo sinceramente una simile caduta di stile che tira in ballo, senza alcuna responsabilità, il presidente Emiliano. Marmo vuole solo buttarla in mera caciara politica”./comunicato <br /> <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 16:29:35 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68091/De-Leonardis---Asp-Smar-di-Manfredonia--uno-spiraglio-di-luce-in-fondo-al-tunnel- Villani Emanuela Commissioni De Leonardis: “Asp Smar di Manfredonia, uno spiraglio di luce in fondo al tunnel” Di seguito, una nota del consigliere regionale Giannicola De Leonardis. <br />“L’interrogazione da me presentata il 4 aprile scorso, quando l’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona S. M. A. R. di Manfredonia - un’importante struttura sociale residenziale a prevalente accoglienza alberghiera, destinata a ospitare, temporaneamente o permanentemente, anziani autosufficienti e non - versava in una situazione drammatica, ha finalmente acceso i riflettori sulla struttura, in stato ormai di abbandono e con gli ospiti che avevano ricevuto l’allarmante comunicazione di andare via. <br /> Il 22 maggio si è insediato il nuovo commissario Marco Preverin, che oggi ha illustrato in Commissione Sanità e Welfare, nel corso di un’audizione ancora da me richiesta, l’attuale stato dell’Asp. La quale presenta un grave dissesto finanziario, ancora in fase di accertamento, con l’ultimo stipendio ai dipendenti pagato nel giugno 2018. Ma con il provvedimento di allontanamento dei 30 ospiti revocato, e il servizio di assistenza prorogato per tre mesi a una cooperativa. Per quanto riguarda i 6 dipendenti, 2 stanno per andare in pensione e per gli altri è stato avviato un confronto con l’Asl Foggia per una loro ricollocazione. Ancora, era stato accordato in passato un finanziamento di 1 milione 750mila euro per la costruzione di un Centro polivalente, e la fase di gara in corso è gestita dalla provincia di Foggia. E si intende valorizzare un’ulteriore struttura in condizioni edilizie precarie ma di notevole interesse turistico, Villa Rosa, ma è aperto un contenzioso legale perché era stata donata all’Asp per garantire assistenza agli anziani, e l’uso improprio ha indotto gli eredi a chiedere la revoca della donazione. <br />Le criticità sono tante e tutt’altro che superate, quindi, ma almeno il servizio alla comunità e agli ospiti continua ad essere garantito, e si inizia a scorgere una pianificazione gestionale all’altezza. L’auspicio è che si sia voltato finalmente pagina, e che gli impegni assunti vengano mantenuti”./comunicato <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 16:15:56 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68090/Agenda-del-Consiglio Villani Emanuela Agenda Agenda del Consiglio <strong>Lunedì 17 giugno </strong><ul><li><strong>Alle 10,30 </strong>– Seduta V Commissione – sala 32 </li></ul><ol><li>Audizione richiesta dal consigliere Blasi, del direttore dell’AGER, direttore di ARPA Puglia, direttore generale ASL di Lecce, presidente della Provincia di Lecce e dei sindaci dei Comuni di Nardò, Maglie, Tricase, Gallipoli e Melpignano, sul tema: “Stazione di trasferenza aggiuntiva frazione organica Comune di Melpignano”. </li></ol> <br /> <br /><strong>Martedì 18 giugno </strong><ul><li><strong>Alle 11,30</strong> – Seduta Consiglio regionale – Aula consiliare </li></ul>Ordine del giorno allegato <br /> <br /> <br /><strong>Mercoledì 19 giugno </strong><ul><li><strong>Alle 11,30</strong> – Seduta Consiglio regionale – Aula consiliare </li></ul>Ordine del giorno allegato <br /> <br /> <strong><br />Giovedì 20 giugno </strong><ul><li><strong>Alle 13,00</strong> – Seduta IV Commissione - sala n.31 </li></ul><ol><li>Proposta di legge a firma del presidente Pentassuglia “Modifiche e integrazioni alla legge regionale 22 Luglio 1998, n.20 (Turismo Rurale) - Esame in sede referente ai sensi dell’art. 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia; </li><li>Proposta di legge a firma dei consiglieri Laricchia, Trevisi, Barone, Bozzetti, Casili, Conca, Di Bari, Galante “Censimento e mappatura degli impianti di produzione energetica da fonti rinnovabili a servizio degli edifici pubblici” - Esame in sede referente ai sensi dell’art. 12 del Regolamento interno del Consiglio regionale della Puglia; </li><li>Audizione richiesta dal presidente Pentassuglia, dell’assessore allo Sviluppo Economico sul tema: “Costituzione ZES Jonica e Adriatica – stato dell’arte”.