Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ Consiglio Regionale della Puglia it-IT Copyright 2020 Wed, 26 Feb 2020 12:43:38 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/Images/logo.png Consiglio Regionale della Puglia http://www.consiglio.puglia.it/ http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72702/Minori-immigrati--il-Consiglio-regionale-promuove-la-mediazione-interculturale Laudadio Felice Presidente del Consiglio Minori immigrati: il Consiglio regionale promuove la mediazione interculturale Stephàn, 25 anni, è arrivato dal Camerun nel 2015, parla tre lingue e tre dialetti del suo Paese. È stato in varie regioni d’Italia, ora è in Puglia. Cinque anni fa, era un ragazzo alle prese con un’esperienza di grande di lui, ora aiuta ragazzi stranieri alle prese con un’esperienza più grande di loro. Ha seguito con profitto il corso per mediatore interculturale promosso in collaborazione tra l’Ufficio del Garante pugliese dei minori e il centro di formazione sociosanitaria Cefass di Lecce e si impegna a sostegno soprattutto dei minori stranieri non accompagnati. In Puglia sono 223 (30 sono ragazze) degli oltre 6mila censiti in Italia al 31 dicembre 2019. <br />Per offrire loro la prima importante assistenza sono fondamentali figure di affiancamento e orientamento, che sappiano facilitare l&#39;interazione di giovani di origini e culture diverse con un ambiente del tutto nuovo, aiutarli ad integrarsi, fare da collegamento con le istituzioni pubbliche. Questa è la funzione del mediatore interculturale, ha spiegato il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Mario Loizzo, intervenendo alla presentazione del primo elenco sperimentale. <br />Dal 2019, ha ricordato il garante Ludovico Abbaticchio, un protocollo d’intesa disciplina la collaborazione col Cefass, che concretizza una delle buone prassi avviate in materia di inclusione e formazione lavoro dei minori stranieri in Puglia. Il Cefass cura la formazione e la gestione dell’elenco dei formati, “tecnici” qualificati in mediazione culturale che potranno rispondere alla richiesta crescente di questa funzione, da parte di aziende, enti e istituzioni. Dopo il corso a Lecce, Stephan ha svolto il tirocinio in due centri di accoglienza, per verificare sul campo quanto appreso. <br />Si tratta di un’iniziativa “sperimentale”, perché cerca di aprire la strada agli assessorati ed alle realtà sociali senza sostituirle, ha precisato Abbaticchio. Per ora è solo un elenco, ma si auspica di poter arrivare ad un albo riconosciuto a livello regionale, ha fatto presente la direttrice del Cefass Anna De Tommaso: “con le competenze acquisite, i nostri allievi potranno inserire i ragazzi assistiti e a loro volta inserirsi lavorativamente nella nostra società”. Sono prospettive di inserimento sociale che stanno “salvando” molte ragazze, vittime di tratta. <br />Il Consiglio regionale è un organismo articolato, ha ribadito il presidente Loizzo e che va ben oltre la missione principale, fare leggi. “Proviamo a dare il nostro contributo per cercare di rendere migliore la Puglia e nel complesso delle attività extralegislative, è importante quella dei garanti, che sono diventati punti di riferimento a livello nazionale. Intervengono assiduamente sulle fragilità sociali, in questo caso i minori che sbarcano soli, bisognosi di chi possa affiancarli, parlando la loro lingua, conoscendo la loro cultura e facendo da ponte con la lingua e la cultura de nostro Paese”. (fel) <br /> Wed, 26 Feb 2020 12:43:38 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72701/Coronavirus--Perrrini---Ho-scritto-al-dg-della-Asl-per-segnalare-disagio-dei-nostri-operatori-sanitari-nel-tarantino- Sgambati Patrizia Sanità Coronavirus, Perrrini: "Ho scritto al dg della Asl per segnalare disagio dei nostri operatori sanitari nel tarantino" <p style="margin-bottom:8.0pt;text-align:justify;line-height: 106%"><strong>La denuncia del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini</strong></p> <p style="margin-bottom:8.0pt;text-align:justify;line-height: 106%">“E’ vero non è questo il momento delle polemiche, ma quando ieri ho sentito che <span style="color: #252525;">la Regione Puglia ha chiesto al Governo nazionale la fornitura di 300mila occhialini e 300mila mascherine al mese da distribuire ai medici ospedalieri e medici di base mi sono chiesto: ma doveva scoppiare l’emergenza Coronavirus per fare queste richieste? Una migliore organizzazione avrebbe dovuto prevedere per tempo a fornire a tutti i nostri operatori sanitari tutto il materiale necessario per proteggersi da possibile contagio. Mi consta personalmente, invece, che molti ambulatori e reparti i ospedali tarantini vi siano operatori senza né mascherine né guanti.</span></p> <p style="margin-bottom:8.0pt;text-align:justify;line-height: 106%"><span style="color:#252525">“Per questo ho scritto al direttore generale della Asl, Stefano Rossi, per segnalare </span>lo stato di estremo disagio nel quale operano i nostri operatori sanitari mentre <span style="color:#252525">gli </span>ospedali sono presi d’assalto da pazienti provenienti dalle regioni del Nord Italia, in cui è presente il focolaio. È chiaro che è fondamentale informare tutto il personale, in modo da avere comportamenti omogenei per contenere il virus ed evitare allarmismi difficili da gestire. Ma è soprattutto importante che il personale sia messo nelle condizioni di operare in maniera sicura per la salvaguardia della propria salute e, dunque, sia dotato di mascherine e di quant’altro necessario, soprattutto nei reparti nei quali c’è un maggiore e frequente contatto con i pazienti”. /com</p> <p style="margin-bottom:8.0pt;text-align:justify;line-height: 106%">&nbsp;</p> <p style="margin-bottom:8.0pt;text-align:justify;line-height: 106%"><br /></p> Wed, 26 Feb 2020 12:17:49 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72698/Piano-famiglie--la-soddisfazione-di-Marmo---Finalmente-la-nostra-proposta-e-diventata-realta- Villani Emanuela Politica Piano famiglie, la soddisfazione di Marmo: “Finalmente la nostra proposta è diventata realtà” Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br />“A luglio 2018 il Consiglio regionale approvò la mozione che presentai per l’adozione di un Piano regionale per le Politiche Familiari. Ebbene, seppur con notevole ritardo, la Giunta regionale ha finalmente dato alla luce il documento, frutto di un percorso, stimolato sempre dal sottoscritto, di condivisione con il Forum delle Famiglie. 172 milioni saranno destinati alle misure contenute del documento, che guarda non solo alle famiglie, ma all’esigenza di invertire il trend negativo in cui da troppi anni affoga la natalità in Puglia. Sempre meno coppie decidono di avere un figlio e non perché non lo desiderino, ma perché le condizioni economiche sono così precarie da far desistere i giovani. La legislatura è ormai al termine e chi verrà dovrà attuare il Piano approvato, ma non solo: dovrà immaginarne un altro che si ponga l’obiettivo di ridurre il lavoro precario nella nostra Regione, specie quello delle donne ancora drammaticamente elevato. E’ questa una strada importante non solo per il rilancio dell’economia, ma anche e soprattutto della natalità. “Riempire le culle pugliesi” significa dare un futuro alla nostra Regione e non posso che essere soddisfatto: ho creduto fortemente nello strumento del Piano per sostenere le famiglie pugliesi ed oggi, finalmente, è stato approvato. Gran parte di questo risultato è accreditabile al Forum delle Famiglie, che quasi quotidianamente, con una costanza ammirabile, ha tenuto alta l’attenzione delle istituzioni. Mi auguro che non si perda troppo tempo, come è costume di questa Giunta, per attuarlo”./comunicato <br /> <br /> Wed, 26 Feb 2020 11:15:31 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72697/Centri-per-l-impiego--zullo---Assistiamo-a-tante-stabilizzazioni--perche-non-quelle-dei-formatori-- Racanelli Mariantonietta Lavoro Centri per l’impiego, zullo: “Assistiamo a tante stabilizzazioni, perché non quelle dei formatori?” Il capogruppo di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo, chiede l’audizione dell’assessore al Lavoro, Leo <br /> <br />“Mentre assistiamo a un commissario dell’ARPAL (Agenzia Regionale per le Politiche Attive del Lavoro) che continua a fare e disfare a suo piacimento le attività dell’Agenzia, svolgendo una funzione non prevista dalla legge istitutiva, arrivando persino a cambiare i criteri di selezione per le centinaia e centinaia di assunzione fondandole sul solo quiz e non anche sulle prove previste da regolamenti e leggi, nel silenzio del presidente Emiliano. <br />Mentre assistiamo a stabilizzazioni (si badi sacrosante per il lavoratore), ma che vengono usate come coccarde per accaparrare consensi da parte del presidente Emiliano… <br />Esistono lavoratori precari che non sanno cosa ne sarà del loro futuro. Sono i 280 formatori che hanno fatto funzionare non solo il sistema della Formazione in Puglia, ma anche i Centri per l’Impiego. Hanno colmato l’atavica assenza di personale, ma vivono in uno stato di precarietà dal 2000, acuita oggi da una situazione di totale incertezza che registra ritardi nell’erogazione degli stipendi. Perché per loro la Regione non dovrebbe prevedere la stabilizzazione come è stato fatto per gli operatori sanitari precari? <br />Per questo ho chiesto al presidente della Commissione Lavoro di convocare immediatamente e audire l’assessore al Lavoro, Sebastiano Leo, per fare con lui il punto della situazione e ipotizzare un percorso che dia dignità a questi lavoratori”. /comunicato<br /> Wed, 26 Feb 2020 10:44:15 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72696/Bandito-il-concorso-2020-per-borse-di-studio--Aldo-Moro- Laudadio Felice Presidente del Consiglio Bandito il concorso 2020 per borse di studio “Aldo Moro” Le Associazioni pugliesi dei consiglieri regionali e degli ex parlamentari e dalla Federazione dei Centri Studi Moro e Renato Dell&#39;Andro di Bari, col patrocinio e il sostegno del Consiglio Regionale, hanno indetto per il 2020 il concorso per borse di studio “Aldo Moro”. Scadranno lunedì 1giugno i termini per la presentazione degli elaborati, da parte di studenti, anche stranieri, che frequentano scuole o università in Italia e che non abbiano superato il 30° anno di età. Potranno proporre contributi (temi, tesi di laurea, tesine, filmati, documentari audiovisivi), che devono necessariamente riguardare argomenti incentrati sulla vita e la figura di Aldo Moro, “per favorire la conoscenza del pensiero, dell&#39;azione e della tragica morte, incrementare nei giovani la riflessione, la ricerca e lo studio sul grande statista”. <br />Otto le tracce, indicate per grandi linee: a) gli anni giovanili di Moro dal 1934 al 1946; b) Moro docente universitario a Bari e/o a Roma; c) Moro e la Puglia nei 55 giorni dal 16 marzo al 9 maggio 1978; d) la stampa nei 55 giorni; e) il Lodo Moro; f) Moro dal martirio alla santità; g) Moro e la Gazzetta del Mezzogiorno; h) gli amici di Aldo Moro. <br />Gli elaborati vanno consegnati o anche spediti per posta o via mail (vale la data del timbro postale o della spedizione telematica) entro le ore 12 di lunedì 1 giugno 2020. Queste i recapiti e gli indirizzi validi: Consiglio Regionale della Puglia (Sezione Biblioteca e comunicazione istituzionale), via Gentile 52, 70126 Bari, email: <a href="mailto:sezione.biblioteca@consiglio.puglia.it">sezione.biblioteca@consiglio.puglia.it</a> .<br />La consegna o invio successivi alla data indicata comportano l’esclusione. <br />Gli elaborati devono essere inseriti in busta sigillata e vanno indicati i seguenti dati: cognome, nome, luogo e data di nascita, indirizzo postale con cap e comune di residenza, indirizzo mail, cellulare, titolo di studio e riferimento alla traccia o tema indicati nel bando, all’art. 4 (a), b), c), d), e), f), g), h). <br />Non saranno restituiti e resteranno di proprietà dell’Associazione consiglieri regionali della Puglia, che potrà farne uso pubblico. <br />Saranno premiati dieci concorrenti (1.500 euro al primo classificato, 1.000 al secondo, 750 al terzo, 500 agli altri), secondo il giudizio insindacabile di una giuria composta dal presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, dal direttore del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” Giuseppe De Tomaso, dai presidenti dell’Associazione consiglieri regionali Lugi Ferlicchia e dell’Associazione ex parlamentari sen. Angelo Rossi, dal rettore dell’Università di Bari Stefano Bronzini e dall’on. Gero Grassi, promotore della seconda commissione parlamentare sul rapimento e la morte di Aldo Moro. Ogni componente avrà a disposizione voti da 1 a 10. La somma determinerà la graduatoria finale, che sarà pubblicata sul sito del Consiglio regionale. <br />Il Bando ufficiale è pubblicato sul portale istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia - Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale: http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72694/Bando-per-borse-di-studio--Aldo-Moro--2020. (fel) <br />Il Bando ufficiale è pubblicato sul portale istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia&nbsp;Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale: <a href="http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72694/Bando-per-borse-di-studio--Aldo-Moro--2020">http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72694/Bando-per-borse-di-studio--Aldo-Moro--2020</a>. (fel)<br /> Wed, 26 Feb 2020 10:37:23 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72693/Cassa-integrazione--Amati---5-Stelle-da-un-lato-denunciano-primato-negativo-pugliese-e-dall-altro-vorrebbero-cancellare-il-Piano-casa- Racanelli Mariantonietta Urbanistica Cassa integrazione, Amati: “5 Stelle da un lato denunciano primato negativo pugliese e dall’altro vorrebbero cancellare il Piano casa” “La collega Laricchia denuncia l’esplosione delle ore di cassa integrazione guadagni in Puglia, ma non si accorge che uno dei settori colpiti è l’edilizia, cioè il settore che lei prova con fierezza a ostacolare attraverso la cancellazione del Piano casa”. <br /> <br />Lo dichiara il Consigliere regionale Fabiano Amati, Presidente della Commissione bilancio. <br /> <br />“Della serie quando si citano i dati solo per fare polemica politica non ci si accorge di essere la potenziale causa del problema. I dati di gennaio pubblicati dall’INPS dicono che i settori più interessati da questo triste primato sulla cassa integrazione sono la grande industria e l’edilizia. Settori su cui i Cinquestelle hanno sempre proclamato la decrescita, con chiusura di fabbriche e di cantieri edili. Limitando la riflessione al Piano casa, i collegi Cinquestelle, invece di suggerire la trasformazione dello strumento in provvedimento strutturale e non più temporaneo o straordinario, presentano emendamenti per cancellarlo. Così facendo non si accorgono di favorire l’omicidio del progetto del Comune di Bari di riqualificazione del lungomare, di aprire la strada a un nuovo e deleterio consumo di suolo, di lasciare spazio alla discrezionalità amministrativa, cioè agli alti rischi di cappelli in mano e corruzione, è di aggravare la crisi economica e occupazionale”. <br />“Il Piano casa si è rivelato invece uno straordinario strumento di successo in termini di tutela ambientale, legalità e resistenza alla crisi economica – prosegue Amati –. Lo strumento, infatti, agisce innanzitutto sul patrimonio immobiliare esistente, evitando quindi consumo di suolo e nuovi scempi ambientali; elimina ogni forma di sottomissione al potere discrezionale dei politici o dei tecnici, perché atto dovuto e quindi non negoziabile, con tutti i conseguenti rischi corruttivi; sostiene uno dei settori produttivi a più alta densità di posti di lavoro e perciò ampiamente rivolto al popolo desideroso di impiego e non di giurie intellettuali sempre pronte a imporre modelli e stili di vita”. <br />“L’accanimento contro questo strumento utilissimo viene peraltro spiegato, curiosamente, con il dissenso nei confronti delle riqualificazioni e dei mutamenti di destinazione degli edifici produttivi. Tale opinione è decisamente curiosa, perché omette di considerare che gli interventi sugli edifici produttivi possono essere compiuti con decine di strumenti legislativi alternativi al Piano casa e che in più hanno solo la necessità per il cittadino istante di sottomettersi al potere politico e tecnico-burocratico con delibere, varianti, conferenze di servizi, tavoli tecnici, indicazioni informali di tecnici graditi e chi più ne ha più ne metta. Cioè – conclude – lo schema classico che tutti i piani anticorruzione vorrebbero evitare”. /comunicato<br /> Tue, 25 Feb 2020 18:38:20 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72692/Agricoltura--Barone---Valorizzare-le-specie-autoctone-del-territorio-per-contrastare-la-monocoltura-e-proteggere-le-tipicita- Racanelli Mariantonietta Agricoltura Agricoltura. Barone: “Valorizzare le specie autoctone del territorio per contrastare la monocoltura e proteggere le tipicità” “I grandi cambiamenti in agricoltura e in pastorizia spesso vanno a scapito delle specificità dei territori, per questo oggi è necessario rilanciare le specie autoctone”, lo dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Rosa Barone dopo aver incontrato l’ambientalista Paolo Ciro D’Apolito con il quale sono state affrontate tematiche legate al territorio e in particolare ai grandi cambiamenti in agricoltura e pastorizia. L’incontro arriva a distanza di qualche settimana dall’intervento della consigliera per la tutela dell’Istituto di Incremento Ippico Regionale a Foggia. <br /> <br />“È necessario - spiega la consigliera - rilanciare e tutelare la biodiversità in Puglia e in particolare nella provincia di Foggia, così ricca di specificità. In un mercato mondiale in cui si va verso l’omologazione, a essere danneggiate sono sempre più l’agricoltura e la pastorizia italiana, con i conseguenti dubbi sulla qualità e salubrità dei prodotti e il rischio di perdere la biodiversità. Per questo è necessario promuovere una politica regionale che punti all’agricoltura e rilanci la tipicità e la qualità dei prodotti agroalimentari pugliesi, in Italia e nel mondo. L’agricoltura va valorizzata come custode dei territori”. <br /> <br />Sono molti gli strumenti a disposizione per conservare e rilanciare l’agrobiodiversità, per esempio la convenzione sulla Biodiversità del 1992, il protocollo di Cartagena, il Trattato Internazionale delle Risorse Genetiche Vegetali per l’alimentazione e per l’agricoltura (FAO, 2004) e il Protocollo di Nagoya. Anche l’UNESCO si è espresso con la Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale. <br /> <br />“Anche nel nostro territorio possiamo coinvolgere diversi soggetti per valorizzazione dell’agrobiodiversità come il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria di Foggia e la banca dei semi dell’Istituto di Bioscienze e Biorisorse del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Bari , una delle più antiche banche del germoplasma agrario al mondo. Ma anche - spiega Barone - lavorare per promuovere il bio e km zero e incentivare nuove tecniche di agricoltura. Il nostro territorio ha un patrimonio da salvaguardare”. <br /> <br />“La Puglia e la provincia di Foggia sono territori di numerose tipicità e sono presenti razze autoctone antiche, come per esempio la capra garganica, la pecora gentile di Puglia, il cavallo pugliese del Tavoliere, la mucca podolica, il suino nero dauno - continua D’Apolito - a cui si aggiungono le cultivar di uliveti (Peranzana, Coratina, Ogliarola Garganica), gli agrumi del Gargano, la fava di Carpino, il vino Bombino Bianco e Nero di Troia e tante altre varietà fruttifere (frutti antichi) in via di scomparsa. Per questo la concorrenza mondiale che punta sulle quantità, può essere vinta con la qualità, salubrità e tipicità e con una valida protezione dalla concorrenza sleale incentivando per esempio l’ingresso in Italia di prodotti Fairtrade Commercio Equo e Solidale e valorizzando l’agroalimentare tipico sul mercato. Così si riuscirebbe a riconoscere il giusto reddito a tutta la filiera”. /comunicato<br /> Tue, 25 Feb 2020 17:48:42 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72691/Brindisi--Laboratorio-chimico---ambientale-e-riconversione-centrale-Enel--Bozzetti---Accelerare-il-processo-di-uscita-dal-carbone- Ambriola Angelo Commissioni Brindisi. Laboratorio chimico - ambientale e riconversione centrale Enel. Bozzetti: “Accelerare il processo di uscita dal carbone” “L’audizione di questa mattina è stata importante per avere rassicurazioni sul futuro dei dieci dipendenti del laboratorio chimico - ambientale dell’Enel di Brindisi, che verranno ricollocati dall’azienda, e per fare il punto sulle prospettive di sviluppo e di riconversione ambientale della centrale. È necessario che tutte le procedure di VIA e AIA e gli adempimenti previsti dalla legge 55/2002 per la riconversione vengano conclusi il prima possibile per permettere ad Enel di partecipare per tempo alle aste del mercato della capacità con cui Terna assicura l&#39;approvvigionamento dell’energia e le condizioni di adeguatezza del sistema elettrico coerenti con gli obiettivi di decarbonizzazione”. Lo dichiara il consigliere regionale del M5S Gianluca Bozzetti a margine dell’audizione da lui richiesta in V Commissione in merito alla chiusura del laboratorio chimico - ambientale presso la sede dell’Enel di Brindisi <br />“Nonostante a partire dal 2016 il ruolo del laboratorio sia ormai superato - continua Bozzetti - sarebbe opportuno continuare a garantire la presenza di poli di ricerca nel territorio di Brindisi soprattutto in questa fase di phase-out dal carbone per promuovere nuove opportunità e progettare, attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti istituzionali, un nuovo futuro industriale integrato e innovativo che non si fermi solo alla riconversione a gas della centrale, ma che si indirizzi verso soluzioni sempre più green in grado di superare totalmente l’utilizzo delle fonti fossili. Siamo contenti che, così come accaduto solo qualche giorno fa per il tavolo istituzionale sul porto di Brindisi, anche oggi sia emersa una unità d’intenti da parte di tutti gli attori interessati per il bene del territorio. Parti datoriali, sindacati, istituzioni e azienda si sono mostrati compatti affinché si possa giungere al più presto al rilascio delle autorizzazioni necessarie per l’esercizio dei nuovi impianti. Brindisi sconta un + 900% di utilizzo degli ammortizzatori sociali nel 2019 rispetto al 2018, per questo dobbiamo concentrare tutti i nostri sforzi nel progetto di riconversione degli impianti e per agevolare nuovi investimenti nel settore delle rinnovabili che - conclude - oltre a garantire minori impatti dal punto di vista ambientale, permetteranno anche la tutela degli attuali livelli occupazionali sia diretti che indiretti&quot;./comunicato <br /><br /><br /> Tue, 25 Feb 2020 15:55:23 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72689/Agenda-del-Consiglio Ambriola Angelo Agenda Agenda del Consiglio <span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Domani mercoledì 26 febbraio</span></strong></span></span><ul><li><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 11,00 – </strong>Conferenza stampa - sala &quot;Campione”</span></span></span></li></ul><p style="margin-left: 40px;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Il Garante regionale dei diritti dei Minori, Ludovico Abbaticchio in collaborazione con il CEFASS – Lecce, presenterà il primo sperimentale elenco per Mediatori Interculturali e di altre iniziative a favore dei minori stranieri non accompagnati.</span></p><p><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Giovedì 27 febbraio</span></strong></span></p><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Alle </span><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">12,00</span></strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"> - Seduta III Commissione - sala 32</span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify; margin-left: 0px;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione richiesta dal Vice presidente della terza Commissione, Luigi Manca: “Misure intraprese dalla Task Force regionale per contrastare il possibile contagio da coronavirus”.