</li></ol> <br /> Thu, 13 Jun 2019 16:09:02 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68088/Emergenza-rifiuti-a-Cerignola--M5S---I-cittadini-non-possono-pagare-una-TARI-alta-per-un-servizio-inesistente- Villani Emanuela Rifiuti Emergenza rifiuti a Cerignola, M5S: “I cittadini non possono pagare una TARI alta per un servizio inesistente” “A Cerignola sempre più cittadini ci segnalano una vera emergenza rifiuti, con cumuli di immondizia per strada, non raccolti da giorni. Una situazione resa ancora più insostenibile dall’arrivo del caldo, con l’aria ormai diventata irrespirabile e la comparsa di blatte e moscerini. Al danno si aggiunge la beffa della Tassa sui rifiuti che continua ad aumentare, dopo il cospicuo incremento dello scorso anno, nonostante ci siano diverse sentenze che stabiliscano come la Tari sia legata al servizio di raccolta e possa essere ridotta nel caso in cui i cittadini dimostrino l’inefficienza del servizio e rischi di natura ambientale e igienico-sanitaria”. Lo dichiarano i consiglieri del M5S Rosa Barone e Antonio Trevisi, che chiedono al sindaco Metta chiarezza sul futuro dell’azienda d’igiene urbana SIA che si occupa della raccolta rifiuti e dello spazzamento del Comune di Cerignola. <br />“Purtroppo - continuano i pentastellati - già l’anno scorso la città si trovò a vivere una condizione di emergenza dovuta alle difficoltà economiche e gestionali in cui versava l’azienda. Una situazione che portò all’aumento della Tari vista l’impossibilità di raggiungere adeguati livelli di raccolta differenziata. Infatti, i dati riferiti al 2018 registrano livelli bassissimi di differenziata, pari al 4%, condannando i cittadini ai continui aumenti dell’ecotassa. A distanza di un anno la storia si ripete, per questo chiediamo nuovamente di audire il sindaco Metta, il direttore dell’Ager Grandaliano e l’assessore Stea in Commissione ambiente. I cittadini non devono pagare una tassa salatissima per un servizio inesistente”./comunicato <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 15:53:36 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68087/Popolari-chiedono-le-dimissioni-di-Ruggeri--Marmo---M-E--come--Manicomio-Emiliano- Villani Emanuela Politica Popolari chiedono le dimissioni di Ruggeri, Marmo: “M.E. come ‘Manicomio Emiliano” Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br />“Oggi il Gruppo dei Popolari, di cui ‘dovrebbe’ far parte l’assessore Salvatore Ruggeri, ne chiede pubblicamente le dimissioni. Ruggeri, dal canto suo, fa finta di niente anche dopo aver votato Forza Italia alle Europee, con Cesa candidato. Intanto, l’assessore Di Gioia ha apertamente e ufficialmente sostenuto la Lega alle comunali di Foggia e alle Europee. Tutti restano in Giunta con Emiliano, eppure tutti hanno votato centrodestra nelle ultime competizioni elettorali. Questo è un caos vero ed è chiaro che, poi, il centrosinistra non riesca a produrre alcun intervento per i pugliesi, tra costanti mal di pancia interni e ripicche. Ormai, questa regione porta una firma precisa: M.E., come ‘Manicomio Emiliano’”./comunicato <br /> Thu, 13 Jun 2019 15:24:41 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68086/L-attivita-della-III-commissione Lorusso Vincenzo Commissioni L’attività della III commissione La III commissione, presieduta da Pino Romano, ha espresso parere favorevole sullo schema di regolamento regionale “Attuazione della legge regionale n. 9/2017 e s.m.i. Individuazione delle prestazioni erogabili negli studi e ambulatori odontoiatrici e definizione dei requisiti strutturali, organizzativi e tecnologici’” (approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 841 del 15 maggio scorso). Il provvedimento tiene conto dei contributi forniti dalle società scientifiche . <br />Assieme al parere favorevole, sono state trasmesse anche le osservazioni presentate dal partenariato precedentemente audito, unitamente ad un’altra osservazione, presentata