</span></li></ol> Tue, 25 Feb 2020 15:29:45 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72687/CORONAVIRUS--FDI--LA-REGIONE-PUGLIA-HA-ADOTTATO-MISURE-LEGGERE-E-NON-ATTIVATO-NEPPURE-UN-NUMERO-VERDE--I-CITTADINI-IN-BALIA-DI-FAKE-NEWS-E-ALLARMISMI Sgambati Patrizia Politica CORONAVIRUS, FDI: LA REGIONE PUGLIA HA ADOTTATO MISURE LEGGERE E NON ATTIVATO NEPPURE UN NUMERO VERDE. I CITTADINI IN BALIA DI FAKE NEWS E ALLARMISMI <p style="text-align:justify"><strong>Dichiarazione congiunta dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Erio Congedo, Giannicola De Leonardis, Luigi Manca, Renato Perrini, Francesco Ventola e il capogruppo Ignazio Zullo</strong></p> <p style="text-align:justify">“Da un presidente-assessore alla Sanità inadeguato in situazioni ordinarie, non ci si poteva aspettare grandi cose in un momento extra-ordinario come questo. Assistiamo a continui aggiornamenti ‘social’ di Michele Emiliano più tesi a fare propaganda che a dare vere informazioni: come consiglieri regionali siamo noi stessi subissati da telefonate di amici, di presidi di scuole, imprenditori o semplici cittadini, che ci chiedono informazioni ufficiali utili a prendere decisioni adeguate. Per questo Fratelli d&#39;Italia si è reso da subito disponibile a collaborare, mettendo da parte polemiche politiche, nell&#39;esclusivo interesse dei cittadini pugliesi, raccogliendo anche le istanze di chi con preoccupazione si è rivolto a noi. Sarebbe stato sufficiente, ad esempio, attivare un numero verde per la richiesta di informazioni, invece ci risulta che in questo momento ogni numero utile della Regione Puglia è preso d’assalto senza che dall’altro capo vi sia personale idoneo a dare le indicazioni necessarie a chi dal Nord deve raggiungere la Puglia per lavoro, vacanza o motivi personali.</p> <p style="text-align:justify">“Misure, si badi bene, decisamente LEGGERE, ammantate da un burocratico rispetto di un Decreto Legge che viene richiamato solo per coprire il proprio ritardo nell&#39;attuazione di misure organizzative dei servizi di Prevenzione e di Sorveglianza Sanitaria la cui competenza spetta -è bene ribadirlo, viste le polemiche delle ultime ore- comunque alle Regioni. Disposizioni talmente generiche che rimandano e danno grandi responsabilità ai medici di base, ai quali spetta il compito di monitorare i ‘volontari’ pugliesi che tornano dal Nord, e che non hanno ricevuto indicazioni precise su come agire con i casi sospetti. E sono proprio i medici a sollecitare in queste ore la macchina organizzativa. Insomma, stiamo assistendo a una vera e propria approssimazione dell’emergenza… nella speranza di poter escludere contagi di massa dovuti proprio a questa organizzazione iniziale”. /com</p> <p style="text-align:justify">&nbsp;</p> <p style="text-align:justify"><br /></p> Tue, 25 Feb 2020 15:18:43 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72686/Laricchia---Puglia-prima-regione-in-Italia-per-numero-assoluto-di-ore-di-Cassa-Integrazione--Paghiamo-la-mancata-programmazione-di-Emiliano- Ambriola Angelo Lavoro Laricchia: “Puglia prima regione in Italia per numero assoluto di ore di Cassa Integrazione. Paghiamo la mancata programmazione di Emiliano” “La regione Puglia è prima in Italia per numero assoluto di ore di cassa integrazione straordinaria a gennaio 2020 e seconda per variazione in aumento. Un primato di cui non si può essere orgogliosi. La relazione semestrale delle attività del Comitato Regionale del Sistema Economico e Produttivo e le Aree di crisi (S.E.P.A.C.) è ferma al primo semestre del 2019, senza contare i ritardi e le battaglie fatte per far averla, nonostante la stessa sia prevista dalla legge regionale del 2002. Ancora una volta non c’è alcuna programmazione per quanto riguarda un tema come il lavoro, non a caso il più sentito per i pugliesi, ma solo una corsa a cercare visibilità quando c’è una emergenza. Come accaduto per la vertenza Mercatone Uno, per cui da anni chiedevamo l’interessamento da parte della Regione”. Lo dichiara la candidata presidente del M5S alla Regione Puglia Antonella Laricchia. <br />“Sono tante le cose che si sarebbero potute fare in questi anni - continua la pentastellata - in cui la Regione si è limitata a dare soldi a pioggia per la Formazione, senza verificarne poi le ricadute sul territorio. Servono investimenti nella formazione professionale 4.0 e centralità delle competenze, in raccordo con le esigenze del mercato del lavoro e delle imprese, sia per gestire lo ‘skill mismatch’, ossia il divario tra le competenze di chi cerca lavoro e quelle richieste dal mercato, che per realizzare l’allineamento con le mutevoli esigenze del tessuto produttivo e per garantire una (ri)qualificazione professionale. È necessaria la revisione della disciplina in materia di accreditamento degli enti di formazione nella direzione del placement e della premialità per le realtà che offrono una formazione qualificata e di qualità, legata agli obiettivi di inserimento delle persone nel mercato del lavoro anche nella prospettiva della formazione di figure professionali “future” nei settori delle nuove economie e dei servizi. Per questo nel nostro programma proporremo la costituzione della Community “Officine della Formazione” tra istituzioni, operatori qualificati del mondo della formazione, imprese, istituzioni scolastiche e l’istituzione del marchio di Qualità della Formazione regionale, oltre all’istituzione del valutatore indipendente a cui spetterà il compito di verificare la qualità di queste politiche e di elaborare una relazione annuale da presentare in Consiglio. Il lavoro è la nostra priorità: nessuno deve essere costretto a lasciare la Puglia per trovarlo”./comunicato <br /> Tue, 25 Feb 2020 14:35:25 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72685/Coronavirus--Marmo-chiede-audizione-di-Emiliano-in-Commissione---Troppe-lacune--bisogna-dare-sicurezza-ai-cittadini- Ambriola Angelo Sanità Coronavirus, Marmo chiede audizione di Emiliano in Commissione: “Troppe lacune, bisogna dare sicurezza ai cittadini” Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Nino Marmo. <br />“I medici di base denunciano l’assenza di direttive da parte della Regione e l’insufficienza degli strumenti idonei a prevenire il contagio da Coronavirus degli operatori sanitari, dai camici monouso alle mascherine, e gli operatori 118 pare che siano ancora sprovvisti di qualsiasi protezione. Per non allarmare i cittadini c’è bisogno che le istituzioni si dimostrino all’altezza della situazione e ci pare, purtroppo, che il presidente Emiliano stia affrontando la questione con grande dilettantismo e superficialità. Non sappiamo, per esempio, quanti siano i posti disponibili nei reparti di rianimazione della Regione, non si danno indicazioni ai cittadini su dove e come poter effettuare il tampone e non sappiamo nemmeno se siano sufficienti i tamponi che abbiamo qualora il virus dovesse arrivare in Puglia. Non si può vagare nel buio e bisogna dare sicurezza alla popolazione. Per questo, chiedo formalmente che Emiliano e tutta la struttura del Dipartimento regionale Sanità vengano in III Commissione già questo giovedì per riferirci quali misure straordinarie intenda prendere la Regione. Non c’è da fare allarmismo, c’è da lavorare sodo per dare serenità e fiducia ai pugliesi, colmando le troppe lacune che stiamo registrando in queste ore nell’organizzazione del sistema sanitario regionale”./comunicato <br /> Tue, 25 Feb 2020 13:58:48 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72684/Centrale-Enel-Brindisi--le-audizioni-in-V-commissione Racanelli Mariantonietta Commissioni Centrale Enel Brindisi, le audizioni in V commissione Si sono tenute in V Commissione presieduta da Mauro Vizzino le audizioni riguardanti la chiusura del laboratorio chimico-ambientale della sede Enel di Brindisi. Su richiesta del consigliere regionale del Movimento 5 stelle Gianluca Bozzetti, alla seduta sono intervenuti i rappresentanti dell’azienda, i sindacati di categoria e Confindustria che hanno colto l’occasione per fare il punto sulla questione cruciale che riguarda la conversione a gas della centrale elettrica. <br />Ricordando le finalità con cui era nato il Centro di ricerca, chiuso poi nel 2016 per calo dell’attività produttiva e l’esaurimento della mission, i rappresentanti dell’azienda hanno spiegato che le 10 unità tecniche impiegate nell’attività di laboratorio verranno tutte reimpiegate, come già emerso nei confronti con i sindacati. <br />Ciò che rappresenta invece una questione di assoluta urgenza, è il completamento dell’iter autorizzativo per la riconversione dell’impianto “Federico II” di Brindisi che deve essere portata a termine entro il 2025. Enel e Confindustria hanno espresso preoccupazione sulla tempistica, chiedendo il sostegno dell’amministrazione regionale e dei referenti politici locali nel sollecitare la questione ai tavoli nazionali del Ministero dello Sviluppo economico. Il progetto di transizione verso una energia pulita basata sulle fonti rinnovabili e l’utilizzo del gas costituisce un compromesso tra le esigenze di sicurezza elettrica del sistema Paese e la tutela sia dell’ambiente che del sistema produttivo del territorio. <br /> Tue, 25 Feb 2020 13:50:31 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72683/Reddito-Energetico-inserito-nel-Piano-Sud-2030--Trevisi---Misura-di-rilevanza-nazionale-per-incentivare-energie-rinnovabili- Villani Emanuela Energia Reddito Energetico inserito nel Piano Sud 2030, Trevisi: “Misura di rilevanza nazionale per incentivare energie rinnovabili” “Inserire il Reddito energetico nel ‘Piano Sud 2030’ dimostra quanto questa misura sia fondamentale non solo per favorire la diffusione delle energie rinnovabili e l’autoconsumo, soprattutto tra le fasce di popolazione meno abbienti, ma anche per dare impulso allo sviluppo economico del Mezzogiorno e come strumento della politica di coesione.” È quanto dichiara il consigliere regionale del M5S Antonio Trevisi, primo firmatario della legge regionale 42 del 2019 che introduce in Puglia, prima regione in Italia, il ‘reddito energetico’ grazie a uno stanziamento di 6 milioni di euro. Una proposta nata sull’esperienza del Comune di Porto Torres in cui è stata sperimentata per la prima volta la misura sviluppata da un’idea del sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro. <br />Il Piano Sud 2030, presentato il 12 febbraio 2020 a Gioia Tauro dal presidente del consiglio Giuseppe Conte e dai ministri del Sud e dell&#39;Istruzione, si propone di attivare la leva nazionale della politica di coesione nel Mezzogiorno attraverso misure volte alla promozione di interventi di economia circolare, gestione sostenibile della produzione energetica e dei trasporti, inclusione sociale, potenziamento delle infrastrutture, incremento degli investimenti in ricerca e sviluppo e riduzione della dispersione scolastica. <br />“Anche a livello nazionale - prosegue Trevisi - è stata riconosciuta la portata innovativa del Reddito energetico, tanto che nel Piano è stato inserito un intervento per la creazione del ‘Fondo Nazionale Reddito Energetico’ per l’acquisto di impianti fotovoltaici. Il Fondo rotativo nazionale è suddiviso in due sezioni: la prima riguarda i contributi in conto capitale, per la concessione di incentivi diretti all’acquisto degli impianti fotovoltaici; la seconda fornisce garanzie a favore di finanziamenti bancari finalizzati all’acquisto degli impianti”. <br />Per assicurarne l’attuazione è prevista la rimodulazione del Piano operativo Imprese e Competitività FSC 2014-2020. Con decreto del MISE saranno definite le modalità operative, precisati i requisiti dei beneficiari e indicate le modalità di coinvolgimento del GSE per l’attivazione del meccanismo di ‘Scambio sul Posto’, al fine di rialimentare il Fondo rotativo e restituire la quota di finanziamento bancario nel caso di garanzia statale. <br />“Il Reddito energetico nazionale sarà utilizzato come strumento per dare attuazione alle politiche di coesione sociale favorendo la svolta ecologica nel Mezzogiorno, perché contribuirà a diffondere le energie rinnovabili, attraverso l’aumento della generazione distribuita e degli impianti di piccola taglia finalizzati all’autoconsumo, favorendo la riduzione delle emissioni relative alla produzione energetica delle utenze domestiche e il contrasto alla povertà energetica delle fasce di popolazione meno abbienti del Mezzogiorno, con notevoli risparmi in bolletta. Il Reddito energetico - conclude Trevisi - rappresenta uno strumento indispensabile per rendere lo sviluppo economico del territorio sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale e inclusivo da punto di vista sociale. Siamo al lavoro con gli uffici regionali competenti per assicurare il prossimo avvio della misura in Puglia: la nostra esperienza rappresenterà un ottimo laboratorio al fine di implementare il reddito energetico nazionale. È proprio vero che le buone idee si diffondono rapidamente”./comunicato <br /> Tue, 25 Feb 2020 13:19:36 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72676/Venerdi-28-febbraio-incontro-con-gli-studenti-dell-I-T-E-T---Padre-A--M--Tannoia--di-Ruvo-di-Puglia--BA- Villani Emanuela Comunicazione Venerdì 28 febbraio incontro con gli studenti dell’I.T.E.T. “Padre A. M. Tannoia” di Ruvo di Puglia (BA) Venerdì 28 febbraio alle ore 10.00, nell’Auditorium dell’I.T.E.T “A. M. Tannoia” in Via Madonna delle Grazie, 1 a Ruvo di Puglia (BA)”, gli studenti parteciperanno all’incontro per il progetto “Moro vive”, l’iniziativa del Consiglio Regionale della Puglia che avvicina i giovani delle scuole superiori pugliesi al pensiero, al ruolo e alla figura del grande statista di Maglie. <br />Il progetto consiste nel racconto della vicenda umana, professionale, politica e drammatica di Aldo Moro, con particolare attenzione al ruolo avuto da Moro alla Costituente, da Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e da Presidente del Consiglio dei Ministri. <br />Si tratta di raccontare la persona e di far conoscere ai giovani studenti la storia d’Italia ancora non scritta nei libri di testo, che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona. <br />La Costituzione Italiana, fortemente voluta da Aldo Moro, si basa sulla centralità della persona e sui diritti che sono riconosciuti dallo Stato e non più concessi, come nello Statuto Albertino. <br />Analogamente l’immagine di Aldo Moro nella Renault rossa, depositata in via Caetani, a Roma, non rende omaggio all’intera vita di Moro che non può esser ridotto ad un corpo inerme e martoriato. <br />Introdurrà l’incontro il Dirigente Scolastico prof.ssa Nunzia Tarantini. La relazione sarà curata dall’on. Gero Grassi, componente della Commissione parlamentare d&#39;inchiesta sul Caso Moro, che risponderà anche alle domande degli studenti. <br /> “Moro vive” è il progetto dedicato dall’Assemblea legislativa pugliese ad Aldo Moro, a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, unitamente ai progetti “Moro: martire Laico”, “Moro: educatore”, “Moro: professore”./comunicato <br /> <br /> Tue, 25 Feb 2020 11:59:07 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72675/Giovedi-27-febbraio-incontro-con-gli-studenti-del-Liceo--Carmine-Sylos--di-Bitonto--BA- Villani Emanuela Comunicazione Giovedì 27 febbraio incontro con gli studenti del Liceo “Carmine Sylos” di Bitonto (BA) Giovedì 27 febbraio alle ore 15.00, nell’Auditorium del Liceo “Carmine Sylos” in Piazza Carmine Sylos 6 a Bitonto (BA)”, gli studenti parteciperanno all’incontro per il progetto “Moro vive”, l’iniziativa del Consiglio Regionale della Puglia che avvicina i giovani delle scuole superiori pugliesi al pensiero, al ruolo e alla figura del grande statista di Maglie. <br />Il progetto consiste nel racconto della vicenda umana, professionale, politica e drammatica di Aldo Moro, con particolare attenzione al ruolo avuto da Moro alla Costituente, da Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e da Presidente del Consiglio dei Ministri. <br />Si tratta di raccontare la persona e di far conoscere ai giovani studenti la storia d’Italia ancora non scritta nei libri di testo, che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona. <br />La Costituzione Italiana, fortemente voluta da Aldo Moro, si basa sulla centralità della persona e sui diritti che sono riconosciuti dallo Stato e non più concessi, come nello Statuto Albertino. <br />Analogamente l’immagine di Aldo Moro nella Renault rossa, depositata in via Caetani, a Roma, non rende omaggio all’intera vita di Moro che non può esser ridotto ad un corpo inerme e martoriato. <br />Introdurranno l’incontro il Dirigente Scolastico prof.ssa Antonia Speranza e la referente del Progetto Prof. Fara F. Carnicella. La relazione sarà curata dall’on. Gero Grassi, componente della Commissione parlamentare d&#39;inchiesta sul Caso Moro, che risponderà anche alle domande degli studenti. <br /> “Moro vive” è il progetto dedicato dall’Assemblea legislativa pugliese ad Aldo Moro, a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, unitamente ai progetti “Moro: martire Laico”, “Moro: educatore”, “Moro: professore”./comunicato <br /> <br /> Tue, 25 Feb 2020 11:57:09 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72674/-Moro-Vive---mercoledi-26-febbraio-incontro-con-gli-studenti-della-Scuola--Gesmundo-Moro-Fiore--di-Terlizzi--BA- Villani Emanuela Comunicazione “Moro Vive”, mercoledì 26 febbraio incontro con gli studenti della Scuola “Gesmundo-Moro-Fiore” di Terlizzi (BA) Mercoledì 26 febbraio alle ore 10.00, nell’Auditorium della Scuola Secondaria di 1° grado Statale “Gesmundo-Moro-Fiore”, c/o il Plesso “Moro-Fiore” in via Casalicchio 36 a Terlizzi (BA)”, gli studenti parteciperanno all’incontro per il progetto “Moro vive”, l’iniziativa del Consiglio Regionale della Puglia che avvicina i giovani delle scuole superiori pugliesi al pensiero, al ruolo e alla figura del grande statista di Maglie. <br />Il progetto consiste nel racconto della vicenda umana, professionale, politica e drammatica di Aldo Moro, con particolare attenzione al ruolo avuto da Moro alla Costituente, da Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e da Presidente del Consiglio dei Ministri. <br />Si tratta di raccontare la persona e di far conoscere ai giovani studenti la storia d’Italia ancora non scritta nei libri di testo, che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona. <br />La Costituzione Italiana, fortemente voluta da Aldo Moro, si basa sulla centralità della persona e sui diritti che sono riconosciuti dallo Stato e non più concessi, come nello Statuto Albertino. <br />Analogamente l’immagine di Aldo Moro nella Renault rossa, depositata in via Caetani, a Roma, non rende omaggio all’intera vita di Moro che non può esser ridotto ad un corpo inerme e martoriato. <br />Introdurrà l’incontro il Dirigente Scolastico Domenico Cosmai. La relazione sarà curata dall’on. Gero Grassi, componente della Commissione parlamentare d&#39;inchiesta sul Caso Moro, che risponderà anche alle domande degli studenti. <br /> “Moro vive” è il progetto dedicato dall’Assemblea legislativa pugliese ad Aldo Moro, a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, unitamente ai progetti “Moro: martire Laico”, “Moro: educatore”, “Moro: professore”./comunicato <br /> <br /> Tue, 25 Feb 2020 11:54:48 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72673/S--Isidoro--Nardo--Casili---Indispensabili-e-urgenti-interventi-di-riqualificazione-paesaggistica-e-ambientale-della-fascia-costiera- Ambriola Angelo Territorio e Ambiente S. Isidoro, Nardò. Casili: “Indispensabili e urgenti interventi di riqualificazione paesaggistica e ambientale della fascia costiera” “Molti tratti di costa della nostra Regione, come il litorale di S. Isidoro, necessitano da tempo di interventi di riqualificazione del paesaggio costiero, necessari per fronteggiare le emergenze legate ai processi di erosione costiera e per ridurre la presenza di detrattori ambientali e la pressione antropica e insediativa. Nonostante le risorse messe a disposizione dall’Avviso regionale per il finanziamento di progetti per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale, con il quale sono stati finanziati importanti interventi di riqualificazione integrata dei paesaggi costieri, molti tratti di costa sono ancora in attesa delle necessarie misure di tutela e riqualificazione paesaggistica e ambientale, per questo è necessario reperire adeguate risorse”. È quanto dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Cristian Casili che ha presentato un’interrogazione per denunciare la situazione di criticità che interessa il litorale di S. Isidoro, nel Comune di Nardò, dove la strada provinciale litoranea 286 nel tratto di via Leuca è interessata dalla formazione di accumuli di sabbia marina ad opera dell’azione del vento, con evidenti conseguenze in termini di erosione costiera. Per questo il consigliere ha ribadito la richiesta di individuazione da parte della Regione di ulteriori risorse finanziarie. <br />“Il litorale di Sant’Isidoro - spiega il consigliere - è uno dei tratti costieri più belli e caratteristici dal punto di vista paesaggistico, ambientale ed ecosistemico, anche in considerazione del fatto che si affaccia sull’Area Marina Protetta di Porto Cesareo. Da anni necessita di interventi di tutela e riqualificazione tanto che già a giugno 2018 il Comune di Nardò aveva approvato un progetto di riqualificazione paesaggistica integrata della fascia costiera in località S. Isidoro per un importo 1.300.000,00 euro, per candidarlo al bando per la concessione di finanziamenti regionali. Purtroppo il progetto è risultato non finanziabile per esaurimento dei fondi disponibili. Per questo chiedo con forza che la Regione provveda ad individuare le risorse utili per favorire lo scorrimento della graduatoria e finanziare tutte le proposte progettuali ritenute ammissibili”. <br />In particolare, la litoranea di S. Isidoro, nel tratto di via Leuca, è interessata dalla creazione, a causa dell’azione del vento, di accumuli di sabbia marina che oltre a provocare notevoli rallentamenti al flusso dei veicoli e a mettere a rischio la sicurezza di pedoni ed autoveicoli, rappresentano un evidente impatto ambientale in considerazione del rischio di erosione costiera dovuto alla progressiva dispersione di sabbia e della necessità di particolari ed onerose misure di gestione della sabbia giacente sul manto stradale. <br />“Tale fenomeno - continua Casili - produce impatti dal punto di vista naturalistico e di conservazione degli ecosistemi in considerazione del fatto che l’arenile del litorale di Sant’Isidoro è composto da una sabbia finissima e bianca che deriva da processi millenari di disgregazione delle conchiglie e delle rocce. Inoltre il continuo stazionamento dei bagnanti sull’arenile a ridosso della sede stradale causa rischi non solo per l’incolumità pubblica, ma anche per l’ambiente in quanto si accentua il rischio di dispersione della sabbia. Per tutte queste ragioni, in vista della prossima stagione estiva, chiedo agli enti competenti di valutare la possibilità di chiudere al traffico, in via sperimentale, la litoranea nel tratto di via Leuca limitatamente al tratto prospiciente la spiaggia, deviando la circolazione su via Ugento al fine di ridurre l’impatto antropico e garantire una più naturale e sostenibile fruibilità del sito. È fondamentale - conclude Casili - intervenire al più presto per favorire il ripristino naturalistico dell’area, eventualmente anche delocalizzando le infrastrutture che possono costituire elementi di disturbo del paesaggio e della connettività ecologica; per migliorare le condizioni di offerta e fruizione del litorale, recuperando la naturalità dei luoghi, e per potenziare la resilienza ecologica della costa rispetto ai fenomeni di erosione accentuati dall’impatto sempre più evidente dei cambiamenti climatici”./comunicato <br /> Tue, 25 Feb 2020 11:36:02 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72672/Presentazione-del-libro--Mister-Cocco-non-ti-temo---linea-editoriale--Leggi-la-Puglia--il-26-febbraio-a-Lecce Ambriola Angelo Biblioteca Presentazione del libro “Mister Cocco non ti temo!” linea editoriale “Leggi la Puglia” il 26 febbraio a Lecce Continuano sul territorio gli appuntamenti per la promozione del libro “Mister Cocco B – manuale per difendersi dai microbi” di Monica Serafini, Edizioni Dedalo, volume inserito nella linea editoriale del Consiglio regionale della Puglia “Leggi la Puglia”. <br />Mercoledì 26 febbraio 2020, alle ore 10.00, presso l’Auditorium “Paola Quarta” del 4° Circolo “Sigismondo Castromediano” di Lecce, la dott.ssa Monica Serafini, autrice del libro, incontrerà gli alunni di classe quarta e quinta in un viaggio alla scoperta dei microbi, in modo da potersi difendere da essi, e distribuirà loro gratuitamente il manuale “Mister Cocco non ti temo!”