da Domenico Santorsola, che prevede l’obbligo dell’aggiornamento professionale per la figura dell’assistente alla poltrona. <br />A seguire la III commissione ha approvato con emendamenti i primi 5 articoli del disegno di legge relativo alle “Norme sul controllo del randagismo, anagrafe canina e protezione degli animali da affezione. Abrogazione della legge regionale 3 aprile 1995, n.12 ‘Interventi per la tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo’ ”. <br />L’emendamento più importante approvato è quello che allarga la platea degli animali interessati da “cani, gatti e furetti” a ogni animale “tenuto o destinato a essere tenuto dall’uomo per compagnia o affezione”. <br /> Thu, 13 Jun 2019 15:09:35 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68085/Commissione-Pari-Opportunita--Marmo---Emiliano-lo-rifa--calpesta-di-nuovo-le-leggi-- Villani Emanuela Pari Opportunità Commissione Pari Opportunità, Marmo: “Emiliano lo rifà, calpesta di nuovo le leggi!” Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br />“Niente, non c’è niente da fare, Emiliano non riesce proprio a rispettare le norme e le regole quando si tratta di voti e di nomine, da attribuire o da revocare (se non si seguono i diktat di scuderia): dopo il caso delle nomine di Cassano e Spina (quest’ultima nel mirino della magistratura), il presidente, tramite la lista che porta il suo nome “La Puglia per Emiliano”, ha messo lo zampino anche nella Commissione Pari Opportunità del Consiglio regionale, facendo revocare l’incarico ad una consigliera considerata “scomoda” perché troppo autonoma. Ciò, in barba alla legge regionale n.16/90 istitutiva della Commissione, che stabilisce la durata della carica fino alla conclusione della legislatura e che non prevede in alcun modo lo strumento della revoca, citando solo le ipotesi di dimissioni, rinuncia o decadenza. Facciamo un passo indietro: nell’organismo i malumori sono tanti e le componenti non si risparmiano da frequenti (se non giornalieri) scontri tra loro. La consigliera a cui hanno comunicato di revocare l’incarico è Annamaria Sperduto che, a quanto sembra, ha sempre operato in seno alla Commissione secondo i suoi principi e non seguendo “ordini di scuderia” tutti finalizzati a mettere all’angolo la presidente, Patrizia Del Giudice. Così, calpestando le norme, Emiliano ha deciso di modificare gli equilibri, per rafforzare la sua maggioranza, mandando a casa una consigliera scomoda. Consigliera che, a seguito del pressing evidentemente subito e della notizia della revoca, ha rassegnato le dimissioni. Insomma, qualcuno vorrebbe ripristinare un clima di legalità in questa regione?”/comunicato <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 15:07:38 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68084/Consorzi-di-bonifica--M5S-interroga-Emiliano---Cartelle-esattoriali-in-area-gia-colpita-da-Xylella--Sospendere-pignoramenti-in-corso- Villani Emanuela Agricoltura Consorzi di bonifica, M5S interroga Emiliano: “Cartelle esattoriali in area già colpita da Xylella. Sospendere pignoramenti in corso” “La situazione in cui versano numerosi agricoltori ed aziende agricole, in particolare delle province di Lecce, Taranto e Brindisi, è diventata paradossale. Imprese appartenenti all’area già colpita da Xylella si sono viste arrivare atti di pignoramento, nonostante i giudici di primo grado avessero annullato le cartelle esattoriali emesse per il mancato pagamento del “famoso” Tributo 630, ritenuto non esigibile a causa della mancata fruizione delle opere di manutenzione. Passano anni e a causa dell’immobilismo della Giunta si continua a discutere del pagamento del tributo, mentre gli agricoltori continuano a vivere in una situazione di emergenza e a non avere acqua nei campi”. Così i consiglieri del Movimento 5 Stelle Marco Galante, Antonio Trevisi e Cristian Casili che hanno presentato un’interrogazione urgente diretta al presidente Emiliano e all’Assessore alle politiche agricole Di Gioia, in merito alle cartelle esattoriali emesse dai Consorzi di bonifica e alle successive azioni esecutive poste in essere. <br />“Nel 2017 la Giunta Emiliano si è limitata alla creazione del Consorzio unico centro-sud