. <br />L’obiettivo della linea editoriale “Leggi la Puglia”, approvata con delibera n.151/2018 dell’Ufficio di Presidenza, è quello di valorizzare la Puglia, il suo territorio, le sue tradizioni, il suo patrimonio culturale, nonché l’Istituzione consiliare stessa. In essa confluiscono tutte le pubblicazioni del Consiglio regionale della Puglia, realizzate con il coordinamento della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale. <br />Tutte le pubblicazioni sono edite, oltre che in formato cartaceo, anche in formato digitale scaricabile gratuitamente sul sito di Teca del Mediterraneo, così da condividere e rendere fruibili i contenuti anche oltre i confini regionali. <br />Il libro <br />La fiaba rappresenta da sempre uno degli strumenti educativi privilegiati per entrare in punta di piedi, ma in modo efficace, nella fervida mente dei bambini. L’intento di questo libro è quello di usare proprio una fiaba per favorire scelte di salute consapevoli nei più piccoli. <br />Nell’appassionante storia raccontata da Monica Serafini, l’incontro di due bambini con il Folletto della Salute, che rappresenta lo scibile medico, si trasforma in una vera avventura nel corpo umano. Aiutati dal dotto Folletto, Edo e Alberto comprenderanno come funziona il sistema immunitario, a partire dalla scoperta del mondo dei microrganismi fino alla diffusione e prevenzione delle infezioni. <br />I due piccoli protagonisti riusciranno così ad acquisire consapevolezza sul valore della vaccinazione, indispensabile per sconfiggere il dispettoso Mister Cocco B e gli altri microbi cattivi. <br />Il libro è arricchito da una sezione di approfondimenti sul mondo della microbiologia e dell’immunologia, sulla storia della medicina e sul calendario vaccinale, seguita da un’altra sezione, “La parola agli esperti”, e da tanti divertenti giochi. <br />L’inserto speciale con il Gioco dell’oca vi consentirà poi di mettervi alla prova insieme ai vostri amici. Il premio? Una fantastica scoperta! <br />L’autrice <br />Monica Serafini, nata a Tricase, si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano ed è in Formazione Specifica in Medicina Generale. Ha maturato esperienze lavorative in ambito pediatrico ed è stata Dirigente Medico presso l’U.O. Medicina e Chirurgia di Accettazione e d’Urgenza dei Presidi Ospedalieri di Galatina e di Lecce. Si è perfezionata in Nutrizione umana (Università degli Studi di Bari) e si è diplomata in Medicina Estetica presso la Scuola quadriennale Internazionale – Fondazione Fatebenefratelli di Roma./comunicato <br /><br /> Tue, 25 Feb 2020 11:29:12 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72671/Premio--Terre-di-Puglia---Presentazione-del-libro--H---Memorie-di-Eracle--il-28-febbraio Ambriola Angelo Biblioteca Premio “Terre di Puglia”. Presentazione del libro “H - Memorie di Eracle” il 28 febbraio Venerdì 28 febbraio 2020, alle ore 17, presso la “Teca del Mediterraneo”, via Gentile, 52 – Bari si terrà la presentazione del volume “H - Memorie di Eracle” di Sergio Fontana, edito da Edipuglia. <br />Dopo l’introduzione di Anna Vita Perrone, dirigente della Sezione Biblioteca e comunicazione istituzionale e di Angela Disanto e Giulia Poli Disanto, per Club Femminile dell’Amicizia, Roberto Goffredo, ricercatore Università di Foggia, dialogherà con l’autore. <br />L’iniziativa si inserisce nell’ambito della I° edizione del Premio “Terre di Puglia”, progetto culturale di carattere regionale che punta alla promozione della lettura e al sostegno dell’editoria pugliese, promosso dal Club Femminile dell’Amicizia di Santeramo in Colle (Bari), sostenuto dalla Teca del Mediterraneo, biblioteca del Consiglio regionale di Puglia, dal GAL “Terre di Murgia”, dal Comune di Santeramo in Colle; si avvale altresì del patrocinio dei Presìdi del Libro, della collaborazione della Biblioteca Comunale “Giovanni Colonna” di Santeramo e delle librerie santermane Equilibri, Libriamo, L’edicola di via Roma. <br />Il Premio è riservato agli editori pugliesi che concorrono gratuitamente con un romanzo scritto in italiano, pubblicato durante l’anno 2019. <br />Il libro <br />Il libro racconta una vita eccezionale, quella dell&#39;eroe che poi i romani chiamarono Ercole. La narrazione si muove a partire dai ricordi che la mente dello stesso Eracle riordina subito dopo il rogo sulla pira del monte Eta. Una vita vissuta nel conflitto tra la responsabilità personale e le forze collettive, rappresentate dagli dèi, che lo hanno generato, perseguitato, maledetto, abbattuto e fatto risorgere. Eracle è personaggio mitologico, ma ha piena identità storica e la sua nascita, reale o immaginaria, si può collocare circa 3350 anni fa, nella Grecia dell&#39;età micenea, le cui atmosfere vengono ricostruite nel racconto. Figlio di Zeus e della mortale Alcmena, Eracle ci narra di incontri con popolazioni misteriose, come le Amazzoni o i Centauri, e le sue peripezie tracciano l&#39;incredibile geografia del Mediterraneo del II millennio a.C., compresa l&#39;Italia dell&#39;Età del Bronzo e il sito dove, cinquecento anni dopo, sorgerà Roma. I suoi tratti barbarici ne faranno un campione anche da morto, quando, nella decadenza del mondo miceneo, lui potrà assistere all&#39;invasione del Peloponneso da parte dei Dori guidati dai suoi stessi discendenti. Ma, a quel tempo, Eracle era già tra gli dèi che lo avevano accolto benevoli sull&#39;Olimpo. Il romanzo nasce da un attento lavoro sulle fonti antiche e sui dati archeologici, di cui si dà conto nelle note in calce ai capitoli del libro. <br />L’autore <br />Archeologo di formazione, ha pubblicato numerosi studi scientifici sulla ceramica di età romana, sulle antichità dell’Africa del Nord e sulla stratificazione archeologica della città di Roma. Dopo aver lavorato per molti anni nell&#39;ambito della ricerca sul campo, si occupa di prodotti multimediali di divulgazione sul mondo antico e di ricostruzioni virtuali di ambienti storici. <br />Ha realizzato le applicazioni “Colonna Traiana” (Mondadori Electa 2013), “Imperial Fora” (Sema 2015), “Mostri Mitologici” (Sema 2017). È autore dell&#39;iBook “Colonna Traiana” (Mondadori Electa 2013) e del libro per ragazzi “Mostri Mitologici” (Scienze e Lettere 2017). Questo è il suo primo romanzo./comunicato <br /><br /> Tue, 25 Feb 2020 10:59:28 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72670/Corso-di-formazione--Di-Vittorio-e-la-Storia-Italiana-del-Novecento---rinvio-dell-incontro-del-27-febbraio Villani Emanuela Comunicazione Corso di formazione “Di Vittorio e la Storia Italiana del Novecento”, rinvio dell’incontro del 27 febbraio Si comunica che il sesto incontro del corso di formazione “Di Vittorio e la Storia Italiana del Novecento”, previsto giovedì 27 febbraio alle ore 15,00, nell’Aula del Consiglio regionale della Puglia in via Gentile 52 a Bari, è rinviato a data da destinarsi, a causa dell’indisponibilità dei relatori./comunicato <br /> <br /> Tue, 25 Feb 2020 10:55:11 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72661/Arif--Damascelli--FI----Stagione-estiva-alle-porte--necessario-erogare-servizio-efficiente-agli-agricoltori- Sgambati Patrizia Commissioni Arif, Damascelli (FI): "Stagione estiva alle porte, necessario erogare servizio efficiente agli agricoltori" <p style="font-size: medium;"><span style="background-color: rgba(255, 255, 255, 0);">Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli.</span></p><p style="font-size: medium;"><span style="background-color: rgba(255, 255, 255, 0);">“La stagione estiva è alle porte e ho fatto una richiesta precisa al commissario dell’Arif, che abbiamo audito oggi in IV Commissione Agricoltura: vogliamo un servizio veramente efficiente ed utile per i nostri agricoltori. Dall’insediamento dell’ultimo commissario (avvenuto a dicembre scorso) ad oggi c’e stato tutto il tempo di immaginare una strada per il rilancio di un’agenzia così strategica per il nostro territorio che, però, negli anni precedenti ha vissuto una lunga pagina ricca di inefficienze e incapacità gestionali. Oggi, però, ho chiesto di fare il punto sui risultati del monitoraggio svolto dall’Arif sullo stato della Xylella, sul numero di piante infette e sui territori che sono stati raggiunti dal batterio. Su questo, il commissario ha riferito di aver scongiurato l’emanazione di una pesante sanzione dell’Unione Europea, ma l’impegno non può tradursi solo in questo: c’è bisogno di contenere con grande forza l’avanzata del batterio. Non solo, abbiamo affrontato anche la questione dei dipendenti dei ex Sma ed ex Codifesa, su cui le precedenti fasi gestionali hanno collezionato solo ritardi e zero soluzioni. Sullo stato della rete idrica, ci vogliono risorse: l’insufficienza degli impianti o la scarsa manutenzione richiedono interventi importanti che, purtroppo, fino ad oggi non sono stati eseguiti per carenza del numero di professionisti nell’ufficio tecnico dell’agenzia. Sono solo alcune delle criticità presenti sullo sfondo ormai da tempo e voglio essere fiducioso nell’operato del neo commissario: noi tifiamo perché gli agricoltori possano ricevere un servizio efficiente ed efficace, utile al loro lavoro. E per questo non possiamo che desiderare un rilancio effettivo dell’agenzia, su cui il governo regionale ha collezionato solo nomine per riempire poltrone, dimostrando totale disinteresse verso un settore economico fondamentale della Puglia: dopo 4 anni in cui Emiliano non ha concluso niente, se non cambiare ben 4 commissari, ci auguriamo che cambi finalmente registro. Non può stare perennemente in vacanza dai problemi della Puglia”. /com</span></p> Tue, 25 Feb 2020 08:25:28 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72660/Coronavirus--M5S---Emiliano-aggiorni-il-Consiglio- Lillo Francesco Sanità Coronavirus, M5S: “Emiliano aggiorni il Consiglio” Nota dei consiglieri del M5S Puglia <br /> <br /> <br />“Sul coronavirus occorre il massimo senso di responsabilità da parte delle istituzioni e dei cittadini per evitare che si diffonda il panico. Giovedì in audizione in Commissione Sanità (la cui convocazione abbiamo appreso dalla stampa) chiederemo all’assessore alla Sanità Emiliano e al direttore del dipartimento Salute Montanaro di aggiornarci sia della riunione in programma domani a Roma con tutte le Regioni che dell’attuale situazione in Puglia per quello che riguarda l’attivazione delle misure di sicurezza e prevenzione. Le comunicazioni ai medici di famiglia e alle strutture sanitarie, devono essere tempestive, <br /> così come bisogna accertarsi che ci siano tamponi, disinfettanti, mascherine a sufficienza per il fabbisogno stimato sia negli ambulatori medici che nei presidi sanitari. Chiediamo a Emiliano di tenere aggiornati i consiglieri sulla Task Force e di tenere incontri periodici, perché non possiamo apprendere le notizie dalla stampa. Lo ripetiamo ancora una volta, serve il buonsenso di tutti, anche dei cittadini, a cui chiediamo di attenersi alla misure di prevenzione della Regione e di comunicare al medico di base se si è di rientro dal Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna e se si è soggiornato in una di queste regioni negli ultimi 14 giorni. Ognuno deve fare la propria parte”. <br /> <br /> Mon, 24 Feb 2020 19:03:25 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72659/Arif--M5S---A-fine-legislatura-auspichiamo-di-ricevere-il-piano-di-fabbisogno-del-personale- Lillo Francesco Agricoltura Arif. M5S: “A fine legislatura auspichiamo di ricevere il piano di fabbisogno del personale” “Iniziamo ad avere le prime risposte dal commissario straordinario, Gennaro Ranieri sul tema delle stabilizzazioni in Arif. Tuttavia rimaniamo in attesa di vedere il Piano di Fabbisogno del Personale che ci era stato promesso già da novembre e che ora ci è stato assicurato arriverà a metà marzo, da cui si potrà davvero dedurre, scritto nero su bianco, quali siano, le reali necessità di personale e quanta volontà c’è di puntare sullo sviluppo di questa agenzia”. <br />È il commento dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Rosa Barone e Cristian Casili a margine della IV commissione in cui è stato audito il commissario Arif, Ranieri sulla situazione del personale nell’agenzia regionale. <br />“Sono anni che chiediamo il Piano del Fabbisogno del Personale invano. Ci auguriamo che questa sia la volta buona: dati alla mano avremo la possibilità di comprendere i prossimi sviluppi dell’Agenzia, evitando quindi che qualcuno possa cadere nella tentazione di utilizzare le assunzioni in Arif per la campagna elettorale, come purtroppo accaduto in passato. Quello che è mancato finora è stata la volontà politica di programmare una serie di attività che vanno dall’irriguo al forestale, al monitoraggio della Xylella. È importante invece che - continuano i consiglieri - come ha ribadito Ranieri, le attività dell’Agenzia siano pianificate ex ante, tenendo conto di un numero congruo di giornate lavorative. <br />A breve saranno avviate le procedure di selezione per la stabilizzazione di 110 lavoratori ex Sma e 35 Codifesa. A questi si aggiungono 264 forestali e 93 irrigui per un totale di 347 impiegati a tempo determinato <br /> con contratto dal 19 febbraio al 15 marzo 2020. Fino ad oggi per i monitoraggi si è provveduto a dare incarichi ‘al bisogno’, mentre si tratta di un’attività legata al lungo periodo per cui andrebbe data una programmazione che possa consentire una adeguata pianificazione. Inoltre, abbiamo ricevuto chiarimenti sui requisiti del personale che, ci ha assicurato il commissario, ha la professionalità necessaria a garantire la continuità nelle attività, come ci auguriamo che siano davvero minimi i numeri di chi non possiede i necessari dispositivi di protezione individuali. Auspichiamo che il lavoro del commissario sia nell’ottica di puntare a un’agenzia che funzioni: lavoriamo tutti perchè Arif possa diventare strategica per la Puglia. Ci auguriamo che stavolta, vicini al piano di fabbisogno, non cambi l’ennesimo commissario”. <br /> <br /> Mon, 24 Feb 2020 17:50:02 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72653/Agenda-del-Consiglio Ambriola Angelo Agenda Agenda del Consiglio <span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-family: &quot;Verdana&quot;,sans-serif;"><span style="font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Domani martedì 25 febbraio</span></strong></span></span></span><ul><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 11,00</strong> - Seduta V Commissione - sala 32</span></span></span></li></ul><ol><li style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Audizione richiesta dal Consigliere reg.le Bozzetti sul tema: “Laboratorio Chimico-Ambientale presso la sede Enel di Brindisi”.</span></li></ol><p style="text-align: justify;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><strong><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Mercoledì 26 febbraio</span></strong></span></span></p><ul><li><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;"><span style="font-size: 12pt;"><span style="font-family: Times New Roman;"><strong>Alle 11,00 – </strong>Conferenza stampa - sala &quot;Campione”</span></span></span></li></ul><p style="margin-left: 40px;"><span style="font-family: Times New Roman; font-size: 12pt;">Il Garante regionale dei diritti dei Minori, Ludovico Abbaticchio in collaborazione con il CEFASS – Lecce, presenterà il primo sperimentale elenco per Mediatori Interculturali e di altre iniziative a favore dei minori stranieri non accompagnati.</span></p> Mon, 24 Feb 2020 16:19:10 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72652/Trevisi---Incentivare-usi-alternativi-del-legno-di-olivo-in-eccesso-a-causa-della-Xylella--evitando-la-combustione- Villani Emanuela Territorio e Ambiente Trevisi: “Incentivare usi alternativi del legno di olivo in eccesso a causa della Xylella, evitando la combustione” “Legno di ulivo in eccesso: anche questa è una delle conseguenze della dissecazione rapida degli ulivi. In questo momento, infatti, il legno d’ulivo viene svenduto. In virtù di una disponibilità ampia, unita alle non comuni proprietà meccaniche che lo caratterizzano, il legno di olivo considerato fino a poco tempo fa un materiale decisamente pregiato, oggi viene quasi del tutto bruciato in centrali a biomasse. Un utilizzo dannoso per l&#39;ambiente in quanto sprigiona l’anidride carbonica accumulata negli anni. Per questo chiedo alla Regione di creare una filiera artigianale per incentivare l’uso in settori come l&#39;edilizia e l&#39;ebanisteria. Questo viene già fatto da imprese di altre regioni dove ora alcuni olivicoltori salentini stanno inviando significative quantità di assi d&#39;ulivo ricavate dagli espianti. È un&#39;offesa alla cultura e all&#39;economia del Salento che il legno pregiato non sia lavorato sul territorio producendo professionalità e posti di lavoro”. È quanto chiede il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Antonio Trevisi. <br />“Impiegare, invece, il legno in attività di edilizia o ebanisteria, l’anidride carbonica continuerebbe ad essere catturata e stoccata per decenni senza disperdersi nell’aria. Ad esempio - spiega Trevisi - si potrebbe utilizzare per realizzare parquet, grazie alla tessitura estremamente fine, particolarità che fa assomigliare l’olivo a una versione del legno di teak. Oppure, puntare ad un artigianato specifico, per esempio per la confezione di pezzi di mobilio su misura. La consistenza del legno è notevole, così come la durezza e la pesantezza, tutte caratteristiche che ne fanno un materiale adatto al confezionamento di mobili di alto artigianato. Anche la lavorabilità è elevata, sebbene resa in parte più faticosa dall’alto coefficiente di deformabilità in fase di asciugatura. Una volta essiccato, l’olivo si presenta stabile e durevole, e alla lunga mette in mostra una buona resistenza all’umidità, alla salsedine e agli agenti atmosferici: per questo motivo, si presta anche ad essere usato per rivestimenti esterni in zone climaticamente instabili o per la realizzazione di pezzi di arredamento per giardini e cortili. Un uso alternativo che - conclude il consigliere - permetterebbe di salvaguardare l’ambiente e incentivare anche l’economia del territorio”./comunicato <br /> <br /> <br /> <br /> Mon, 24 Feb 2020 16:15:25 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72651/De-Leonardis-e-Perrini---Arif--il-commissario-Ranieri-ha-spiegato-che-servono-subito-4-milioni-di-euro--La-Giunta-stanzi-le-risorse-e-mantenga-gli-impegni- Ambriola Angelo Commissioni De Leonardis e Perrini: “Arif, il commissario Ranieri ha spiegato che servono subito 4 milioni di euro. La Giunta stanzi le risorse e mantenga gli impegni” Nota dei consiglieri regionali Giannicola De Leonardis e Renato Perrini, Fratelli d’Italia. <br />“L’audizione odierna in IV Commissione del commissario straordinario dell’ARIF Gennaro Ranieri ha fatto chiarezza sul presente e sull’immediato futuro dell’Agenzia, e dei lavoratori. L’annuncio delle attività, già avviate e prossime, per impiegare 264 forestali e 93 irrigui per otto mesi, in modo da raggiungere le 152 giornate lavorative minime annuali, è certamente positivo; così come la definizione di un percorso di ‘razionalizzazione’ per le 110 unità ex Sma, per le quali è prevista una quota riservata in un concorso, e per le 35 Codifesa, anche loro da inquadrare stabilmente attraverso un altro canale di selezione. <br />Le ulteriori assunzioni previste dal Piano di fabbisogno 2020/22 sono in linea con la necessità di potenziare e rilanciare l’ARIF dopo anni di confusione e sostanziale stallo, e di aspri contrasti, tensioni e contraddizioni tra la tecnostruttura e la politica, che il presidente Michele Emiliano ha amplificato con le sue decisioni in contrasto con il suo (ex) assessore al ramo. Ma l’esecutivo è adesso chiamato a reperire nell’immediato un milione e mezzo di euro per garantire i lavoratori Codifesa, e due milioni e mezzo per il sette per cento di quota riservate alle categorie protette, come spiegato da Ranieri, che ha ammesso che le riserve dell’agenzia sono esaurite. E dopo anni di promesse puntualmente tradite, è arrivato il momento di mantenere gli impegni assunti, e non solo per la campagna elettorale in corso. Di azioni concrete ed efficaci nel medio e lungo periodo, per sottrarre centinaia di famiglie dalla precarietà e dalla perenne incertezza”./comunicato <br /><br /> Mon, 24 Feb 2020 15:41:38 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72650/I-lavori-della-IV-Commissione Villani Emanuela Commissioni I lavori della IV Commissione L’attività dell’Agenzia regionale ARIF per l’anno 2020 ed il Piano di fabbisogno triennale 2020-2022, sono stati argomenti oggetto di audizione in Commissione agricoltura presieduta da Donato Pentassuglia. A fornire delucidazioni nel merito è stato il Commissario straordinario dell’Arif Gennaro Ranieri, il quale ha esordito dicendo che l’attività principale su cui si sta orientando l’Agenzia è quella della &#39;razionalizzazione&#39; al fine di far funzionare al meglio una macchina che non ha funzionato come avrebbe dovuto. Il professore Ranieri ha ribadito che Arif è un’Agenzia di estrema importanza che impatta sull’agricoltura in maniera pesante, considerato che gestisce il comparto boschivo ed in particolare la gestione del contenimento della batteriosi legata alla xylella. Su questo tema, il Commissario Arif ha comunicato alla Commissione che l’attività di monitoraggio del territorio al fine del contenimento del batterio, è allineata con i tempi e che in questi giorni sono stati eradicati gli ultimi alberi infetti, mentre procede il monitoraggio intorno ai cento metri dagli alberi malati. Questo tipo di attività costante e mirata, ha scongiurato il rischio di una procedura di infrazione europea di 12 milioni di euro per il primo semestre e di altrettanti 12 milioni per il secondo semestre, contro la Regione Puglia, considerata inadempiente. Quanto all’attività di eradicazione, il Commissario Arif ha precisato che si è potuto procedere grazie alla collaborazione della Prefettura, Questura e sindaci dei comuni interessati, che ha consentito di superare le proteste messe in atto dagli ambientalisti. <br />Relativamente al Piano di fabbisogno del personale per il triennio 2020-2022, il Commissario Arif ha confermato l’interesse a valorizzare le professionalità di quanti lavorano e ha detto che quanto prima saranno avviate le procedure di selezione per la stabilizzazione di 110 lavoratori ex Sma e 35 Codifesa, ai sensi della Legge Madia e della legge regionale 33 del 2017. Le linee del Piano sono state condivise dalle parti sociali, con le quali si è giunti alla definizione con l’impegno di procedere celermente alla pubblicazione dei bandi. Arif ha anche manifestato l’intenzione di procedere con la verticalizzazione della categoria A verso la categoria B ed inoltre sono state previste sei figure di categoria D ed altrettante di categoria C. <br />In merito ai lavoratori somministrati o interinali, il Commissario Ranieri ha annunciato che a seguito di una intensa attività che intende svolgere l’Agenzia, per la prima volta quest’anno è stato consentito un numero congruo di giornate pari a 7/8 mesi (l’equivalente di oltre 152 giornate). In particolare l’attività prevista riguarda la stagione silvana, l’attività irrigua e l’antincendio, per le quali saranno utilizzati 264 forestali e 93 irrigui per un totale di 347 unità lavorative, le stesse dell’anno precedente e tutte in possesso dei dispositivi di prevenzione. Infine il Commissario Arif ha precisato che l’Agenzia ha lo stretto indispensabile perché possa decollare, considerato che ce ne sarà bisogno di circa 2,5 milioni di euro per poter garantire il 7% alle categorie protette e di oltre un milione e 100 mila di euro per garantire i lavoratori Codifesa. <br /> <br />La Commissione ha anche esaminato la proposta di legge a firma del consigliere Mario Romano di modifica della legge regionale per l’esercizio dell’attività commerciale. Presente ai lavori l’assessore allo sviluppo economico Cosimo Borraccino, il quale ha invitato il proponente a ritirare la proposta di modifica, in virtù di un accordo siglato con l’Osservatorio regionale del commercio, compresi i rappresentanti della Federdistribuzione, che va nella direzione opposta a quella proposta da Romano e in difesa della piccola e media distribuzione. Pertanto, il consigliere Mario Romano ha ritirato il provvedimento in esame ed ha preannunciato che l’articolo di modifica, con cui si intende concedere una proroga di due anni al termine di attivazione delle autorizzazioni per le grandi strutture di vendita, sarà depositato alla Sezione ragioneria, per essere inserito come norma nel disegno di legge “Omnibus” che sta per essere varato dalla Giunta regionale. <br /> <br /> Mon, 24 Feb 2020 15:39:38 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72649/Debiti-fuori-Bilancio--Laricchia---Debiti-da-200mila-euro-da-pagare-ad-uno-stesso-avvocato--Chiesti-approfondimenti- Ambriola Angelo Commissioni Debiti fuori Bilancio. Laricchia: “Debiti da 200mila euro da pagare ad uno stesso avvocato. Chiesti approfondimenti” “Ancora una volta ci tocca chiedere approfondimenti su debiti fuori bilancio da pagare ad un unico avvocato esterno per un importo di circa 200mila euro per incarichi conferiti senza un preventivo o adeguato impegno di spesa. Prima di procedere alla votazione per il pagamento di questa somma vogliamo avere chiarimenti dalla dottoressa Lanza, a cui chiederemo anche aggiornamenti sulla questione che abbiamo sollevato lo scorso luglio in merito a 40 debiti fuori bilancio del valore di 500mila euro, il cui pagamento è stato bloccato grazie alle nostre richieste e che ha dato origine a una indagine interna e ad una inchiesta della Procura”. Lo dichiara la consigliera regionale del M5S Antonella Laricchia a margine della seduta della I Commissione in cui è stato rinviato l’esame del disegno di legge n.1 dell’11/02/2020 contenente 15 debiti fuori bilancio per altrettanti