di Puglia unendo i vari Consorzi di bonifica commissariati, ma dal 2015 ad oggi - sottolineano i consiglieri - non si sono mai interessati a quelli che sono gli enormi problemi derivanti da tali commissariamenti. La politica regionale deve garantire il corretto funzionamento dei Consorzi. Finché tutto resterà così, con infrastrutture fatiscenti, pozzi rurali e reti irrigue non fruibili, oltre alla mancata manutenzione dei canali, le nostre imprese agricole continueranno legittimamente a protestare per i servizi che non hanno, e quindi sull’esigibilità delle cartelle. Ma sappiano che il principale responsabile è Emiliano. Gli agricoltori si sarebbero aspettati risposte più esaustive, soprattutto dopo gli incontri di questi giorni con i rappresentanti delle associazioni agricole salentine, ma come al solito dal Governatore arriva solo un silenzio assordante. Sono anni che il Movimento 5 Stelle presenta interrogazioni, mozioni ed emendamenti per cercare di risolvere questi problemi, ma tutte le nostre azioni sono state puntualmente ignorate”. <br />Parliamo di cartelle esattoriali per le quali la Commissione Tributaria Regionale competente si era pronunciata per l’annullamento, la cui esecutività non è stata sospesa dal Giudice d’Appello. <br />“Chiediamo alla Giunta – incalzano i pentastellati - se non ritenga opportuno verificare le modalità di riscossione del Tributo 630 e sospendere immediatamente queste procedure di pignoramento in corso. Auspichiamo che possa finalmente essere predisposto un piano pluriennale di investimenti e di interventi di manutenzione frutto di un confronto serio con tutte le parti coinvolte. Non va trascurato, inoltre, che la vicenda risulta essere ancora più drammatica, visto che questi pignoramenti sono giunti ad agricoltori ed aziende già colpiti dalla Xylella e per i quali era stato esplicitamente chiesto l’esonero dal Tributo 630. Continueremo a batterci al fianco degli agricoltori che meritano ben altro trattamento. Auspichiamo che questa non sia l’ennesima sollecitazione ignorata e che questa volta il duo Emiliano - Di Gioia si dia da fare solo ed esclusivamente nell’interesse pubblico della Regione che non-governa dal 2015”./comunicato <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 14:47:40 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68083/Spiagge-accessibili-ai-disabili--Turco---Fondi-ci-sono--ma-pochi-i-Comuni-che-presentano-domanda- Villani Emanuela Commissioni Spiagge accessibili ai disabili, Turco: “Fondi ci sono, ma pochi i Comuni che presentano domanda” “Ci sono ancora a disposizione ben 200mila euro. E i Comuni ne approfittino per rendere davvero accessibili i loro tratti di mare”. Lancia un appello il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, per l’allestimento delle spiagge libere in favore dei bagnanti diversamente abili. Possibilità prevista da diverse norme proposte proprio dal consigliere Turco e votate dal Consiglio Regionale, tra cui la legge n.48/2018 &quot;Norme a sostegno dell&#39;accessibilità delle aree demaniali destinate alla libera balneazione per le persone diversamente abili&quot; approvata a settembre scorso e l’emendamento al bilancio di previsione 2019 per l’acquisto di circa 200 sedie Job per l’accesso in acqua. <br />“Sono state già accolte – spiega Turco - le domande di finanziamento (ciascuna per un importo da 20mila) presentate da circa venti Comuni. E tra questi sono davvero felice che ci sia la mia comunità di Torricella (TA) che ha saputo cogliere al volo queste opportunità per rendere libera e senza barriere le sua Marina. Al tempo stesso però bisogna fare di più: i Comuni diano seguito ai solleciti degli uffici regionali che, nelle scorse ore, hanno nuovamente inoltrato le possibilità offerte dal bando. L’estate è iniziata ma abbiamo ancora tratti di mare sforniti dei più essenziali servizi ai cittadini in carrozzina. E la mia legge parla chiaro. Vengono erogati contributi per una serie di interventi: individuare almeno una spiaggia da adibire alla fruizione delle persone diversamente abili; predisporre appositi parcheggi riservati; consentire l’accesso alle spiagge con ‘&#39;abbattimento delle barriere architettoniche; dotare la spiagge di servizi igienici e spogliatoi accessibili; predisporre segnaletica e indicazioni (corrimano e mappe tattili) per persone affette da disabilità sensoriale; dotare le spiagge di appositi ausili speciali, come la sedia per il trasporto dei diversamente abili e degli anziani. Insomma, un decalogo chiaro. I Comuni – conclude Turco – ne approfittino al più presto”./comunicato <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 14:45:28 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68082/Ragazzo-pestato-a-Palese--la-solidarieta-di-Damascelli Villani Emanuela Cronaca Ragazzo pestato a Palese, la solidarietà di Damascelli Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli. <br />“No. Proprio non ci sto: il pestaggio di un ragazzo in spiaggia a Palese, perché “bitontino”, mi indigna. Come mi indignano tutte le forme di violenza, che rivelano solo la viltà di chi le esercita. Sono preoccupato perché questo mondo, che consegneremo ai nostri figli, è diventato una giungla. Mi unisco all’appello del padre: chi sa, parli per aiutare gli investigatori ad inchiodare i responsabili e assicurarli alla giustizia. Come rappresentanti delle istituzioni, dobbiamo condannare con forza episodi tanto gravi, ma non basta: serve un’azione educativa forte, che dia ai giovani quegli strumenti che li aiutino a diventare persone responsabili e a recuperare i valori fondamentali della civile convivenza. Al ragazzo aggredito e alla sua famiglia va la mia più sincera solidarietà e vicinanza”./comunicato <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 14:43:35 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68081/Martedi-18-e-mercoledi-19-giugno-seduta-del-Consiglio-regionale Villani Emanuela Sedute Consiglio Martedì 18 e mercoledì 19 giugno seduta del Consiglio regionale Il Consiglio regionale è convocato per martedì 18 e mercoledì 19 giugno, alle ore 11:30, presso l’Aula consiliare. <br />In allegato l’ordine del giorno dei lavori. <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 14:41:00 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68078/II-commissione--si-a-modifiche-a-legge-per-accesso-alle-spiagge-animali-da-affezione Racanelli Mariantonietta Commissioni II commissione: sì a modifiche a legge per accesso alle spiagge animali da affezione La II commissione consiliare presieduta da Filippo Caracciolo ha approvato a maggioranza la proposta di legge di modifica delle “Norme per l’accesso alle spiagge degli animali da affezione”. Il Movimento 5 stelle non ha partecipato al voto. <br />Come si legge nella relazione introduttiva e come spiegato nel suo intervento dall’assessore al Demanio Raffaele Piemontese, il provvedimento, a firma dello stesso presidente Caracciolo, nasce per affrontare le criticità emerse e assicurare la coerenza con le norme interne, compresa l&#39;Ordinanza balneare, e le circolari del Ministero della Salute in materia. <br />Pertanto si prevede che entro il 31 marzo di ogni anno i Comuni individuino almeno un tratto di spiaggia libera in cui è consentito l’accesso agli animali prevedendo apposita segnaletica. Per gli animali da affezione di piccola taglia, l’accesso è sempre consentito nei limiti e secondo le modalità previste dalla legge. <br />I concessionari delle spiagge comunicano inoltre, entro il 31 marzo di ogni anno, al Comune territorialmente competente le previsioni del regolamento di stabilimento relative ad eventuali modalità di accesso e permanenza degli animali da affezione. Ciascun Comune può autorizzare i concessionari che lo richiedano ad attrezzare, all&#39;interno del perimetro in concessione, con opere leggere e di facile rimozione, apposite aree per animali d&#39;affezione, secondo quanto disposto dai regolamenti comunali e delle AASSLL competenti per territorio, tenuto conto che tali zone devono essere dotate di accesso indipendente e individuate in modo da non arrecare danni e disturbi all&#39;utenza circostante. <br />E’ vietata la conduzione o permanenza degli animali, anche se muniti di museruola o guinzaglio, in aree non autorizzate, attrezzate e segnalate. Il concessionario può consentire l&#39;accesso di animali d&#39;affezione di piccola