incarichi conferiti ad un unico avvocato dal 2008 al 2015. <br />“A distanza di tempo - continua Laricchia - si è creata la stessa situazione su cui vogliamo vederci chiaro. Senza di noi non solo sarebbero stati spesi 500mila euro in più, ma non sarebbe neanche stata avviata l’indagine interna che ha portato alla scoperta di parcelle maggiorate e di avvocati pagati addirittura due volte. Fatti che hanno portato al licenziamento di un funzionario e ad un riesame di tutte le parcelle pagate. Vogliamo capire a quanto ammonti il possibile danno perpetrato negli anni alle casse della Regione e come è possibile che nessuno si fosse mai accorto di quanto stava succedendo. I debiti fuori bilancio prima di arrivare in Commissione passano dalla Giunta che li aveva approvati senza alcuna riserva. Una ulteriore dimostrazione di quanto a Emiliano e compagnia interessino i soldi dei pugliesi”./comunicato <br /> Mon, 24 Feb 2020 15:03:25 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72648/Presentazione-del-libro---Fibromialgia--Storie-Di-Vite-Segnate---Sabato-29-Bozzetti-a-Brindisi Ambriola Angelo Sanità Presentazione del libro: “Fibromialgia. Storie Di Vite Segnate”. Sabato 29 Bozzetti a Brindisi Un appuntamento per parlare di fibromialgia e ascoltare le testimonianze di chi ogni giorno combatte la sua battaglia. Sabato 29 febbraio, alle ore 17.30 a Brindisi, nella sala conferenze di Palazzo Nervegna, si terrà un incontro per parlare di fibromialgia, nel corso del quale sarà presentato il libro “Fibromialgia. Storie di Vite Segnate”, un’antologia di racconti scritti da pazienti o persone vicine a persone affette da sindrome fibromialgica. All’evento parteciperà Gianluca Bozzetti, consigliere della Regione Puglia, interverranno la dott.ssa Rita D&#39;Onghia, curatrice della raccolta e rappresentante della Apollo Edizioni, la dott.ssa Serenella Sardelli, referente per la Puglia del Comitato Fibromialgici Uniti d&#39;Italia odv, la dott.ssa Rosa Menga, medico e parlamentare della Camera e la dott.ssa Tiziana Motolese, consigliera comunale di Brindisi. <br />“Sono orgoglioso - dichiara Bozzetti - che stia proseguendo l’iter del Governo per il riconoscimento della fibromialgia come patologia invalidante, che consentirebbe il diritto all’esenzione per le prestazioni sanitarie, ma anche l’individuazione di strutture sanitarie idonee alla diagnosi e alla riabilitazione per questa patologia. Un percorso che vogliamo avviare anche in Regione Puglia, dove ormai più di due anni fa ho presentato una mozione approvata all&#39;unanimità del consiglio regionale per chiedere proprio l&#39;impegno del governo regionale nei confronti di quello nazionale affinché si lavorasse per l&#39;inserimento nei LEA della Fibromialgia non solo, ma ho anche presentato una seconda mozione per chiedere al governo regionale l’adozione di qualsiasi azione necessaria affinché ciascuna ASL regionale predisponga ed attivi un apposito Protocollo per la gestione del paziente affetto da Fibromialgia; di predisporre linee guida per uniformare la risposta sanitaria per la diagnosi ed il trattamento di questa patologia; l’istituzione di un registro regionale per la fibromialgia e apposite iniziative di formazione nei confronti del personale medico e di assistenza. I cittadini che soffrono di questa patologia non devono più sentirsi invisibili”./comunicato <br /> Mon, 24 Feb 2020 14:56:38 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72647/Lavori-in-via-Matrice-a-Ginosa--Liviano---Domani-passaggio-importante-per-la-definizione-dell-annosa-vicenda- Ambriola Angelo Lavori Pubblici Lavori in via Matrice a Ginosa, Liviano: “Domani passaggio importante per la definizione dell'annosa vicenda” &quot;L&#39;inizio delle operazioni di gara in seduta pubblica per l&#39;aggiudicazione dei lavori di ricostruzione e stabilizzazione di via Matrice avrà luogo domani, martedì, alle ore 15&quot;. <br />A darne notizia è il consigliere regionale Gianni Liviano in seguito alla risposta ad una sua interrogazione, presentata sull&#39;argomento lo scorso 17 gennaio, da parte dell&#39;assessore regionale alla Protezione civile, Antonio Nunziante, per quanto di sua competenza. <br />&quot;Si tratta - commenta Liviano - di una buona notizia. La vicenda di via Matrice, infatti, si trascinava da oltre cinque anni, era il 21 gennaio del 2014 quando, in seguito ad eventi calamitosi, ci fu il parziale crollo del costone della strada, storica e bellissima via d&#39;accesso al cuore delle due Gravine di Ginosa&quot;. <br />Domani, dunque, si svolgerà un passaggio importante per la definizione dell&#39;annosa vicenda la cui complessità, determinata, appunto, dal parziale crollo del costone di via Matrice, sembra aver determinato i ritardi. <br />&quot;Il crollo - aggiunge il consigliere regionale tarantino - ha comportato, così come ha spiegato nella sua risposta l&#39;assessore Nunziante, una prima delicata fase, caratterizzata anche dal coinvolgimento di altri enti competenti ad esprimere i rispettivi pareri, di rimozione delle macerie e di verifica delle condizioni statiche. Solo a conclusione di ciò si è potuto procedere alla redazione del progetto di messa in sicurezza. Questo progetto, come spiega ancora l&#39;assessore Nunziante, è da ritenersi un primo stralcio funzionale da inserire in un più ampio progetto che possa dare risoluzione al complesso delle problematiche di carattere idrogeologico e idraulico che insistono sull&#39;intera area. L&#39;auspicio, ovviamente, - conclude Liviano - è che si imprima un&#39;accelerazione alle procedure che restano da espletare in modo da restituire al più presto possibile la fruizione di questa importante via d&#39;accesso alle Gravine alla comunità ginosina. Sei anni di attesa sono comunque tanti. Sarebbe grave che si perdesse ulteriore tempo tenendo conto che l&#39;accesso alle due Gravine renderebbe più facilmente la visita alle stesse soprattutto nel periodo turistico&quot;./comunicato <br /> Mon, 24 Feb 2020 14:16:28 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72646/Coronavirus--Zullo---Sento-molti--faremo--ma-ho-la-sensazione-che-si-stia-perdendo-tempo--ci-sono-ospedali-senza-mascherine- Ambriola Angelo Sanità Coronavirus, Zullo: “Sento molti ‘faremo’ ma ho la sensazione che si stia perdendo tempo, ci sono ospedali senza mascherine” Dichiarazione del capogruppo di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo. <br />“Non si perda tempo! Non dobbiamo aspettare che anche in Puglia si scoprano focolai di infezione da coronavirus per applicare misure drastiche di profilassi generale. Il coronavirus è un agente altamente trasmissibile e contagioso per via aerea e tra le situazioni più pericolose per la diffusione del virus sono i luoghi affollati e la mobilità interregionale e internazionale delle persone mediante mezzi di trasporto pubblico di massa. <br />Purtroppo non vedo in Puglia attuare misure tendenti a limitare o impedire manifestazioni pubbliche o private che prevedano affollamento di persone o controlli su mezzi pubblici o luoghi che vedono una moltitudine di persone stipate l&#39;una sull&#39;altra o anche controllo di persone sintomatiche all&#39;aeroporto o nei porti o in stazioni ferroviarie di grande traffico. E non si trascurino i luoghi di attesa nelle strutture sanitarie ed in particolare i pronto soccorso. Mi vengono, per altro, segnalate mancanze di mascherine in alcuni reparti di importanti ospedali baresi, compresi proprio i pronto soccorso. <br />Sento i massimi vertici della nostra Sanità coniugare i verbi al futuro (faremo, provvederemo) quando invece serve parlare al passato prossimo per dire abbiamo fatto, abbiamo provveduto. Il contagio in Puglia potrà avvenire per importazione del virus da altre Regioni o altri Paesi e se ciò malauguratamente dovesse avvenire la diffusione del contagio potrà essere micidiale. Non voglio creare panico e fare polemiche ma mi sembra che Michele Emiliano tenga molto di più alla sua campagna elettorale che a svolgere in pieno il ruolo di assessore alla Sanità”./comunicato <br /> Mon, 24 Feb 2020 14:06:41 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72645/Coronavirus--Congedo-e-Ventola---Emiliano-dia-subito-indicazioni--noi-pronti-a-fare-la-nostra-parte- Racanelli Mariantonietta Sanità Coronavirus, Congedo e Ventola: “Emiliano dia subito indicazioni, noi pronti a fare la nostra parte” <p>Nota di Saverio Congedo, coordinatore regionale Fratelli d&#39;Italia Puglia e di Francesco Ventola, vice coordinatore regionale Fratelli d&#39;Italia Puglia&nbsp;</p><p>&quot;Il deficit di informazione e l&#39;assenza di indicazioni da parte della Regione Puglia e dell&#39;assessore alla Sanità nonché presidente di regione Michele Emiliano, sta contribuendo ad alimentare disorientamento, incertezze e paure nei cittadini. Nonostante siano trascorsi ormai tre giorni dal primo caso accertato di contagio in Italia, la Puglia risulta ancora indietro con il piano straordinario di prevenzione e informazione, a differenza di altre regioni come la vicina Basilicata. Questo sta portando Istituzioni e semplici cittadini a non avere alcuna idea di come comportarsi -eccetto per le regole igieniche di base-, e quindi a non avere contezza delle procedure e precauzioni da adottare e di possivili rischi che si potrebbero correre. Senza voler creare allarmismo alcuno, sollecitiamo il presidente Emiliano ad intraprendere anche misure più delicate, soprattutto per quanto riguarda gli ingressi in Puglia. E a definire le regole per i luoghi maggiormente affollati a cominciare da scuole e stazioni, mezzi pubblici, sale d&#39;aspetto ospedaliere. Fratelli d&#39;Italia, in Puglia come già avvenuto a livello nazionale con le dichiarazioni del presidente Giorgia Meloni, è disposta a fare la propria parte mettendo da parte la polemica politica nell&#39;esclusivo interesse della tutela della salute dei cittadini. Il rischio non va sottovalutato neppure sotto il piano economico: già diverse aziende in queste ore segnalano disdette di acquisti, e questo compromette drasticamente uno dei settori più vivi della nostra regione&quot;. /comunicato<br /> <br />&nbsp;</p> Mon, 24 Feb 2020 13:58:56 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72643/Il-programma-del-corso-di-medicina-di-genere-27-28-febbraio Laudadio Felice Pari Opportunità Il programma del corso di medicina di genere 27-28 febbraio La Consulta regionale femminile intende promuovere la consapevolezza sulle differenze di genere, con l&#39;obiettivo di favorire la prevenzione diagnosi e cura ad ogni persona, con un approccio che tenga conto delle differenze di genere a partire dall&#39;ambito sanitario. <br />Le differenze di genere in risposta alle terapie rivestono un&#39;importanza rilevante. Alcuni parametri fisiologici sono differenti nell&#39;uomo e nella donna e condizionano l&#39;assorbimento dei farmaci, il loro meccanismo di azione e la loro successiva eliminazione oltre alla diversità di manifestazioni di sintomi tra patologie che aggrediscono donne o uomini. Per questo la medicina di genere è multidisciplinare. <br />In attuazione dell&#39;art. 3 della legge 3/2018, nel maggio 2019 è stato predisposto dal Ministero della salute un Piano per l&#39;applicazione e la diffusione della medicina di genere che ha tra i suoi obiettivi quello di promuoverne la conoscenza presso i professionisti della sanità e la popolazione in generale. <br />La Consulta si è fatta promotrice del corso con l&#39;aiuto della dott.ssa Anna Maria Moretti che ha già collaborato con l’organismo di parità rendendo possibile un protocollo d&#39;intesa con la Biblioteca del Consiglio regionale, per pubblicazioni scientifiche in materia di medicina di genere offerti in visione agli utenti della Teca del Mediterraneo. <br />Il Corso si svolgerà in due sessioni. <br />Il primo giorno, giovedì 27 febbraio: <br />Nutrizione e differenze di genere dott. De Pergola. <br />Malattie endocrinologiche e differenze di genere dott. A. Ciampolillo. <br />Le differenze di genere nell&#39;abitudine tabagica, dott. V. Lamorgese e dott.ssa D. Bufanno. <br />Malattie respiratorie croniche e differenze di genere dott.ssa AM Moretti. <br />Medicina di genere obiettivo delle Direzioni generali avv. A. Delle Donne. <br />Venerdì 28 febbraio, in seconda sessione: <br />Ruolo della formazione in medicina di genere dott. F. Lavalle. <br />Le differenze di genere in età pediatrica e neo natale dott. N. Laforgia. <br />Differenza di genere nella patogenesi e nell&#39;outcome del low back pain, dott. B. Moretti e