taglia, in possesso della certificazione sanitaria prevista dalle vigenti normative, sotto uno o più ombrelloni posti in zone retrostanti o in posizione tale da non arrecare disturbo agli altri utenti. Gli animali dovranno esser portati in braccio o in trasportino fino all&#39;ombrellone assegnato e dovranno essere sempre mantenuti al guinzaglio. <br />Per consentire l’applicazione delle disposizioni all’anno in corso (2019), i termini indicati nella legge sono differiti al 15 luglio. <br />La Commissione ha inoltre nominato l’avvocato Maria Antonietta Negro come rappresentante del gruppo “La Puglia per Emiliano” nella Commissione regionale Pari Opportunità, dopo le dimissioni della precedente rappresentate. <br /> Thu, 13 Jun 2019 14:21:52 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68077/SS96--Conca--M5S----Senza-decreto-prefettizio-l-autovelox-e-illegittimo- Sgambati Patrizia Infrastrutture SS96, Conca (M5S): “Senza decreto prefettizio l’autovelox è illegittimo” <p align="center" style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;text-align:center"><br /></p> <p style="margin:0cm;margin-bottom:.0001pt;text-align:justify"><em><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:black">“L’autovelox mobile che il comune di Grumo posiziona con frequenza quasi giornaliera sul tratto della SS96 all&#39;altezza della località Mellitto è <strong>totalmente abusivo e illegittimo</strong>. Dagli allegati postati su Fb dallo stesso sindaco, risalenti a ottobre e a novembre 2014, rispettivamente di Anas e Comune di Grumo, si evince come alle loro richieste di emissione del decreto prefettizio <strong>non sia seguita la risposta del Prefetto&quot;.</strong> </span></em><span style="font-size: 10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:black">Lo dichiara il <strong>consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Mario Conca</strong>, che annuncia di aver presentato un esposto alla Procura della Repubblica </span><span style="font-size:10.0pt;font-family:'Arial',sans-serif;color:#333333">per verificare la <strong>sussistenza di eventuali reati anche in termini di possibile omissione di atti d’ufficio.</strong></span></p> <p><em style="text-align: justify;"><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">“Il tratto di strada statale che va dal km 93,598 al km 99,043 - </span></em><strong style="text-align: justify;"><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;">continua il pentastellato</span></strong><em style="text-align: justify;"><span style="font-size: 10pt; font-family: Arial, sans-serif;"> - non è ad oggi ricompreso tra quelli decretati come pericolosi. Il sindaco di Grumo ha postato su Fb le richieste di emissione del decreto Prefettizio inoltrate da Anas e Comune, ma non si ha alcuna traccia della risposta del Prefetto. Che ci voglia <strong>obbligatoriamente il decreto del Prefetto lo dice la legge 168 del 2002</strong>, allora mi chiedo: sulla base di quale autorizzazione agisce il comune di Grumo? Di sicuro non vige il silenzio assenso. Inoltre, continuando nell’illegittimo utilizzo dell’apparecchiatura di rilevamento delle infrazioni, ritengo sussista il rischio di danni erariali a carico dei grumesi per via dei contenziosi onerosi e del noleggio delle apparecchiature. Non si può pensare di fare cassa a spese dei diritti dei cittadini”./com</span></em></p> <p>&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> <p>&nbsp;</p> Thu, 13 Jun 2019 14:18:50 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68076/Comunicazione-del-Garante-regionale-dei-disabili Villani Emanuela Garanti Comunicazione del Garante regionale dei disabili Domani, venerdì 14 giorno alle ore 15,00, nella sede del Consiglio regionale in via Gentile, 52 a Bari, il Garante dei Diritti delle Persone con Disabilità della Regione Puglia Giuseppe Tulipani, inaugura una nuova modalità di attenzione. Riceverà presso i suoi uffici, piano terra lato est, le famiglie che accolgono al loro interno una persona disabile. <br />L’ascolto aperto vuole rilevare di prima mano le criticità e le difficoltà che ognuno di loro deve affrontare nella quotidianità, e costruire, in maniera concordata e condivisa, azioni mirate alla loro soluzione. <br />Il Garante mette a loro disposizione il suo ruolo istituzionale per portare le richieste, le proposte e le attese ai tavoli di concertazione e nelle sedi dove si decide, per rafforzarle ma, soprattutto, per non farli sentire più soli nei confronti della Pubblica Amministrazione e renderli cittadini consapevoli./comunicato <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 14:17:14 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68075/I-lavori-della-VI-Commissione Villani Emanuela Commissioni I lavori della VI Commissione La sesta Commissione presieduta da Domenico Santorsola, ha approvato a maggioranza con l’astensione del consigliere Francesco Ventola (DIT), il disegno di legge di modifica alla legge regionale n. 23 del 2014 che disciplina le Cooperative di Comunità. Le modifiche si rendono necessarie a seguito delle numerose osservazioni raccolte in diverse occasioni di confronto. <br />In particolare con le modifiche si interviene per precisare quali tipologie di soggetti possono concorrere alla compagine sociale di una cooperativa di comunità, in tal senso esplicitando i soggetti che con riferimento alla normativa nazionale vigente afferiscono agli Enti del Terzo Settore e alle imprese sociali. <br />Altra modifica apportata riguarda la riduzione delle incidenze percentuali degli associati alla cooperativa di comunità rispetto alle dimensioni demografiche delle comunità di riferimento, provando ad agevolare il percorso di costituzione e introducendo un meccanismo premiale per quelle comunità che diano vita ad una sola cooperativa di comunità, evitando processi disgregativi e favorendo percorsi generativi ed inclusivi. <br />Infine, si pongono le condizioni affinchè il costituendo Albo regionale delle cooperative di comunità sia integrato con le altre Sezioni del registro nazionale unico del Terzo settore per la Puglia, così come previsto dal Codice del Terzo Settore. <br /> <br />Nel prosieguo dei lavori la Commissione ha espresso all’unanimità favorevole alla proposta di legge sugli indicatori di benessere equo e sostenibile, presentata dai consiglieri Gianni Liviano, Ruggiero Mennea ed Enzo Colonna. <br />Il provvedimento è stato illustrato alla Commissione da Gianni Liviano, di cui è primo firmatario, il quale ha evidenziato che nel settembre 2015 le Nazioni unite hanno approvato l’Agenda Globale 2030 per lo sviluppo sostenibile e i relativi 17 obiettivi, e che nel dicembre 2017, con il Documento di economia e finanza, l’Italia è stato il primo paese dell’Ue e del G7 ad includere nella programmazione economica gli indicatori di benessere equo e sostenibile. <br />A questo punto, ha detto Liviano, le Regioni italiane sono chiamate a predisporre ed approvare la propria strategia regionale per lo sviluppo sostenibile in coerenza con gli obiettivi e le azioni di quella nazionale. Pertanto, la proposta di legge, su cui si è espressa la Commissione, si pone l’obiettivo di definire degli indicatori di benessere equo e sostenibile da includere nella programmazione economica regionale (DEFR) della Regione Puglia e le modalità per la loro individuazione attraverso la costituzione di un Comitato scientifico (Comitato regionale per gli indicatori di benessere equo e sostenibile). <br /> <br /> Thu, 13 Jun 2019 13:43:11 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68074/L-analisi-politica-del-gruppo-dei-Popolari Lillo Francesco Politica L'analisi politica del gruppo dei Popolari I sottoscritti, Cera Napoleone, Longo Peppino, Romano Mario, componenti del Gruppo dei Popolari in Consiglio Regione Puglia, confrontandosi sull&#39;analisi dei risultati elettorali delle Europee e delle elezioni comunali che hanno visto interessati i capoluoghi di Provincia, in particolare Bari, Foggia e Lecce, hanno preso atto della parcellizzazione del consenso in grani parte dovuta a una serie di fattori che hanno finito per influenzare negativamente l&#39;esito del voto popolare. <br />La sempre più evidente perdita di fiducia nei partiti tradizionali, non più capaci di essere contenitori di istanze territoriali e di farsi promotori delle esigenze della comunità, ha vanificato il messaggio alla