G. Maccagnano. <br />Cardiopatia ischemica e differenze di genere dottssa A. Mannarini. <br />L&#39;approccio e la formazione di genere nelle cure primarie dott.ssa M. Zamparella. <br /> Mon, 24 Feb 2020 13:16:54 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72641/Garante-Minori--mercoledi-26-presentazione-elenco-Mediatori-interculturali-e-nuove-iniziative Racanelli Mariantonietta Garante dei minori Garante Minori, mercoledì 26 presentazione elenco Mediatori interculturali e nuove iniziative Ad un anno dalla firma del protocollo d’intesa il Garante regionale dei diritti dei Minori, Ludovico Abbaticchio, in collaborazione con il CEFASS – Lecce, ha convocato una conferenza stampa, mercoledì 26 febbraio alle 11, nella sala &quot;Campione&quot; (I piano - lato est) del Consiglio regionale della Puglia in via G. Gentile, per la presentazione del primo sperimentale elenco per Mediatori Interculturali e di altre iniziative a favore dei minori stranieri non accompagnati. <br />Il Protocollo di Intesa è stato firmato il 13 febbraio 2019 presso l’U.S.S.M. di Lecce tra i partner che si sono attivati per risolvere le complesse problematiche sociali legate alla presenza di migranti e soprattutto di minori stranieri non accompagnati, presenti nella Regione Puglia. <br />Interverranno per esporre l’elenco e le novità: <br />Ludovico Abbaticchio – Garante dei Diritti dei Minori della Regione Puglia <br />Anna De Tommaso – presidente del CEFASS – Lecce <br /> <br />Ad un anno di distanza dall’avvio di uno sperimentale Protocollo d’Intesa tra il Garante dei Diritti dei Minori della Regione Puglia, il CEFASS-Lecce, , l’ASL di Lecce, la Procura della Repubblica per i Minori di Lecce, il Tribunale per i Minorenni di Lecce e il Centro Giustizia Minorile di Puglia e Basilicata, sono tante le novità riguardanti la tutela dei minori stranieri non accompagnati. In primis l’istituzione del primo elenco per Mediatori Interculturali. L’istituzione dell’elenco, azione sperimentale, tenuto e gestito dal CEFASS, è visibile sul sito www.cefasslecce.it e chiarirà il ruolo e la professionalità del Mediatore Interculturale nei vari ambiti in cui la sua presenza è prevista e risponderà in tal modo alla grande richiesta di Mediatori Interculturali sul territorio, dando la possibilità ad Aziende, Enti e Istituzioni di avvalersi dei professionisti formati e qualificati dal CEFASS. /comunicato<br /> Mon, 24 Feb 2020 13:08:01 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72640/Sostegno-della-relazione-genitoriale-tra-detenuti-e-figli-minori--Azione-sinergica-tra-il-Garante-detenuti-Rossi-ed-il-Presidente-della-VI-Commissione-Santorsola- Ambriola Angelo Politiche sociali Sostegno della relazione genitoriale tra detenuti e figli minori: Azione sinergica tra il Garante detenuti Rossi ed il Presidente della VI Commissione Santorsola” Importante sinergia in Consiglio regionale tra il Garante regionale dei diritti delle Persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, Piero Rossi ed il Presidente della VI commissione consiliare Domenico Santorsola. <br />Nel corso degli ultimi anni l’Ufficio del Garante ha sviluppato in Puglia significative esperienze sperimentali in collaborazione con soggetti e realtà del Terzo Settore, vincitori di due avvisi promossi dai Garanti per la realizzazione di progetti sperimentali finalizzati a preservare, sostenere e ripristinare la relazione genitoriale tra detenuti e figli minori. <br />Lo scopo di tali azioni è stata la volontà di sperimentare possibili e nuovi modelli di intervento, di trarne spunti generali e di diffondere le migliori esperienze progettuali, mettendole a fattor comune su tutto il territorio regionale, sulla scorta di valutazioni espresse sul piano della sostenibilità, della efficienza e della efficacia sotto l&#39;aspetto dei risultati raggiunti. <br />La naturale evoluzione di tali interventi è attribuire agli stessi carattere di regolarità e organicità. <br />In linea con questo principio Il Presidente Domenico Santorsola ha presentato una Proposta di legge regionale finalizzata a sviluppare un rapporto quanto più sereno possibile (pur nella obiettiva difficoltà data dalla condizione di detenzione) tra figli minori e genitori detenuti o sottoposti a misure di restrizione della libertà personale a seguito di provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, prevedendo per legge la promozione e il sostegno, da parte della Regione Puglia, delle attività finalizzate a favorire il corretto rapporto tra genitori detenuti o sottoposti a misure restrittive della libertà personale e figli minori./comunicato <br /> Mon, 24 Feb 2020 13:07:18 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72638/I-lavori-della-I-Commissione Sgambati Patrizia Commissioni I lavori della I Commissione <p style="font-size: medium;"><span style="font-size: 14pt; line-height: 19.9733px; font-family: 'Times New Roman', serif;">La prima Commissione presieduta da Fabiano Amati ha approvato a maggioranza il ddl che con un maxi emendamento che accorpa 4 provvedimenti contenti il riconoscimento di debiti fuori bilancio per un totale di 52 mila 366,05 euro.</span></p><p style="font-size: medium;"><span style="font-size: 14pt; line-height: 19.9733px; font-family: 'Times New Roman', serif;">La Commissione ha espresso altresì il parere finanziario a maggioranza relativamente al ddl che prevede “interventi regionali per favorire l’autonomia, la vita, indipendente e la qualità della vita delle persone con disabilità anche senza supporto familiare” e alla pdl a firma del consigliere Pino Romano “istituzioni del servizio di psicologia di base e delle cure primarie”.</span></p><p style="font-size: medium;"><span style="font-size: 14pt; line-height: 19.9733px; font-family: 'Times New Roman', serif;">Breve stop per la sostituzione del segretario della Commissione Napoleone Cera. Il presidente Amati ha espresso le sue perplessità circa la reale efficacia delle dimissioni. In tal senso sarà sottoposto un quesito alla presidenza del Consiglio perché siano rispettate le prerogative dei consiglieri, il plenum e gli equilibri politici.</span></p><p style="font-size: medium;"><span style="font-size: 14pt; line-height: 19.9733px; font-family: 'Times New Roman', serif;">Elementi di chiarezza sono stati aggiunti allo stato dell’arte del programma di rigenerazione urbana sostenibile, con l’audizione degli uffici competenti della Sezione Urbanistica.</span></p><p style="font-size: medium;"><span style="font-size: 14pt; line-height: 19.9733px; font-family: 'Times New Roman', serif;">La graduatoria risale al 2018 e la dotazione finanziaria del bando è stata incrementata assicurando una copertura finanziaria di 175 milioni di cui 115 milioni sui fondi POR Puglia FSR 2014/2020 e 60 milioni sui fondi Patto per il Sud.</span></p><p style="font-size: medium;"><span style="font-size: 14pt; line-height: 19.9733px; font-family: 'Times New Roman', serif;">Eventuali risorse successive disponibili potranno essere utilizzate per lo scorrimento delle graduatorie.</span></p><p style="font-size: medium;"><span style="font-size: 14pt; line-height: 19.9733px; font-family: 'Times New Roman', serif;">All’audizione ha partecipato un rappresentante dell’Anci, sindaco di un Comune del Salento che ha lamentato l’assenza di risorse investite sul suo territorio che di fatto è rimasto scoperto dalla banda di rigenerazione urbana.</span></p> Mon, 24 Feb 2020 12:44:20 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72637/27-28-febbraio--in-Consiglio-regionale-corso-di-formazione-in-medicina-di-genere Laudadio Felice Presidente del Consiglio 27-28 febbraio: in Consiglio regionale corso di formazione in medicina di genere La risposta alle terapie mediche varia tra l’uomo e la donna, alcuni parametri fisiologici sono differenti: la medicina di genere prende in considerazione queste diversità, con l’obiettivo di studiare come le differenze legate al genere possono agire sullo stato di salute e lo sviluppo delle patologie. Questa nuova frontiera della medicina (di grande attualità sociale e culturale) sarà al centro giovedì 27 e venerdì 28 febbraio di un corso di formazione, promosso e organizzato dalla Consulta regionale femminile nell’Aula del Consiglio regionale pugliese, in via Gentile 52 a Bari. <br />Alcuni test diagnostici e certe terapie, che si dimostrano efficaci per gli uomini, possono non esserlo per le donne e viceversa, incidendo sulla spesa sanitaria e offrendo trattamenti non producenti quando non addirittura dannosi. <br />“Si parlerà di appropriatezza diagnostica e terapeutica, di ricerca e prevenzione”, ha messo in risalto il presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, nella conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa. “Un momento di studio e conoscenza, di formazione (del personale infermieristico, sanitario e non solo) e di informazione per le donne, nell’auspicio che si compiano progressi anche in questo settore, attraverso investimenti sempre più mirati e produttivi”. Il Consiglio regionale stesso farà il possibile per sostenere la medicina di genere, ha dichiarato il presidente. <br />La presidente della Consulta Vera Guelfi, la responsabile scientifica del corso Anna Maria Moretti e Lilia Fortunato Tatò in rappresentanza dell’Associazione mogli di medici, hanno indicato gli obiettivi del corso, che intende promuovere la consapevolezza sulle differenze di genere, per favorire la prevenzione, diagnosi e cura di uomini e donne, con un approccio che tenga conto delle differenze di genere a partire dall’ambito sanitario. <br />È intervenuto anche Aldo Pugliese, presidente dell’ENFAP, l’ente di addestramento professionale che curerà la formazione. <br />Negli ultimi anni, il piano nazionale per l’applicazione e la diffusione della medicina di genere ha portato l’Italia all’avanguardia in Europa, nella consapevolezza delle differenze associate al genere e con l’obiettivo di garantire la cura migliore a tutti, uomini e donne, rafforzando la centralità del paziente e personalizzando le terapie. Quattro le aree d’intervento: percorsi clinici di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione; ricerca e innovazione; formazione; comunicazione. (fel) <br /> Mon, 24 Feb 2020 12:43:40 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72636/Coronavirus--Pellegrino---Evitare-speculazioni-politiche--Regione-Puglia-ha-strutture-e-capacita-per-gestire-eventuali-emergenze- Ambriola Angelo Politica Coronavirus, Pellegrino: “Evitare speculazioni politiche. Regione Puglia ha strutture e capacità per gestire eventuali emergenze” “Lancio un appello a tutte le forze politiche, specie di opposizione, che in queste ore accusano la Regione Puglia di mancate risposte e di carenze. Il coronavirus, al pari di altre emergenze sanitarie, non deve essere un momento di strumentalizzazione politica e di campagna elettorale, ma di unità. Ho piena fiducia nell’impegno profuso dal Dipartimento regionale alle Salute, dalle Asl, dagli ospedali pugliesi e dai medici di base. E sono convinto che la Regione ha tutte le professionalità e competenze per dare interventi tempestivi e per gestire eventuali emergenze. Ricordo a tutti gli eccellenti protocolli messi in campo, già nelle scorse settimane, dal Policlinico di Bari e che in tempi brevi hanno fugato ogni dubbio. Non si crei perciò alcuna psicosi, specie se politica. Gli amministratori pubblici hanno il dovere di non soffiare né sulle paure, né sugli allarmi, ma di trovare soluzioni condivise per il bene della comunità”. <br />Lo dichiara il capogruppo di Italia in Comune e vice presidente della III Commissione Sanità, Paolo Pellegrino./comunicato <br /> Mon, 24 Feb 2020 12:05:58 +0100 http://www.consiglio.puglia.it/dettaglio/contenuto/72635/Commissioni-I-e-IV--rinviata-pdl-su-economia-solidale Racanelli Mariantonietta Commissioni Commissioni I e IV, rinviata pdl su economia solidale Rinviato in Commissione Bilancio l&#39;esame della proposta di legge per la &quot;Promozione di un circuito di compensazione regionale multilaterale e complementare in attuazione di un modello di economia solidale nel sistema delle imprese&quot; a firma del consigliere regionale del Movimento 5 stelle Antonio Trevisi. E&#39; quanto deciso nel corso della seduta congiunta delle commissioni I e IV, che hanno fissato alla prossima settimana l&#39;audizione dei soggetti del partenariato economico interessati dal provvedimento. A seguire verrà espresso il parere sugli emendamenti finanziari presentati dal proponente. Mon, 24 Feb 2020 12:01:10 +0100