base della coalizione dei Popolari che governa in Regione. <br />A questo deve aggiungersi il risultato delle elezioni europee ottenuto dall&#39;on. Cesa, che in Puglia ha totalizzato 15.551 voti. Risultato che non rende giustizia al lavoro svolto sui territori, nella consapevolezza che l&#39;UdC ha rinunciato al suo simbolo per confluire nella lista di Forza Italia. Scelta che, nonostante la presenza del segretario nazionale, ha disorientato il tradizionale bacino elettorale di un partito moderato e popolare che ama riconoscersi nello Scudocrociato. <br />Al dato elettorale, occorre aggiungere un&#39;analisi organizzativa-politica che coinvolge gli organi nazionali, ma non può prescindere da una sintesi efficace sul territorio regionale, dove la coalizione dei Popolari, pur avendo in Giunta, un assessore di riferimento, nella figura del sen. Salvatore Ruggeri, si è ritrovata spesso a rincorrere provvedimenti e atti che non venivano mai portati all&#39;attenzione del Gruppo (circostanza che certifica di fatto un&#39;autonomia nell&#39;azione che non può più essere tollerata), e a continuare a pagare un dazio sui territori da parte di chi è in Consiglio Regionale su mandato popolare. <br />Tutto questo spiega, a fronte di un impegno sul territorio, le mancate risposte in termini di consenso elettorale, visto che è mancato anche ogni tipo di supporto da parte del coordinatore regionale, incapace di farsi promotore d&#39;iniziative che avrebbero chiamato a raccolta l&#39;elettorato moderato e tradizionalmente riconducibile allo Scudocrociato. <br />Superando il dato della organizzazione del partito, occorre evidenziare che il Gruppo Popolari ha dovuto prendere atto del fallimento dell&#39;azione politica del suo assessore, incapace di rendersi punto di riferimento delle istanze territoriali e muovere a un maggiore coinvolgimento dei componenti del Gruppo Popolari. <br />Il Gruppo Popolari non ha bisogno di uomini soli al comando o di politiche personalistiche, ma di recuperare uno spirito federativo e partecipativo che è stato alla base della presentazione della coalizione nel 2015 a sostegno della candidatura, poi vittoriosa grazie anche al contributo dei Popolari, di Michele Emiliano alla guida della Regione Puglia.v <br />Invitano, pertanto, l&#39;assessore Ruggeri a rassegnare le proprie dimissioni e, in subordine, chiedono al Presidente Emiliano la revoca della delega, non rappresentando più il Gruppo Popolari in Regione Puglia.<br /> Thu, 13 Jun 2019 13:14:44 +0200 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68073/Trasparenza-ed-accesso-civico--il-Consiglio-regionale-incontra-i-Comuni-pugliesi Lillo Francesco Attività istituzionale Trasparenza ed accesso civico, il Consiglio regionale incontra i Comuni pugliesi Il Consiglio regionale invita Sindaci, Segretari generali e loro delegati di tutti i Comuni della Puglia a partecipare ad una giornata formativa sul tema della trasparenza e dell’accesso civico, organizzata con il supporto del Formez, in attuazione dell’intervento “Reti per la diffusione di buone pratiche in materia di FOIA”, avviato nell’ambito del progetto “Riformattiva”, promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica. <br />Il seminario, che si svolgerà giovedì 20 giugno a partire dalle ore 9,45 nell’Aula consiliare del Palazzo del Consiglio regionale in via Gentile, n. 52, costituirà un importante momento di apprendimento e di confronto con esperti della materia. Nel corso della giornata saranno analizzate questioni interpretative ed esaminati aspetti applicativi concernenti l’accesso civico generalizzato, istituito dall’art. 5 del D. Lgs. 33/13 recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”. <br />Per esigenze organizzative, ai fini dell’iscrizione, si chiede di inviare la richiesta via e-mail, entro il 17 giugno 2019, al seguente indirizzo: servizio.aagg@consiglio.puglia.it <br /><a href="http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/68048/Seminario-per-i-Comuni-su--La-disciplina-dell-accesso-civico-generalizzato---FOIA----Strumenti--questioni-applicative--soluzioni-possibili-">Leggi il programma integrale del seminario</a><br /> Thu, 13 Jun 2019 12:37:17 +0200